Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «cale», il significato, curiosità, anagrammi, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Cale

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Wikipedia
Giochi di Parole
La parola cale è formata da quattro lettere, due vocali e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo né coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (la).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: alce (spostamento di una lettera), cela (scambio di vocali).
Componendo le lettere di cale con quelle di un'altra parola si ottiene: +toc = accolte; +fai = acefali; +tea = acetale; +tai = acetali; +udì = acidule; +fai = afelica; +dal = alcalde; +lui = alicule; +nel = ancelle; +[sai, sia] = asciale; +voi = avicole; +bar = cablerà; +bar = calabre; +tan = calante; +sta = calaste; +cra = calcare; +tac = calcate; +tic = calcite; +[adì, dia] = caldaie; +dna = caldane; +tai = caliate; +[ali, ila] = callaie; +sol = callose; +ram = calmare; ...
Vedi anche: Anagrammi per cale
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: cade, caie, cala, cali, calo, cane, care, case, cave, cile, gale, male, pale, sale, tale, vale.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: balì, falò, gala, hall, mala, mali, malo, pala, pali, palo, sala, sali, salo, salì, salò, tali, vali.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: alé.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: calce, calde, calie, calle, calme, calte, calve, calze, caule, scale.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: bela, cela, gela, mela, pela, tela, vela.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si ottengono: alea, alee.
Parole con "cale"
Iniziano con "cale": calerà, calerò, calende, calerai, calerei, calerna, calerne, calesse, calessi, caletta, calette, calepini, calepino, caleremo, calerete, calendari, caleranno, calerebbe, caleremmo, calereste, caleresti, calessini, calessino, calettare, calettata, calettate, calettati, calettato, calendario, calettante, ...
Finiscono con "cale": scale, arcale, cecale, cicale, ducale, fecale, focale, locale, nucale, vocale, amicale, apicale, bancale, boccale, concale, dancale, discale, epocale, fiscale, grecale, laicale, bifocale, bilocale, catocale, medicale, monacale, musicale, radicale, salicale, attaccale, ...
Contengono "cale": scalea, scalee, scalena, scalene, scaleni, scaleno, scalerà, scalerò, cicalerà, cicalerò, scalerai, scalerei, scaletta, scalette, scaletti, scaletto, scalettò, cicalerai, cicalerei, scaleremo, scalerete, scalettai, boccaleria, boccalerie, boccaletti, boccaletto, cicaleccio, cicaleremo, cicalerete, scaleranno, ...
»» Vedi parole che contengono cale per la lista completa
Parole contenute in "cale"
alé.
Incastri
Inserito nella parola sa dà ScaleA; in se dà ScaleE; in ciro dà CIcaleRO (cicalerò); in ciccio dà CIcaleCCIO; in interra dà INTERcaleRA (intercalerà); in interro dà INTERcaleRO (intercalerò); in interrai dà INTERcaleRAI.
Inserendo al suo interno dai si ha CALdaiE; con dan si ha CALdanE; con din si ha CALdinE; con lai si ha CALlaiE; con ori si ha CALoriE; con zar si ha CALzarE; con rna si ha CArnaLE; con sta si ha CAstaLE; con sua si ha CAsuaLE; con usa si ha CAusaLE; con avi si ha CaviALE; con ere si ha CereALE; con uri si ha CuriALE; con care si ha CALcareE; con cast si ha CALcastE; con unni si ha CALunniE; con vizi si ha CALviziE; con ambi si ha CambiALE; con mera si ha CAmeraLE; con pita si ha CApitaLE; ...
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "cale" si può ottenere dalle seguenti coppie: cache/chele, caci/cile, cadiamo/diamole, caduca/ducale, caglia/gliale, camuffo/muffole, canata/natale, canato/natole, canotto/nottole, capendo/pendole, capi/pile, capita/pitale, capro/prole, care/relè, carena/renale, carol/rollè, casa/sale, casca/scale, cascato/scatole, caso/sole, casotti/sottile...
Usando "cale" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: alca * = alle; bica * = bile; buca * = bulè; * leda = cada; * lede = cade; * ledi = cadi; * ledo = cado; * lene = cane; * lenì = cani; * lesa = casa; * lese = case; * lesi = casi; * leso = caso; * leva = cava; * leve = cave; * levi = cavi; * levo = cavo; cica * = cile; foca * = fole; moca * = mole; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "cale" si può ottenere dalle seguenti coppie: cagna/angle, caos/sole, caput/tuple, caracolla/allocarle, cause/esule.
Usando "cale" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * elci = caci; * elia = caia; * elie = caie; * elio = caio; * elsa = casa; * else = case; ciac * = cile; * elusa = causa; * eluse = cause; * elusi = causi; * eluso = causo; * ellera = calerà; * elusero = causerò; * eluzione = cauzione; * eluzioni = cauzioni.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "cale" si può ottenere dalle seguenti coppie: daca/leda, dica/ledi, gamica/legami.
Usando "cale" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: leda * = daca; ledi * = dica; * daca = leda; * dica = ledi; legami * = gamica; * gamica = legami.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "cale" si può ottenere dalle seguenti coppie: cacca/lecca, cacce/lecce, cacchi/lecchi, cacchina/lecchina, cacchine/lecchine, cacci/lecci, caccio/leccio, cada/leda, cadano/ledano, cade/lede, cademmo/ledemmo, cadendo/ledendo, cadente/ledente, cadenti/ledenti, caderci/lederci, cadere/ledere, cadesse/ledesse, cadessero/ledessero, cadessi/ledessi, cadessimo/ledessimo, cadeste/ledeste...
Usando "cale" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: alle * = alca; bile * = bica; bulè * = buca; * cile = caci; * pile = capi; * relè = care; * sole = caso; * vile = cavi; cile * = cica; fole * = foca; mole * = moca; pile * = pica; relè * = reca; tele * = teca; can * = anale; cap * = apale; * chele = cache; * aie = calai; calle * = calca; * dee = calde; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "cale" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ci = calcei; * da = caldea; * di = caldei; * do = caldeo; * bar = cablare; * cra = calcerà; * csi = calcesi; sto * = scatole; * gira = caglierà; * giro = caglierò; * cara = calcarea; * cari = calcarei; * caro = calcareo; * cola = calceola; * crei = calcerei; * meri = calmerei; * mira = calmiera; * mire = calmiere; * miri = calmieri; * miro = calmiero; ...
Rotazioni
Slittando le lettere in egual modo si ha: mito.
Frasi con "cale"
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Non curare, Non si curare, Non aver cura, Non far conto, Porre in non cale; Curare, Curarsi, Aversi cura - Non curare è non aver attenzione, o non averne sufficiente; non si curare è non dare o mettere importanza alla cosa di che si tratta: non curare le baie, le ciarle degli oziosi, degli sfaccendati è bene; ma non si curare dell'opinione del mondo è un eccesso riprovevole. Curare vale temere, porre riparo o ripararsi; curare il freddo, il caldo, il male è far sì che non nuociano, è procurare di guarirsene, di preservarsene; curare una malattia, un ammalato, è procurare di guarirlo da essa coll'aiuto del medico e delle medicine; che anzi tutta l'assistenza prestata a un malato, sia del medico che della persona che gli fa da infermiere, si chiama cura; curarsi, in questo senso varrebbe curare se stesso, cioè chiamare il medico per sè, prendere medicina ecc., quando si è ammalati: molti, solleciti più degli altri che di sè, non pensano a curarsi che quando la malattia ha fatto progressi tali che ben difficile riesce il guarirne; altri invece, troppo teneri di se stessi, curando ognora malattie immaginarie, vengono malati daddovero. Aversi cura riguarda la salute; e vale non fare sgoverni di alcuna maniera, per cui questa ne potesse patire. Non aver cura è male se lo averla fosse obbligo di coscienza, dovere; è lasciare che cose o persone vadano alla meglio da sè; o alla peggio come succede per lo più. Non far conto è affine a disprezzare, o n'è la conseguenza: non si fa conto delle minuzie perchè si considerano sempre una ad una: accumalate hanno più importanza che non si crede: non si fa conto di persona che, secondo il mondo, poco valga, e non si pensa che gli ultimi possono diventare i primi; e che, comunque, è un mancare di carità. Porre in non cale è dimenticare appositamente, è effetto del non curare le cose, e di non dar loro importanza, ed ha quasi sempre mal senso; è sovente ingiustizia, posciachè ogni cosa ha una importanza assoluta o relativa. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Cale - Voc. sinc. di CALERE. (Fanf.) Non è usata che nel modo Essere, Mettere, e sim., in non cale, e vale Essere non curato, Non curarsi. Dicesi nello stesso modo Essere, Mettere in non calere. V. CALERE. Appena della lingua scritta. Petr. Canz. 48. 3. (Mt.) Per una donna ho messo Egualmente in non cale ogni pensiero. Dant. Rim. 45. (C) Or sono a tutti in ira ed in non cale.

2. Avere in non cale. Non curare. Buon. Fier. 1. 2. 4. (Mt.) Straccurati Consequitori aver quasi in non cale L'uffizio a chi 'l diè lor.

3. Avere in cale. Avere a cuore, Curare. Car. En. 11. p. 537. (Nap. 1753.) (Mt.) L'amor de l'armi Sol ebbe in cale.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: caldissimi, caldissimo, caldo, calducce, calducci, calduccia, calduccio « cale » caledoniana, caledoniane, caledoniani, caledoniano, caleidoscopica, caleidoscopiche, caleidoscopici
Parole di quattro lettere: cala « cale » cali
Vocabolario inverso (per trovare le rime): tribale, gambale, catacombale, tombale, globale, verbale, deverbale « cale (elac) » sindacale, antisindacale, intersindacale, zodiacale, maniacale, monomaniacale, ammoniacale
Indice parole che: iniziano con C, con CA, iniziano con CAL, finiscono con E

Commenti sulla voce «cale» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze