Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «casacca», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Casacca

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Casa « * » Casamatta]
Giochi di Parole
La parola casacca è formata da sette lettere, tre vocali (tutte uguali, è monovocalica) e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: cc. Lettere più presenti: ci (tre), a (tre).
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (accasa).
Divisione in sillabe: ca-sàc-ca. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di casacca con quelle di un'altra parola si ottiene: +[eri, ire, rei] = accascerai; +mio = accasciamo; +noi = accasciano; +[eri, ire, rei] = accasciare; +tai = accasciata; +ito = accasciato; +[avi, iva, vai, ...] = accasciava; +ivi = accasciavi; +voi = accasciavo; +[inno, noni] = accaniscano; +mimo = accasciammo; +[dino, doni, nido, ...] = accasciando; +enti = accasciante; +tini = accascianti; +[miri, rimi] = accasciarmi; +[iris, risi] = accasciarsi; +[irti, riti, tiri, ...] = accasciarti; +viri = accasciarvi; +essi = accasciasse; ...
Vedi anche: Anagrammi per casacca
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: caracca, casacce, casacci.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: nasacci.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: casca, cacca.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: casaccia.
Parole contenute in "casacca"
acca, casa, sacca. Contenute all'inverso: accasa.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "casacca" si può ottenere dalle seguenti coppie: cari/risacca, cast/tacca, casale/lecca, casari/ricca, casaro/rocca, casata/tacca, casato/tocca.
Usando "casacca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * saccade = cade; * saccadi = cadi; * saccaia = caia; * saccaie = caie; * saccardi = cardi; * saccardo = cardo; * accasa = cassa; * accasi = cassi; * accaso = casso; * saccarina = carina; * saccarine = carine; * accasai = cassai; * accasano = cassano; * accasare = cassare; * accasata = cassata; * accasate = cassate; * accasati = cassati; * accasato = cassato; * accasava = cassava; * accasavi = cassavi; ...
Lucchetti Riflessi
Usando "casacca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * accasci = caci; * accascio = cacio; * accasino = caino.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "casacca" si può ottenere dalle seguenti coppie: dica/saccadi, ridica/saccaridi, rosica/saccarosi.
Usando "casacca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: saccadi * = dica; saccaridi * = ridica; saccarosi * = rosica; * dica = saccadi; * ridica = saccaridi; * rosica = saccarosi.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "casacca" si può ottenere dalle seguenti coppie: cassa/accasa, cassai/accasai, cassammo/accasammo, cassando/accasando, cassano/accasano, cassante/accasante, cassanti/accasanti, cassare/accasare, cassarono/accasarono, cassasse/accasasse, cassassero/accasassero, cassassi/accasassi, cassassimo/accasassimo, cassaste/accasaste, cassasti/accasasti, cassata/accasata, cassate/accasate, cassati/accasati, cassato/accasato, cassava/accasava, cassavamo/accasavamo...
Usando "casacca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * risacca = cari; * casacche = cache; * casaccio = cacio; * lecca = casale; * ricca = casari; * rocca = casaro; * tocca = casato; casacci * = acciacca.
Sciarade incatenate
La parola "casacca" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: casa+acca, casa+sacca.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "casacca" (*) con un'altra parola si può ottenere: * rei = casareccia.
Frasi con "casacca"
»» Vedi anche la pagina frasi con casacca per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La casacca è un indumento comodo e facilmente abbinabile a pantaloni o gonne.
  • Ha una casacca i cui colori ricordano gli sbandieratori di Siena.
  • Quel fantino ha una casacca i cui colori ricordano quelli della Lazio.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Manto, Mantello, Pallio, Palio, Paliotto, Cappa, Clamide, Casacca, Toga, Pretesta - « Manto reale, manto papale, manto nell'antico vestire, e nell'imitazione degli artisti e dei comici. Mantello, ogni tabarro; quello specialmente de' preti, e più propriamente quello senza bavero e senza maniche. Pallio oramai non è più per noi che un ornamento religioso portato da' papi, patriarchi, primati, metropolitani sopra le vesti. Il pallio in antico era l'abito de' Greci: de' Romani la toga. Più tardi fu detto pallio da' nostri quell'ornamento che copre il davanti dell'altare, dalla mensa alla predella, e che ora dicesi pagliotto. Oggidì la toga è usata da' dottori d'università, e ne' tribunali, con larghe e lunghe maniche, di color nero. Cappa in antico era una specie di mantello con cappuccio di dietro: s'usava da' secolari e da' religiosi. Oggi la cappa è d'altra forma: usata dagli ecclesiastici nelle funzioni, o per compimento dell'abito di cerimonia. È fatta a foggia di mantello con grandi pieghe senza cappuccio, e arriva sino a terra. Cappa magna è nota insegna d'onore. Clamide presso gli antichi era una sopravvesta militare, molto più corta e più stretta del pallio. Casacca, vestito lungo da portare per casa e da tener caldo: quest'è l'uso vivente in Toscana. Ogni abito lungo e largo per celia dicesi casaccone ». Romani.

Manto ha sensi traslati noti e usuali: da pallio vien palliare, che è nascondere con arte e destrezza, ma per poco; e palliativo, che è la cosa che a palliare s'adopera: i rimedii palliativi non guariscono il male; talvolta invece ricacciandolo nell'interno gli danno agio di covare e di allargarsi.

« Palio, drappo di velluto ricamato in oro, di sessanta o ottanta braccia, che si dava in premio a chi vinceva nel corso: e in Firenze tuttodì, per mera apparenza, si suol dare al vincitore il detto palio, e poi riprenderlo, sborsandogliene il valore. Correre il palio, vincerlo, averlo, ottenerlo; andare al palio, andarlo a vedere, e simili modi toscani ancor vivi ». Tommaseo.

« Pretesta era la veste che portavano i giovanetti romani fino alla età di quindici o diciassette anni: aveva per ornamento delle liste di porpora tessute o cucite negli orli: toccata quell'età, vestivano la toga virile pura, senza ornamenti: le fanciulle la portavano fino alle nozze ». Forcellini. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Casacca - S. f. Vestimento che cuopre il busto, come il giubbone, se non che ha di più i quarti e le falde, ma assai corte. (Fanf.) T. Gr. Κάσας. Altri da Gausapa. Altri da Caracalla, Veste lunga di Gallia. Fr. Casaque. Casula nel b. lat., Veste grossolana. = Varch. Stor. 9. 265. (C) E di sotto chi porta un sajo, e chi una gabbanella, o altra vesticciuola di panno soppannata, che si chiamano casacche. T. Bald. Vit. Guid. Montef. 1. 216. Erano gli uomini d'arme della sua guardia tutti superbamente vestiti ed addobbati di casacche, o cotte militari, addogate di vermiglio e di giallo. = Bern. Rim. (C) Mettiti una casacca alla turchesca. Malm. 5. 68. E del giaco scappare alcune maglie Da quella sua casacca unta e bisunta.

2. T. Fig. Voltare casacca, Mutare a un tratto in modi non degni partito, opinione, linguaggio. Dalla divisa militare, come Voltar bandiera.

Alleg. 127. (C) E per mostrarvi come e quanto io stimo La grazia vostra, io volterò casacca, Disdicendomi or or da sommo ad imo. Salvin. Annot. 163. (Man.) Subito che un amico cade in avversa fortuna, come si dice, volta casacca. Corsin. Ist. Mess. l. 5. p. 475. (Gh.) Dicevano tanto li uni, che li altri, che zon era da assicurarsi da quella gente, mandata verisimilmente dai Messicani con concerto di voltar casacca quando fosse bisognato.

3. [Val.] Mal che non passa la casacca; Di poco momento. Bertold. 19. 40. Eh! no, madonna, È un mal che non gli passa la casacca.
Gran Dizionario Teorico-Militare del 1847
Casacca - s. f. Casaque. Una specie di veste militare di panno fatta a foggia di saio o di gabbanella che si portava dai soldati a cavallo ed a piè sopra le loro armi difensive. La casacca era soppannata con panno d'altro colore onde il soldato rivoltandola veniva a mutar divisa; di quà il proverbio che fu da principio tutto militare, di voltar casacca, in fran. tourner casaque, cioè mutar parte o insegna. Era molto in uso negli eserciti spagnuoli nel secolo XVI e XVII. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: caruncola, caruncole, carveriana, carveriane, carveriani, carveriano, casa « casacca » casacce, casacche, casacchetta, casacchette, casacchina, casacchine, casacchini
Parole di sette lettere: carucci « casacca » casacce
Vocabolario inverso (per trovare le rime): caracca, bracca, baldracca, sandracca, stracca, attracca, sacca « casacca (accasac) » risacca, insacca, tacca, patacca, intacca, stacca, distacca
Indice parole che: iniziano con C, con CA, iniziano con CAS, finiscono con A

Commenti sulla voce «casacca» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze