Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «cogliere», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Cogliere

Verbo
Cogliere è un verbo della 2ª coniugazione. È un verbo irregolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è colto. Il gerundio è cogliendo. Il participio presente è cogliente. Vedi: coniugazione del verbo cogliere.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di cogliere (afferrare, prendere, raccogliere, staccare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola cogliere è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: cò-glie-re. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
cogliere si può ottenere combinando le lettere di: [gol, log] + cerei; [giro, rigo] + elce; olé + greci; [ile, lei] + greco; [lire, riel] + geco; ego + lerci; [ergo, gore, orge] + [celi, cile, elci]; gel + [cerio, icore, orice]; [gelo, gole, lego] + [ceri, crei]; [ergi, regi] + celo; [egli, geli, gilè, ...] + [cero, core, creo, ...]; gerli + eco; erge + coli; gerle + [ciò, coi]; [erige, regie] + col.
Componendo le lettere di cogliere con quelle di un'altra parola si ottiene: +can = accoglierne; +ama = acromegalie; +non = cenerognoli; +moa = ceramologie; +set = cigolereste; +sos = cogliessero; +dir = cordigliere; +[ori, rio] = crogiolerei; +tai = elogiatrice; +tao = eterologica; +ito = eterologici; +sta = gesticolare; +sta = gesticolerà; +sto = gesticolerò; +tum = gleucometri; +[ciò, coi] = gocciolerei; +[amo, moa] = merceologia; +emo = merceologie; ...
Vedi anche: Anagrammi per cogliere
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: coglierà, coglierò, cogliete, togliere.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: toglierà, toglierò.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: coli, core, cere, oliere, lire.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: coglierei, scogliere.
Parole con "cogliere"
Iniziano con "cogliere": coglierei, coglieremo, coglierete, coglierebbe, coglieremmo, cogliereste, coglieresti, coglierebbero.
Finiscono con "cogliere": scogliere, accogliere, raccogliere, riaccogliere.
Contengono "cogliere": accoglierei, accoglieremo, accoglierete, raccoglierei, accoglierebbe, accoglieremmo, accogliereste, accoglieresti, raccoglieremo, raccoglierete, raccoglierebbe, raccoglieremmo, raccogliereste, raccoglieresti, accoglierebbero, raccoglierebbero.
»» Vedi parole che contengono cogliere per la lista completa
Parole contenute in "cogliere"
ere, gli, glie, cogli, coglie. Contenute all'inverso: rei.
Incastri
Si può ottenere da core e glie (COglieRE).
Inserendo al suo interno est si ha COGLIERestE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "cogliere" si può ottenere dalle seguenti coppie: cosce/scegliere, coscio/sciogliere.
Usando "cogliere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: accoglie * = acre; * rete = cogliete; * rendo = cogliendo; * evi = cogliervi; * resse = cogliesse; * ressi = cogliessi; * reste = coglieste; * resti = cogliesti; artico * = artigliere; conico * = conigliere; * ressero = cogliessero.
Lucchetti Riflessi
Usando "cogliere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erte = cogliete; * errai = coglierai.
Lucchetti Alterni
Usando "cogliere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * scegliere = cosce; artigliere * = artico; conigliere * = conico; acre * = accoglie; * aie = coglierai; * mie = cogliermi; * vie = cogliervi; * remore = coglieremo.
Sciarade e composizione
"cogliere" è formata da: cogli+ere.
Sciarade incatenate
La parola "cogliere" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: coglie+ere.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "cogliere" (*) con un'altra parola si può ottenere: si * = sciogliere; sii * = scioglierei; risi * = risciogliere; site * = scioglierete.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "cogliere"
»» Vedi anche la pagina frasi con cogliere per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Quando si presenta un'occasione bisogna cogliere l'attimo giusto.
  • Ho visto dei bambini cogliere dei frutti ancora acerbi.
Espressioni e Modi di Dire
  • Cogliere in contropiede
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Abbacchiare, Bacchiare, Cogliere, Abbattere - Abbacchiare è Battere col bacchio il ramo di un albero acciocchè caschino i frutti, e si dice Abbacchiare il frutto, o meglio le frutte, e non l'albero. Più specialmente si dice delle noci; e di qui si dice Abbacchiare le acerbe e le mature figuratamente, per Sfogare i proprii capricci senza guardare al come. - Bacchiare ha poco o punto divario, ma si presta male ai sensi traslati. - Cogliere è lo Spiccare i frutti dalla pianta con le mani, scegliendo i più maturi. - Abbattere è il Far cadere, il buttare a terra con qualsivoglia mezzo. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Raccapezzare, Raccogliere, Rinvenire, Trovare, Ritrovare, Raccattare, Ragunare, Adunare, Cogliere, Accogliere; Congregamento, Congregazione, Congrega - Raccapezzare è quasi un trovare a caso qua e là, capo per capo, cioè una ad una le cose, le parole, le idee; in discorso scempio o sguaiato non si raccapezza nulla affatto o nulla che valga la pena d'udirlo; raccattare è trovare con difficoltà o con pazienza somma cercando; forse dall'accattare per Dio, cosa improba e che non dovrebbe essere più dei tempi nostri. Cogliere dicesi dei fiori, delle frutta; raccogliere, dei grani e delle altre biade, perchè è un cogliere di nuovo e con usura ciò che s'è messo in terra seminandole. Accogliere è ricevere con gentilezza e con quei modi che alla persona o alla cosa si convengono; da accogliere, accoglienza e accoglienze, che assolutamente valgono urbano e civile ricevimento, feste o buona cera se non si può fare di più: raccogliere poi è delle vesti e delle vele, e d'altre cose consimili che a fascio possano essere radunate; e poi de' pensieri sopra d'un oggetto, e del portamento che, quando è decente e decoroso, dicesi raccolto. Ritrovare è trovare di nuovo, e trovare dopo maggiori o più minute indagini o ricerche; si trova anco a caso cosa non conosciuta, non nostra; si ritrova dopo di avere ben bene ricercato cosa che si era perduta. Adunare pare voglia dire mettere assieme di molte cose, ad una ad una, o presso a poco così; ragunare non è che una corruzione di radunare, cambiato il d in g, lettera più dolce dell'altra e più facile: e potrebbe forse anche da ciò voler significare maggiore speditezza e minore ricerca od esame nel mettere assieme e raccogliere le cose.

« Congregamento, l'atto del congregare o del congregarsi; congregazione, la gente raccolta, e per lo più con certe norme ed intenzioni, e, d'ordinario, per l'esercizio di pratiche religiose. Congrega prendesi per lo più in mala parte ». Ambrosoli. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Cogliere - e per sinc. CÔRRE. V. a. anom. Lo Spiccare erbe, o fiori, o frutti dalle loro piante. Il lat. aureo Colligo ha de' sensi dell'it., ma più gli ha Lego. Bocc. Nov. 4. 4. (C) La quale andava per li campi certe erbe cogliendo. E nov. 36. 6. Avendo molte rose bianche e vermiglie colto.

T. Prov. Tosc. 274. Chi coglie il frutto acerbo si pente d'averlo guasto.

T. Un ramo. D. 1. 13. Colsi un ramuscel da un gran pruno.

2. E in senso allegorico. Petr. son. 6. (C) Sol per venire al lauro, onde si coglie Acerbo frutto, che le piaghe altrui, Gustando, affligge più che non conforta. E46. E 184. E canz. 20. 3. Poggi e onde passando, l'onorate Cose cercando, il più bel fior ne colse. [Val.] Salvin. Disc. 1. 182. Mandando poi un Magistrato apposta creato de' Dieci in Grecia per… da quelle (leggi) cogliere il più bel fiore.

3. Ass. [Tig.] Vo a côrre, sottint. le castagne.

4. † Varie uscite. Cavalc. Espos. Simb. 1. 110. (C) L'erbe adunque, ed altre cose medicinali, se senza superstizione si cógliono (colgono) e dánno agl'infermi, non sono peccato. E 339 Coglio (colgo) delle spine la rosa, e di terra l'oro. Franc. Sacch. Nov. 86. Cogli una insalata. La Zoanna torce il grifo e dice: Va, côtela tu (cóglitela tu). Il marito dice: Deh vavvi, e coglitela. E Le Ricoglitr. dei fiori. (Ugolino d'Azzo). (Mt.) Donne per quello givan fior cogliendo, Con diletto, co' quel, co' quel, dicendo (cioè, cogli). E appresso: Va là per le vïole; Più colà per le rose; cole, cole (cioè, coglile). Buon. Tanc. Co' mi (coglimi) una ciocca di salvia fiorita. [Val.] Buon. Ajon. 3. 33. Tirane uno al piè manco, e coe 'l terreno.

5. Fiq. per Approfittare di checchessia. [Val.] Poes. Past. e Rustic, 230. E coglia i frutti altrui, tronchi le legna.

6. Per Prendere, Pigliare. M. Aldobr. (C) All'uscir del bagno conviene che l'uomo si guardi di non coglier freddo. Urb. Quel medesimo giorno colse collo imperadore luogo e tempo, dove… a desinare invitollo. Dant. Inf. 27. Ma poscia ch'ebber colto lor vïaggio Su per la punta. Ott. Com. Inf. 1. Alcuni dicono che l'etade di 33 anni e mezzo cogliendola della vita di Cristo,… Lib. Astrol. Si faccia d'ottone, perch'è metallo forte, nè non si torce tanto, nè cogliono vento le foglie dell'astrolabio. Fir. Trin. 1. 2. Voi troverete lo speziale per la via, che andrà a côrre la misura de' confetti.

Bronz. Rim. burl. (M.) E s'un volesse côrti all'improvviso, E ficcartisi sotto,…

7. Per Raccôrre, Ragunare. Paol. Oros. (C) 1 nemici, che non se ne guardavano, assalío, e grande mortalità fatta, molta preda ne colse. Tes. Br. 3.5. Ma sopra tutte maniere d'acque si è quella che novellamente è colta di piovana, se ella è ben monda, e messa in cisterna ben lavata. Pallad. 3.17. Queste api portano grande diligenza a far lo mele e la cera, la quale elle cogliono di diversi fiori. E appresso: Se l'altro dì ha colto tanto umore, che premendolo goccioli. Amm. Ant. 33. 1. 2. Settanta Re, essendo loro tagliate le mani e' piedi, coglievano sotto la mensa mia li rimasugli delle vivande.

8. Per Raccogliere, parlando di malattia. Non com. Stor. Semif. 88. (Mt.) E ritornando da tale opera fare, colse una malsania.

[Val.] Bart. Simb. 354. Tante ferite che avea colte in guerra.

† E trasl. Discipl. Spirit. 190. (M.) L'uomo radicato e indurato nel peccato… ha colta la mala piaga…

9. Per Far corrispondere. Dant. Par. 12. (C) E moto a moto, e canto a canto colse.

10. Per Comprendere, e dicesi parlando del senso d'un autore. Vocab. Cater. 79. (Gh.) Il P. Burlamacchi… si avvicina assai a trovare il significato di questa voce; ma però pare non l'abbia colto giusto.

11. Per Trovare, Sopraggiungere, Sorprendere. Bocc. Nov. 44. 15. (C) Anima mia, come faremo, che 'l giorno è venuto, ed hammi qui colto? E nov. 77. 33. E perchè il giorno quivi non la cogliesse, cominciò a volere smontare della torre. E nov. 78. 10. Dove tu non vuogli, per certo egli converrà che io il ci colga. E nov. 82. 4. Pensarono, acciocchè la negazion non avesse luogo, di volerla far cogliere col giovane. [Camp.] Dant. Inf. 24. Poi disse: più mi duol che tu m'hai colto Nella miseria dove tu mi vedi. = E Purg. 5. (C) Quell'umido vapor, che in acqua riede Tosto che sale dove il freddo il coglie. E 17. Ricorditi, lettor, se mai nell'alpe Ti colse nebbia. [Val.] Gozz. Nov. 2. 148. Gli colse la notte vicini ad un monastero.

Petr. son. 148. (C) Così caddi alla rete, e qui m'han colto Gli atti vaghi, e l'angeliche parole. Disc. Calc. 18. E così côrre alla sprovvista gli avversarii. T. In senso di Prendere e Sorprendere ha Colligere Plin. nel Paneg.

[Val.] Segner. Dichiar. Patern. 3. 129. Ti sieno, addosso, per coglierti nella rete.

[Val.] Pomp. Vit. Plut. 3. 181. Facendo flagellare ed uccidere, quanti disertori vi potè cogliere.

[Giust.] Cogliere in mezzo dice più sorpresa di Prendere. Serdon. Stor. L. 4. Giudicando espediente ajutare il piccol numero de' suoi coll'arte, acciocchè i Malabari non potessero côrlo in mezzo, si deliberò combattere di lontano coll'artiglierie.

12. Per Rinvenire. Lasc. Sibill. 4. 6. (M.) Mos. Se per sorte gli avessero (gli sgherri) colte le spade? Ves. Ne gli menavano in prigione caldi caldi.

13. Cogliere in fallo dicesi propriamente quando la palla coglie in luogo dove sia fallo. E fig. dicesi quando le cose riescono contrarie al desiderio di alcuno. Car. Strac. 1. 3. (M.) Ah fortuna, fortuna, questi sono de' tuoi tratti, delle disgrazie, che tu mi mandi non ne coglie una in fallo. T. Cogliere sul fatto, nell'atto stesso del commetterlo. Sempre di male.

14. Cogliere alcuno in bugia, Scoprirlo bugiardo nell'atto che mentisce. Ambr. Cof. 3. 6. (C) Importaci Assai, acciò non ci cogliesse Bartolo in bugia.

E ass. T. Prov. Tosc. 299. Fa parlare un bugiardo, e l'hai côlto. – Ti ci ho côlto. (In questo e e in altri sensi.)

15. Per Colpire, Investire, Percuotere, o Dare, dove è diritta la mira. Petr. canz. 35. 3. (C) E come augello in ramo, Ove men teme, ivi più tosto è colto. Ar. Fur. 20. 126. Per non dare in fallo, Lo scudo in mezzo alla donzella colse. Tass. Amint. 4. 1. In vece sua colsi una pianta.

[Cors.] Sen. Ben. Varch. 4. 19. Attende a guardare che i mondi, che ruinano e gli caggiono di sopra e d'intorno, nollo colgano. [Val.] Cellin. Vit. 1. 197. Cogliendolo con un di que' canti in sul mezzo del capo, cadde come morto.

T. Prov. Tosc. 206. Pietra che va rotolando, non coglie mosche (Bisogna andare diritto e ratto.)

16. [Val.] Cogliere o Non cogliere indarno. Colpire o no bene. Varch. Stor. 1. 107. I colpi però per venire dal di sopra… poche volte o non mai coglievano indarno.

17. † Cogliere la mira. Porre o Prendere la mira. [Giust.] Serdon. St. L. 13. Mentre che Jacopo coglieva la mira per tirare a' nimici, venne una palla e diede nel focone del suo archibuso.

[Val.] Cogliere la mira, fig. Dar nel segno, Dire la verità, Profferire una cosa vera. Frott. Tre Suor. Etrur. 2. 178. Ella ha colto la mira; E' bisogna accordarsi.

18. † Per Contare; giacchè contando raccogliesi. Paol. Oros. 6. (Man.) Da Abraam infino ad Ottaviano imperadore, cioè infino alla natività di Cristo… si colgono anni duemila quindici.

19. [Camp.] Fig. Per Ravvisare, Discernere con a vista. Dittam. I. 3. Via più brutta A membro a membro la sembianza colsi; Pensa qual parve a figurarla tutta.

20. Per Trovare. Pallad. Gen. 26. (Mt.) La cagione perchè Palladio determina qui dell'ore, credo che, sia per avere la misura de' piedi, la quale all'ombra d'ogni uomo la potrei cogliere ad ogni ora del díe. [Val.] Vegez. 173. La misura si coglie in due modi: o vero un filo di refe sottile sbrigato nel capo della saetta si leghi…

21. Per Dedurre, Ritrarre, Inferire. Ott. Com. Dant. Inf. 1. 3. (M.) Cogliesi dunque che l'autore fosse di etade di trentacinque anni quando cominciò questa sua opera. Barber. Docum. 14. 15. (Gh.) Quindi cogliere uom dee Che sette vizii nel parlare stanno. Paol. Oros. 43. (Man.) Il numero degli affogati si puote cogliere da questo, che essendo gli ebrei seicento migliaja, sì temiano, e fuggiano. Sassett. Lett. 47. Cogliesi ciò dalle parole d'Averroe nel proemio della Comentazione magna. E 388. Donde manifestamente si coglie, che la cannella del Zeilan non può essere la medesima cosa che il cinnamomo.

22. † Per Accogliere. Guitt. Lett. 28. 73. (M.) Procacci che l'amor mio sia colto in vostra grazia. T. Fors'è da leggere Sia accolto.

23. Per Avvenire, Accadere, Incontrare. Fig. del § 11. Bocc. Nov. 50. 15. (C) Quantunque talvolta sciagura ne cogliesse ad alcuna. Vit. S. Gio. Batt, E guarda che bene te ne colga. Morg. 5. 26. Io dubito che mal non ce ne coglia. [Val.] Fatt. d'Enea. 147. Ci è mal côlto e mal pigliato. T. Liv. Dec. 1. 50. Il figliuolo, se non è ubbidiente al padre, sì gli coglierà male.

24. † Riscuotere, Farsi pagare. G. V. 4. 36. (Mt.) Per la fortezza di quello (castello) e che la strada vi correa appiè, coglieva pedaggio. (V. COLTA.)

25. Fare una cosa secondo che richiede un'altra che è in relazione comechessia. Vegez. 97. (Mt.) Fare si dee il campo quadrato, o a tre canti, o ritondo o vero lungo, secondo che al luogo si conviene, e da coloro che misurano il campo in tale modo si vorrà cogliere come vedranno che l'oste sia grande. E 161. Secondochè si fa alta (la torre), la sua ampiezza si coglie.

26. Coglierla diciamo il Far checchessia per l'appunto, e Non la coglie dicesi quando non riesce bene. Ros. Vit. Fil. Pand. cap. 1. (C) Alberto Magno… fe' una statua di metallo a sì fatti corsi di pianeti, e colsela sì di ragione, che ella favellava. Ambr. Cof. 4. 15. Io non vo' ch'e' la colgano Così netta: e se ne nasce scandolo, Suo danno; chè chi vuol male, mal abbia. Fir. Luc. att. 3. sc. 2. Ma tu non la côrrai; chè io ho chi me ne priega.

T. Fig. Le menti argute ci colgono; le potenti ci colpiscono. – Anco gli sventati colgono talvolta nel segno, e non sanno d'averci dato.

Dicesi Voi l'avete colta, o sim., e vale Voi vi siete apposto, Voi l'avete indovinata. Lasc. Sibill. 5. 7. (M.) Voi l'avete colta.

27. Coglierla dicesi proverb. per Conseguire il proprio intento. [Val.] Firenz. Nov. 7. 106. Tu non l'arai colta, tristo; e, se tu non mi ti levi dinanzi, io me n'andrò agli Otto.

28. E in prov. si dice: S'ei coglie colga; come a dire: Se la cosa riesce, riesca. Cecch. Serv. a. 1. sc. 2. (M.) S'ei coglie colga.

S'ella coglie, coglie, o vero Se co', colga, significa il medesimo. Salvin. Annot. Tanc. Buonar. p. 541. col. 1. (Gh.) Questo è il giuoco dell'etimologie, στοχάζεσθαι congetturare, e come si dice, s'ella coglie, coglie. Allegr. 145. ediz. Crusc. Da valent'uom, risoluto la do fuori alla buona (una certa mia opinione), e se co', colga; se non, faccia paura. [Val.] Malm. 2. 39. O veramente vi lascio l'ossa; S'ella coglie, coglie.

29. Cogliersela, o Côrsela, per Battersela, Andarsene. Buon. Fier. 1. 4. c. 8. (C) Essi da savii Quand'han veduto il bel, se la son colta. E 4. 4. 18. Non già io, no, non io, non ne vo' caccia, E pensato ho di côrmela. Malm. 4. 49. Poichè a dormire ognun se l'era colta, Entra in camera, e vien pian piano al letto, E trova appunto il tutto come ho detto.

30. † Cogliere animo addosso a uno vale lo stesso che Coglierlo in odio. V. § 35. Franc. Sacch. Nov. 14. (C) E' m'ha colto animo addosso: leggermente mi farebbe morire.

31. † Coglier baldanza sopra alcuno vale Pigliare autorità sopra ad uno. Introd. Virt. 45. (M.) Vinta la fede pagana tutta la terra d'oltremare, e convertita a sua legge, tutte le genti colsero baldanza sopra la fede cristiana.

32. Coglier cagione vale Trovar pretesto, cagione, scusa, o sim. Non com. Franc. Barb. 324. 7. (C) Nè mai coglier cagione Di trar le belle forse alla tua corte, Per veder quelle; ch'està è la tua morte. G. V. 9. 144. Mandò al suo fratello Arrigo, che era a Brescia, che cogliesse alcuna cagione, e si tornasse addietro.

33. † E Coglier cagione ad alcuno, che dicesi anche Trovar cagione. Accagionarlo di alcuna cosa, Incolparlo. Nov. ant. 72. 1. (C) Il Soldano, avendo bisogno di moneta, fu consigliato che cogliesse cagione a un ricco Giudeo, e poi gli togliesse il mobil suo.

34. Cogliere il tempo, o il suo tempo. Prendere il destro, l'opportunità. Dant. Inf. 22. (C) Lo Navarrese ben suo tempo colse. (T. Per Iscappare. Virg. Arrepto tempore.) = Bern. Orl. 1. 21. 22. (C) Rinaldo, che aspettava, il tempo ha colto. T. Cogliere l'occasione.

35. † Cogliere in odio alcuno. Prendere a odiarlo. Dittam. 1. 13. (C) Cui Circes per amore in odio il colse.

36. Cogliere in pieno. V. PIENO.

37. † Côrre in iscambio, e in cambio, vale Credere che uno sia un altro. Bocc. Nov. 20. 13. (C) Guardate che voi non m'abbiate colta in iscambio. E nov 27. 45. Voi m'avete colto in iscambio. Fir. Luc. 5 7. Or so io la cagione, per che questa monna colei vi colse in iscambio.

38. † Côr l'agresto vale Rubare. Modo basso. Ciriff. Calv. 3. 72. (C) Quando gli parve l'ora di nettare, E côr l'agresto della salmeria.

39. Côrre la rosa e lasciar star la spina, modo prov. che vale Pigliar il buono delle cose, e lasciare il cattivo. Pist. S. Giral. (C) Colgo e piglio dalla terra le rose, e lascio le spine.

40. † Côr posta vale Appostare. Star. Ajolf. (C) E ora faceva danno da un lato, e ora da un altro, e durò bene un mese, e di lui non si potea côr posta. [Val.] Pucc. Centil. 7. 47. E que' di Montevarchi colser poste La notte dell'Apostol San Matteo.

† E fig. Cecch. Assiuol. 4. 4. (M.) In queste cose e' non si può côrre posta ferma (far giudizio certo).

41. † Coglier pruova vale Studiarsi di provare. Passav. 236. (Mt.) Pertinacemente le sue parole… difendendo e affermando; cogliendo pruova e volendo che la sua stia di sopra.

42. † Coglier sete vale Aver sete. [Val.] Pecor. 4. 1. La donna disse: Io so che voi avete côlto sete, e però io voglio che voi beate prima che v'andiate a dormire.

43. Cogliere sollazzo, o diletto. Dilettarsi, Sollazzarsi. Più com. Cogliere i piaceri e sim. Marc. Pol. Viagg. 77. (M.) Il gran Sire…, coglie ben sollazzo e diletto; e tutti gli altri cavalieri cavalcano attorno al Signore.

44. [Mor.] Cogliere una persona a ciocche come i fiori. Usare con lei modi umili per tôrle occasione di dare in risentimenti: Ho un marito così rubesto, che se non lo colgo a ciocche come i fiori, pover'a me! T. Dalla cura che prendesi nel cogliere i fiori che sono a ciocche, per non lasciare mezza la ciocca e non istrappare dell'altra.

45. T. Cogliere un bacio (oscula legere) può essere più affettuoso che il semplice Baciare. – Dell'alito di Didone morente dice la sorella: Io fra' miei labbri il colga (ore legam).

46. [Val.] Coglier uno. Giuntarlo. Tasson. Secch. 4. 56. Il Conte, che tenea l'orecchie intente, Dicendo: a fe', tu non mi coglierai…

47. Cogliere uno sul far della luna vale Trovarlo in buona. Cecch. Dot. 2. 4. (M.) Io so che l'ho colto sul far della luna. (Qui ironicamente, quasi di contrattempo.)

48. † Coglier vizio vale Viziarsi, Guastarsi, Corrompersi. Pallad. cap. 6. (Man.) Nutrichinsi anguille e pesci nelle cisterne, acciocchè l'acqua si muova dal lor movimento, e non colga vizio di grossezza per stare in riposo.

49. (Mar.) [Fin.] Disporre una fune a spire soprapposte per modo che occupi poco spazio e sia pronta a prolungarsi senza che s'impacci prendendo volte e colli sopra se stessa.

[Cont.] Cogliere una fune sul subbio dell'argano. Cr. B. Naut. med. I. 51. Cogliendo nel suo asse le vette, che izzano l'antenna, egli non è dubbio, che (l'argano) è più atto ad izzarla (la vela) che non fa la turba de' remieri a forza di braccia.

(Mar.) [Fin.] Cogliere da festa Cogliere con cura e con eleganza e facendo ove d'uopo delle bozzature ai cavi perchè non si scompongano dopo l'esser stati colti.

(Mar.) [Fin.] Cogliere da vela. Cogliere in modo che i cavi possano venire filati e prolungati colla massima facilità.
Gran Dizionario Teorico-Militare del 1847
Cogliere scarso - Si dice quando il colpo o simile ferisce obliquamente, o colla parte più debole dell'arme. I Francesi esprimono una parte di questa idea coi verbi, Effleurer, Friser, Raser. [immagine]
Cogliere - in pieno od in piena. Si dice quando un colpo o simile ferisce direttamente o colla parte più forte dell'arme o d'altro istrumento; chè non andando per diritto si direbbe cogliere scarso. [immagine]
Cogliere - e Corre, v. att. In franc. Atteindre, Frapper au but. Colpire, Investire, Dare nel segno al quale si è posta la mira. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: cogliendo, cogliente, coglienti, coglierà, coglierai, coglieranno, coglierci « cogliere » coglierebbe, coglierebbero, coglierei, coglieremmo, coglieremo, cogliereste, coglieresti
Parole di otto lettere: coglierà « cogliere » coglierò
Lista Verbi: cofinanziare, cogestire « cogliere » coibentare, coincidere
Vocabolario inverso (per trovare le rime): conigliere, guerrigliere, consigliere, artigliere, quartigliere, bottigliere, cavigliere « cogliere (ereilgoc) » accogliere, riaccogliere, raccogliere, scogliere, sciogliere, disciogliere, risciogliere
Indice parole che: iniziano con C, con CO, iniziano con COG, finiscono con E

Commenti sulla voce «cogliere» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze