Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «accordo», il significato, curiosità, forma del verbo «accordare» associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Accordo

Forma verbale
Accordo è una forma del verbo accordare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di accordare.
Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
patto (10%), intesa (6%), contratto (5%), disaccordo (5%), raggiunto (4%), fatto (4%), musica (3%), parti (3%), stretta (3%), musicale (3%), politico (2%), internazionale (2%), preso (2%), bilaterale (2%), sindacale (2%), sintonia (2%), sottobanco (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola accordo è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: cc.
Divisione in sillabe: ac-còr-do. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: accordò.
Anagrammi
accordo si può ottenere combinando le lettere di: odo + crac; doc + [acro, arco, caro, ...].
Componendo le lettere di accordo con quelle di un'altra parola si ottiene: +ano = accodarono; +emo = accomoderò; +dna = accordando; +[ami, mai, mia] = accordiamo; +uni = accudirono; +[ehi, hei] = adocchierò; +rna = arroccando; +nel = cercandolo; +non = concordano; +tan = concordata; +ton = concordato; +van = concordava; +aie = coracoidea; +din = diroccando; +[ilo, oli] = doloraccio; +pie = poderaccio; +[ami, mai, mia] = raccomodai; +rna = raccordano; +[tar, tra] = raccordato; +[ami, mai, mia] = riaccomoda; +mio = riaccomodo; ...
Vedi anche: Anagrammi per accordo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: accorda, accordi, accorgo, accorpo, accorro, accorso, accorto.
Con il cambio di doppia si ha: abbordo, assordo.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: accodo. Togliendo tutte le lettere in posizione pari si ha: acro.
Altri scarti con resto non consecutivo: acoro, ardo, coro.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: raccordo.
Parole con "accordo"
Finiscono con "accordo": raccordo, raccordò, riaccordo, riaccordò, disaccordo, preaccordo.
Parole contenute in "accordo"
Contenute all'inverso: rocca.
Incastri
Inserendo al suo interno dan si ha ACCORdanDO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "accordo" si può ottenere dalle seguenti coppie: acri/ricordo, accoda/dardo, accorgo/godo, accorpavi/pavido, accorra/rado, accorri/rido, accorro/rodo, accorse/sedo, accorso/sodo.
Usando "accordo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * cordone = acne; * cordoni = acni; * doga = accorga; * doge = accorge; * dogi = accorgi; * dopa = accorpa; * dopo = accorpo; * dora = accorra; * dori = accorri; * doro = accorro; * dosa = accorsa; * dose = accorse; * dosi = accorsi; * doso = accorso; * dota = accorta; * dote = accorte; * doti = accorti; * doto = accorto; * dopare = accorpare; * dopata = accorpata; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "accordo" si può ottenere dalle seguenti coppie: accorra/ardo.
Usando "accordo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: arrocca * = ardo; barocca * = bado; ficca * = fiordo; bica * = bicordo; conca * = concordo.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "accordo" si può ottenere dalle seguenti coppie: acne/cordone, acni/cordoni, accorga/doga, accorge/doge, accorgi/dogi, accorpa/dopa, accorpante/dopante, accorpanti/dopanti, accorpare/dopare, accorpata/dopata, accorpate/dopate, accorpati/dopati, accorpato/dopato, accorpo/dopo, accorra/dora, accorrano/dorano, accorrerà/dorerà, accorrerai/dorerai, accorreranno/doreranno, accorrerebbe/dorerebbe, accorrerebbero/dorerebbero...
Usando "accordo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * dardo = accoda; * godo = accorgo; * rado = accorra; * rido = accorri; * rodo = accorro; * sedo = accorse; * sodo = accorso; * ateo = accordate; * avio = accordavi; * pavido = accorpavi; * astio = accordasti.
Intarsi e sciarade alterne
"accordo" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: acoro/cd.
Intrecciando le lettere di "accordo" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = accordarono; * atre = accordatore; rand * = raccordando.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "accordo"
»» Vedi anche la pagina frasi con accordo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Se deve esserci un accordo ben venga; siamo pronti a sfruttare questa occasione.
  • Quanto più grande è l'accordo, più piccola sarà la discussione.
Proverbi
  • Val più un cattivo accordo che una buona sentenza.
Libri
  • L'accordo inglese (Scritto da: David J. Taylor; Anno 1999)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Accordo, Concordia - La voce Accordo significa Conformità di proposito e di volere, e viene da cor, cordis, che significa cuore, sonando quasi che il cuore dell'uno si accosta al cuore dell'altro. Generalmente si riferisce ad impresa o atti da condursi in due o più persone: ma si dice anche di cosa abituale. - « Stanno d'accordo - v'è accordo tra loro. » - La voce Concordia significa Conformità di sentimenti, di affetti, di volontà tra più persone. - « Per la concordia dei cittadini la patria si mantiene forte e prosperosa. » - Il contrario di queste voci è Disaccordo, Discordia. [immagine]
Accordo, Accordatura - Le due voci vengono dalle corde degli strumenti musicali, e sono verbali del verbo Accordare, che vuol dire Tendere le corde dello strumento in modo che sieno ridotte al tono e alla consonanza che debbono avere. C'è però questo divario tra esse, che Accordatura è L'atto, l'operazione per la quale le corde si tendono più o meno, e Accordo significa Il risultamento di tale operazione, il concento e la consonanza stessa; per modo che può riferirsi anche al canto e al suono di altri strumenti. - [Accordo ha anche sensi traslati ben noti che non si convergono mai ad Accordatura, la quale resta quasi in esclusiva proprietà degli Accordatori di pianoforti, G. F.] [immagine]
D’accordo, D’amore e d’accordo - Il semplice modo D'accordo, accenna solamente l'esser venuto nell'altrui sentenza e l'operare con esso al proposito medesimo. - « Tutti d'accordo si messero a tale impresa.» - L'altro modo D'amore e d'accordo accenna a cosa abituale, e suona conformità affettuosa di volontà. Sul primo modo si fanno le frasi Esser d'accordo; Trovarsi d'accordo: sul secondo le frasi Vivere d'amore e d'accordo; Stare d'amore e d'accordo. [immagine]
Convenzione, Patto, Condizione, Contratto, Stipulazione, Accordo - Convenzione è quando due o più persone convengono nel pensiero di fare una cosa, e se la promettono a vicenda. - Patto è ciascuno dei punti della convenzione che si promettono e si giurano di osservare. - La Condizione è meno stretta del Patto, ed è fatta per qualche caso possibile: è limitativa del Patto. - «Fecero una convenzione con questi patti e condizioni.» - La voce Contratto è speciale alle cose commerciali e di compra e vendita: è lo strumento nel quale si contengono le varie condizioni e patti sui quali è fondata un'impresa commerciale, un accollo, una compra e vendita; dove la Stipulazione è l'atto materiale del distendere legalmente il contratto e autenticarlo. - L'Accordo argomenta contrarietà precedente, ed è quell'atto per cui le due o più parti interessate si dichiarano esser d'accordo nel fare così o così. - «Si spera nell'accordo delle Potenze. - Il B., fallito, fece un accordo co' creditori.» [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
D’accordo, In buona armonia, Di concordia, In concordia, D’amore e d’accordo

Convenzione, Accordo, Patto, Contratto, Condizione - La convenzione precede ogni accordo, patto o contratto, poichè, prima di passare ad alcuno di questi atti determinati, è necessario convenire in massima: ha dunque un significato più generale, ed anzi non si fa d'ordinario che fermare o stipulare in esse le cose convenute. La voce accordo risveglia quasi sempre l'idea di precedente dissidenza, e perfino di ostilità, perchè dicesi comunemente, vennero le parti avversarie, i nemici ad un accordo; e accordare vale già da per sè dare o concedere ciò che prima si negava. Il patto è proprio un aut, aut: io do o faccio questo, se tu dai o fai quest'altro; s'aggira su d'una cosa sola per lo più, come lo dice il nome singolare, poichè quando si tratta di cose complicate dicesi venire a patti; è un sì o un no; ma assoluto. Chi non ha sentito dire o letto, come anticamente credevasi che potesse farsi patto col diavolo? Contratto dicesi tanto dell'atto, fatto a norma delle leggi, quanto della materia del contratto medesimo: contratto di matrimonio, di vendita, di società ecc.; il tale ha fatto un buono, un cattivo contratto. Una o più condizioni possono entrare nel contratto, nell'accordo, nel patto; è una specie di restrizione che si mette in una convenzione qualunque: chi manca alla o alle condizioni stabilite incorre o nella multa o nella risoluzione del contratto; in ogni danno insomma, stipulato o implicito. Io vendo a questo prezzo, a condizione che mi si snocciolino subito i contanti, altrimenti non vendo, o vendo ad un prezzo maggiore. La multa è anche essa una condizione; e d'ordinario si stipula così: chi manca o dà addietro, pagherà agli altri contraenti, tanto. [immagine]
Essere d’accordo, Accordarsi, Andar d’accordo, mettersi d’accordo, Fare un accordo - Si è d'accordo in massima, si va d'accordo ne' fatti e nelle determinazioni; è il fatto: si va d'accordo quando d'accordo si è già per esservisi messi: però insegna l'esperienza che è molto più facile essere o mettersi d'accordo in massima, ne' principii, che andar poi d'accordo ne' fatti, ne' casi concreti; perchè l'interesse materiale che risulta o dipende da questi ci sta più a cuore che non le teorie speculative, i principii astratti. Quante belle società non vediamo andar rotte ogni giorno a malgrado de' meglio ragionati regolamenti! L'interesse è la corda più difficile ad armonizzarsi. Si mette d'accordo quando si era dissenzienti: è l'atto. Accordarsi è proprio mettersi all'unissono, cioè concertarsi, preparare di concerto un piano, una regola; e per ciò fare è d'uopo che le parti smettano le particolari e contrarie pretese che potrebbero far dissonanza, proprio come quando s'accordano gl'instrumenti di un'orchestra. Fare un accordo pare voglia significare il mettersi d'accordo in un punto solo, o per un dato tempo, o per una singolare circostanza. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: accorderesti, accorderete, accorderò, accordi, accordiamo, accordiate, accordino « accordo » accorga, accorge, accorgemmo, accorgendo, accorgente, accorgenti, accorgerà
Parole di sette lettere: accordi « accordo » accorga
Vocabolario inverso (per trovare le rime): endecacordo, enneacordo, tetracordo, esacordo, pentacordo, eptacordo, ottacordo « accordo (odrocca) » preaccordo, riaccordo, riaccordò, raccordo, raccordò, disaccordo, bicordo
Indice parole che: iniziano con A, con AC, iniziano con ACC, finiscono con O

Commenti sulla voce «accordo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze