Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «corto», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Corto

Aggettivo
Corto è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: corta (femminile singolare); corti (maschile plurale); corte (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di corto (basso, ristretto, limitato, striminzito, ...)
Nomi Alterati e Derivati
Diminutivi: cortino, cortetto.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Corso « * » Corvo]
Giochi di Parole
La parola corto è formata da cinque lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e tre consonanti.
Divisione in sillabe: cór-to. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: torco (scambio di consonanti), troco.
Componendo le lettere di corto con quelle di un'altra parola si ottiene: +ani = arcinoto; +[ali, ila, lai] = articolo; +bea = artocebo; +[sai, sia] = astorico; +fai = atrofico; +[abc, cab] = broccato; +aia = carotaio; +ani = carotoni; +nei = cetorino; +[ile, lei] = cetriolo; +ani = citarono; +alé = colatore; +[ali, ila, lai] = colatori; +ala = colorata; +alé = colorate; +[ali, ila, lai] = colorati; +[ali, ila, lai] = colorita; +[ile, lei] = colorite; +ili = coloriti; +nel = coltrone; ...
Vedi anche: Anagrammi per corto
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: certo, coito, colto, conto, copto, cormo, corno, corpo, corro, corso, corta, corte, corti, corvo, costo, cotto, morto, porto, sorto, torto.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: aorta, aorte, forte, forti, morta, morte, morti, porta, porte, porti, sorta, sorte, sorti, sortì, torta, torte, torti.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: orto, coro.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: corteo, scorto.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si può avere: potrò.
Antipodi inversi: se si sposta l'ultima lettera all'inizio (con eventuale cambio) e si inverte il tutto si può avere: troco.
Parole con "corto"
Iniziano con "corto": cortoraggi, cortoraggio, cortocircuita, cortocircuiti, cortocircuito, cortocircuitò, cortometraggi, cortocircuitai, cortometraggio, cortocircuitano, cortocircuitare, cortocircuitate, cortocircuitato, cortocircuitava, cortocircuitavi, cortocircuitavo, cortocircuiterà, cortocircuiterò, cortocircuitino, cortocircuitammo, cortocircuitando, cortocircuitante, cortocircuitasse, cortocircuitassi, cortocircuitaste, cortocircuitasti, cortocircuiterai, cortocircuiterei, cortocircuitiamo, cortocircuitiate, ...
Finiscono con "corto": scorto, scortò, accorto, riaccorto, malaccorto, ultracorto.
Contengono "corto": accortosi.
»» Vedi parole che contengono corto per la lista completa
Parole contenute in "corto"
orto.
Incastri
Inserendo al suo interno pet si ha CORpetTO; con set si ha CORsetTO; con azza si ha CORazzaTO; con dona si ha CORdonaTO; con ruga si ha CORrugaTO; con responsabilizza si ha CORresponsabilizzaTO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "corto" si può ottenere dalle seguenti coppie: coatto/attorto, coeso/esorto, coi/irto, como/morto, cosa/sarto, cosca/scarto, cose/serto, cosmo/smorto, coso/sorto, costo/storto, corali/alito, coralità/alitato, corazzerà/azzerato, corda/dato, cordata/datato, cori/ito, cormi/mito, cormo/moto, corna/nato, cornetta/nettato, corno/noto...
Usando "corto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ceco * = certo; * tofu = corfù; * tomi = cormi; * tomo = cormo; * toni = corni; * tono = corno; * topi = corpi; * topo = corpo; * torà = corra; * tori = corri; * toro = corro; * tosa = corsa; * tosi = corsi; * toso = corso; fuco * = furto; poco * = porto; seco * = serto; abc * = aborto; * toner = corner; acceco * = accerto; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "corto" si può ottenere dalle seguenti coppie: coop/porto, coramina/animato, cornetta/attento, corpo/opto, corra/arto, corre/erto, corri/irto, corro/orto, corrose/esorto, corrotta/attorto, corsetta/attesto.
Usando "corto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * otica = corica; * otico = corico; * ottile = cortile; * ottili = cortili; * otoplastica = coroplastica; * otoplastiche = coroplastiche.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "corto" si può ottenere dalle seguenti coppie: cordini/todini, cordino/todino, corfù/tofu, cormi/tomi, cormo/tomo, corner/toner, corni/toni, cornici/tonici, corno/tono, corpetti/topetti, corpetto/topetto, corpi/topi, corpini/topini, corpino/topino, corpo/topo, corra/torà, correrà/torera, correre/torere, correrò/torero, corri/tori, corro/toro...
Usando "corto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: furto * = fuco; * dato = corda; * mito = cormi; * moto = cormo; * nato = corna; * noto = corno; * poto = corpo; * rito = corri; * sito = corsi; * vito = corvi; * voto = corvo; * veto = corvè; accerto * = acceco; coperto * = copeco; * alito = corali; * reato = correa; * datato = cordata; * posato = corposa; * ridato = corrida; * rivoto = corrivo; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "corto" (*) con un'altra parola si può ottenere: * la = clorato; * li = clorito; * ola = colorato; * oli = colorito; dea * = decorato; san * = scortano; sta * = scortato; * lare = cloratore; * lari = cloratori; * pena = copertona; * pene = copertone; * peni = copertoni; * piri = copritori; * poli = coprolito; * spia = cospirato; ripe * = ricoperto; rida * = ricordato; sola * = scolorato; soli * = scolorito; scia * = scorciato; ...
Frasi con "corto"
»» Vedi anche la pagina frasi con corto per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • L'alunno corto viene solitamente messo in prima fila rispetto a quello alto.
  • In piena notte, rimasto a corto di sigarette, uscì in cerca di un distributore automatico.
  • Ieri sera abbiamo dovuto liberare il locale a causa di un corto circuito.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Corto (di), Fra breve, Fra poco - Di corto ha la proprietà di significare poco tempo passato o da passare. « È arrivato ora di corto; Di corto sarò costà». In questo secondo senso però dall'uso comune è quasi sparito; e si dice Fra poco o Fra breve: il primo quando il tempo da scorrere è piccolissimo; il secondo quando è pur piccolo, ma relativamente maggiore. [immagine]
Dinanzi, Poc’anzi, Di poco, Poco fa, Ultimamente, Di recente, Di fresco, Di corto, Fra poco, Or’ora, Ora, Fra un momento, In questo momento - Dianzi accenna breve spazio di tempo già decorso. - «C’è stato dianzi.» - Spazio tanto o quanto maggiore indica il Poc’anzi; ma non è dell’uso familiare, e parrebbe affettazione. - Di poco vuol dire che una cosa è avvenuta da poco tempo; ma, oltre che non è dell’uso familiare, ha molto del relativo. – Dove il Poco fa è positivo e viene a dire Pochi momenti innanzi. – Molto del relativo hanno le tre seguenti: Ultimamente, Di recente, Di fresco, che tutte indicano tempo prossimamente passato, ma considerato per rispetto a periodi più o meno lunghi. Per esempio, se si considera il secolo, si dirà Ultimamente anche di cosa avvenuta da qualche anno e dopo la quale non n’è avvenuta altra eguale. - Di recente e Di fresco però sono più circoscritte, e, anche considerate per rispetto al secolo, non hanno idea di lungo spazio di tempo corso tra mezzo. – E Di fresco lo accenna minore che Di recente. – La voce Di corto indica anch’essa piccolo spazio; ma, come l’Olim dei Latini, si riferisce a tempo passato e a tempo avvenire. - «È partito ora di corto; Di corto sarà qui;» ma nel secondo significato si usa raramente. - Fra poco significa breve spazio di tempo avvenire, ma ha del relativo. - Or’ora è più positivo, e accenna tempo prossimo avvenire. Si usa però anche di tempo passato. - «Or’ora vengo; È partito or’ora.» - La voce Ora, usata a modo d’avverbio, indica la maggior prossimità di tempo o avvenire o passato. Quando uno è chiamato, risponde: Ora vengo; e spesso si dice: «È partito ora;» e per maggior efficacia si dice Fra un momento, se parlasi di tempo futuro: «Fra un momento sarà qui;» e si dice In questo momento, se di tempo passato: «È andato via in questo momento.» [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Breve, Corto, Piccolo, Succinto - Breve dicesi del tempo, o dell'affare, relativamente al tempo che occupa; discorso breve, breve cammino, e anche breve spazio. Corto relativamente a lunghezza determinata di spazio: a voler parlar esattamente, vita corta, secondo me, è mal detto, mentre meglio può dirsi vita breve. Piccolo, dicesi o della statura, o della capacità. Succinto non solo val corto o breve, ma appositamente abbreviato o per qualche strettezza propria, o a cagione di non far pompa inutile: abito, discorso succinto. [immagine]
Ultimamente, Di recente, Di corto, Poco fa, Or ora, Di fresco, Di poco, Poc’anzi, Dianzi, Da poco, Tra poco - Ultimamente può dire l'ordine di successione rispetto al tempo: ultimamente si fecero delle feste più belle d'assai delle prime. Di recente esprime la freschezza della data: le nuove giunte di recente sono interessantissime. Di corto esprime meglio la prestezza del fare: tagliar corto, andar di corto alla conclusione. Poco fa, la tenuità del tempo trascorso: chi avrebbe detto poco fa che tali cambiamenti in politica sarebbero stati possibili? Or ora, l'imminenza del momento futuro e anco del passato: è passato or ora; saremo or ora da voi. Poc'anzi dice cosa che di poco trascorse, che è poco poco lontana; non vi rammentate le cose poc'anzi dette? chi direbbe che poc'anzi costui la pensava tutt'all'opposto?

«Di fresco, bene Tommaseo, cade più proprio là dove alla cosa di cui parliamo può a qualche modo appropriarsi un'idea di freschezza, maritata di fresco, nuova venuta di fresco, frutta colte di fresco». Dianzi, esprime un'antecedenza relativa a un dato termine o punto di partenza: andate dianzi ad avvertire vostro padre. Di poco è opposto a di molto, tempo, importanza o altra entità. Da poco è più veramente relativo a valore: uomo da poco; cose, parole da poco, cioè che poco e quasi nulla valgono: da ciò s'è fatto dappoco che è un aggettivo sostantivato: essere un dappoco vale e senza coraggio, e senza punto d'onore, e senza valore essenziale qualsiasi, e vale più che non dice, perchè significa peggio che da nulla; in fatto un uomo da nulla sarà uno stupido, un ignorante; un dappoco è o vile o avvilito. Tra poco è avverbio di tempo futuro: verrò tra poco, tra poco ci vedremo. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: cortisonico, cortisonoterapia, cortisonoterapie, cortissima, cortissime, cortissimi, cortissimo « corto » cortocircuita, cortocircuitai, cortocircuitammo, cortocircuitando, cortocircuitano, cortocircuitante, cortocircuitare
Parole di cinque lettere: corti « corto » corvè
Lista Aggettivi: corticale, cortigiano « corto » corvino, cosciente
Vocabolario inverso (per trovare le rime): irto, flirtò, flirto, mirto, orto, aborto, antiaborto « corto (otroc) » ultracorto, accorto, riaccorto, malaccorto, scorto, scortò, conforto
Indice parole che: iniziano con C, con CO, iniziano con COR, finiscono con O

Commenti sulla voce «corto» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze