Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «carica», il significato, curiosità, forma del verbo «caricare» forma dell'aggettivo «carico», associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Carica

Forma verbale
Carica è una forma del verbo caricare (terza persona singolare dell'indicativo presente; seconda persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di caricare.
Forma di un Aggettivo
"carica" è il femminile singolare dell'aggettivo qualificativo carico.
Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
batteria (13%), centouno (9%), pistola (5%), assalto (4%), pila (4%), esplosiva (3%), elettrica (3%), scarica (3%), molla (2%), manuale (2%), incarico (2%), attacco (2%), fucile (2%), cavalleria (2%), presidente (2%), polizia (2%), dalmata (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola carica è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: cà-ri-ca. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di carica con quelle di un'altra parola si ottiene: +bob = abbraccio; +[lao, ola] = acalorica; +[ilo, oli] = acalorici; +[adì, dai, dia] = acaricida; +dei = acaricide; +[lao, ola] = accalorai; +nei = accanirei; +rap = accaparri; +mas = accasarmi; +sta = accasarti; +dee = accederai; +che = accerchia; +noi = acciarino; +alt = acclarati; +doc = accodarci; +[ciò, coi] = accorciai; +top = accorpati; +udì = accudirai; +[sul, usl] = accusarli; +suv = accusarvi; ...
Vedi anche: Anagrammi per carica
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: carico, carina, carità, cerica, corica.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: larice, larici, narice, narici.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: caria. Togliendo tutte le lettere in posizione dispari si ha: aia.
Altri scarti con resto non consecutivo: cara, caia, cric, cica, aria, arca.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: caricai, carioca, carnica, carsica, scarica.
Parole con "carica"
Iniziano con "carica": caricai, caricano, caricare, caricata, caricate, caricati, caricato, caricava, caricavi, caricavo, caricammo, caricando, caricante, caricanti, caricarci, caricarla, caricarle, caricarli, caricarlo, caricarmi, caricarne, caricarsi, caricarti, caricarvi, caricasse, caricassi, caricaste, caricasti, caricarono, caricatore, ...
Finiscono con "carica": scarica, incarica, ricarica, discarica, riscarica, avancarica, ipercarica, orticarica, reincarica, stracarica, retrocarica, sovraccarica.
Contengono "carica": scaricai, incaricai, ricaricai, scaricano, scaricare, scaricata, scaricate, scaricati, scaricato, scaricava, scaricavi, scaricavo, incaricano, incaricare, incaricata, incaricate, incaricati, incaricato, incaricava, incaricavi, incaricavo, ricaricano, ricaricare, ricaricata, ricaricate, ricaricati, ricaricato, ricaricava, ricaricavi, ricaricavo, ...
»» Vedi parole che contengono carica per la lista completa
Parole contenute in "carica"
ari, cari. Contenute all'inverso: ira.
Incastri
Inserito nella parola si dà ScaricaI; in rii dà RIcaricaI; in sta dà ScaricaTA; in sto dà ScaricaTO; in inno dà INcaricaNO; in rita dà RIcaricaTA; in riti dà RIcaricaTI; in rito dà RIcaricaTO; in riva dà RIcaricaVA; in rivo dà RIcaricaVO; in prete dà PREcaricaTE; in preti dà PREcaricaTI; in risse dà RIcaricaSSE; in stasi dà ScaricaTASI; in store dà ScaricaTORE; in invano dà INcaricaVANO; in smentì dà ScaricaMENTI.
Inserendo al suo interno dan si ha CARdanICA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "carica" si può ottenere dalle seguenti coppie: caco/corica, cado/dorica, caid/idrica, cali/lirica, calo/lorica, capi/pirica, casati/satirica, casca/scarica, case/serica, caste/sterica, casto/storica, card/dica, carla/laica, carline/lineica, cariare/areca, cariarti/artica, cariatomi/atomica, caribù/buca.
Usando "carica" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ricada = cada; * ricade = cade; * ricadi = cadi; * ricado = cado; * ricala = cala; * ricali = cali; * ricalo = calo; * ricava = cava; * ricavi = cavi; * ricavo = cavo; * ricacci = cacci; * ricadde = cadde; * ricaddi = caddi; * ricadrà = cadrà; * ricadrò = cadrò; * ricalai = calai; * ricalca = calca; * ricalco = calco; * ricalza = calza; * ricalzi = calzi; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "carica" si può ottenere dalle seguenti coppie: cadi/idrica, caino/onirica, cane/enrica, carmini/inimica, carnosa/asonica, carpe/epica, carpita/atipica, carretti/itterica, carte/etica, carina/anca, carini/inca.
Usando "carica" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * acidi = cardi; * acido = cardo; * acini = carni; * acne = carine; * acni = carini; * acinosa = carnosa; * acinose = carnose; * acinosi = carnosi; * acinoso = carnoso.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "carica" si può ottenere dalle seguenti coppie: daca/ricada, dica/ricadi, laica/ricalai, lavica/ricalavi, loca/ricalo, manteca/ricamante, mantica/ricamanti, mastica/ricamasti, mica/ricami, moca/ricamo, pitica/ricapiti, picari/capi, precari/capre, sicari/casi, vicari/cavi.
Usando "carica" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * picari = capi; * sicari = casi; * vicari = cavi; ricada * = daca; ricadi * = dica; ricalo * = loca; ricami * = mica; ricamo * = moca; * precari = capre; ricalai * = laica; ricalavi * = lavica; capi * = picari; ricapiti * = pitica; * daca = ricada; * dica = ricadi; * loca = ricalo; * mica = ricami; * moca = ricamo; casi * = sicari; cavi * = vicari; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "carica" si può ottenere dalle seguenti coppie: carro/icaro, carine/cane, carini/cani, vaccari/vacca, discotecari/discoteca, ludotecari/ludoteca, bibliotecari/biblioteca, ipotecari/ipoteca, picari/pica, calcari/calca, bancari/banca, porcari/porca.
Usando "carica" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * dorica = cado; * idrica = caid; * lirica = cali; * lorica = calo; * pirica = capi; lorica * = loca; mirica * = mica; pirica * = pica; barrica * = barca; * laica = carla; * sterica = caste; * storica = casto; picrica * = picca; * buca = caribù; * satirica = casati; cab * = abarica; banca * = bancari; calca * = calcari; * areca = cariare; * lineica = carline; ...
Intarsi e sciarade alterne
"carica" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: ci/arca.
Intrecciando le lettere di "carica" (*) con un'altra parola si può ottenere: * po' = caproica; * da = cardiaca; * pin = caprinica; * lofi = calorifica; * mesti = cameristica; * dopati = cardiopatica.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "carica"
»» Vedi anche la pagina frasi con carica per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La mia passione sono gli orologi con la carica manuale o automatica.
  • La sveglia non ha suonato, poiché mi ero dimenticata di darle la carica.
  • Il caffè del mattino dà la carica per affrontare la giornata.
Espressioni e Modi di Dire
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Carica, Ufficio, Carico, Incarico - Carica è ufficio pubblico di molta dignità; e però si usa, benchè non italianamente, il dire le cariche, per es.: di corte, o dello stato, a significare le persone che hanno tali uffizj e tali dignità. - La parola generica è Ufficio, la quale sta a significare qualunque pubblica ingerenza fissa, retribuita con stipendio; che comunemente e francescamente dicesi Impiego. - A significare ingerenza temporanea, per ispeciali occorrenze, si usa nel linguaggio scelto la voce Carico. - «Ebbe il carico di riordinare la biblioteca;» che meno elegantemente, ma più usualmente, si dice Incarico. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Uffizio, Carica, Dignità, Ministero, Impiego, Posto, Uffiziuolo, Impieguccio; Ufficiale, Uffiziale; La dignità, Le dignità - Ufficio dice l'opera o il dovere; carica, il peso, l'obbligo; dignità, l'importanza; ministero, l'amministrazione, la spedizione degli affari; impiego, la persona, il tempo, l'attenzione, la capacità e le circostanze tutte che concorrono in quella cosa; posto dice la situazione gerarchica nella classe in cui si è, a cui s'appartiene: vacare all'ufficio; entrare, coprire una carica; essere o montare in dignità; adempire al ministero; avere, cercare un impiego: far un buono o cattivo impiego di sè e delle cose sue; occupare un posto. Gli'impiegati vanno all'uffizio; perciò l'uffizio è il luogo eziandio ove lavorano essi impiegati ciascuno al loro posto; gli alti impiegati sono in carica, gli altissimi sono in dignità o, assolutamente, dignità, almeno son così detti e creduti: gli uffici pubblici del governo, le segreterie di Stato sono dette collettivamente ministeri. Uffiziolo è piccolo libro di divozione; a Genova è così detto un cerino ravvolto o ripiegato a modo di libro; quest'uffiziolo si suole accendere in chiesa da' ragazzi il dì de' Santi e dei morti in suffragio delle anime. Impieguccio, piccolo e mal retribuito impiego. La dignità è un sentimento naturale di altezza che l'uomo onesto può avere e anco alquanto dimostrare: le dignità invece sono onori conferiti o inerenti a cariche ed alti impieghi di cancelleria o di corte: in quest'ultima classe le maggiori dignità di ciambellano, di scudiere e va dicendo si riducono a nobilitazioni o palliativi degli uffizi di cameriere e di staffiere. Fra ufficiale e uffiziale si fa la differenza che il primo è meglio detto dell'impiegato civile del governo, il secondo del militare, dal sottotenente in su fino al generale: tutto quel corpo è detto uffizialità. [immagine]
Gran Dizionario Teorico-Militare del 1847
Carica - s. f. Charge. L'urto o l'affrontamento d'un corpo di soldati, che si scaglia addosso ad un altro. La carica della cavalleria si dà colla sciabola in pugno rivolta colla punta al petto dell'avversario, e coi cavalli di tutta carriera, e quella della fanteria colla baionetta in resta, e di corsa. [immagine]
Carica - s. f. Charge. Quella parte o quantità di munizione che si mette nelle armi da fuoco o nelle mine.

Per caricare un cannone la quantità di polvere varia secondo il calibro dei pezzi ed il peso della palla; per taluni se ne impiega di più, per altri di meno, ma ordinariamente vi si impiega non meno del terzo del peso della palla per i pezzi di ultima costruzione. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: cariatosi, cariatoti, caribica, caribiche, caribici, caribico, caribù « carica » caricaballe, caricabatteria, caricabatterie, caricabbasso, caricafieno, caricai, caricaletame
Parole di sei lettere: caribù « carica » carico
Vocabolario inverso (per trovare le rime): abarica, malabarica, ipobarica, isobarica, barbarica, iperbarica, tubarica « carica (acirac) » stracarica, sovraccarica, ricarica, orticarica, avancarica, incarica, reincarica
Indice parole che: iniziano con C, con CA, iniziano con CAR, finiscono con A

Commenti sulla voce «carica» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze