Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «calle», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Calle

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate calle

Al bivio

Fiori bianchi in notturna

bianche come la neve
Tag correlati: fiori, acqua, venezia, canale, pistillo
Giochi di Parole
La parola calle è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: ll.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (ella).
Divisione in sillabe: càl-le. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: cella (scambio di vocali).
Componendo le lettere di calle con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ahi, hai] = achillea; +[ehi, hei] = achillee; +ohi = achilleo; +ani = alcaline; +[ari, ira, ria] = allearci; +[ali, ila, lai] = allelica; +ili = allelici; +[ilo, oli] = allelico; +[aro, ora] = allocare; +tao = allocate; +rho = allorché; +bio = bilocale; +oca = calceola; +[pio, poi] = calliope; +ram = calmarle; +con = cancello; +non = cannello; +pop = cappello; ...
Vedi anche: Anagrammi per calle
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: balle, calce, calde, calie, calla, calli, callo, calme, calte, calve, calze, caule, celle, colle, culle, dalle, falle, galle, palle, ralle, valle.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: balla, balli, ballo, ballò, dalla, dallo, falla, falli, fallo, fallì, galla, galli, gallo, hallo, mallo, palla, palli, ralla, rally, talli, tallo, valli, vallo.
Con il cambio di doppia si ha: cacce, cadde, caffè, camme, canne, cappe, casse.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: alle, cale.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: bella, cella, della, iella, nella, sella.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si ottengono: allea, allei, alleo, alleò.
Parole con "calle"
Iniziano con "calle": calletta, callette.
Finiscono con "calle": percalle, caracalle.
Parole contenute in "calle"
alle. Contenute all'inverso: ella.
Incastri
Inserendo al suo interno mere si ha CAmereLLE; con rame si ha CArameLLE; con rave si ha CAraveLLE; con panne si ha CApanneLLE; con pestando si ha CALpestandoLE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "calle" si può ottenere dalle seguenti coppie: caco/colle, cada/dalle, cade/delle, cadi/dille, cafro/frolle, caie/ielle, camice/micelle, cane/nelle, capate/patelle, capine/pinelle, capo/polle, cara/ralle, carene/renelle, caro/rollè, carote/rotelle, casaline/salinelle, casato/satolle, case/selle, casta/stalle, caste/stelle, cava/valle...
Usando "calle" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: buca * = bulle; * leda = calda; * lede = calde; * ledi = caldi; * ledo = caldo; * leva = calva; * leve = calve; * levi = calvi; * levo = calvo; ceca * = celle; coca * = colle; daca * = dalle; dica * = dille; foca * = folle; mica * = mille; moca * = molle; nuca * = nulle; poca * = polle; roca * = rollè; areca * = arelle; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "calle" si può ottenere dalle seguenti coppie: caid/dille.
Usando "calle" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * elce = calce; * elci = calci; * elia = calia; * elie = calie; * elmi = calmi; * elmo = calmo; * elice = calice; * elici = calici; * elesse = calesse; * elessi = calessi; * eletta = caletta; * elette = calette.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "calle" si può ottenere dalle seguenti coppie: calcite/lecite, calciti/leciti, calda/leda, caldano/ledano, calde/lede, caldi/ledi, caldo/ledo, cali/lei, calva/leva, calve/leve, calvi/levi, calvo/levo.
Usando "calle" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bulle * = buca; * colle = caco; * delle = cade; * dille = cadi; * ielle = caie; * nelle = cane; * polle = capo; * rollè = caro; * selle = case; * ville = cavi; * volle = cavo; celle * = ceca; colle * = coca; dille * = dica; folle * = foca; mille * = mica; molle * = moca; nulle * = nuca; polle * = poca; rollè * = roca; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "calle" (*) con un'altra parola si può ottenere: si * = scialle; arte * = arcatelle; * cora = calcolerà; * coro = calcolerò; * peon = capellone; * arme = caramelle; * vira = cavillerà; * viro = cavillerò; * erse = ceraselle; * orme = coramelle; caste * = cascatelle; * varia = cavalleria; * varie = cavallerie; * virai = cavillerai; forte * = forcatelle; spate * = scapatelle; * armerà = caramellerà; * armerò = caramellerò; * stetti = castelletti; cinire * = cinciarelle; ...
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "calle"
»» Vedi anche la pagina frasi con calle per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Girando Venezia ti ritrovi in alcune calle favolose.
  • Girando Venezia di notte, mi ritrovai in una inquietante calle deserta e buia.
  • Il fiorista aveva in esposizione delle calle bellissime.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Strada, Contrada, Via, Calle - Strada è propriamente quella delle campagne, e specialmente quella carreggiabile, ma si intende anche per quelle di città. - Contrada, che propriamente vorrebbe dire Tratto di paese abitato, si piglia abusivamente anche per strada di una città, massimamente fuor di Toscana. - Via è più stretta che Strada, ma nell'uso si confondono. - Calle è Via stretta, e bene si chiamano Calli le viuzze strette di Venezia. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Via, Strada, Contrada, Cammino, Sentiero, Calle - Vie e contrade diconsi quelle delle città; ma col primo vocabolo si accenna meglio alle principali: via maestra, via grande, via larga: col secondo alle secondarie, abbenchè non sempre si serbi questa differenza, e meglio si abbia sempre ad usare vie. Poi via ha senso generale e significa ogni passo che vale a mettere da luogo a luogo. Contrada, quasi strada comune alle case o ad altre adiacenze che da ambe le parti la fiancheggiano. Contrada poi per estensione dicesi un tratto di paese. Strada, dallo strato di pietre con cui si assoda per renderla meno fangosa e polverosa. Strada quella carrozzabile che mette da un paese all'altro: strada postale: farsi strada, andar per la sua strada; e così marciare per la retta via, mettersi in via, sono sensi traslati e proprii così fatti da non potervisi sostituire uno di questi vocaboli per l'altro. Cammino è l'atto dell'andare e lo spazio percorso; e si dice del viaggiare per lo più, riposandosi dopo più o meno lungo cammino: «nel cammin di nostra vita» ha senso traslato. Sentiero è stradicciuola battuta nelle campagne per lo più, ed è appena largo tanto da passarvi una persona alla volta; e ciò per non guastare e rendere incolto di molto terreno più che non sia il bisogno. Calle è voce poetica, e vale a dire sentiero tortuoso, montuoso, o altrimenti difficile: a Venezia, calle si ha per via; ma anche là, la più parte sono anguste (lo fanno femminile) e perciò non comode, non facili. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Calle - S. m. Lat. aureo Callis. Via campestre non larga. Bocc. Commen. Dant. 3. 2. (Gh.) Per dimostrare quella via non essere visitata da gente, la chiama calle, il quale è propriamente sentieri li quali sono per le selve e per li boschi triti dalle pedate delle bestie, cioè delle greggi e degli armenti; e perciò son chiamati calle, perchè dal callo de' piedi degli animali son premuti e fatti. (Etim. falsa.)

2. Per Ogni via. Dant. Inf. 1. (C) Che mena dritto altrui per ogni calle. E 15. Riducemi a ca' per questo calle. [Camp.] E Inf. 10. Ora sen va per un segreto calle. = Fr. Barb. 8. 18. (M.) Affrena i Sardi (cavalli) per gli stretti calli.

3. Fig. Dant. Conv. 66. (C) Proposi di gridare alla gente che per mal cammino andavano, acciocchè per diritto calle si dirizzasse.

[Val.] Fr. Sacch. Canz. Corazz. 243. I' ti dico, tapina, guarda guarda Esce di pietra buona la Bombarda, Che t'ha menato e mena a scuro calle.

Dant. Conv. 75. (C) E de' ritornare al dritto calle dello 'nteso processo. Cas. son. 2. Nè pur per entro il vostro acerbo orgoglio Men faticoso calle ha il pensier mio. E 3. Amor, per lo tuo calle a morte vassi.

Ott. Com. Inf. 32. 557. (M.) Qui l'Autore alla cognoscenza di colui procede per altro calle, in ciò, che introduce un altro dannato di simile peccato a palesarlo. E Purg. 11. 171. Sicchè per diversi calli enfia la mente in questi arroganti, e tutte queste vie traggono al termine di volere sè mostrare oltre loro facultade.

4. † In genere fem. Tesor. Br. 2. 13. Venendo per la calle Dal pian di Roncisvalle. Rim. ant. Guitt. R. (M.) Giva soletto per la calle amena.

5. T. Calle, masc. Dicesi tuttora la Via che serve a scorciare il cammino delle strade maestre.

6. L'Atto stesso dell'andare. Dant. Inf. 20. (M.) Dirietro guarda, e fa ritroso calle.

[Camp.] Dant. Par. 17. Tu proverai siccome sa di sale Il pane altrui, e com'è duro calle Lo scendere e 'l salir per l'altrui scale.

[Val.] Farsi il calle verso un luogo. Incamminarvisi. Ar. Fur. 2. 69. Prima che 'l ciel torni più fosco, Verso un albergo è meglio farsi il calle.

7. [Camp.] Per Corso d'acque. Dant. Purg. 14. Tra brutti porci, più degni di galle Che d'altro cibo fatto in uman uso, Dirizza prima il suo povero calle. (Parla dell'Arno.) = Molz. Ninf. St. 34. (M.)

[Tor.] Targ. Ar. Vald. 1. 238. Al giorno d'oggi le cateratte del calle del ponte a Coppiano sono fatte servire per regolare con troppa economía l'uscita del lago.

8. Per estens. [Val.] Bald. Naut. 1. 14. Abbia il nocchiero… accolta in trasparente vetro Arida arena, che, versando fuori D'angustissimo calle, insegni altrui Dell'ore il corso.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: calla, callaia, callaie, callaietta, callaiette, callaiola, callaiole « calle » calletta, callette, calli, callidamente, callifuga, callifughe, callifughi
Parole di cinque lettere: calla « calle » calli
Vocabolario inverso (per trovare le rime): tackle, alle, balle, caricaballe, rompiballe, ecoballe, rotoballe « calle (ellac) » caracalle, percalle, dalle, falle, turafalle, farfalle, acchiappafarfalle
Indice parole che: iniziano con C, con CA, iniziano con CAL, finiscono con E

Commenti sulla voce «calle» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze