Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «apporre», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Apporre

Verbo
Apporre è un verbo della 2ª coniugazione. È un verbo irregolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è apposto. Il gerundio è apponendo. Il participio presente è apponente. Vedi: coniugazione del verbo apporre.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola apporre è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere due consonanti doppie: pp, rr.
Divisione in sillabe: ap-pór-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: preparo, preparò.
apporre si può ottenere combinando le lettere di: pro + [apre, arpe, pare, ...]; pop + [arre, erra, rare]; per + [apro, paro, rapo]; pero + [par, rap].
Componendo le lettere di apporre con quelle di un'altra parola si ottiene: +gag = aggrapperò; +[ami, mai, mia] = appariremo; +[tar, tra] = apparterrò; +tai = apporterai; +set = appresterò; +[adì, dai, dia] = approderai; +dei = approderei; +tan = approntare; +tan = appronterà; +ton = appronterò; +[avi, iva, vai, ...] = approverai; +[evi, vie] = approverei; +emù = appureremo; +sii = espropriai; +[dan, dna] = preparando; +[ami, mai, mia] = prepariamo; +zii = propiziare; +zii = propizierà; +gnu = propugnare; +gnu = propugnerà; +sta = prosperata; +[est, set] = prosperate; +sto = prosperato; +sos = prosperosa; ...
Vedi anche: Anagrammi per apporre
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: apporrà, apporrò, opporre.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: opporrà.
Con il cambio di doppia si ha: accorre.
Scarti
Togliendo tutte le lettere in posizione pari si ha: apre.
Altri scarti con resto non consecutivo: arre.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: apporrei.
Parole con "apporre"
Iniziano con "apporre": apporrei, apporremo, apporrete, apporrebbe, apporremmo, apporreste, apporresti, apporrebbero.
Finiscono con "apporre": frapporre, sovrapporre, contrapporre, giustapporre.
Contengono "apporre": contrapporrei, contrapporremo, contrapporrete, contrapporrebbe, contrapporremmo, contrapporreste, contrapporresti, contrapporrebbero.
»» Vedi parole che contengono apporre per la lista completa
Parole contenute in "apporre"
app, porre. Contenute all'inverso: erro.
Incastri
Inserendo al suo interno est si ha APPORRestE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "apporre" si può ottenere dalle seguenti coppie: apri/riporre, appose/serre, apporta/tare.
Usando "apporre" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * reti = apporti; sua * = supporre; * retata = apportata; * retate = apportate; * retino = apportino.
Lucchetti Riflessi
Usando "apporre" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = apporta; * erti = apporti; * erto = apporto; ripa * = riporre.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "apporre" si può ottenere dalle seguenti coppie: api/porrei, apportata/retata, apportate/retate, apporti/reti, apportino/retino.
Usando "apporre" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * serre = appose; * tare = apporta; * aie = apporrai; * remore = apporremo.
Sciarade incatenate
La parola "apporre" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: app+porre.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "apporre" (*) con un'altra parola si può ottenere: * temo = apporteremo; * teste = apportereste; * testi = apporteresti.
Frasi con "apporre"
»» Vedi anche la pagina frasi con apporre per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Mi venne chiesto di apporre la firma su alcuni documenti.
  • Ricordati di apporre il bollo sulla fattura del medico!
  • Prima di apporre il cappotto nell'armadio portalo in lavanderia!
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Dare la colpa, Apporre - Di una mancanza, o anche delitto non grave, se ne dà la colpa ad alcuno, quando si afferma averlo commesso egli; ma questo dar la colpa, le più volte non si fonda se non sopra congetture o sopra calunnie. - L'Apporre è sempre fondato sul falso; ed apponendo altrui una cosa, non solo gli se ne dà colpa, ma la colpa si cerca di aggravare. [immagine]
Accusare, Imputare, Apporre, Dare la colpa, Incolpare - Accusare è il Denunziare apertamente, o appresso il tribunale o appresso i superiori. - Imputare è Attribuire ad alcuno una colpa o un delitto, o di atto o di volontà. - L'Apporre è parimente Attribuire ad altri una colpa; ma senza fondamento certo. - «Lo apposero a lui, ma era innocente.» - Incolpare e Dare la colpa è lo stesso; ma può anche farsi per via di semplice e lieve congettura. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Attribuire, Imputare, Accagionare, Apporre - Attribuire ha buono e cattivo senso; ma più sovente buono, per una certa sua affinità con tributare: si attribuisce a un tale un bene o un male sopravvenuto; ma anche in questo secondo caso pare non abbia significato di rimprovero, come se la derivazione di quel male fosse insita e necessaria. A Dio s'attribuisce e la ricompensa de' buoni e la punizione de' malvagi. Imputare è proprio accusare; da lui, imputazione, imputato: è vero che le leggi migliorate d'oggidì statuiscono di ritenere l'imputato come innocente fino che si abbia in mano la prova del delitto; ma questa disposizione dei codici non è ancora passata nel convincimento e nella coscienza universale. Accagionare è dare cagione, ripetere la causa di un male da un dato soggetto; ha ognora mal senso, perchè l'uomo, che è ognora presto a dolersi, delle cagioni o autori del bene non suole tener conto. Apporre è un accagionare più preciso, è quasi un accusare con mal animo e talvolta con tale precipitazione da includere sospetto, falsità e anche maggiori gravami. [immagine]
Ascrivere, Attribuire, Apporre - «Si ascrive un oggetto a una classe, una qualità ad un soggetto; si attribuisce un'azione, una qualità ad un oggetto, ma non un soggetto ad un altro. S'ascrive un tale alla cittadinanza, gli si ascrive a colpa un suo fatto; gli si attribuisce un'azione: quando ascrivere s'applica non a classe ma a qualità, differisce da attribuire in ciò, che esprime un giudizio, mentre questo indica semplice opinione; diremo dunque attribuire al tale un'azione, o ascrivergliela a merito o a colpa. Quanto ad apporre, ascoltiamo la definizione del Varchi: «dire che uno abbia detto o fatto cosa, la quale egli non abbia nè fatta nè detta; il che i Latini dicevano: conferre aliquid in aliquem, o conferre culpam». Non è già che chi appone sappia sempre d'apporre colpa non vera, ma la colpa apposta d'ordinario non è vera, anco se colui che l'appone vera la creda». Tommaseo. [immagine]
Apporre, Applicare - «S'applica attaccando più o men forte; si appone mettendo semplicemente, o distendendo, o aggiungendo». A.

«Nel traslato, apporsi vale indovinare; applicarsi, attendere, darsi». Gatti. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Apporre - Att. e N. Sincope di APPONERE. Porre una cosa appresso, addietro, o sopra d'un'altra. [Cam.] Plut. Op. 1. 213. Se picciol sopra picciol apporrai E spesse fiate ciò ripeterai, non fu solamente ben detto dell'ammassato argento, ma di tutte l'altre cose, e sopratutto dell'accrescimento della virtù.

2. E fig. [Camp.] Volg. Rib. Salm. 68. Apponi la iniquitade loro, e non entrino nella justizia tua. (Appone iniquitatem, il testo.)

3. Porre dinanzi. [Camp.] Volg. Bib. S. Paol. Gal. Prol. L'Apostolo rivoca costoro dallo errore con esempli, ragione ed autoritade; perocchè in prima appone loro la sua persona, acciocchè in lui riconoscano quello che a loro si conviene di fare.

4. Per Aggiungere. D. 3. 16. (Gh.) Ben se' tu (o Nobiltà) manto che tosto raccorce, Sicchè se non s'appon di die in die, Lo tempo va d'intorno con la force. E appresso: Sempre la confusion delle persone Principio fu del mal della cittade, Come del corpo il cibo che s'appone (cioè, Come il cibo che s'aggiunge al cibo già preso è cagione del male del corpo).

5. Per Riunire, Congiungere. [Camp.] Volg. Bib. I. 49. Sì raccolse i suoi piedi sopra il letto suo, e morì in pace, e fue apposto al suo popolo. (Il testo: Appositus est ad populum suum, cioè All'anime de' suoi trapassati.)

6. Apprestare, Ministrare, e sim. [Camp.] Comm. Boez. III. La filosofia consolòe Boezio apponendogli lievi rimedii; mo comincia consolare, dandogli rimedii più forti.

7. Per Unire, Porre nel numero, e sim. [Camp.] Volg. Bib. Maccab. 1. 2. Poi li benedisse e fue apposto con gli altri suoi padri (appositus est ad patres suos, il testo).

8. Aggiudicare, Assegnare, Dare. [Val.] T. Liv. Dec. 1. 17. I potizii giunsero a tempo, e furono loro apposte le interiora.

9. Per Affidare, Commettere. Stor. Eur. 6. 124. (C) Ma per trovarsi con più prestezza al soccorso di quella banda ch'egli aveva apposta ad Esicco.

10. Per Opporre. Pass. 10. (C) Alla qual risposta non sappiendo apporre, il padre e i parenti lasciaronlo in pace.

11. Per Attribuire a torto. Bocc. Nov. 27. 14. (C) Io amai sommamente lo sventurato giovane, la cui morte è apposta al mio marito. E 68. 14. Il marito poteva… averle fatto male, e ora apporle questo per iscusa di sè. E Corbac. 158. (Gh.) E perchè apponi tu ad alcuno quello che tu medesimo t'hai fatto e ti fai? G. V. 6. 23. 2. Fece abbacinare il savio uomo maestro Pier delle Vigne… apponendogli tradigione. Varch. Ercol. 68. (C) Che vuol dire apporre? V. Dire che uno abbia detto o fatto una cosa, la quale egli non abbia nè fatta, nè detta, il che i Latini dicevano conferre aliud in aliquem, o conferre culpam. T. Loll. Oraz. 1. 3. 32. Per conto del delitto che gli appongono.

T. E assol. [Cam.] G. V. 7. 255. E certi dissono che non era tradimento a tradire il traditore, se colpa v'ebbe, come gli appose.

12. E per Attribuire semplicemente. Bocc. Lett. M. Pin. (M.) Sue opere (di Dio) furono, comechè noi le apponiamo alla fortuna. D. 1. 24. E falsamente già fu apposto altrui.

[Val.] Cellin. Vit. 2. 260. Se coteste perle fussino con quelle virtù tanto rare, che tu apponi loro, a me non parrebbe fatica il comperarle.

13. E per maniera ellittica col Di. S. Agost. C. D. 4. 27. (Mt.) Si reputano ad ingiuria se queste cose sono apposte di loro.

14. T. degli Abbachisti, i quali dicono Partire per apporre, o per dieci all'insu; ed è una specie di partire. (Mt.)

15. Apporre alle Pandette, o al Sole. Dicesi del Biasimare qualunque cosa per ottima che ella sia. (C)

† E Apporre alla babà, è modo proverb. che suona a un di presso il medesimo. Varch. Ercol. 53. (M.) Donde nasce bufonchino per uno che mai di nulla non si contenta, e torcendo il grifo a ogni cosa, si duole tra sè brontolando; e di cotali si suol dire: egli apporrebbono alla babà.

16. Apporre al sale. V. SALE.

17. Apporre code a code. Fig. Andare in lungo. Non com. Buonar. Fier. 1. (Mt.) E 'l suo male apponendo code a code.

18. Apporre per il sempl. Porre: ripreso da taluni di gallicismo è difeso da altri, tra' quali il Viani. Apporre il sigillo, Apporre le condizioni a un contratto, e sim., sembrano frasi da non rigettare. [M.F.] Cicerone ha: Apponere signum et diem epistolae, ch'è l'Apporre il sigillo e la data alla lettera.

19. N. pass. Posarsi, Mettersi in qualche luogo. S. Cat. Lett. 102. (Mt.) Siccome la mosca fugge, e non s'appone in sulla pignatta che bolle. T. Vive nel Sen. Virg. Ug. 187. Due colombe vennero volando… apposersi nell'erba verde in terra. (Viridi sedere solo.)

[Bianc.] Nel Montamiata i fanciulli soglion gridare ad alta voce, e sonando molle e palette ad uno sciame d'api: Apponti bella, a significare Posati in qualche albero. Così lo dicono alle farfalle e agli uccelli.

20. T. Per il semplice Porsi accanto o sopra. S. Cat. Lett. 172. Distenda l'ale del santo desiderio, e appongasi in su l'arbore della santissima croce.

[Sav.] Cant. pop. tosc. Parve che mi s'aprisse il paradiso, E venissero gli angeli a un per volta Tutti ad apporsi sopra al tuo bel viso.

21. Per Indovinare, Dar nel segno. Malm. 2. 75. (C) E venne immaginandosi, e s'appose, Ch'ella fosse sua moglie, ei suo marito. Morg.19. 140. Margutte gli rispuose: e tra i capresti, E tra le scope tu non t'apponesti. Ar. Fur. 28. 24. Ma non v'è chi s'apponga già di molto, E possa penetrar nel suo segreto. [Val.] Salviat. Granch. 1. 3. Fort. Per chi ha ella a servire? Gr. Apponti. Salviat. Spin. 3. 1. Gli s'appongono alle due. Il caso è che s'io non menava le gambe, e' m'avevan bello e chiappato. Cellin. Vit. 1. 168. Pareva che avesse mezzo per male non si essere apposto. [Cam.] Cecch. Comm. 2. 467. Apposim'io T. Bart. Dan. Cin. 16. 506. Che in ciò ben s'apponesse, il mostrarono… gli affettuosi e savii consigli, che… gli diedero due suoi vecchi amici.

T. Prov. Tosc. Donna e popone, beato chi se n'appone. (Chi dall'apparenza indovina quel ch'è dentro.) Notisi l'Apporsi col Ne o col Di,invece dell'A.

T. Prov. Tosc. 119. I più matti di casa, a volte son quelli che s'appongono. (Revelasti ea parvulis.)

22. Nel medesimo signif. dicesi anche Apporsi al vero. Ar. Fur. 9. (M.) E così, come ben m'apponga al vero, Ti vedessi punir di degna morte.

23. T. Col Che. Mi sono apposto che quella bottata veniva a me.

24. T. Assol. Mi sono apposto.

T. Coll'A, quasi prov. Raccontasi della semplicità d'un contadino, che interrogato se il figliuolo gli fosse maschio o femmina, rispose:Maschio non è; apponti a quel ch'ell'è.

25. Far caselle per apporsi. [M.F.] Mod. prov. caduto affatto dall'uso, vale Aggirare altrui per cavargli di bocca ciò che si desidera: tratta la metafora dalle caselle degli abbachisti. = Varch. Ercol. 72. (C)

26. Apporsi in fallo per Credere falsamente, Ingannarsi nell'opinione. Ar. Fur. 27. 73. (M.) Quando conobbe non si apporre in fallo, Disse il Circasso al re d'Algier rivolto.

27. Per Opporsi. [Cam.] Mach. Op. 8. 155. Perciocchè 'l cielo è chiaro, E vi prometto un lieto carnovale, Ma chiunque vuole apporsi, dica male. [M.F.] Così non sarebbe evidente nè usato. Ma di uno che trova da ridire in ogni cosa, si ode tuttavia: E' trova sempre da apporre. – Gli ha sempre da apporre.
Apporre - S. m. L'indovinare, Il dar nel segno, ma cogliere a caso. T. Pass. 328. E se alcuna volta gli venisse prodotto alcuna di quelle… sarebbe per uno apporre, e per abbattimento. A questo modo non com.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: appongono, apponi, apponiamo, apponiate, apporrà, apporrai, apporranno « apporre » apporrebbe, apporrebbero, apporrei, apporremmo, apporremo, apporreste, apporresti
Parole di sette lettere: apporrà « apporre » apporrò
Lista Verbi: applicare, appoggiare « apporre » apportare, appostare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): fotocomporre, scomporre, proporre, riproporre, controproporre, sottoporre, risottoporre « apporre (erroppa) » frapporre, contrapporre, sovrapporre, giustapporre, opporre, supporre, presupporre
Indice parole che: iniziano con A, con AP, iniziano con APP, finiscono con E

Commenti sulla voce «apporre» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze