Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «cava», il significato, curiosità, forma del verbo «cavare» forma dell'aggettivo «cavo», sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Cava

Forma verbale
Cava è una forma del verbo cavare (terza persona singolare dell'indicativo presente; seconda persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di cavare.
Forma di un Aggettivo
"cava" è il femminile singolare dell'aggettivo qualificativo cavo.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Catramava « * » Cavalca]

Foto taggate cava

Zig Zag
  
Giochi di Parole
La parola cava è formata da quattro lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (ava), un bifronte senza capo né coda (va).
Divisione in sillabe: cà-va. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di cava con quelle di un'altra parola si ottiene: +sir = ascriva; +tai = atavica; +ito = atavico; +[ilo, oli] = avicola; +odo = avocado; +[ero, ore, reo] = avocare; +tao = avocata; +ito = avocati; +voi = avocavi; +bio = baciavo; +col = calcavo; +mal = calmava; +din = candiva; +tan = cantava; +ton = cantavo; +tap = captava; +top = captavo; +rna = caravan; +[csi, ics, sci] = cascavi; +sos = cassavo; +tre = caterva; +sua = causava; +[sui, usi] = causavi; +[suo, uso] = causavo; ...
Vedi anche: Anagrammi per cava
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bava, cada, caia, cala, cara, casa, cave, cavi, cavo, cova, dava, fava, java, lava.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bave, davi, davo, fave, favi, favo, lave, lavi, lavo, lavò, nave, navi, pavé, rave, savi.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: ava.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: calva, cavai, cavia, clava, scava.
Parole con "cava"
Iniziano con "cava": cavai, cavano, cavare, cavata, cavate, cavati, cavato, cavava, cavavi, cavavo, cavalca, cavalco, cavalcò, cavalli, cavallo, cavammo, cavando, cavante, cavarci, cavarmi, cavarsi, cavarti, cavarvi, cavasse, cavassi, cavaste, cavasti, cavalcai, cavalchi, cavarono, ...
Finiscono con "cava": scava, bucava, incava, locava, recava, ricava, avocava, beccava, brucava, buscava, calcava, cascava, cercava, ciccava, concava, educava, evocava, ficcava, giocava, laccava, leccava, mancava, marcava, peccava, pescava, placava, sbucava, seccava, solcava, toccava, ...
Contengono "cava": scavai, incavai, ricavai, scavano, scavare, scavata, scavate, scavati, scavato, scavava, scavavi, scavavo, bucavamo, bucavano, bucavate, incavano, incavare, incavata, incavate, incavati, incavato, incavava, incavavi, incavavo, locavamo, locavano, locavate, recavamo, recavano, recavate, ...
»» Vedi parole che contengono cava per la lista completa
Parole contenute in "cava"
ava.
Incastri
Inserito nella parola si dà ScavaI; in rii dà RIcavaI; in sta dà ScavaTA; in sto dà ScavaTO; in inno dà INcavaNO; in remo dà REcavaMO; in rete dà REcavaTE; in rita dà RIcavaTA; in riti dà RIcavaTI; in rito dà RIcavaTO; in riva dà RIcavaVA; in rivo dà RIcavaVO; in bruno dà BRUcavaNO; in brute dà BRUcavaTE; in buste dà BUScavaTE; in calmo dà CALcavaMO; in calte dà CALcavaTE; in caste dà CAScavaTE; in certe dà CERcavaTE; in marmo dà MARcavaMO; ...
Inserendo al suo interno usa si ha CAusaVA; con agli si ha CagliAVA; con alci si ha CalciAVA; con ambi si ha CambiAVA; con pica si ha CApicaVA; con pita si ha CApitaVA; con poca si ha CApocaVA; con sano si ha CAsanoVA; con alcol si ha CalcolAVA; con libra si ha CAlibraVA; con muffa si ha CAmuffaVA; con posti si ha CApostiVA; con trama si ha CAtramaVA; con usati si ha CAusatiVA; con villa si ha CAvillaVA; con alunni si ha CalunniAVA; con osteggi si ha CosteggiAVA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "cava" si può ottenere dalle seguenti coppie: caco/cova, cada/dava, cadetta/dettava, cadi/diva, cala/lava, calamina/laminava, calava/lavava, cale/leva, calotta/lottava, camuni/muniva, camusi/musiva, canati/nativa, capi/piva, capote/poteva, capri/priva, capro/prova, caraffina/raffinava, carema/remava, cari/riva, carica/ricava, caricava/ricavava...
Usando "cava" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * vada = cada; * vado = cado; * vale = cale; * vali = cali; * vane = cane; * vani = cani; * vara = cara; * vari = cari; * varo = caro; * vasi = casi; * vaso = caso; coca * = cova; daca * = dava; dica * = diva; pica * = piva; amaca * = amava; braca * = brava; * vacca = cacca; * vagli = cagli; * valle = calle; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "cava" si può ottenere dalle seguenti coppie: caid/diva.
Usando "cava" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * avio = caio; * avrà = cara; * avrò = caro; * avuta = cauta; * avute = caute; * avuti = cauti; * avuto = cauto; * avvia = cavia; * avvera = caverà; * avvero = caverò; * avvita = cavità; * avverai = caverai; * avvezza = cavezza; * avvezze = cavezze; * avviamo = caviamo; * avviate = caviate.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "cava" si può ottenere dalle seguenti coppie: cantica/vacanti, cuoca/vacuo, daca/vada, ironica/vaironi, lorica/valori, pitica/vapiti, resinica/varesini, roca/varo, salica/vasali, settica/vasetti, teca/vate.
Usando "cava" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: vada * = daca; varo * = roca; vate * = teca; * daca = vada; * roca = varo; * teca = vate; vacuo * = cuoca; * cuoca = vacuo; valori * = lorica; vapiti * = pitica; vasali * = salica; * lorica = valori; * pitica = vapiti; * salica = vasali; vacanti * = cantica; vaironi * = ironica; vasetti * = settica; * cantica = vacanti; * ironica = vaironi; * settica = vasetti; ...
Lucchetti Alterni
Usando "cava" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * diva = cadi; diva * = dica; calva * = calca; * priva = capri; * prova = capro; * stiva = casti; cerva * = cerca; giova * = gioca; torva * = torca; univa * = unica; varva * = varca; attiva * = attica; * muniva = camuni; * musiva = camusi; * nativa = canati; * poteva = capote; * saliva = casali; * sativa = casati; * schiva = caschi; * teneva = catene; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "cava" (*) con un'altra parola si può ottenere: si * = sciava; * eri = caverai; * ile = caviale; * ili = caviali; * oli = cavolai; sol * = scolava; voi * = vociava; acni * = accaniva; caci * = cacciava; * demo = cadevamo; * alte = calavate; cali * = calciava; * pino = capivano; * pite = capivate; * olio = cavolaio; * elmo = celavamo; * ente = cenavate; * lari = clavaria; * olmo = colavamo; coni * = conciava; ...
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "cava"
»» Vedi anche la pagina frasi con cava per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La nostra sopravvivenza è legata al buon funzionamento del sistema cardiocircolatorio, di cui la vena cava è uno degli elementi più importanti.
  • Una stupenda montagna ricoperta di pini è divenuta una cava per ghiaia e sabbia. Il paesaggio, ora, sembra il simbolo della morte.
  • In una cava vicino Napoli sono stati trovati due corpi carbonizzati.
Proverbi
  • Chi cava e non mette, le possessioni si disfanno.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Cava, Miniera - Cava è generico; e si prende per quello spazio di terreno dove sia raccolto in gran quantità o marmo o pietra o carbon fossile, e donde si cava, si estrae, per gli usi del commercio e della civiltà. - Miniera si dice più specialmente quella onde si estraggono metalli più o meno preziosi. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Miniera, Cava - Cava di marmo o di pietra; miniera di metalli o di minerali. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Cava - S. f. Da CAVARE. Buca, Fossa. Di cavità qualsiasi aureo lat. Dant. Inf. 29. (C) Dentro a quella cava Dov'io teneva gli occhi sì a posta.

2. Camera sotterra, Cantina, Luogo sotterraneo o nascoso. Nov. Ant. 100. 14. (C) Il giovane si mosse incontanente, ed andonne alla cava, dov'era il padre suo, e contogli a motto a motto ciò che gli era avvenuto.

3. Per Covile, Tana. Cr. 10. 29. 2. (C) Anche i conigli (si prendono) quando si trovan rimossi dalle lor cave. Ar. Fur. 10. 33. Prima che questo, il lupo, il leon, l'orso Venga, e la tigre e ogni altra fera brava, Di cui l'ugna mi stracci, e franga il morso, E morta mi strascini alla sua cava.

4. Dicesi anche del Luogo dove stanno le formiche. Bocc. Com. Dant. 2. 61. (Man.) La quale (schiera di formiche)… dentro dalla sua cava standosi, cognosce quando la state ne viene,…

5. Grotta scavata ad arte, Caverna, o Rozza cella. Tass. Ger. Conq. 3. 4. (Mt.) Si scorge in umil cava un vecchio onesto Fuggir il mondo e sue fallaci cure.

[Cont.] Lana, Prodr. inv. 15. Lo scavamento della camera non dovrà esser fatto immediatamente; anzi si dovrà prima incominciare una cava larga cinque o sei bracci, la quale si vada restringendo fino alla bocca della camera.

6. [Val.] Per Cloaca, Fogna. T. Liv. Dec. 1. 38. 69. Fece grandi cave sotto terra, onde l'acque piovane e tutte le brutture della città corressero nel Tevere. E 1. 56. 98. Fece fare una grande cava sotto terra, dove tutte le brutture della città si raccogliessero. E 5. 55. 76. Le grandi cave, le quali in prima furono fatte per lo lungo delle rughe comuni, ora passano sotto le case private.

7. Per Profondità del luogo scavato. Cresc. (M.) Faccia una fossa di cava di venti, o venticinque braccia.

8. Quella parte degli antichi teatri che i Romani dicevano Cavea. S. Agost. C. D. 1. 31. (Mt.) Volendo e sforzandosi il Senato di edificare la cava del teatro, con gravissima e costumatissima diceria il vietòe. (Parla di Nasica. Il lat. ha Cavea.)

9. Dicesi Cava di metalli, di minerali, ecc., ed anche ass. Cava, il Luogo donde si cavano i metalli, i minerali, ecc. Pass. 341. (C) Come sarebbe di trovare avere e tesoro o nelle proprie cave e miniere, o in sepolcri… Bern. Orl. 61. 1. (M.) Come colui che nelle cave d'oro, in Ungheria, in Inghilterra, in Spagna,…

[Cont.] Biring. Pirot. I. 2. Nelle cave dell'oro e del rame e così del piombo, e degli altri metalli se ne trovan de' puri senza mescolamento.

[Cont.] Cava di marmi, di pietre, di sale, di zolfo, di vetriolo, ecc. Cell. Scul. 6. Nella detta montagna di Carrara vi sono molte diverse cave. Off. fiumi, strade, Pist. XXVIII. Devino detti maestri dell'allastrico, nel tempo che fanno lavorare eleggere uno che tenga conto delle carrate, e vadia a vedere la cava di dove si cavan le lastre. Biring. Pirot. II. 8. Provincie che d'altro sal non si servono che di sal di cava di monti, nè altro artificio v'adoperano che l'opera del cavarlo. E II. 2. Cavasi (il zolfo) a cave aperte, perchè, se altrimenti li cavatori cercasser di cavarlo, per l'offesa del gran caldo e dell'insupportabile odore che rende, di star dentro alle cave per alcun modo sopportar non potrebbeno. T. Cava di carbon fossile.

T. Giamb. St. Lett. IX. Le cave di vetrioli ch'erano in sua signoria, delle quali ne ha dotata detta cappella. Condiv. Vit. Buonarr. 15. Per poter (un pezzo di marmo) condur con manco fatica, l'aveva nella cava medesima abbozzato. Cell. Benz. Orefic. 138. Debbe l'artefice per se stesso andare alle cave (de' marmi) a eleggerli,…

[Cont.] Cava di rena. Bart. C. Arch. Alb. 44. 20. Di tre sorti son le rene, di cava, di fiume, e di mare, la miglior di tutte queste è quella di cava, ed è questa di molte sorti: nera, bianca, rossa, incarbonita e ghiaiosa.

10. E trasl. Tac. Dav. Ann. 6. 120. (C) Ancora morì in quell'anno Marco Lepido, della cui moderanza e saviezza ne' libri passati assai è detto; della nobiltà, basta il dire di casa Emilia, cava ricca di cittadini ottimi.

11. Nel fig. Esserci la cava di checchessia vale Esservene grandissima abbondanza. Malm. 2. 6. (C) E che pensi che qua ci sia la cava? Non è più il tempo che Berta filava. (Qui s'intende di denari.) [M.F.] Panciat. Scherz. 259. Del resto mi mandi qualche nota di libri, perchè qua ce n'è la cava. (Intende libri da comprare per lui.)

[M.F.] Aver la cava di checchessia: grande inesauribile abbondanza. Fag. Comm. Noi altre serve n'abbiam la cava. (Qui parla di bugie. Ma dicesi di tutto.)

12. Fig. T. Archivio, Opera, ch'è una gran cava di notizie storiche.

T. Fam. d'una pers. È la cava delle novelle. Ne sa e può contare di molte.

13. (Mil.) Quella sotterranea scavazione di terreno che si fa negli assedii, che oggi comunem. si dice Mina. Din. Comp. 3. 82. (C) Fermò l'assedio, mandò per maestri, ordinò edificii, e cave coverte, e molti palesi segni fece da combattere. G. V. 7. 22. 2. Vedute le cave, s'avvidono dello 'nganno. E cap. 100. 1. E quella (terra di Margatto) con cave misero gran parte in puntelli. E cap. 128. 1. Puosesi ad assedio alla città di Tripoli…, e quella per dificii e per cave per forza ebbe. M. V. 2. 30. Lavorando con gran sollecitudine, pervennero alla cava de' nemici, la quale era venuta innanzi 180 braccia.

[Cont.] G. G. Fort. XI. 143. La mina, la quale per la forza del fuoco rinchiuso in una cava sotterranea (come a suo luogo dichiareremo) rovina in un istante una muraglia. Rusc. Prec. mil. 46. Fa solo tanta cava che vi possa stare (la polvere).

[Val.] Ant. Pucc. Centil. 28. 48. Ed assediolla con sua gente ria, E tanto fe' con trabocchi e con cave, Che n'acquistò per forza signoria. = Guicc. Stor. 2. 245. (M.) Ed erano quegli edificii a esempio de' bastioni, con aver la cava di sotto, disposti in modo da potersi facilmente con la forza del fuoco rovinare.
Gran Dizionario Teorico-Militare del 1847
Cava - s. f. in lat. Cuniculus. Scavazione sotterranea la quale si faceva dagli antichi, sia per condursi sotto terra sin dentro la fortezza che assediavano, sia scavando la terra e scalzando la muraglia che volevano atterrare, sostenendola via via con puntelli di legno, sino al fine del lavoro, terminato il quale, abbruciavano i puntelli e li tiravano a terra, ed il muro rovinava. Questo artifizio di abbattere con lavori sotterranei le mura nemiche, o di farsi con essi un'occulta via al cuore della città, è antichissimo. Narra Erodoto, che i Persiani cinta avendo d'assedio la città di Barca, fecero le cave o cunicoli per entrarvi, ma che un calderaio con uno scudo di rame in mano girando del continuo le mura ed applicando sovente al pavimento lo scudo, scopriva i lavori dei Persiani, perchè giunto a quel luogo ove si facevano di sotto le cave, lo scudo risuonava e gli abitanti scavavano subito una contraccava ed ammazzavano i cavatori nemici. Presso i Romani il primo a far uso delle cave fu Anco Marzio, quarto re di Roma nell'assedio di Fidene, e dopo di lui furono adoperate negli assedî sino al fine del secolo XV, cioè quando si prese a far le mine. Alcuni scrittori poco esatti adoperavano la voce cava parlando delle mine moderne, ma quest'uso è altrettanto improprio quanto sarebbe quello di mina ne' secoli anteriori alla invenzion della polvere. Gras. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: cauti, cauto, cauzionale, cauzionali, cauzionare, cauzione, cauzioni « cava » cavaborra, cavadenti, cavafanghi, cavafango, cavagnola, cavagnole, cavai
Parole di quattro lettere: cast « cava » cave
Vocabolario inverso (per trovare le rime): sbava, incubava, rubava, derubava, tubava, titubava, intubava « cava (avac) » sindacava, ubriacava, placava, stomacava, acciaccava, fiaccava, laccava
Indice parole che: iniziano con C, con CA, iniziano con CAV, finiscono con A

Commenti sulla voce «cava» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze