Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «architettura», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Architettura

Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere architettura (moderna, barocca, antica, gotica, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate architettura

Riflessi pendenti

La Torre UniCredit a Milano

serata a New York
Tag correlati: finestre, curve, geometrie, grattacielo, vetri, palazzo, vetro, milano, grattacieli, expo, palazzi, chiesa, colonne, torre, padiglione, astratto, moderno, acqua, archi, linee, persone, spirale, vetrate, struttura, geometrico, monumento, ringhiera, torri, luci, due
Giochi di Parole
La parola architettura è formata da dodici lettere, cinque vocali e sette consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: tt. Lettera maggiormente presente: ti (tre).
Divisione in sillabe: ar-chi-tet-tù-ra. È un pentasillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
architettura si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): [turi] + [chattare]; rutti + trachea; tute + chitarra; chiù + [trattare]; turchi + [attera]; che + triturata; [truche] + [attira]; echi + trattura; uriche + tratta; turchetti + ara; [tau] + tetrarchi; tuta + chitarre; tutta + arrechi; [artù] + [archetti]; urrà + tattiche; [attui] + charter; [arti] + ruchetta; tratti + rauche; [tritura] + cheta; [ratte] + turchia; tratte + rauchi; [turare] + chatti; [riurtate] + chat; triturate + hac; theta + [curarti].
Vedi anche: Anagrammi per architettura
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: architetterà, architetture.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: architetta, archea, arche, arciera, arcua, arca, arietta, arie, aria, arte, artù, arerà, area, arra, achea, ahia, atea, attua, atta, atra, aera, aura, ritta, rita, retta, chiù, cheta, citerà, città, cita, cetra, cera, cura, iter, tetta, tetra, teta.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: archittettura.
Parole con "architettura"
Finiscono con "architettura": bioarchitettura.
Parole contenute in "architettura"
chi, hit, tura, archi. Contenute all'inverso: cra.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "architettura" si può ottenere dalle seguenti coppie: architetta/aura.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "architettura" si può ottenere dalle seguenti coppie: architetta/turata, architetti/turati, architetto/turato.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "architettura"
»» Vedi anche la pagina frasi con architettura per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Tra i capolavori dell'architettura barocca, a Roma, vi è la chiesa di Sant'Ivo alla Sapienza, del Borromini.
  • Leon Battista Alberti fu uno dei massimi teorici dell'architettura rinascimentale.
  • L'architettura è la più antica scienza che l'uomo conosca, già dalla preistoria si hanno manufatti di gran pregio.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Scuola di architettura - In Parigi ne furono poste le fondamenta da Blondel nel 1740, in via dei Francescani, Rue des Cordeliers. [immagine]
Architettura - Questa, che è certo la più antica fra le arti, se tal vocabolo si applichi alla costruzione dei primi ricoveri che si fecero gli uomini, doveva essere molto rozza nella sua origine, e si perfezionò dopo lungo tempo. Il bisogno l'aveva fatta nascere, l'abbellì il lusso. La Caldea, la China, l'Egitto e la Fenicia sono le prime contrade ove noi vediamo ch'era posta in opra l'architettura propriamente detta. Da quel che ci rimane dei monumenti egizi, possiamo giudicare di quel che fosse l'architettura nell'antico Egitto: era pesante, massiccia, ma grande per le sue dimensioni, e fatta per isfidare i secoli e la barbarie degli uomini. I Greci, meglio organizzati degli Egizi, riceverono da questi ultimi delle lezioni, e le trasmisero a tutti i popoli, presentando loro dei modelli che non potevano essere superati per la grazia e l'eleganza. I Romani coltivarono quest'arte soltanto verso la fine della repubblica, e quando, vincitori dell'Asia e della Grecia, ne riportarono seco le ricchezze ed il gusto per le arti. Essi conservarono l'ordine toscano, che di certo aveva regnato costantemente in Italia, e cotesto ordine associarono agli altri tre loro recati dalla Grecia. Inventarono il quinto, che è l'ordine composito, e che in sostanza, come ognun sa, è un misto di ionico e di corintio. Da quell'epoca l'architettura ha conservato i cinque ordini, cioè dorico, ionico, corintio, toscano e composito. L'invenzione dei due primi di cui si siano valsi i Greci devesi intieramente agli abitanti dell'Asia minore. I loro nomi li fanno abbastanza conoscere. Il dorico nacque nella Doride. Doro, re di Acaia e di tutto il Peloponneso, avendo fatto inalzare in Argo un tempio dedicato a Giunone, l'ordinazione di quel tempio sino allora ignota assunse il nome di dorica. - La Jonica è nata nella Jonia. Il corintio comparve lungo tempo dopo quei due. Quest'ultimo sembra esser sorto nella Grecia propriamente detta: è il più ricco, magnifico ed elegante di tutti gli ordini greci, e possiam dire di quanti ne sieno stati inventati. Non si sa come, e precisamente in qual tempo, si creassero quegli ordini. - Il corintio trae il suo nome dalla città di Corinto, e secondo l'opinione più comune, fu in principio adottato dallo scultore Callimaco, il quale visse nell'anno del mondo 3464, il 540. avanti Gesù Cristo. - L'ordine toscano nacque in Toscana; questo, più semplice e più solido di tutti, è adatto a' fabbricati ch'esigono grande solidità. La caduta dell'impero di Occidente trasse quella dell'architettura, e questa piombò in un obblio da cui non si tolse che a capo a vari secoli. - L'architettura gotica non ha patria, e non è invenzione di verun popolo nè di verun secolo: è soltanto un miscuglio del gusto d'Oriente con quello di quella architettura imbastardita, miscuglio che combinato dal caso nei tempi dell'ignoranza, è diventato sotto l'impero della pratica una sorta di disordine ordinato. Questa architettura dominava in Europa, allorchè sotto i regni di Luigi XII e Francesco I. si videro arrivare in Francia architetti d'Italia, i quali per i primi fecero sorgere la bella architettura rinvenuta fra i superbi avanzi della antica Roma. [immagine]
Scuola di pittura ed architettura in roma - Nel 1667 Colbert indusse Luigi XV. a stabilire una scuola di perfezionamento, che ponesse i giovani pittori francesi in grado di meditare sui monumenti dell'antica Roma e di studiare Raffaello e Michel Angiolo. Fu comperato in quella metropoli un palazzo dove abita il direttore della scuola. Vi si mandano gli alunni che hanno ottenuto premj all'Accademia di Parigi, ed essi vi sono condotti e mantenuti a spese del governo francese. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Architettura - S. f. Da ARCHITETTO. L'Arte dell'inventare, disporre e ben edificare gli edificii pubblici e privati, per gli usi e comodi della vita. (Fanf.) Bern. Rim. 1. 28. (C) Costui cred'io che sia la propria idea Della scultura e della architettura. [Cam.] Cell. Oref. 220. L'architettura si è l'arte dell'uomo di grandissima necessità, sì come sua vesta ed armadura, et ancora per i suoi ornamenti la diviene mirabile, perchè ancora essa è figliuola seconda della grande scoltura. T. Bart. Dan. Op. Mor. 29. 1. Facea bisogno apparecchiare un albergo, con un tal nuovo ordine d'architettura divisato, che a tutti insieme questi tre generi d'abitatori si confacesse. T. Vas. 1. 201. Iscrizioni poste nelle architetture private e nelle pubbliche.

[Cont.] Barb. Arch. Vitr. 6. Architettura è nome che dal greco deriva, ed è di due voci composto. La prima significa principale o capo, la seconda fabbro o artefice.

2. T. Stile seguito nell'arte. Architettura greca, gotica.

T. Dicesi che l'edifizio è di tale o tale Architettura. – Arco trionfale d'architettura composita.

3. Per Disegno architettonico, Pianta di edifizio, o sim. Bern. Orl. 1. 17. 41. (M.) Io ho un libro là, dov'è dipinto Il giardin tutto coll'architettura. Ar. Fur. 3. 7. Una devota e venerabil chiesa, Che su colonne alabastrine e rare Con bella architettura era sospesa.

[Cont.] Vas. V. Vas. Gli armarj di noce fatti con mio disegno e architettura.

4. [B.A.] Architetture diconsi le Pitture e le Scene, che rappresentano fabbriche con ornati d'architettura. Segn. Descr. Appar. (Mt.) Architettura a pezzi. Greche architetture…

5. [Cont.] Architettura civile. Dicesi quella che riguarda soltanto gli edifizi destinati agli usi civili. Cap. Arch. Fort. 31. E se parliamo delle arti nobili, del Geometrico, Astrologo, Cosmografo, e Matematico, de gl'ingegneri dell'Architettura civile.

6. (Mil.) Architettura militare: è la scienza della fortificazione regolare ed irregolare, permanente e passeggiera. (Mt.)

[Cont.] La. Pr. Utilità che isperimentiamo… dall'Architettura civile e militare.

7. (Mar.) Architettura navale: è l'arte di fabbricar le navi, altrimenti chiamata Costruzione: con questa differenza, che la voce Costruzione è più sovente usata per significare la pratica di quest'arte, e Architettura navale comprende la teorica, e le ragioni della pratica. (Mt.)

8. [Cont.] Architettura delle acque o idraulica. Dicesi quella che riguarda gli edifizi idraulici. Gu. Nat. fium. Pref. L'architettura delle acque ha camminato sin ora con piede poco sicuro a cagione del non aver mai trovato chi le dia l'appoggio delle scienze necessarie.

9. Per estens. T. Segner.: Diversa è l'architettura degli animali che devono pascersi d'erba (struttura con cui il loro corpo è architettato quasi).

Imperf. Tim. D. 8. T. 7. 211. (M.) Amando le corporali bellezze, come loro ultimo fine, non s'amano come architetture divine. Bertin. Medic. Dif. 82. (Gh.) Anche Avicenna, in trattando dell'architettura della lingua, par che al vivo descriva questi canali.

10. [Val.] Fuor d'architettura. Dicesi di alcun membro del corpo umano che siasi slogato. Tasson. Secch. 5. 29. Quivi ei montò in lettiga, e seguitando Con una spalla fuor d'architettura, Giunse appunto a Bologna.

11. Fig. Per Disegno occulto. Non com. [Val.] Fag. Rim. 3. 109. E in esser fabbri delle tue ruine Tendon solo le loro architetture.
Gran Dizionario Teorico-Militare del 1847
Architettura militare - s. f. Architecture militaire. L'architettura militare tratta della fortificazione regolare ed irregolare, campale o murale per l'oppugnazione o l'espugnazione delle piazze, e per la difesa dei soldati in guerra. Chiamasi permanente quando ciò che si costruisce è per durar molto tempo; passaggiera quando la costruzione si fa solo pel momento, come per impadronirsi d'un passaggio, di qualche altura o per formare ridotti, trinceramenti, batterie ecc. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: architettò, architetto, architettonica, architettonicamente, architettoniche, architettonici, architettonico « architettura » architetture, architravata, architravate, architravati, architravato, architravatura, architravature
Parole di dodici lettere: architettino « architettura » architetture
Vocabolario inverso (per trovare le rime): confettura, congettura, lettura, rilettura, labiolettura, magnetolettura, autolettura « architettura (aruttetihcra) » bioarchitettura, archittettura, vettura, motovettura, autovettura, trafittura, pittura
Indice parole che: iniziano con A, con AR, iniziano con ARC, finiscono con A

Commenti sulla voce «architettura» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


foto vincitrice contest architettura


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze