Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «abbandonato», il significato, curiosità, forma del verbo «abbandonare» aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Abbandonato

Forma verbale
Abbandonato è una forma del verbo abbandonare (participio passato). Vedi anche: Coniugazione di abbandonare.
Aggettivo
Abbandonato è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: abbandonata (femminile singolare); abbandonati (maschile plurale); abbandonate (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di abbandonato (disabitato, deserto, incustodito, desueto, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani

Foto taggate abbandonato

kitchen ghost

Foto 347696002
 
Giochi di Parole
La parola abbandonato è formata da undici lettere, cinque vocali e sei consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: bb. Lettera maggiormente presente: a (tre).
Divisione in sillabe: ab-ban-do-nà-to. È un pentasillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
abbandonato si può ottenere combinando le lettere di: bob + annodata; [nota, onta] + abbonda; [dan, dna] + abbonato; tonda + abbona; notando + babà; bona + bandato; bontà + badano; banno + badato; bado + bannato; abbondo + [anta, nata, tana].
Vedi anche: Anagrammi per abbandonato
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: abbandonano, abbandonata, abbandonate, abbandonati, abbandonavo.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: abbandono, abbonato, abbona, abbono, abato, andato, anona, anna, anno, bandato, banda, bannato, banna, banno, bado, badato, bada, bona, boato, nona, nono, noto, dono, doto, dato.
Parole con "abbandonato"
Finiscono con "abbandonato": riabbandonato.
Parole contenute in "abbandonato"
don, andò, band, dona, nato, bando, donato, abbandona. Contenute all'inverso: ano, dna, tan.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "abbandonato" si può ottenere dalle seguenti coppie: abbandonare/areato, abbandoni/iato, abbandonai/ito, abbandonano/noto, abbandonavi/vito, abbandonavo/voto.
Usando "abbandonato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: riabbandona * = rito; * tono = abbandonano; * tondo = abbandonando; * tonte = abbandonante; * tonti = abbandonanti; * torci = abbandonarci; * torsi = abbandonarsi; * torti = abbandonarti; * torvi = abbandonarvi; * tosse = abbandonasse; * tossi = abbandonassi; * toste = abbandonaste; * tosti = abbandonasti.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "abbandonato" si può ottenere dalle seguenti coppie: abbandoni/innato, abbandonerà/areato, abbandonare/erto.
Usando "abbandonato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * otre = abbandonare.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "abbandonato" si può ottenere dalle seguenti coppie: riabbandona/tori.
Usando "abbandonato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * riabbandona = tori; tori * = riabbandona.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "abbandonato" si può ottenere dalle seguenti coppie: abbandonando/tondo, abbandonano/tono, abbandonante/tonte, abbandonanti/tonti, abbandonarci/torci, abbandonarsi/torsi, abbandonarti/torti, abbandonarvi/torvi, abbandonasse/tosse, abbandonassi/tossi, abbandonaste/toste, abbandonasti/tosti.
Usando "abbandonato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * noto = abbandonano; * areato = abbandonare; * vito = abbandonavi; * voto = abbandonavo; rito * = riabbandona.
Sciarade incatenate
La parola "abbandonato" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: abbandona+nato, abbandona+donato.
Frasi con "abbandonato"
»» Vedi anche la pagina frasi con abbandonato per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Quel bambino è stato abbandonato dai genitori alla nascita.
  • Dopo vari tentativi non riusciti ho abbandonato l'idea...
  • Torquato De' Tartassati ha abbandonato ogni residua speranza di essere rimborsato dal fisco.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Derelitto, Abbandonato - Derelitto si dice di chi è abbandonato totalmente e per sempre. Poi in Derelitto è l'idea di dolore, d'angustia e talora anche di miseria e quindi di commiserazione per chi è abbandonato. - Abbandonato, tanto a diritto quanto a torto; Derelitto, quasi sempre a torto, o almeno in modo da destare pietà in altrui. G. F. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Abbandonato - [T.] Part. pass. di ABBANDONARE. = Bocc. Decam. 1. 73. (C) Avendo essi stessi, quando sani erano, esemplo dato a coloro che sani rimanevano, quasi abbandonati per tutto languieno (gl'infermi). Ruccell. G. Ap. 267. Per tale orribil peste Le care mandre abbandonate e sole. T. Animali abbandonati, anche non affatto, ma di cui si ha poca cura. Frutte, biade, abbandonate nel campo.

Bart. Dan. Cin. 16. 2. 4. 90. (C) Infermi abbandonati da' medici e presso che moribondi. Vale spedito, che il medico, non sperando più, cessa l'opera sua.

2. Abbandonati. Sost. In Firenze i fanciulli poveri che, rimasti privi di genitori o abbandonali da essi, vengono raccolti e alimentati da uno Istituto caritatevole. Salvin. annot. Fier. 433. (C) Gli abbandonati, che sono fanciulli restati senza padre, ed alimentati nella nostra città in un Conservatorio così nominato. T. Fanciulli abbandonati anco quelli che stanno co' genitori, ma nulla curati o poco.

Bibb. volg. Deuter. 26. (C) Delle biade tue darâne il terzo anno a' preti e al forestiere, e al pupillo e alla vedova, cioè agli abbandonati, acciocchè mangino dentro delle porte tue.

[Camp.] Pist. S. Gir. 46. Non vidi mai uno giusto abbandonato, nè suoi figliuoli, andare accattando pane. [Cam.] Giov. Vill. 7. 82. Non ne curava niente, ma gli lasciava stare per abbandonati (gli ostaggi), e per la sua avarizia non gli dava danajo.

3. T. Pregare per l'anima più abbandonata che sia nel Purgatorio, è divozione speciale di cattolica carità.

T. Abbandonato da Dio, con modo enfatico da non ripetere, lo sciagurato, segnatamente di disgrazia della mente e dell'anima.

4. Bocc. Fiamm. 6. 184. (C) Il dolore dell'abbandonata Didone.

T. Didone abbandonata, Arianna abbandonata, assol. anche titoli di drammi e altre opere d'arte. Moglie abbandonata, da cui il marito si partì lasciandola malamente. Esclamazione o di compassione, o di celia, o d'ironia: Povera abbandonata! = Car. Eneid. volg. 79. (C)Dell'abbandonato marito (da Elena). – T. Com. Casa, faccende, stato, abbandonato, negletto.

5. Di luogo o non più frequentato o non mai, quindi incolto. Bocc. g. 2. n. 8. (C) Il paese pareva abbandonato (per la mortalità e la fuga degli abitanti). [Cam.] Gell. Op. 43. Vivere ne la più aspra e abbandonata solitudine. = Bocc. Dec. 4. 1. (C) Abbandonata era la grotta. S. Ag. C. D. Vedendo abbandonati gli templi delli demoni. T. Casa, tempio abbandonato, che non serve agli usi ai quali era fatto.

T. Non solo di casa, ma nido, bugno abbandonato.

Campo abbandonato, che aveva una qualche coltura, e non l'ha più, o troppo scarsa. Grazz. Cap. (C) Ritrovò l'antica etate I bagni e noi le stufe ancora abbiamo: Ma sono in questi giorni abbandonate.

6. Del corpo di vivente o parte d'esso, che non si regga in tutto il vigore o non lo dimostri. Mem. Bell. Art. 3. 223. (C) Il suo sonno non è quello profondo e forte, ma quello placido e leggiero di chi gode una dolce visione, come il di lei volto ed atteggiamento alquanto vivace, e non abbandonato dimostra. E 1. 66. Ha dipinto (l'apostolo) nel venerando aspetto il sonno tranquillo e profondo di un innocente, e nelle mani giunte e abbandonate la sofferenza di un Santo.

T. Abbandonato al sonno, al riposo; in un letargo.

Cin. Rim. 50. (C) Gli Abbandonati spirti miei. T. Abbandonato di forze dice languore, che le forze sono quasi affatto esaurite.

Cell. Benv. Vit. 2. 9. (C) Messi animo a un mio compagnuzzo… scultore, che ancora lui, abbandonato, s'era messo in un canto tutto ispaventato. Bertin. Medic. dif. 132. Così favellando, vi fate conoscere d'un animo alquanto abbandonato, e non corrispondente all'altezza della vostra nazione.

7. T. Abbandonata mestizia, dolore, quando l'animo non ben lo sa sostenere, e dimostra il suo stato negli atti di fuori. = Magal. Lett. Nella più abbandonata disperazione.

Modo avv. Macch. 4. 2. [Man.] Se si potrà fare… io l'avrò caro; quando che no, io farò le cose all'abbandonata, e vorrò ch'egli intenda che manchi da me (abbandonatamente).

8. Di corso impetuoso. [Val.] Bern. Orl. 15. 32. Il segue… Per la campagna a briglia abbandonata. Bern. Orl. 59. 44. (C) E così a freno abbandonato, a redine abbandonata. T. Anco nel trasl. di azione a passione impetuosa, che non regge sè. – Corso abbandonato. Corpo abbandonato al proprio impeto, al declivio.

9. Nel mor. Segner. Pred. 318. (C) Molto più meritorio è di sua natura soccorrer l'anime abbandonate in peccato, che sollevare i corpi ridotti a necessità. Stor. Barl. volg. 45. Chi è una volta abbandonato a cupidigia e agli altri diletti del mondo, e' se ne parte mal volentieri. Salv. Annot. Fier. Buonarr. Sardanapalo, gran crapulone, abbandonato ai piaceri e al lusso. [Cam.] Salv. Disc. 1. 83. Abbandonato alla superstizione.

T. Abbandonato a se stesso, alla propria libertà, o scienza, o debolezza.

T. Persona che abbandona la cura di sè o negli studi o nel costume, o nel decoro della vita civile, o nel vestive.

T. Donna abbandonata, assol., dice Licenza di costumi, inverecondia.

10. Nel senso del lat. Destitutus. [Cam.] Giov. Vill. 7. 199. Ogni infermo era abbandonato di confessione e di sagramento e di medicine e di guardie. = Guicc. Stor. 2. 244. (C) La città di Milano, abbandonata d'ogni speranza, mandò subito ambasciatori al cardinal di Roano a supplicare venia. Bart. Dan. Cin. 16. 2. 525. Si trovò abbandonato d'ogni aiuto promessogli dagli amici. Guicc. Stor. 1. 124. Avere con grandissima spesa recuperato il porto di Livorno, senza il quale quella città (Pisa) era stata abbandonata d'ogni comodità ed emolumento. Cic. Amic. volg. 76. Vita solinga ed abbandonata d'amici. [Camp.] Vit. Imp. Rom. 43. Abbandonato di pecunia… e povero. = Buonarr. Cical.5. 1. 14. (C) Mi sentii prendere il cuore da tanta dolcezza, che, abbandonate le membra d'ogni virtù, nelle braccia di Ferragosto mi svenni. Fr. Bart. Amm. ant. volg. 215. Il trovamento delle ottime cose, avvegnachè sia abbandonato d'adornezza di parole, assai ornato è di sua natura. S. Greg. Omel. volg. 3. 54. Giacendo molti anni nel letto, stava quasi abbandonato dall'ufficio di tutte le membra. Maff. Vit. Conf.162. Nè pensi alcuno che tal zelo fosse abbandonato da prudenza o discrizione. [M.F.] Salvin. Elog. Imperf. 26. Avendo lode di buon parlatore e di abile trattenitore, viene abbandonato da quella di dotto scrittore. = (Taluni di questi modi, ancora vivi e efficaci.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: abbandonassimo, abbandonaste, abbandonasti, abbandonata, abbandonatamente, abbandonate, abbandonati « abbandonato » abbandonava, abbandonavamo, abbandonavano, abbandonavate, abbandonavi, abbandonavo, abbandonerà
Parole di undici lettere: abbandonati « abbandonato » abbandonava
Lista Aggettivi: abbagliante, abbagliato « abbandonato » abbarbicato, abbassabile
Vocabolario inverso (per trovare le rime): arcidiaconato, picconato, siliconato, zirconato, donato, bidonato, ridonato « abbandonato (otanodnabba) » riabbandonato, condonato, odonato, perdonato, riperdonato, cordonato, neonato
Indice parole che: iniziano con A, con AB, iniziano con ABB, finiscono con O

Commenti sulla voce «abbandonato» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze