Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «bara», il significato, curiosità, forma del verbo «barare» sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Bara

Forma verbale
Bara è una forma del verbo barare (terza persona singolare dell'indicativo presente; seconda persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di barare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Bar « * » Barabba]
Giochi di Parole
La parola bara è formata da quattro lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (ara).
Divisione in sillabe: bà-ra. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di bara con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ciò, coi] = abarico; +ilo = abolirà; +sue = abusare; +sue = abuserà; +idi = adibirà; +gag = aggarba; +gel = alberga; +gel = algebra; +[ciò, coi] = arabico; +lei = arabile; +tir = arbitra; +[ero, reo] = arborea; +sos = assorba; +[csi, ics, sci] = bacarsi; +[dio, odi] = baiardo; +[ile, lei] = baleari; +din = bandirà; +bit = barbati; ...
Vedi anche: Anagrammi per bara
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: babà, bada, baia, bare, bari, baro, basa, bava, bora, cara, darà, farà, gara, mara, para, rara, sara, tara, vara, zara.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: card, care, cari, caro, dare, dark, darò, fard, fare, fari, faro, farò, gare, hard, kart, lare, lari, laro, mare, mari, marò, pare, pari, paro, parò, rare, rari, raro, sari, sarò, tare, tari, taro, tarò, vari, varo, varò, yard.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: ara, bar.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: barai, barba, barca, barda, baria, barra.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si può ottenere: arai.
Parole con "bara"
Iniziano con "bara": barai, barano, barare, barate, barato, barava, baravi, baravo, barabba, baracca, baragge, barammo, barando, barante, barasse, barassi, baraste, barasti, baratri, baratro, baratta, baratti, baratto, barattò, baracani, baracano, baracche, baraggia, baraonda, baraonde, ...
Finiscono con "bara": bambara, barbara, isobara, capibara, palombara, isallobara, semibarbara, santabarbara.
Contengono "bara": sbaracca, sbaracco, sbaraccò, sbaragli, sbarazza, sbarazzi, sbarazzo, sbarazzò, imbarazza, imbarazzi, imbarazzo, imbarazzò, sbaraccai, sbaracchi, sbaraglia, sbaraglio, sbaragliò, sbarazzai, imbarazzai, sbaraccano, sbaraccare, sbaraccata, sbaraccate, sbaraccati, sbaraccato, sbaraccava, sbaraccavi, sbaraccavo, sbaragliai, sbaraglino, ...
»» Vedi parole che contengono bara per la lista completa
Parole contenute in "bara"
ara, bar.
Incastri
Inserendo al suo interno bar si ha barBARA; con con si ha BARconA; con dan si ha BARdanA; con uff si ha BARuffA; con vie si ha BAvieRA; con lene si ha BAleneRA (balenerà); con ratte si ha BAratteRA (baratterà); con cacci si ha BARcacciA; con carol si ha BARcarolA; con lacci si ha BARlacciA; con atteri si ha BARatteriA; con estesi si ha BARestesiA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "bara" si può ottenere dalle seguenti coppie: babele/belerà, bacata/catara, bacini/cinira, baco/cora, bada/darà, badate/daterà, badi/dirà, badia/diara, bado/dora, baleni/lenirà, balì/lira, balorde/lorderà, basa/sara, basale/salerà, basali/salirà, basati/satira, base/sera, basino/sinora, basta/stara, bastare/starerà, basti/stira...
Usando "bara" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rada = bada; * radi = badi; * rado = bado; * rand = band; * rasa = basa; * rase = base; * rasi = basi; * raso = baso; * rave = bave; cuba * = cura; erba * = erra; tuba * = tura; ameba * = amerà; * radia = badia; * ragli = bagli; * ragna = bagna; * ragni = bagni; * ragno = bagno; * ralla = balla; * ralle = balle; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "bara" si può ottenere dalle seguenti coppie: baco/ocra, badi/idra, baffo/offra, baud/dura, bava/avrà.
Usando "bara" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * arco = baco; * arda = bada; * ardi = badi; * ardo = bado; * aria = baia; * arie = baie; * arsa = basa; * arse = base; * arsi = basi; * arso = baso; * archi = bachi; * arcata = bacata; * arcate = bacate; * arcati = bacati; * arcato = bacato; * ardano = badano; * arderà = baderà; * arderò = baderò; * ariana = baiana; * ariane = baiane; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "bara" si può ottenere dalle seguenti coppie: fiaba/rafia, isba/rais, roba/raro.
Usando "bara" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: rais * = isba; * isba = rais; * roba = raro; raro * = roba; * bob = arabo; rafia * = fiaba; * fiaba = rafia.
Lucchetti Alterni
Usando "bara" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * dirà = badi; * dora = bado; * lira = balì; * udrà = baud; * vera = bave; cura * = cuba; erra * = erba; * bare = rare; * baro = raro; tura * = tuba; amerà * = ameba; barra * = barba; * bea = barbe; * boa = barbo; * dea = barde; * dia = bardi; * rea = barre; * ria = barri; * stira = basti; birra * = birba; ...
Sciarade incatenate
La parola "bara" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: bar+ara.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "bara" (*) con un'altra parola si può ottenere: * di = bardai; alt * = albatra; * dei = baderai; * dna = bardana; * eri = barerai; * ili = barilai; * sei = baserai; sci * = sbarcai; * dite = bardiate; * ilio = barilaio; * rimo = barriamo; ridi * = ribadirà; tutù * = tubatura; * cenno = baceranno; * lenei = balenerai; * lenei = baleneria; * colli = barcollai; * senno = baseranno; ditte * = dibatterà; risse * = ribasserà; ...
Rotazioni
Slittando le lettere in egual modo si ha: lici.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "bara"
»» Vedi anche la pagina frasi con bara per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ai tempi del Far West il becchino costruiva anche la bara.
  • Un mio conoscente quando gioca a carte bara sempre!
  • Mi sono svegliata all'improvviso perché ho sognato mio padre in una bara.
Proverbi
  • Fino alla bara sempre s'impara.
Espressioni e Modi di Dire
  • Avere un piede nella bara
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Cataletto, Bara - Di quell'arnese che serve a portar i morti dalla casa alla chiesa e quindi alla sala mortuaria, son sinonimi negli scrittori, ne' proverbj e in quasi tutta l'Italia; ma in Toscana si dice in questo senso più volentieri Bara che Cataletto. Cataletto però, considerati come sinonimi, pare più nobile. - Quell'arnese poi che, simile al sopraccennato, serve a portar gli ammalati, dicesi sempre Cataletto e mai Bara. G. F. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Cataletto, Bara - «Cataletto, da portare gli ammalati; bara, da morti. Queste due cose in alcuni dialetti si confondono». Tommaseo. [immagine]
Carro, Cocchio, Basterna, Bara, Carretto - Il carro rustico tirato da buoi pel servizio delle campagne, e anche per portar derrate, vino ecc. alla città, in Piemonte è a quattro ruote, e credo così sia anche altrove. Que' grandi e forti carri a due ruote che servono al trasporto di mercanzie da una città all'altra, tirati da più cavalli, li ho sentiti a chiamar bare; voce che si potrebbe accettare onde specificare questa maniera di carri. V'ha eziandio un carro di campagna più piccolo a due ruote; ma quello meglio dirassi carretto. Carro trionfale, carro di fuoco, carro d'Elia: sono modi e significati affatto speciali.

«Cocchio è il carro a due ruote degli antichi; oggidì carro ornato, carrozza». Gatti.

«Basterna era un carro coperto decorato di panni». Campi. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Bara - S. f. di BARO. Barattiera, Fraudatrice e sim. Inusit. Cecch. Servig. a. 3. s. 3. (Gh.) E' mi par vedere Che questo fatto sia tra bara e baro. Modo proverb. che equivale agli altri: Ell'è tra Bajante e Ferrante, o tra barcajuolo e marinaro, o tra 'l rotto e lo stracciato.
Bara - S. f. Strumento di legname fatto a guisa di letto, d'ordinario con rete di corda nel fondo, dove si mette il cadavere per portarlo alla sepoltura. T. Gr. Βάρος, ted. ant. Bâra, fr. Bière, lat. Vara, Pertica. Vitruv. Vara, Congegno di legno. Danese Baer, Portare. = Bocc. Introd. 22. (Gh.) E quindi fatto venir bare, e tali furono, che per difetto di quelle sopra alcuna tavola ne ponieno; nè fu una bara sola quella che due o tre ne portò insiememente. Dant. Par. 11. E al suo corpo non volle altra bara. T. Segner. Mann. Lugl. 21. 3. Pensa… alla bara (alla morte). [Val.] E Incred. 2. 2. 3. Mescolando alle lacrime della bara i risi del talamo, di pura sposa ch'ell'era, divenga a suo tempo madre.

2. Detto per simil. d'altro arnese in cui si trasporti persona, segnatam. ferita od inferma. Ar. Fur. 21. 28. (M.) Così dicendo, fece sul cavallo Di verdi rami una bara comporre, E quasi morto in quella riportollo Dentro al castello in una chiusa torre. E ivi: 67. Intanto duo scudier che seco avea, Fatto una bara avean di rami grossi: Ermonide si fece in quella porre, Ch'indi altramente non si potea tôrre. [Val.] Ner. Sammin. 10. 78. Forman di lance e scudi agiata bara I più fidi a portar l'amato peso. Ant. Pucc. Centil. 26. 58. Come i Franceschi ne furo avvisati, Mandan da parte il Re guardato in bara.

3. Per una sorta di lettiga portata o dagli uomini o da' cavalli. G. V. 12. 111. 9. (C) Con buona compagnia di cameriere e di balie che il nudrivano e governavano in una bara cavallereccia, nobilmente addì 2 di febbrajo il mandò ad Aversa. Sen. Pist. 80. Questa cosa medesima si può dire di tutti questi dilicati, che si fanno portare per la piazza in queste alte bare sopra capo agli uomini.

4. [Val.] Andar sulla bara. Morire. Gozz. Nov. 1. 124. Se questa mischia fosse stata fra maschi, parte ne sarebbero andati sulla bara… e parte avrebbero meritata la prigione.

5. Aver la bocca sulla bara. Di chi per vecchiaja, o per malsanía, par che non possa andar molto in là. Salv. Granch. 1. 1. (C) Che ha, si può dire, La bocca in sulla bara.
[M.F.] Ora dicesi piuttosto Che gli ha un piè nella bara.

6. T. Modo prov. Il morto è sulla bara. Le cose sono al punto del dovere operare. Siamo al caso. Non sempre in senso sinistro. = Salv. canz. (C) Donne, il morto è in sulla bara. Buon. Fier. 1. 2. 6. Una capona voglia non si sgara; Il morto è in su la bara.

7. [Val.] Mostrare il morto in su la bara. Dire il vero, Manifestar la cosa com'ella è. Salviat. Granch. 3. 9. Deh per l'amor di Dio, Granchio, Mostrami il morto in su la bara.

8. T. Fino alla bara (fino alla morte).

Per enfas. [G.M.] Di cotest'oltraggio me ne ricorderò anco in bara. – Griderò contro le ingiustizie anco in bara.
Gran Dizionario Teorico-Militare del 1847
Bara - s. f. Bière. Strumento di legname fatto a guisa di letto con rete di corde nel fondo, ove si mette il cadavere per portarlo alla sepoltura, o i feriti in un campo di battaglia. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: banno, bantam, bantù, bantu, banzai, baobab, bar « bara » barabba, baracani, baracano, baracca, baraccamenti, baraccamento, baraccani
Parole di quattro lettere: bang « bara » bare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): lupa, pupa, upupa, drupa, stupa, burqa, ara « bara (arab) » capibara, bambara, palombara, isallobara, isobara, barbara, santabarbara
Indice parole che: iniziano con B, con BA, iniziano con BAR, finiscono con A

Commenti sulla voce «bara» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze