Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «cerro», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Cerro

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola cerro è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: rr.
Divisione in sillabe: cèr-ro. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: corre (scambio di vocali).
Componendo le lettere di cerro con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ami, mai, mia] = acerrimo; +tai = acroteri; +ano = ancorerò; +ava = arrecavo; +[abc, cab] = borracce; +hub = brochure; +hub = brucherò; +bui = bruciore; +sta = castrerò; +[ahi, hai] = chiarore; +lao = colorare; +[lao, ola] = colorerà; +ilo = colorire; +tan = conterrà; +ton = conterrò; +[adì, dai, dia] = corderia; +ano = coronare; +ano = coronerà; +pio = corporei; +[adì, dia] = corredai; ...
Vedi anche: Anagrammi per cerro
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: berrò, carro, cedro, cerco, cereo, cerio, cerri, certo, cervo, cirro, corro, ferro, serro, terrò, verro.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: berrà, ferra, ferri, serra, serre, serri, terra, terre, terrà, verri, verrà.
Con il cambio di doppia si ha: ceffo, cello, cenno, ceppo, cesso.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: erro, cero.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: borre, corre, forre, porre, torre.
Parole contenute in "cerro"
erro.
Incastri
Inserendo al suo interno che si ha CERcheRO (cercherò); con casse si ha CERcasseRO; con tifiche si ha CERtificheRO (certificherò).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "cerro" si può ottenere dalle seguenti coppie: cebo/borro, ceca/carro, ceci/cirro, ceco/corro, cedete/deterrò, cedo/dorrò, cena/narro, cenava/navarro, cerico/ricorro, ceste/sterro, cera/aro, cerare/arerò, cerca/caro, cercai/cairo, cercano/canoro, cercante/canterò, cercar/carro, cercasse/cassero, cercata/cataro, cerchia/chiaro, cerco/coro...
Usando "cerro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * roca = cerca; * roco = cerco; * rota = certa; * rote = certe; * rovi = cervi; * rovo = cervo; fece * = ferro; pace * = parrò; vece * = verro; voce * = vorrò; * rochi = cerchi; adduce * = addurrò; * rovina = cervina; * rovine = cervine; * rovini = cervini; * rovino = cervino; deduce * = dedurrò; riduce * = ridurrò; * rovelli = cervelli; * rovello = cervello; ...
Lucchetti Riflessi
Usando "cerro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * orca = cerca; * orco = cerco; * orti = certi; * orto = certo; * orare = cerare; * orata = cerata; * orate = cerate; * orchi = cerchi; * orici = cerici; * orini = cerini; * orino = cerino; * orazio = cerazio; * oretta = ceretta; * orette = cerette; * orinai = cerinai; * ortose = certose; * orografia = cerografia; * orografie = cerografie.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "cerro" si può ottenere dalle seguenti coppie: cerca/roca, cerchi/rochi, cerco/roco, certa/rota, certe/rote, cervelli/rovelli, cervello/rovello, cervi/rovi, cervina/rovina, cervine/rovine, cervini/rovini, cervino/rovino, cervo/rovo.
Usando "cerro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * borro = cebo; * cirro = ceci; * dorrò = cedo; * narro = cena; parrò * = pace; vorrò * = voce; * caro = cerca; * coro = cerco; * taro = certa; * tiro = certi; * toro = certo; * varo = cerva; * vero = cerve; * viro = cervi; addurrò * = adduce; * navarro = cenava; * arerò = cerare; * cairo = cercai; * icaro = cerica; * ricorro = cerico; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "cerro" (*) con un'altra parola si può ottenere: * amai = camerario; care * = carcererò; conte * = concerterò; dente * = decentrerò; trine * = trincererò; * arcano = carcerarono; * elbano = celebrarono; contano * = concertarono; connesse * = concernessero; connette * = concernettero; contasse * = concertassero; inarcano * = incarcerarono; scontano * = sconcertarono; inarcasse * = incarcerassero; scontasse * = sconcertassero; conterebbe * = concerterebbero; sconterebbe * = sconcerterebbero.
Frasi con "cerro"
»» Vedi anche la pagina frasi con cerro per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nel giardino di un mio amico c'è una bella pianta di cerro piena di ghiande.
  • Mi hanno regalato una statua fatta di cerro, dicendomi che porta fortuna.
Libri
  • L'ombra del cerro (Scritto da: Silvia Di Natale; Anno 2006)
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Cerro - S. m. (Bot.) [D.Pont.] Specie di quercia (Quercus cerris, L.), che ha il tronco per lo più nodoso con la scorza molto scabra, di statura più che mediocre. Fa le ghiande grosse quasi il doppio della comune, colle squame della cupola lineari appuntate ricurve e contorte nella loro metà superiore. È comune ne' boschi montuosi dell'Italia, della Spagna, ecc.= È in Colum. – Cr. 5. 26. 1. (C) La quercia, il rovere, il cerro sono arbori grandi, i quali son quasi d'una medesima natura. Amet. 6. Nelle piagge del quale fra gli strabocchevoli balzi surgeva d'alberi, di querce, di cerri e di abeti un folto bosco. Dant. Purg. 31. Con men di resistenza si dibarba Robusto cerro. Poliz. stanz. 83. Surge robusto il cerro, ed alto il faggio. Alam. Colt. 1. 31. Parte son poi, che dal suo proprio seme Surgon più liete, la castagna irsuta, La ghiandifera quercia, il cerro annoso. Ar. Fur. 16. 50. Ma targhe altre di cuojo, altre di cerri.

2. [Val.] † Aver la coda nel cerro. Prov. Non potere evitare il periglio. Ant. Pucc. Centil. 50. 100. Là, dove rifiutar non si poteva, Perocchè avean la coda nel cerro. T. Forse dall'essere l'animale cacciato messo alle strette, e non poter scansare il cimento; come dell'uomo Essere messo al muro.

3. [Val.] † Mostrar datteri per cerri, o men che cerri. Dare ad intendere il contrario di quel che veramente sia. Morg. 24. Inscrisse adunque la Reina a Gano… E mostragli per datter men che cerri.

4. (Costr.) [Cont.] Il legname del cerro. Bart. C. Arch. Alb. 36. 6. Dice Vitruvio che il cerro, e il faggio, son per natura deboli contro le tempeste e che non invecchiano.
Cerro - S. m. Quella Particella della tela, che si lascia senza riempiere, e talora s'appicca per ornamento, e tessuta da sè. Chiamasi anche Frangia. (C) Cirrus, in senso di Frangia, è in Petron. se non in Fed.

[Cont.] Bandi Fior. XXVII. 3. 4. De panni larghi accordellati, e alla piana, e perpignani (si debbano pagare a detti tessitori) quando hanno gittato il cerro, scudo uno, e l'altra settimana, scudo uno lavorando, e ogni restante, finito il panno e portato all'arte.

2. Ciocca di capelli, Cirro. (Fanf.) Aureo lat.

3. Per Brocco. Salvin. Annot. Fier. Buonar. p. 491. col. 2. (Gh.) Diconsi anche (li sprocchi) brocchi; onde Broccato, lat. Aurum textile, Veste con cerri, che li antichi avrebbero domandati clavi. [G.M.] Forse da Κέρας, Corno, e Qualunque cosa che sporga in alto.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: cerottone, cerottoni, cerreta, cerrete, cerreti, cerreto, cerri « cerro » certa, certaldese, certaldesi, certaldo, certame, certamente, certami
Parole di cinque lettere: cerri « cerro » certa
Vocabolario inverso (per trovare le rime): prevarrò, equivarrò, zarro, bizzarro, errò, erro, berrò « cerro (orrec) » ferro, ferrò, toccaferro, piegaferro, tagliaferro, traferro, posaferro
Indice parole che: iniziano con C, con CE, iniziano con CER, finiscono con O

Commenti sulla voce «cerro» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze