Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «affatto», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Affatto

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola affatto è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere due consonanti doppie: ff, tt.
Divisione in sillabe: af-fàt-to. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di affatto con quelle di un'altra parola si ottiene: +[agi, gai, già] = affagottai; +mie = affettiamo; +sue = affettuosa; +din = affittando; +tre = affrettato; +rna = affrontata; +[agre, erga, gare] = affagottare; +gita = affagottati; +vaga = affagottava; +[vagì, viga] = affagottavi; +[vago, voga] = affagottavo; +[agre, erga, gare] = affagotterà; +[ergo, gore, orge] = affagotterò; +[gino, ogni] = affagottino; +[artù, ruta, urta] = affatturato; +nero = affettarono; +[erte, rete] = affettatore; +[erti, irte, iter, ...] = affettatori; +[nave, vane, vena] = affettavano; +[noir, orni] = affittarono; ...
Vedi anche: Anagrammi per affatto
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: affetto, affitto.
Con il cambio di doppia si ha: abbatto, accatto, allatto, affanno.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: fato.
Parole con "affatto"
Finiscono con "affatto": sopraffatto, contraffatto.
Contengono "affatto": sopraffattore, sopraffattori, contraffattore, contraffattori.
Parole contenute in "affatto"
atto, fatto.
Incastri
Inserendo al suo interno tura si ha AFFATturaTO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "affatto" si può ottenere dalle seguenti coppie: afri/rifatto, affama/matto, affamo/motto, affare/retto, affari/ritto.
Usando "affatto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * fattore = afre; * fattori = afri; sia * = siffatto.
Lucchetti Riflessi
Usando "affatto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: coffa * = coatto; rifa' * = rifatto; * otica = affatica; * otico = affatico; disfa * = disfatto; soddisfa * = soddisfatto.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "affatto" si può ottenere dalle seguenti coppie: ciaf/fattoci.
Usando "affatto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: fattoci * = ciaf; * ciaf = fattoci.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "affatto" si può ottenere dalle seguenti coppie: afre/fattore, afri/fattori.
Usando "affatto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rifatto = afri; * motto = affamo; * retto = affare; * ritto = affari.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "affatto" (*) con un'altra parola si può ottenere: * gota = affagottato; * sella = affastellato; * turare = affatturatore.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "affatto"
»» Vedi anche la pagina frasi con affatto per una lista di esempi.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Affatto Affatto - Avv. Così ripetuto è intensivo e quasi superlativo, ed è modo del discorso fam. Bern. Rim. burl. 1. 19. (C) Si può dir che sia pazzo affatto affatto. Salv. Granch. Prol. Erasi ancora Fitto nel capo (il granchio) di non uscir della Buca se ei non era pieno affatto affatto. T. R. Burl. 193. Io mi vo' disperare affatto affatto. = Firenz. Asin. 91. (C) Entro al mio cuore, che non era però d'asino affatto affatto, nacque un pensiero. Allegr. Rim. Lett. 36. Mi procacciate una litigiosa pensioncella…, perchè io non abbia a cascar della fame affatto affatto. [Cam.] Firenz. Op. 1. 285. Ma vedi se questa Selvaggia vuol la baja affatto affatto de' casi miei. E 373. Orsù, ora sì ch'i' me ne posso far fuori affatto affatto; che ancorchè elle sien tutte bugie, e' non gnene caverebbe dal capo tutto 'l mondo. Cecch. Donzell. 1. 1. For. Be', Lapo, che ne dici? Lap. È dal nostro affatto affatto, E non vuole impacciarsi a verun conto Con forestiera. = Fortig. Ricciard. 12. 73. (C) Restò fuor de' sensi affatto affatto, Quando lo vide accinto alla partenza.

2. Affatto affattissimo, vale lo stesso, ma ha più di forza. Bellin. Disc. Anat. 2. 152. (C) In quanto all'intelligenza vera del come si faccia il taglio… noi siamo daccapo affatto, daccapo affatto affattissimo. Bertin. Risp. Gio. Paol. 6. Ella (la censura) sta tutt'affatto affattissimo come fu scritta da lui.
Affatto - Avverb. Interamente. T. Aff. a In tutto; ma riguarda segnatam. i fatti, come dice il vocabolo.

Vill. G. 518. (C) Il popolo di Bologna a furia voleano uscir fuori; ma da' loro capitani furo ritenuti, acciocchè non compiessono la loro infortuna d'essere affatto sconfitti. Passav. Specch. Penit. 201. Si sentì sì fastidioso puzzo di carogna corrotta…, e di tanto orrore quanto sono le carni degli uomini e delle femmine, state alcun tempo sotto terra, innanzi ch'elle si consumino affatto. Petr. Rim. 1. 224. Amor s'ingegna Ch'i' mora affatto; e 'n ciò segue suo stile. Cresc. Agric. volg. 528. I cacciatori questi arbori risegano, ma non affatto, sì che cader possano per sè. Ar. Fur. 30. 86. Ma ch'egli alla promessa sua mancasse, Non però debbe aver la colpa affatto. Bern. Orl. 32. 2. La ragione è sì grossa, Che la vedria chi non è cieco affatto. Cell Benv. Vit. 1. 376. Io mi ero cavato la sete affatto. E Op. 2. 318. (Gh.) A un tratto tutt' a due mettemmo mano insù le nostre spade, e non le sfoderammo affatto, che subito si mosse una quantità d'uomini dabbene. Tass. Lett. 5. 2. 74. Non abbandoni me poverello affatto. [Cam.] G. B. Gell. 179. Dico quando io son Giusto affatto, che tu non dovresti ingannarmi. Cecch. Comm. 1. 592. E' sarà ben che noi ci ritragghiamo, acciò Michea non si apponessi affatto. = Salviat. Tac. Cron. (Gh.) Immantinente che parve a quei Franciosi avere vinta la seconda nave, cominciarono a rubare, senza provedere di vincere affatto. Fortig. Ricciard. 11. 90. (C) In pochi giorni si rimise affatto Il principe in salute.

2. Coll'Agg. Tass. Gerus. 14. 22. (C) E riguardando a me…, Che vile affatto intercessor non sono, Agevolmente d'impetrar mi credo… [Cam.] Cecch. Comm. 2. 20. Ch'io lo farei, e gli sarei benigno affatto. E 2. 134. E se questo non è de' fini affatto, Non ci si vaglia. Vas. Vit. Andr. del Sarto. Sono molti disegni di sua mano, e tutti buoni, ma particolarmente è bello affatto quello… E appresso: Fece un cavallo… che fu tenuto bello affatto.

3. Con l'Avv. [Cam.] Vas. Vit. Andr. del Sarto. Si faceva poco affatto pagare le sue fatiche.

4. Affatto preceduto da alcuni aggiunti forma dogli avverbiali che si adoperano comunem. per dare maggior forza al discorso, affermando o negando, come Per affatto, Per l'affatto. Soder. Coltiv. 83. (C) Levane il vino e imbottalo nella botte, ov'egli ha da stare; e quivi lasciato stare oltre ventiquattr'ore, lo ritornerai nel tino per altre ventiquattr'ore; così segui per quindici dì alternativamente, e di poi imbottalo per affatto, e beilo. Corsin. Stor. Mess. 479. Era l'intesa di principiare il ballo…, sospendendo per allora il levarsi la maschera per affatto.

T. Per l'affatto, è positivo e negativo, e dice qualcosa di più che il semplice Affatto, nè si può raddoppiare come Affatto affatto.

5. Affatto, vale anche talvolta Senza scelta, Senza distinzione, usandosi col verbo Pigliare, e sim. (C)

6. E trovasi pure Ad affatto, usato col verbo Fare in signif. di Senza scelta, Senza distinzione, Fino all'ultimo. Guid. Pis. Fior. Ital. 47. (C) Faraone, temendo che la morte non facesse ad affatto, mandò a dire a Moisè che 'l populo si partisse con tutte le cose che aveano.

7. T. Tutt'a fatto. (Non so se abbia esempii antichi, e se non rassomigli troppo al tout-à-fait de' Franc.)

Targh. Relaz. Febbr. 194. (C) Se però tutte quante le febbri della corrente epidemia fossero state unicamente e tutt' affatto putride e d'una sola origine, avrebbero cagionato…

8. Con la negazione la rinforza. Fag. Comm. 2. 175. (C) Non so nulla affatto di queste cose. Bianchin. Istor. Cint. 138. Più affatto ad esso (al trattato) non si pensò, e l'affare se n'andò interamente in dimenticanza.

T. Niente affatto; è intensivo. Ma non è bello in questo senso, Affatto assol., senza il Niente, o altro che lo dichiari e lo regga.

T. Affatto. D'idea negativa, senza la partic. neg. La pazienza mi manca affatto.

T. Nel seg. l'Affatto non è intensivo della negazione; sebbene s'approssima ai sensi dell'Affatto positivo. Salv. Granch. Prol. (C) Questo nome (il granchio) Non è senza misterio affatto.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: affaticherò, affatichi, affatichiamo, affatichiate, affatichino, affaticò, affatico « affatto » affatturante, affatturanti, affatturare, affatturata, affatturate, affatturati, affatturato
Parole di sette lettere: affanno « affatto » afferii
Vocabolario inverso (per trovare le rime): esterrefatto, torrefatto, putrefatto, antefatto, artefatto, liquefatto, assuefatto « affatto (ottaffa) » sopraffatto, contraffatto, siffatto, cosiffatto, rifatto, malfatto, olfatto
Indice parole che: iniziano con A, con AF, iniziano con AFF, finiscono con O

Commenti sulla voce «affatto» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze