Dizy - dizionario Informazioni utili sulla parola italiana «bello», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. login/registrati

contest - guida

Bello

Aggettivo
Bello è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: bella (femminile singolare); belli (maschile plurale); belle (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di bello
Nomi Alterati e Derivati
Diminutivi: bellino. Vezzeggiativi: belluccio. Attenuativi: belloccio.
Associate (la prima parola che viene a mente, su 99 persone)
brutto (43%), impossibile (12%), buono (3%), attraente (2%), diretta (2%), carino (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Crescenti Alfabeticamente [Bel « * » Belo]
Giochi di Parole
La parola bello è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: ll.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (olle).
Divisione in sillabe: bèl-lo.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: bolle (scambio di vocali).
Componendo le lettere di bello con quelle di un'altra parola si ottiene: +[eta, tea] = abetello; +[ari, ira, ria] = abolirle; +tan = bollante; +sta = bollaste; +don = bollendo; +[ari, ira, ria] = bollerai; +[eri, ire] = bollerei; +tai = bolliate; +rii = bollirei; +dir = bordelli; +sir = borselli; +ace = ecoballe; +ace = ecolabel; +[eri, ire, rei] = ellebori; +[ero, ore, reo] = elleboro; +[adì, dai, dia] = lodabile; +rom = ombrello; +ras = sballerò; +san = sballone; ...
Vedi anche: Anagrammi per bello
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: ballo, bella, belle, belli, berlo, bollo, bullo, cello, dello, nello, sello, vello.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: cella, celle, celli, della, delle, iella, ielle, nella, nelle, pelle, pelli, sella, selle, selli, velli.
Con il cambio di doppia si ha: becco, beffo, berrò, bezzo.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: belo.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: bolle, colle, folle, molle, polle, volle, zolle.
Parole con "bello"
Iniziano con "bello": bellocce, bellocci, belloccia, belloccio, bellospirito.
Finiscono con "bello": debello, debellò, gabello, gabellò, labello, libello, orbello, ribello, ribellò, corbello, flabello, lambello, limbello, sgabello, zimbello, cerebello, settebello, scartabello, scartabellò.
Contengono "bello": tabellona, tabellone, tabelloni, ciambellona, ciambellone, ciambelloni.
»» Vedi parole che contengono bello per la lista completa
Parole contenute in "bello"
bel. Contenute all'inverso: olle.
Incastri
Inserito nella parola tanaTAbelloNA; in taneTAbelloNE.
Inserendo al suo interno rand si ha BrandELLO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "bello" si può ottenere dalle seguenti coppie: bea/allo, beammo/ammollo, beassi/assillo, beato/atollo, beava/avallo, bega/gallo, bene/nello, beta/tallo, beva/vallo, bevaci/vacillo, beve/vello, bevessi/vessillo, bevi/villo, belasti/astilo, belve/velo.
Usando "bello" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: gebel * = gelo; nobel * = nolo; nube * = nullo; robe * = rollo; tabe * = tallo.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "bello" si può ottenere dalle seguenti coppie: beota/atollo.
Usando "bello" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * olga = belga; * olino = belino; * oliamo = beliamo; * oliate = beliate.
Lucchetti Alterni
Usando "bello" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * gallo = bega; * tallo = beta; * vallo = beva; * villo = bevi; nullo * = nube; rollo * = robe; tallo * = tabe; * atollo = beato; * avallo = beava; * velo = belve; gelo * = gebel; nolo * = nobel; * ammollo = beammo; * assillo = beassi; * vacillo = bevaci; * astilo = belasti; * vessillo = bevessi.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "bello" (*) con un'altra parola si può ottenere: * rii = berillio; sud * = sbudello; sudan * = sbudellano.
Frasi con "bello"
»» Vedi anche la pagina frasi con bello per una lista di esempi
Esempi d'uso
  • L'altra sera rincasando mi sono preso un bello spavento trovando la porta aperta.
  • Il bello della vita è che ci riserva sempre sorprese e non possiamo dare per scontato nulla.
  • Bello o brutto, simpatico o antipatico, è solo una questione soggettiva.
Proverbi
  • Ad ogni uccello il suo nido è bello.
  • L'amore non è bello se non è litigarello.
  • Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace.
  • Brutto in fasce bello in piazza.
  • Bello in fasce brutto in piazza.
  • Il barbiere ti fa bello, il vino ti fa sangue e la donna ti fa fesso.
  • Il gioco è bello quando dura poco.
  • Rosso e giallaccio pare bello ad ogni faccia, verde e turchino si deve essere più che bellino.
  • Chi nasce è bello, chi si sposa è buono e chi muore è santo.
Libri
  • Il prete bello (Scritto da: Goffredo Parise; Anno 1954)
Canzoni
  • Il bello della vita (Cantata da: Spagna; Anno 1998)
  • Era bello il mio ragazzo (Cantata da: Anna Identici; Anno 1972)
  • Amore caro, amore bello (Cantata da: Bruno Lauzi; Anno 1971)
  • È bello (Cantata da: Luciana Gonzales; Anno 1956)
  • Cocco fresco cocco bello (Cantata da: Ombretta Colli; Anno 1983)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Adagio, Lentamente, Adagio adagio, Piano, Pian piano, Adagino, Sommessamente, Bel bello - Sono tutti modi che significano lentezza nell'operare, nel parlare, nel muoversi. - Adagio si dice di tutte e tre le cose: Cammina adagio, Lavora adagio, Parla adagio; e si dice pure Adagino, quasi a modo di superlativo. - Bel bello, si dice più specialmente del camminare; e accenna anche maggior lentezza, ma non abituale. - «Parto alle sei, e così bel bello arrivo a casa alle otto.» - Si dice anche del parlare e dell'operare, ma con qualche ironia. - Lentamente, si riferisce al solo operare - Piano si riferisce al parlare e al camminare; ma, parlandosi del camminare, viene a dire non solo lentezza, ma il camminare in modo che non si senta romore di passi, e a modo di superlativo Pianino o Pian pianino. - Sommessamente si usa solo rispetto al parlare. - «Parlavano sommessamente per non disturbarlo.» [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Bellezza, Leggiadria, Venustà, Bello, Leggiadro, Avvenente, Vago - «Bellezza sta nella proporzione e nell'ordine delle parti, e nel colorito; leggiadrìa, nel moto o nella mossa, o nell'atteggiamento, e nella convenienza piacevole. Il bello è regolare, il leggiadro non sempre, ma fornito di grazia. Il bello desta in noi maraviglia talvolta; il leggiadro, piacere». Gatti.

Venustà è quella bellezza piena e solida che potrebbe dirsi bellezza artistica, degna della statuaria; è bellezza maestosa. Avvenente ha una certa affinità d'eufonia con conveniente da poter far credere affini anche le loro significazioni: avenant, dicono i Francesi, qui a bon air, bonne grâce; ora, ciò che ha bella grazia ci conviene più di ciò che l'ha cattiva; onde potrebbe dirsi che l'avvenenza è quella bellezza che maggiormente ci va a genio, e piace a' nostri occhi, ciascuno nel nostro particolare: uno trova avvenente ciò che ad altri non piace punto punto. Ciò che è vago è incerto, sfuggevole; vaghezza poi suona desiderio; onde, vago e vaghezza è quel bello estrinseco che sa destare desiderio di sè, ma forse passeggiero. [immagine]
Elegante, Leggiadro, Bello, Venusto, Colto, Puro, Forbito, Terso (dello stile) - Bello è il più generale, ond'è che racchiude ogni qualità; è l'elogio intero, ma noderato, perciò vero. Elegante riesce lo stile per la sceltezza delle parole, nobili tutte ed elevate, e per la sonorità de' periodi; leggiadro per la vivacità delle immagini; venusto per quella compostezza e severità che mai lascia sfuggir cosa che offenda l'orecchio o il sentimento od il gusto; è la modestia della leggiadria per cui non perde in bellezza, nè trasmoda in nulla; colto riesce, 1° per l'importanza della materia trattata, per le notizie che racchiude, per la pienezza delle idee che ne dimostrano la ricchezza; 2° per quella certa elaborazione di periodo o sceltezza di modi e di parole che fa chiara l'attenzione usata da chi parla o scrive. Puro è lo stile, e più la lingua, che fugge quanto può i neologismi, e non ammette parola o modo straniero; terso è se evita eziandio ogni altro peccato, e purissimo sia da ogni macchia, come da arcaismo, anfibologia, solecismo ecc. Forbito, secondo me, indica un'ultima leccatura che, appunto perchè può mostrare una certa affettazione, può eziandio inchinare a difetto. [immagine]
Vago, Amante, Innamorato, Cascamorto, Bello - Il vago è colui che vagheggia uno o più oggetti, che fa il vagheggino, ma che è più innamorato di sè che d'altra persona. L'amante è colui che ama una persona più o meno alla scoperta, dichiaratamente; l'innamorato, colui che prova amore verso di quella, ma lo tiene tuttavia celato in sè: esprime forse un grado maggiore di affezione che non gli altri affini. Il cascamorto è un lezioso che più finge amare che non ami davvero: in queste cose la commedia, le smorfie sono sempre a danno della veracità del sentimento. Fare il bello è, direi, occupazione indegna dell'uomo, a' nostri tempi specialmente, in cui è da attendere a cose serie ed energiche: essere il bello di una donna, è, in senso castigato, essere amato da lei: e qui più non dico perchè direi troppo, e l'indole del mio libro neanco mel consente. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: belline, bellini, bellino, bellissima, bellissime, bellissimi, bellissimo « bello » bellocce, bellocci, belloccia, belloccio, bellospirito, bellucce, bellucci
Parole di cinque lettere: belli « bello » beltà
Lista Aggettivi: bellico, bellicoso « bello » belloccio, bendato
Dizionario inverso (per trovare le rime): avallo, cavallo, mazzacavallo, accavallò, accavallo, intervallò, intervallo « bello (olleb) » gabello, gabellò, sgabello, labello, flabello, scartabello, scartabellò
Indice parole che: iniziano con B, con BE, iniziano con BEL, finiscono con O

Commenti sulla voce «bello» | sottoscrizione


Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.

 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze