Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «acchiappare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Acchiappare

Verbo
Acchiappare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è acchiappato. Il gerundio è acchiappando. Il participio presente è acchiappante. Vedi: coniugazione del verbo acchiappare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola acchiappare è formata da undici lettere, cinque vocali e sei consonanti. In particolare risulta avere due consonanti doppie: cc, pp. Lettera maggiormente presente: a (tre).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: acchiapperà (scambio di vocali), apparecchia.
acchiappare si può ottenere combinando le lettere di: [hip, phi] + carapace; chepì + acarpa; [apre, arpe, pera, ...] + pacchia; cap + eparchia; [capri, carpi] + apache; [cappe, ceppa] + chiara; arche + ciappa; cheap + [acarpi, capirà, caprai, ...]; chiare + cappa; [cheppia, chiappe] + [arca, cara]; cachi + papera; cache + appari; pacche + [arpia, parai, paria, ...]; [cariche, cerchia] + papa.
Componendo le lettere di acchiappare con quelle di un'altra parola si ottiene: +sos = acchiappassero; +non = acchiapperanno; +don = apparecchiando; +[est, set] = apparecchiaste; +[ire, rei] = apparecchierai; +rii = riacchiapperai; +rii = riapparecchiai; +orno = apparecchiarono; +[erto, otre, rote] = apparecchiatore; +[irto, orti, otri, ...] = apparecchiatori; +[artù, ruta, urta] = apparecchiatura; +nova = apparecchiavano; +tifi = rappacifichiate; +vita = riacchiappavate; +[miro, mori, rimo] = riapparecchiamo; +[noir, orni] = riapparecchiano; +erri = riapparecchiare; +[arti, atri, irta, ...] = riapparecchiata; +[erti, irte, iter, ...] = riapparecchiate; +[irti, riti, tiri, ...] = riapparecchiati; ...
Vedi anche: Anagrammi per acchiappare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: acchiappate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: acca, acre, ahia, apre, chiappe, chiare, chip, ciappa, ciappe, cappa, cappe, capre, care.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: acchiapparle.
Parole con "acchiappare"
Iniziano con "acchiappare": acchiapparella, acchiapparelle.
Finiscono con "acchiappare": riacchiappare.
Parole contenute in "acchiappare"
app, chi, par, pare, appare, chiappa, acchiappa. Contenute all'inverso: era, rap, appai, rappa.
Incastri
Si può ottenere da acre e chiappa (ACchiappaRE).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "acchiappare" si può ottenere dalle seguenti coppie: acchiappai/ire, acchiappata/tare.
Usando "acchiappare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: scacchi * = scappare; stacchi * = stappare; stracchi * = strappare; * areata = acchiappata; * areate = acchiappate; * areati = acchiappati; * areato = acchiappato; * rendo = acchiappando; * evi = acchiapparvi; * resse = acchiappasse; * ressi = acchiappassi; * reste = acchiappaste; * resti = acchiappasti; * ressero = acchiappassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "acchiappare" si può ottenere dalle seguenti coppie: acchiapperà/areare, acchiappata/atre, acchiappato/otre.
Usando "acchiappare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = acchiappata; * erte = acchiappate; * erti = acchiappati; * erto = acchiappato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "acchiappare" si può ottenere dalle seguenti coppie: acchiappa/area, acchiappata/areata, acchiappate/areate, acchiappati/areati, acchiappato/areato, acchiappai/rei, acchiappando/rendo, acchiappasse/resse, acchiappassero/ressero, acchiappassi/ressi, acchiappaste/reste, acchiappasti/resti, acchiappate/rete, acchiappati/reti, scacchi/scappare, lacchi/lappare, macchi/mappare, pacchi/pappare, stracchi/strappare, tacchi/tappare, stacchi/stappare.
Usando "acchiappare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: scappare * = scacchi; stappare * = stacchi; strappare * = stracchi; * mie = acchiapparmi; * vie = acchiapparvi.
Sciarade incatenate
La parola "acchiappare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: acchiappa+pare, acchiappa+appare.
Frasi con "acchiappare"
»» Vedi anche la pagina frasi con acchiappare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ho cercato di acchiappare quella mosca senza riuscirci.
  • Nonostante la tua corsa non sei riuscito ad acchiappare l'ultimo treno.
  • Il gatto fece un balzo di un metro da fermo per acchiappare l'uccellino, ma questo riuscì a volare via.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Gabbare, Gabbarsi, Farsi gabbo, Prendere a Gabbo, Prendere a gioco, Farsi gioco, Prendersi gioco, Ingannare, Schernire, Abbindolare, Accalappiare, Acchiappare, Infinocchiare, Caruccolare - Gabbare è un ingannare con una qualche finzione; se l'interesse per cui l'uomo resta gabbato è grave, allora è vero inganno; se lieve, è burla: ma nel gabbare entra sempre una qualche lusinga con cui altri si adesca; per gabbare ci va sempre un dritto e un minchione. Gabbarsi vale, e gabbare se stesso prendendo un granchio con nostro danno, e gabbare altrui, e allora significa una certa consuetudine: il semplice gabba anche l'astuto se gli viene il destro, ma una volta su cento; gabbarsi del prossimo è proprio del gabbamondo. Farsi gabbo, prendere a gabbo dicono inganno più grave o beffa più pungente che non farsi gioco, prendersi gioco; e la differenza sta nel peso rispettivo delle parole gabbo e gioco, che è evidente; fra prendere e farsi sta poi quella, che in prendere l'intenzione sembra più deliberata, e in farsi pare che sia più sovente seguita dall'effetto: in chi si fa gabbo, gioco, è più arte per riuscire nell'intento suo; a chi prende a gabbo, a gioco, succede talvolta come ai pifferi di montagna, che andarono per suonare e furono suonati. Ingannare è il tesser l'inganno e il persuaderne altrui con suo danno. Schernire è beffa vile e villana, è insulto e non più semplice burla. Abbindolare è raggirare altrui e trarlo a mal passo o a mala pratica. Accalappiare è prenderlo nella rete con fino inganno, insidiandolo nella parte più debole, circonvenendolo con tanti giri e rigiri che non riesca mai a districarsene. Acchiappare, chi fugge, o chi sfugge; onde, quand'è affine ad ingannare, esprime insidia pronta, laccio apparecchiato: molti che si credono furbi restano acchiappati quando meno sel credono. Infinocchiare è dar a credere lucciole per lanterne, dar ad intendere pastocchie delle più grosse onde riderne con altri. Caruccolare, poco usato, è ingannare adagio, alla lontana, per far colpo più tardo, ma certo. Chi abbindola mena al male; chi accalappia resta padrone di chi riesce accalappiato; chi acchiappa non lascia andare senza graffiare o mordere qualche cosa; chi infinocchia vuol per lo più ridere del prossimo, se è semplice o credulo di troppo pe' tempi che corrono. [immagine]
Acchiappare, Afferrare, Aggrappare, Abbrancare, Ghermire, Acciuffare, Agguantare, Carpire, Artigliare - Acchiappare è arrivare a prendere qualche cosa dopo un qualche sforzo del corpo o dell'ingegno; dicesi di cosa che fugge o sfugge. Afferrare è prenderla con più forza. Nel traslato, dice Tommaseo, acchiappare è affine a trappolare; afferrare vale comprendere, e ritener forte in mente. Aggrappare, o meglio, aggrapparsi è quello stringere non solo colle mani, ma e coi piedi, colle ginocchia e con tutto il corpo, in una parola, qualche oggetto, o per non lasciarcelo pigliare, o per salvare noi stessi; ma in questo secondo caso diventa neutro passivo; aggrapparsi a qualche cosa. Abbrancare è prendere colle branche, ma per l'uomo, con la mano, che per lo sforzo dello stringere somigli a branca. Ghermire dicesi l'azione degli animali rapaci nell'afferrare che fanno la preda per farne strazio; dicesi anche dell'uomo quando è animato da sentimento d'ira o di vendetta verso la cosa o la persona che gli cade fra mani; gli è uno stretto afferrare. Acciuffare è prendere uno pel ciuffo; agguantare è prenderlo e trattenerlo per le mani onde non fugga. Artigliare è prendere cogli artigli, e così stretto da lasciare degli artigli o delle ugne qualche segno nelle carni. Carpire è prendere di furto, o con sutterfugio: e poi anche farsi accordare sotto false ragioni o pretesti quello che di buon diritto non ci verrebbe. Tanto fa colle sue importunità, e Dio non voglia colle bugie, quel figlio poltrone e svogliato, che carpisce a' parenti la licenza di andare a spasso; ma non gli fa buon pro, perchè la coscienza gli rinfaccia ogni tratto di non averlo meritato. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Acchiappare - V. a. e N. pass. T. Prendere con qualche forza; e suppone parte del corpo da prendere, la quale dia appiglio alla mano o ad altro; onde D. 1. 24. del salire di scoglio in scoglio: Montar di chiappa in chiappa. Ha sensi più varii che il semplice Chiappare. = Fortig. Ricciard. 13. (C) E pien di santa collera l'acchiappa Per li capelli. Magal. Lett. At. 224. Il duca di Guisa raccontava… d'avere veduto (uno schiavo) sulle galere di Francia che si acchiappava pel ciuffetto, e si sollevava così da sè quattro braccia da terra.

2. Prendere cosa che fugga o che si muova. [Cam.] Bern. Orl. 20. 19. Da canto si gettò, come un uccello, Sì che il Gigante non potè acchiapparlo. = E 22. 10. (C) E l'acchiappò mentre che più fuggiva. E 66. 30. Fa una volpe alle volte il gattone, Quando vuole acchiappar qualche cornacchia. [Cam.] Giannot. Op. 2. 281. Da' miei superiori forse ne sarò punito, se mi lascerò acchiappare: chè, per quanto io potrò, io m'ingegnerò di non venir loro alle mani. Magal. Lett. 24. Potendo acchiappare un bianco, se lo mangiano vivo immediatamente. T. In quel di Lucca, al tempo della calata dei liberatori, dicevano: Se acchiappo un Cisalpino, Lo vogliam bruciar.

E detto pur di cosa portata da altri. Dav. Tac. Ann. 231. (C) E che fa? acchiappa le lettere d'Antejo (Lat. Interceptis Anteii litteris).

3. T. Acchiappare la porta; Chi ha fretta d'uscire per sottrarsi. Se acchiappo la porta, chi mi raggiunge è bravo.

4. Acchiappare le mosche per aria. Quasi proverb. Darsi briga di cose da poco, e procacciarsi molestie, creandosi o spese o nemici.

5. Acchiappare la lepre a covo. Proverb. Abbattersi a trovare checchessia appunto in acconcio de' fatti suoi.

Trasl. Allegr. Rim. Lett. 160. (C) L'acchiappar, verbigrazia, il bene a covo, perchè egli è senza dubbio nascoso in un punto quasi indivisibile, è rischio o ventura. E 202. Noi non abbiam cosa, o e' mi pare, più malagevole ad acchiappar a covo, di quella (della verità).

6. [Bianc.] Va, l'acchiappa, sim. a Vattel a cerca; di cosa o persona non facile a prendere, e anco a scoprire; come il secondo di cosa non facile a ritrovare.

7. [Val.] Indovinare, Scoprire. Salviat. Spin. 2. 3. Non più: io l'ho acchiappata. Tu vuoi che stasera, come dire a una mezz'ora di notte, ella finga d'aver le doglie.

8. T. Famil. Raggiungere; anche nel trasl. di corso intellettuale o civile. Certi rivali di fama letteraria o di civile ambizione, non potendo acchiappare nel corso, s'aiutano di trappole e di lacciuoli.

9. Sorprendere, Cogliere all'imprevista. Franz. Matt. Rim. burl. 2. 105. (C) Forse che a questa festa non t'acchiappa Ogni cortigian maghero rifatto, Che, per farsi inchinar, s'inchina e frappa.

10. [M.F.] Acchiappare uno, nel senso di Coglierlo in male. Tag. Rim. 11. 18. Voi stesso l'avevi acchiappata. [S.] In senso di minaccia, segnatam. ai bambini: Se ti acchiappo.

11. T. Anco in parole s'acchiappa. Vang. Capere in verbo. = Allegr. Rim. Lett. 108. (C) Io non ho aperto la bocca per dire, che sono acchiappato in parola.

12. Trasl. Affine ad Ingannare. [Val.] Samminiat. 1. 77. Dicendo fra se stesso: Io ti ringrazio, Amor, se mi ci acchiappi un'altra volta. = Fortig. Ricciard. 14. 97. (C) E se con queste (brutte donne) il diavol non m'adesca, Per altra via di certo non m'acchiappa. Firenz. Trin. 5. 5. Innanzi, ch'i mi lasci acchiappar più a queste baje, tosami.

13. Colpire. Lipp. Malm. 7. 71. (C) Bench'ei creda finita aver la festa, Tira di nuovo, e dà vicino al fondo, Ed il suo cane acchiappa in sulla testa. E Not. Malm. 556. Sebbene Acchiappare vuol dire Pigliare uno con fraude e violenza, ci serve anche per esprimere Colpir bene. T. Come Prendere non solo del Raggiunger con mano, ma del Ferire di lontano con armi. = Fag. Rim. 1. 216. (C) Sputai, e veggo che il mio sputo in viso Il mio compagno, che era abbasso, acchiappa.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: acchiappandosi, acchiappandoti, acchiappandovi, acchiappano, acchiappante, acchiappanti, acchiapparci « acchiappare » acchiapparella, acchiapparelle, acchiapparla, acchiapparle, acchiapparli, acchiapparlo, acchiapparmi
Parole di undici lettere: acchiappano « acchiappare » acchiappata
Lista Verbi: accessoriare, accettare « acchiappare » acciaccare, accingere
Vocabolario inverso (per trovare le rime): scopare, dopare, appare, handicappare, incappare, scappare, riscappare « acchiappare (erappaihcca) » riacchiappare, riappare, lappare, allappare, mappare, pappare, frappare
Indice parole che: iniziano con A, con AC, iniziano con ACC, finiscono con E

Commenti sulla voce «acchiappare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze