Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «bollo», il significato, curiosità, forma del verbo «bollare» forma del verbo «bollire» sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Bollo

Forma verbale
Bollo è una forma verbale di: bollare (prima persona singolare dell'indicativo presente), bollire (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di bollare, Coniugazione di bollire.
Parole Collegate
Nomi Alterati e Derivati
Diminutivi: bollino.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Automobile [Benzina « * » Box]
Forme verbali di più verbi [Bolliate « * » Bramiamo]
Parole Monovocaliche [Boldo « * » Bollono]
Giochi di Parole
La parola bollo è formata da cinque lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: ll.
Divisione in sillabe: ból-lo. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: bollò.
Anagrammi
Componendo le lettere di bollo con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ari, ira, ria] = abolirlo; +cra = barcollo; +[dan, dna] = bollando; +[ami, mai, mia] = bolliamo; +[ere, ree] = elleboro; +[agra, gara] = allobroga; +[agri, gira, riga] = allobrogi; +[agro, argo, gora] = allobrogo; +rana = ballarono; +[esci, scie] = bellicoso; +ceci = belloccio; +crac = bloccarlo; +vana = bollavano; +[erme, mere] = bolleremo; +[meri, mire, remi, ...] = bolliremo; +[noir, orni] = bollirono; +[erti, irte, iter, ...] = bollitore; +[irti, riti, tiri, ...] = bollitori; ...
Vedi anche: Anagrammi per bollo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: ballo, bello, boldo, bolla, bolle, bolli, bolso, bullo, collo, mollo, pollo, rollo.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: colla, colle, colli, folla, folle, folli, iolla, jolly, molla, molle, molli, polla, polle, polli, rolla, rolli, rollè, tolla, volle, volli, zolla, zolle.
Con il cambio di doppia si ha: borro, bosso, botto, bozzo.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: bolo.
Parole con "bollo"
Iniziano con "bollo": bollono, bollore, bollori, bollosa, bollose, bollosi, bolloso.
Finiscono con "bollo": ribollo, superbollo, controbollo, francobollo.
Contengono "bollo": ribollono.
»» Vedi parole che contengono bollo per la lista completa
Incastri
Inserendo al suo interno ivan si ha BOLLivanO; con ettari si ha BOLLettariO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "bollo" si può ottenere dalle seguenti coppie: boa/allo, boato/atollo, boga/gallo, boma/mallo, bone/nello, boro/rollo, bosco/scollo, botrite/tritello, bove/vello, bovi/villo, bovine/vinello, boldo/dolo, bolge/gelo, boli/ilo, bolina/inalo, bolsa/salo, bolsi/silo, bolso/solo.
Usando "bollo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cobol * = colo; * lodi = boldi; * lodo = boldo; cebo * = cello; cubo * = cullo; rubo * = rullo; sebo * = sello; * lolita = bollita; * lolite = bollite.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "bollo" si può ottenere dalle seguenti coppie: boom/mollo.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "bollo" si può ottenere dalle seguenti coppie: cobol/loco.
Usando "bollo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * cobol = loco; loco * = cobol.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "bollo" si può ottenere dalle seguenti coppie: boldi/lodi, boldo/lodo.
Usando "bollo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * gallo = boga; * mallo = boma; * nello = bone; * vello = bove; * villo = bovi; cello * = cebo; cullo * = cubo; rullo * = rubo; sello * = sebo; * dolo = boldo; * gelo = bolge; * salo = bolsa; * silo = bolsi; * solo = bolso; colo * = cobol; * inalo = bolina; * vinello = bovine; * bollita = lolita; * bollite = lolite; * ateo = bollate; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "bollo" (*) con un'altra parola si può ottenere: rii * = ribollio; * arno = bollarono; * atre = bollatore; * atri = bollatori.
Frasi con "bollo"
»» Vedi anche la pagina frasi con bollo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ho pagato il bollo dello scorso anno in gran ritardo.
  • Si dice che fa fede la data che porta il bollo postale, peccato che spesso sia illeggibile!
  • Bisogna pagare il bollo dell'auto perché sta per scadere.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Bollo, Sigillo - Il Bollo serve a controsegnare o a dare autenticità: si mette il bollo alle lettere d'ufficio, alla carta per pubblici documenti, ai pacchi di mercanzia, e simili. - Il Sigillo serve a chiudere e ad assicurare: è particolare di una persona. Una lettera già bollata si sigilla; un pacco si sigilla per assicurarsi che non sia aperto, e così di altre cose. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Bollo, Marchio, Sigillo - «Il bollo contrassegna, il sigillo chiude; l'uno è segno d'autenticità, l'altro è difesa; dopo sigillata la lettera, ci si appone il suo bollo. Il marchio è segno di distinzione, impronta d'onore o d'infamia, ma più comunemente il secondo». Tommaseo.

Bollo e sigillo non sono soltanto il segno o l'impronta fatta sulla carta o sulla cera lacca da questo istromento, ma eziandio lo strumento stesso: sigillo o è affatto particolare, o è quello del governo, del re, dello Stato; da qui la carica del guardasigilli. Bollo è più d'un municipio o d'una particolare amministrazione. Marchio da noi dicesi quel piccolo bollo che fa apporre il governo sugli oggetti d'oro e d'argento onde autenticarne il titolo per guarentigia di chi li compra: da qui l'uffizio stesso è detto del marchio. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Bollo - L'origine della formalità del bollo è del tempo dei Romani, onde prevenire certe falsificazioni che potevano aver luogo negli atti che rogavansi giornalmente dai notari. Giustiniano ordinò con la sua novella 44, che gli originali di quegli atti non si scrivessero se non in carta in cima alla quale fosse segnato il nome dell'intendente di finanze allora in carica, e l'epoca della fabbricazione del foglio. Da varj secoli la formalità del bollo era in uso in Spagna, Olanda, Alemagna, Italia ed Isole Brittanniche. Fu introdotta in Francia soltanto nel 1655. con editto del mese di maggio, il quale ingiungeva che si applicasse un marchio sulla carta o sulla pergamena per la validità dei documenti. I giornali cominciarono colà ad essere soggetti al bollo sotto la Repubblica. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: bolliuova, bolliva, bollivamo, bollivano, bollivate, bollivi, bollivo « bollo » bollono, bollore, bollori, bollosa, bollose, bollosi, bolloso
Parole di cinque lettere: bolli « bollo » bolsa
Vocabolario inverso (per trovare le rime): risquillo, villo, cavillò, cavillo, sfavillò, sfavillo, arzillo « bollo (ollob) » ribollo, francobollo, controbollo, superbollo, collo, collò, armacollo
Indice parole che: iniziano con B, con BO, iniziano con BOL, finiscono con O

Commenti sulla voce «bollo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze