Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «aspetto», il significato, curiosità, forma del verbo «aspettare» associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Aspetto

Forma verbale
Aspetto è una forma del verbo aspettare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di aspettare.
Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
sala (13%), fisico (7%), attesa (5%), esteriore (5%), apparenza (4%), attendo (4%), trasandato (3%), immagine (3%), figura (3%), dignitoso (2%), forma (2%), giovanile (2%), esteriorità (2%), elegante (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola aspetto è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: tt.
Divisione in sillabe: a-spèt-to. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: aspettò.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: optaste, pestato, postate, potaste, potestà.
aspetto si può ottenere combinando le lettere di: tot + pesa; sto + paté; top + [aste, seta, tesa]; pos + [atte, tate, teta]; [post, spot, stop] + [eta, tea]; [est, set] + [opta, pota]; test + poa; step + tao; [oste, teso] + tap; [peto, poté] + sta.
Componendo le lettere di aspetto con quelle di un'altra parola si ottiene: +ara = apostatare; +[api, pia] = appetitosa; +pie = appetitose; +pii = appetitosi; +[pio, poi] = appetitoso; +[par, rap] = apportaste; +spa = appostaste; +pia = appostiate; +[par, rap] = apprestato; +[dan, dna] = aspettando; +[ami, mai, mia] = aspettiamo; +rna = asportante; +ras = asportaste; +[ari, ira, ria] = asportiate; +dir = deportasti; +[adì, dai, dia] = depositata; +idi = depositati; +[dio, odi] = depositato; +[pio, poi] = epatoptosi; +[ari, ira] = espatriato; +ani = espiantato; +sir = esportasti; ...
Vedi anche: Anagrammi per aspetto
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: aspetta, aspetti, assetto.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: spetto. Togliendo tutte le lettere in posizione dispari si ha: set.
Altri scarti con resto non consecutivo: aspo, atto, setto, peto.
Scavalco
Spostando la prima lettera al posto dell'ultima si ha: spetta.
Parole contenute in "aspetto"
pet, etto, petto, spetto.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "aspetto" si può ottenere dalle seguenti coppie: asti/tipetto.
Usando "aspetto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ettore = aspre; dia * = dispetto; ria * = rispetto; tapas * = tappetto; * totale = aspettale; * totali = aspettali; * totano = aspettano.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "aspetto" si può ottenere dalle seguenti coppie: aspre/eretto.
Usando "aspetto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: casa * = capetto; tosa * = topetto; cessa * = cespetto; corsa * = corpetto; rissa * = rispetto; rossa * = rospetto.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "aspetto" si può ottenere dalle seguenti coppie: aspre/ettore.
Usando "aspetto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tipetto = asti; tappetto * = tapas; aspettaci * = tacito; * aspettale = totale; * aspettali = totali; aspettarla * = tarlato; * tacito = aspettaci; * ateo = aspettate; * avio = aspettavi; * tarlato = aspettarla; * astio = aspettasti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "aspetto" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = aspettarono; rita * = riaspettato.
Frasi con "aspetto"
»» Vedi anche la pagina frasi con aspetto per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Aspetto, aspetto, aspetto sempre... ma non arriverai mai!
  • Non ti riconosco più! Hai sempre un aspetto così trascurato!!!!
  • Quell'aspetto deleterio della situzione di cui ti ho parlato pare si sia risolto.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Cera, Aspetto, Aria, Fisonomia - Aspetto è in generale il volto e l'abito di tutta la persona, per rispetto alla impressione che fa sulla nostra vista: «All'aspetto sembra un buon uomo.» - La disposizione de' lineamenti del volto e il dato modo di guardatura, e il colorito, e lo sguardo, considerato ogni cosa insieme, è ciò che suol dirsi Cera, in quanto se ne può indovinare la condizione interna. - «Cera lieta, trista. - Ha una brutta cera: forse è malato.» - Quel piglio o modo di guardatura che altri fa per qualche interna cagione, si chiama Aria; per es.: «Ha un'aria di me-la-impipo che fa dispetto.» - La voce Fisonomia è generica, e dice la disposizione naturale delle varie parti della faccia, o meglio il sembiante, dal quale spesso si indovina la natura e l'indole di una persona, come ben disse Dante:

....s'io vo' credere a' sembianti,
Che soglion esser testimon del core. [immagine]
Faccia, Aspetto - Faccia è ciò che si apprende alla prima occhiata. - Aspetto è ciò che del soggetto si apprende guardando con più attenzione. O meglio: Faccia è voce objettiva, e significa la forma esteriore della cosa in quanto essa è qual è; Aspetto è subjettiva, e significa la forma della cosa in quanto apparisca tale guardandola. [immagine]
Aspetto, Vista, Veduta - Queste voci sono objettive e subjettive. - L'Aspetto è la forma sotto la quale si porge ai nostri occhi la persona e la cosa. - «Uomo di bell'aspetto; all'aspetto par lui.» - Aspetto è parimente il modo come altri vede - «Al mio aspetto è una bella creatura.» - Vista è La facoltà visiva, ed è parimente L'insieme degli oggetti che si offrono alla vista. - La Veduta è raramente subjettiva, e in questo caso è l'atto, non la facoltà del vedere. Più raramente si piglia per i luoghi che per vasto tratto si presentano allo sguardo. - «Nella mia villa c'è una veduta maravigliosa.» [immagine]
Aria, Aspetto, Fisonomia, Fattezze, Sembiante - Aspetto è l'abito esteriore del corpo, ma più specialmente della faccia. - «Uomo di bello o di brutto aspetto.» - Più specialmente si limitano al viso le Fattezze; e queste considerano la persona parte per parte, se non sia generale come l'Aspetto. - L'Aria consiste più nel piglio che altrimenti, ed in quella contrazione dei muscoli della faccia, e specialmente degli occhi, che è cagionata da interni sentimenti, che si scoprono guardando. - «Ha un'aria di mestizia che fa pietà. - Ha un'aria di me ne impipo.» - Per ultimo la Fisonomia è la naturale disposizione delle linee del volto, dalla quale spesso si argomentano gli interni sentimenti, come dice la voce stessa, e come Dante confermò là dove disse:

O bella donna, che a' raggi d'amore
Ti scaldi, s'io vo' credere a' sembianti,
Che sogliono esser testimon del cuore;


dai quali versi apprenderà lo studioso che la voce nuova fisonomia, ha riscontro esattissimo nella bella voce Sembiante, sola usata dagli antichi e vivissima tuttora. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Vista, Aspetto, Veduta, Visione - La vista è facoltà di chi vede; l'aspetto è la faccia, dirò così, dell'oggetto che si presenta alla vista; conoscere a prima vista è difficile; giudicare dall'aspetto è pericoloso. La veduta è l'insieme della prospettiva di un sito: vi sono belle vedute nella Svizzera, nella Savoia; così, vedute diconsi anche i quadri o le stampe che le rappresentano; le vedute di Roma, di Genova, di Venezia ecc. Visione è o un'allucinazione dello spirito, o una specie di sogno, o un dono, o un fenomeno soprannaturale: le visioni di Giacobbe erano miracolose rivelazioni, eppure da' suoi fratelli era chiamato il sognatore, il visionario. [immagine]
Apparenza, Sembianza, Aspetto, Mostra, Appariscenza - L'apparenza è ciò che pare e talvolta non è. Sembianza è ciò che l'oggetto pare veramente essere, e ciò in che somiglia ad altri congeneri. L'aspetto c'inganna meno dell'apparenza, è l'esterno vero delle cose. La mostra ha un po' d'artifizio, ci mette l'oggetto nel suo più bel punto di vista: mettere in mostra, in bella mostra: mostra in qualche dialetto si chiamano le merci che i negozianti dispongono con arte al di fuori delle loro botteghe. Appariscenza vuol significare un certo lusso esteriore, un certo spicco della bellezza e più delle forme che d'altro. [immagine]
Faccia, Viso, Volto, Aspetto, Fisonomia, Muso - Per bene esprimere le differenze che stanno fra faccia, volto e viso, dirò così: che faccia è parola di senso semplice e materiale; volto, parola di senso nobile; viso, parola di senso gentile. La faccia è il campo; il volto è l'insieme dei lineamenti e la loro espressione abituale; il viso, quell'espressione del volto, che è mutabile, e varia secondo le diverse affezioni che ci vanno agitando: si guarda in faccia, si fissa in volto, si legge in viso; bella faccia si dice anche di quella, regolare sì, ma che esprime poco: nobil volto, quello che, bello o no, esprime costantemente bontà, grandezza d'animo, sentimento degno dell'uomo: lieto viso, quello che esprime sempre ilarità e contentezza. Faccia è dell'uomo; muso, delle bestie; si dice talvolta muso anche alla faccia dell'uomo, ma s'intende che è per ischerzo o per assoluto disprezzo. L'aspetto può essere considerato quello del solo volto, ma parmi che a caratterizzare e a determinare pienamente l'aspetto d'un uomo vi concorrano anche in gran parte la posizione del corpo tutto, e perfino le sue vestimenta, e così di uno ben vestito si dice pur troppo facilmente: egli ha l'aspetto d'un galantuomo, d'un uomo a modo, d'una persona dabbene; e viceversa, di uno male in arnese: egli ha l'aspetto d'un ladro. La fisonomia è l'espressione naturale del volto d'ognuno: ella è opera maravigliosa davvero, che con una fronte, un naso, una bocca, un mento, due occhi, due orecchi ugualmente dati, ugualmente disposti in tutti, non s'incontrino nel numero infinito delle facce umane due fisonomie perfettamente uguali. La fisonomia non è nè la bellezza, nè la bruttezza; nè la dolcezza, nè l'asprezza; nè la grazia, nè altro; questi caratteri o questi sentimenti possono essere il risultato di tante combinazioni, come espressi più o meno da ogni volto; la fisonomia è ciò che fa vedere che ogni uomo è lui e non un altro, è l'individualità nel genere e nella specie; onde ognuno ha la propria fisonomia. [immagine]
Aspettativa, Aspetto, Aspettazione, Aspettamento, Struggimento - Tempo, battuta di aspetto, dicesi nella musica; ora da ciò potrebbe dedursi che aspetto vale momento di aspettazione. Aspettazione è l'aspettare in genere; l'aspettativa invece riguarda cosa più determinata: aspettativa d'un impiego, ecc.

«Aspettamento è quell'affetto col quale si attende alcuna cosa che debba avvenire. Aspettazione importa idea di buona riuscita. Struggimento è quella passione che si sente nello aspettare; intensità di desiderio, tedio o disagio nell'aspettare». Alberti. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: aspetteresti, aspetterete, aspetterò, aspetti, aspettiamo, aspettiate, aspettino « aspetto » aspi, aspide, aspidi, aspidistra, aspidistre, aspira, aspirai
Parole di sette lettere: aspetti « aspetto » aspirai
Vocabolario inverso (per trovare le rime): pioppetto, sciroppetto, viluppetto, gruppetto, corpetto, spettò, spetto « aspetto (ottepsa) » cespetto, dispetto, rispetto, rispettò, cospetto, circospetto, rospetto
Indice parole che: iniziano con A, con AS, iniziano con ASP, finiscono con O

Commenti sulla voce «aspetto» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze