Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «ascrivere», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Ascrivere

Verbo
Ascrivere è un verbo della 2ª coniugazione. È un verbo irregolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è ascritto. Il gerundio è ascrivendo. Il participio presente è ascrivente. Vedi: coniugazione del verbo ascrivere.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola ascrivere è formata da nove lettere, quattro vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: a-scrì-ve-re. È un quadrisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
ascrivere si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): sir + verace; [eri] + scevra; veri + sacre; [ersi] + cerva; [servi] + [acre]; verri + [asce]; serri + cave; ree + scriva; [serve] + [acri]; erre + scavi; serre + cavi; severi + cra; [veci] + serra; [esci] + verrà; [ceri] + [serva]; cervi + [arse]; scevri + [era]; cerve + [arsi]; scevre + [ari]; [riceve] + ras.
Componendo le lettere di ascrivere con quelle di un'altra parola si ottiene: +[aro, ora] = arrovesciare; +sos = ascrivessero; +dei = deviscererai; +sto = osservatrice; +spa = prevaricasse; +tap = prevaricaste; +con = ricrescevano; +tai = riesercitava; +ito = riesercitavo; +oso = rievocassero; +sto = servitoresca; +ohi = soverchieria; +toc = sovreccitare; +toc = sovrecciterà; +sto = svisceratore; +[noto, tono] = conservatorie; +[dono, nodo] = deviscerarono; +fidi = diversificare; +unta = ricensuravate; +[orso, roso] = ricoverassero; +[irti, riti, tiri, ...] = riesercitarvi; +tini = riverniciaste; ...
Vedi anche: Anagrammi per ascrivere
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: ascriverà, ascriverò, ascrivete, iscrivere.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: iscriverà, iscriverò.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: scrivere.
Altri scarti con resto non consecutivo: asce, acri, acre, arie, aree, arre, avere, aver, scie, sire, sere, cere.
Scavalco
Spostando la prima lettera al posto dell'ultima si ha: scriverà.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: ascriverei.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si può ottenere: scriverei.
Parole con "ascrivere"
Iniziano con "ascrivere": ascriverebbe, ascriverebbero, ascriverei, ascriveremmo, ascriveremo, ascrivereste, ascriveresti, ascriverete.
Finiscono con "ascrivere": trascrivere.
Contengono "ascrivere": trascriverei, trascriveremo, trascriverete, trascriverebbe, trascriveremmo, trascrivereste, trascriveresti, trascriverebbero.
»» Vedi parole che contengono ascrivere per la lista completa
Parole contenute in "ascrivere"
ere, rive, vere, scrive, ascrive, scrivere. Contenute all'inverso: evi.
Incastri
Inserendo al suo interno est si ha ASCRIVERestE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "ascrivere" si può ottenere dalle seguenti coppie: ascrivi/vivere.
Usando "ascrivere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rete = ascrivete; * rendo = ascrivendo; * resse = ascrivesse; * ressi = ascrivessi; * reste = ascriveste; * resti = ascrivesti; dea * = descrivere; ria * = riscrivere; * ressero = ascrivessero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "ascrivere" si può ottenere dalle seguenti coppie: assi/iscrivere.
Usando "ascrivere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erte = ascrivete; issa * = iscrivere; * errai = ascriverai; rissa * = riscrivere; pressa * = prescrivere.
Cerniere
Usando "ascrivere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * moa = scriveremo; * tea = scriverete; * stia = scriveresti.
Lucchetti Alterni
Usando "ascrivere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ascrivi * = vivere; * aie = ascriverai; * remore = ascriveremo; * aste = scrivereste; * asti = scriveresti.
Sciarade incatenate
La parola "ascrivere" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: ascrive+ere, ascrive+vere, ascrive+scrivere.
Frasi con "ascrivere"
»» Vedi anche la pagina frasi con ascrivere per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • L'associazione dovette ascrivere il ragazzo che voleva partire con il loro gruppo.
  • Il mio amico atleta è riuscito a farsi ascrivere nel gruppo.
  • Fu naturale ascrivere l'artista tra quelli più importanti del tempo.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Associare, Aggregare, Ascrivere, Scrivere - Associare a un'impresa: aggregare a un corpo morale, dice Roubaud: per associare adunque si sceglie maggiormente, perchè sul socio vuolsi poter confidare, e occorre sia presso a poco della nostra condizione o grado, e vi sia conformità di pensare e d'operare; nell'aggregare a un corpo, purchè s'adempiano alcune formalità esteriori, basta. Ascrivere è l'atto dell'aggregare, poichè per far questo è d'uopo di scrivere il nome del nuovo aggregato nella lista o registro comune. Ha talora senso alquanto dispregiativo, come in truppe gregarie. [immagine]
Ascrivere, Attribuire, Apporre - «Si ascrive un oggetto a una classe, una qualità ad un soggetto; si attribuisce un'azione, una qualità ad un oggetto, ma non un soggetto ad un altro. S'ascrive un tale alla cittadinanza, gli si ascrive a colpa un suo fatto; gli si attribuisce un'azione: quando ascrivere s'applica non a classe ma a qualità, differisce da attribuire in ciò, che esprime un giudizio, mentre questo indica semplice opinione; diremo dunque attribuire al tale un'azione, o ascrivergliela a merito o a colpa. Quanto ad apporre, ascoltiamo la definizione del Varchi: «dire che uno abbia detto o fatto cosa, la quale egli non abbia nè fatta nè detta; il che i Latini dicevano: conferre aliquid in aliquem, o conferre culpam». Non è già che chi appone sappia sempre d'apporre colpa non vera, ma la colpa apposta d'ordinario non è vera, anco se colui che l'appone vera la creda». Tommaseo. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Ascrivere - [T.] V. a. Scrivere pers. o cosa aggiungendola a un numero d'altre pers. o cose; o, senza materialmente scrivervela, con altro atto o col giudizio congiungervela. Galil. Op. lett. 6. 302. (Man.) La nota dei tre soggetti da ascrivere alla nostra accademia… sopra l'ascrizion de' quali… ricerca l'assenso de' compagni. Bocc. Com. Dant. 1. 198. Fu ascritto all'ordine equestre. Pallav. Vit. Aless. VII. l. 2. c. 14. (Vian.) Tentò per altrui suggestione,… un'arte… per ascriverli a quella insegna.

T. Cic. Ascrivere al numero. E: nel numero.

T. Cic. Ascrivere alla cittadinanza. E: nella cittadinanza. L'In può dire congiunzione più intima e più effettiva. Chi riman sempre lontano, e non prende parte a una società, meglio si dirà Ascritto ad essa che in essa. = Red. Lett. fam. 3. 92. (Man.) Per gloria dell'Accademia, fu ascritto nel numero di essi. [Cam.] Salvin. Disc. 2. 95. Mentre visse, non manco di ascrivere in essa (accademia)… i primi letterati. =Red. Lett. fam. 3. 32. (Man.) Che i signori Romani lo abbiano ascritto nella loro celebre accademia. Salvin. Pros. tosc. 2. 182. In questa per tutto il mondo rinomata adunanza fui ascritto.

T. In senso pr. dicevano i Rom. Ascrivere alla colonia coloro che dovevano farne parte oltre ai già stanziati. E assolutam. Adscribere colonos, Liv.

T. In senso non meno pr. e più com. Ascrivere alla milizia, a tale o tal genere o arme di quella.

T. Ascrivere se medesimo a tale o tale società. Piuttosto di buon volere, che semplicem. Comportando d'esservi ascritto.

In senso sim. ai not. dicesi Scrivere a, ma questo è meno solenne. L'uomo è scritto o si scrive, appaltato a un teatro, o per prendere parte ai piaceri e alle spese d'una festa. Poi Scrivere vale il semplice Tener di conto per memoria, o nella memoria, senza formare un giudizio.

2. Talvolta non è tanto atto esteriore, quanto mero giudizio, in varii modi significato. Gell. G. B. in Giambull. Appar. e Fest. 38. (Gh.) Questi lei tanto e sì per fama accrebbe, Che ascritto fu fra i maggior' semidei.

T. Ascrivere al numero de' Beati con giudizio accompagnato da molta solennità. Hor. Adscribi quietis Ordinibus… deorum.

Nel senso di mero giudizio. T. Coloro che seppero fortemente patire per causa degna, la posterità giusta ascrive al numero degli eroi con non meno e forse più ragione di coloro che rumorosamente operarono. = Pandolf. Gov. fam. 170. Ediz. Ver. 1818. (Gh.) Benchè non vi sieno conoscenti, i buoni virtuosi voglionsi ascrivere nel numero degli amici. T. Cic. Ascrivere uno alla propria amicizia.

T. Certi popoli, d'origine incerta o mista, non sai se a una nazione ascriverli o ad altra, Tac.

T. Ascrivere animale o pianta a tale o tal genere o specie.

3. Di giudizio che riguarda le cose. Galil. Op. lett. 6. 328. (Man.) Ascrivo a mia gran ventura l'avere avuto, con tal mezzo, adito all'amicizia di V. S. T. Ascrivere alla Fortuna la gloria delle impresse felici. – La buona riuscita agli Dei immortali ascrivere e attribuire. (Qui Attribuire determina la parte morale del giudizio denotato da Ascrivere.)

Quindi è che Ascrivere concerne sovente la causa assegnata. T. Segner. Mann. Magg. 23. 3. Il peccato è quello a cui deve ascriversi l'accelerazione della morte. = E Pred. 13. 3. (C) Fino a tanto che ascriviamo que' mali ad altre cagioni, non consideriamo la gravezza del vizio.

T. Ascrivere un'invenzione a tale o a tale, Plin. (riconoscerne autore lui).

T. Quel po' di bene ch'io feci, l'ascrivo tutto a' miei educatori e maestri, e non meno agli avversarii che agli amici.

4. Siccome nella causa supponesi sempre la moralità, cioè l'uso del libero arbitrio (onde Accusare e Accagionare); così diciamo: T.Ascrivere a merito, a benefizio.

T. A lode, a biasimo.

† Buon. Rim. 33. (C) E con quei s'alza al cielo, e state e verno Vince, e in più pregio che prima s'ascrive.

Buon. Fier. 1. 22. (Man.) Ciò che erra lo spedal, s'ascrive spesso A diffalta (fallo) del medico. Agn. Pand. 14. (C) Ascrívonti questo ad avarizia e chiámanti misero. Menz. Rim. 1. 78. Tal paragon non voglio, Che a gran difetto di mio dir s'ascriva. [Cors.] Pallav. Stor. Conc. 10. 13. 5. La quale (lode)… tutta dee ascriversi a Dio.

Don Gio. Cell. 62. (Gh.) Il biasimo de' mali (cattivi uomini) ascrivilo in tua vera lode. (Coll'In, in questo senso non com.)

Assol. di bene. T. Questo lo ascrivo a voi. Di male: Non lo ascrivete a me.

5. Di se stesso. Men com. Martin. Vesc. Form. ones. vit. Don Gio. Cell. 44. (Gh.) Non ascrivere a te quello che tu non se' (lat.) Non tibi adscribas quod non eris).
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: ascrive, ascrivemmo, ascrivendo, ascrivente, ascriverà, ascriverai, ascriveranno « ascrivere » ascriverebbe, ascriverebbero, ascriverei, ascriveremmo, ascriveremo, ascrivereste, ascriveresti
Parole di nove lettere: ascriverà « ascrivere » ascriverò
Lista Verbi: asciugare, ascoltare « ascrivere » asfaltare, asfissiare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): imbevere, ricevere, telericevere, severe, tevere, lungotevere, scrivere « ascrivere (erevircsa) » trascrivere, descrivere, prescrivere, iscrivere, riscrivere, inscrivere, circoscrivere
Indice parole che: iniziano con A, con AS, iniziano con ASC, finiscono con E

Commenti sulla voce «ascrivere» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze