Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «crescere», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Crescere

Verbo
Crescere è un verbo della 2ª coniugazione. È un verbo irregolare, sia transitivo che intransitivo. Ha come ausiliare sia avere che essere. Il participio passato è cresciuto. Il gerundio è crescendo. Il participio presente è crescente. Vedi: coniugazione del verbo crescere.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di crescere (diventare grande, maturare, migliorare, diventare adulto, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Crescenze « * » Crescerebbe]
Giochi di Parole
La parola crescere è formata da otto lettere, tre vocali (tutte uguali, è monovocalica) e cinque consonanti. Lettera maggiormente presente: e (tre).
Divisione in sillabe: cré-sce-re. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di crescere con quelle di un'altra parola si ottiene: +the = cerchereste; +hit = cercheresti; +sos = crescessero; +[adì, dai, dia] = decrescerai; +tai = esecratrice; +[ari, ira, ria] = scarcererei; +bob = scorcerebbe; +sto = scorcereste; +sto = scroscerete; +tao = stercoracee; +[atte, tate, teta] = accertereste; +[atti, tait] = accerteresti; +alta = acclarereste; +[dato, dota] = accordereste; +[gota, toga] = accorgereste; +[opta, pota] = accorpereste; +[arto, atro, rota, ...] = accorrereste; +[arti, atri, irta, ...] = arriccereste; +baht = bracchereste; +[arte, atre, erta, ...] = carcerereste; +[arti, atri, irta, ...] = carcereresti; +thai = carichereste; +loti = circolereste; ...
Vedi anche: Anagrammi per crescere
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: crescerà, crescerò, crescete.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: cece, rese, sere.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: crescerei, crescerle, crescerne.
Parole con "crescere"
Iniziano con "crescere": crescerei, cresceremo, crescerete, crescerebbe, cresceremmo, crescereste, cresceresti, crescerebbero.
Finiscono con "crescere": accrescere, decrescere, ricrescere, rincrescere.
Contengono "crescere": accrescerei, decrescerei, ricrescerei, accresceremo, accrescerete, decresceremo, decrescerete, ricresceremo, ricrescerete, accrescerebbe, accresceremmo, accrescereste, accresceresti, decrescerebbe, decresceremmo, decrescereste, decresceresti, ricrescerebbe, ricresceremmo, ricrescereste, ricresceresti, accrescerebbero, decrescerebbero, ricrescerebbero.
»» Vedi parole che contengono crescere per la lista completa
Parole contenute in "crescere"
ere, cere, esce, cresce.
Incastri
Inserito nella parola dei dà DEcrescereI; in rii dà RIcrescereI; in demo dà DEcrescereMO; in rimo dà RIcrescereMO; in demmo dà DEcrescereMMO; in deste dà DEcrescereSTE; in desti dà DEcrescereSTI.
Inserendo al suo interno est si ha CRESCERestE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "crescere" si può ottenere dalle seguenti coppie: creme/mescere, crena/nascere, crepa/pascere, cresta/tacere, cresciuti/iutiere.
Usando "crescere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: accresce * = acre; * rete = crescete; * rendo = crescendo; * evi = crescervi; * resse = crescesse; * ressi = crescessi; * reste = cresceste; * resti = crescesti; * ressero = crescessero.
Lucchetti Riflessi
Usando "crescere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erte = crescete; * errai = crescerai.
Lucchetti Alterni
Usando "crescere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * nascere = crena; * pascere = crepa; * tacere = cresta; cresceremo * = remore; acre * = accresce; * aie = crescerai; * mie = crescermi; * vie = crescervi; * iutiere = cresciuti; * remore = cresceremo; cric * = ricrescere.
Sciarade incatenate
La parola "crescere" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: cresce+ere, cresce+cere.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "crescere"
»» Vedi anche la pagina frasi con crescere per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ricordo che quando ero piccina non vedevo l'ora di crescere!
  • Crescere è qualcosa che non scegliamo, ma che dobbiamo accettare e vivere.
  • Ci vorrebbero dieci giorni consecutivi di pioggia per veder crescere queste piantine striminzite.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Crescere, Aumentare, Accrescere - Crescere è per opera della nutrizione e dell'intimo svolgimento delle parti; e denota l'inalzarsi, l'ingrossarsi, l'allungare, il rinforzare. Le piante, i fanciulli, la luna crescono. - L'Aumentare è addizione di parti simili; è un farsi maggiore la quantità. Le piante crescono e, crescendo, aumentano di grandezza. - « L'ambizione cresce coll'aumentarsi della ricchezza. » - Accrescersi è l'aggiunger quantità a quantità, e specialmente numerata. - « La famiglia, in questo tempo si è accresciuta di due persone. » [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Crescere, Aumentarsi

Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Crescere - V. n. ass. L'aumentarsi di checchessia per qualsivoglia verso, e anche ass. vale Farsi maggiore, Prendere aumento. Aureo lat.

† Uscite antiche. Stor. S. Eustach. 269. (C) In quello temporale che Trajano imperadore stava nello 'mperio di Roma, e cresse (crebbe) la crudelità dei Romani. Cavalc. Espos. Simb. 1. 38. E così delle loro pene cresse lo gaudio loro. E Att. Apost. 37. Cresciendo il numero de' discepoli. E 38. E 'l fervore del predicare crescieva. E 42. E 77. Guitt. Lett. 18. 48. E nell'ufficio (di Assessore d'Arezzo) crevve (crebbe) la fama vostra.

T. Crescette per Crebbe, Bellarm. Stor. Sen. 1. Rut. 1.

Bocc. Introd. 5. (C) Delle quali (enfiature) alcune crescevano come una comunal mela. (Tom.) Rut. 1. Se io partorissi figliuoli, e se voi voleste aspettare insino a tanto ch'eglino crescessono. Bocc. Nov. 18. 18. Violante… venne crescendo e in anni e in persona e in bellezza. G. V. 1. 26. 1. Dappoi che Romolo e Remolo furono cresciuti in loro etade… cominciaro a signoreggiare tutti gli altri pastori.

T. Assol. Il fanciullo cresce (dimolto e presto).

T. Delle generazioni degli uomini. Genes. Crescete e moltiplicate.

T. Di piante. Vang. Considerate i gigli come crescono. – Lasciate gli uni e gli altri crescere fino alla mietitura (il grano e la zizzania).

T. Prov. Tosc. 281. Mentre l'erba cresce, muore il cavallo. – O Aspetta, cavallo, che l'erba cresca. (Di lunghe aspettazioni.) E 285. Chi tosto cresce, tosto manca. (Di fortune subite.)

T. Prov. Tosc. 253. Quanto più manca la roba, tanto più cresce lo strepito (rumore in casa).

[Cont.] Ammonticchiarsi. Cell. Scul. 4. Le brace che cascano fanno sì gran monte sotto alla detta graticola, che alcune volte le sono cresciute tanto in su, che l'hanno tenuto la virtù del vento al fornello.

[Cont.] Alzarsi, Far forza. Cell. Oref. 22. Col martello si va battendo… questo detto argento cresce in modo di un cappello, voglio dire in modo di una coppa: la quale forma ha da essere nel modo del corpo del vaso.

[Cont.] L'alzarsi delle acque di un fiume o d'altro. Gugl. nat. fiumi, 86. Elevatasi l'acqua a tanta altezza, che le potesse bastare per iscaricarsi, non crescerebbe ella di vantaggio, ma in tale stato continuerebbe il suo moto, quando si continuassero gl'impedimenti medesimi. Aleo. Ripar. Somm. 52. Non essendo in obedienza si dilataranno (le acque) per le valli, ma per questa dilatazione de' fiumi che crescono, e calano in otto, o dieci ore, potrà mai alzarsi tanto la valle, che la sua altezza si faccia maggiore di quella degli argini del Po.

[Cont.] Il Gonfiarsi de' legnami. Serlio, Arch. IV. 190. v. Sempre la natura de' legnami è di calare, e di crescere secondo i tempi secchi, o umidi. Zonca, Macch. 11. È d'avertire, che 'l legno stando in acqua per l'umidità non cresce mai per la sua lunghezza, ma ben si gonfia per la sua grossezza.

[Cont.] Della calce. Branca, Man. arch. I. 3. Si conosce la buona (calcina) se è viscosa, tenace, se vuole assai acqua per isfocarla, se cresce assai, e sia di buon nervo.

[Cont.] In forza di Sost. L'Aumentare della lunghezza dei giorni. Barbaro, Arch. Vitr. 386. Quivi ci rende Vitruvio la ragione del crescere, e del calare de i giorni.

2. Fig. T. Car. En. 1. Li suoi Dei Ripose in Lazio: onde cotanto crebbe Il nome de' Latini. = Bocc. Nov. 15. 37. (C) Di che la paura gli crebbe forte. Dant. Inf.6. Maestro, esti tormenti Cresceran ei dopo la gran sentenza? T. E 33. Il duol che trova in sugli occhi rintoppo, Ritorna in entro a far crescer l'ambascia. =Petr. son. 12. (C) Quanto ciascuna è men bella di lei, Tanto cresce il desio che m'innamora. G. V. 4. 14. 2. Questi crescendo poi in bontade, venne in istato.T. In virtù, in malizia.

[F.T-s.] Gio. Fabr. Com. Ter. 53. 11. Io ti prego per la nostra amicizia, che, cominciata da piccolo, è cresciuta insieme con l'età. (Amicitiam… quae, incepta a parvis, cum aetate accrevit simul.) E 206. 7. Invero e' mi fa crescere l'animo. (Mihi quidem addit animum.)

3. T. Assol. D. 1. 24. La bestia ad ogni passo va più ratto, Crescendo sempre (in celerità) insin ch'ella il percuote. Così della musica.

[Cont.] N. pass. G. G. Cand. lun. III. 200. Questo discorso, tanto chiaramente rende la ragione del crescersi, e calarsi il lume della luna.

4. [Camp.] Per Venire in grande stato. Volg. Bib. I. 41. Lo nome del secondo chiamò Efraim, dicendo: Iddio ha fatto me crescere nella terra della mia povertà (crescere).

5. [Camp.] Ellitt., per Crescere in potenza. Comp. ant. Test. Tra questi due re era grande controversia; ma David cresceva, ed Isboset dicresceva.

6. Crescere di checchessia vale Trarne utile, profitto. Dav. Scism. 14. (M.) Di tal divorzio per tutto si ragionava: soli quei che speravano di crescerne, tal novità ajutavano.

7. Crescere in grazia di alcuno, Essere prediletto da lui. T. Ar. Fur. 5. 34. Crescer tanto in grazia al suo signore… Che la figliuola sua per moglie avesse

8. Crescere di fama, di religione, e sim. Vit. S. Gio. Gualb. 296. (Mt.) Udendo intra questo mezzo madonna lppa, badessa di Santo Ilario, il luogo di Vallombrosa essere cresciuto di fama e di religione, dotollo di buone possessioni.

9. Crescere d'abitanti, parlando di città o sim. M. Vill. (Mt.) La detta città multiplicò e crebbe d'abitanti.

10. Nell'arte della scherma Crescere innanzi significa Avanzarsi, Spignersi innanzi colla persona. Ar. Fur. 2. 9. (M.) Or li vedi ire altieri, or rannicchiarsi; Ora coprirsi, ora mostrarsi un poco; Ora crescere innanzi, ora ritrarsi.

[Cont.] Docc. Tratt. scherma, 93. Adesso che vi siate accomodato in guardia, e vi state bene, se l'avversario vi tirassi una punta sopra il brocchiere per alla volta del viso, andrete con la faccia del brocchiere a pigliare la detta punta, e nel tempo medesimo voi crescerete per innanzi col piè destro, e gli spignerete una punta per il mezzo tra la spada ed il brocchiere, inverso la spalla destra.

(Chim.) [Sel.] Crescere di volume. È quel Tumefarsi con uniformità che fanno le sostanze quando siano scaldate, per la dilatazione a cui soggiacciono tutti i corpi in cui si aumenta di temperatura.

11. [Camp.] † Crescere incontro, per Assalire con violenza e in gran numero. Bibb. S. Greg. Prol. I. in Job. E conciofossecosachè ancora l'animo mi costringesse di servire al presente mondo come in apparenza, cominciarono a crescermi incontro molte sollicitudini del mondo medesimo.

12. Fig. [Giust.] Serdon. St. 4. 7. Dal qual successo i Portoghesi, cresciuti d'animo, s'accostarono colla vincitrice armata.

13. [M.F.] Crescere a occhi, ovvero a occhiate, si dice di ragazzo, o di biade, che crescono di maniera che quasi pare si veggano crescere. Serdonat. Proverb.

14. In att. signif., per Accrescere, Aumentare. (C)

G. V. 1. 48. 1. (C) E crebbono assai la città di Pisa. E 7. 14. 8. Dal qual comune benignamente fu cresciuto, guardato e migliorato suo patrimonio. Dant. Inf.9. E che più volte v'ha cresciuto doglia. E Par. 18. Sì m'accorsi io che 'l mio girare intorno Col cielo insieme avea cresciuto l'arco. Amet. 89. I cittadini, lieti per doppia cagione…, aggiunsero sacrificii al loro Dio, e crebbero il numero de' sacerdoti. T. Lat. Brun. Cic. Inv. volg. Comm. 83. Quando l'uditore è… cruccioso, chi volesse acquistare da lui pace così subitamente per poche e aperte parole…, certo non la troverebbe, ma crescerebbe l'ira e infiammerebbe l'odio. = Cas. Oraz. Cod. Ven. 150. (C) Siccome lieto arbore, in fecondo terreno posto, i suoi verdi rami di tempo in tempo cresce e dilata. E lett. pag. 54. (M.) E Son. 40.

T. Gli cresceranno la paga.

T. Ass. Non gli crescono. – Non crescono.

(Mar.) [Cont.] Crescere le vele. Fal. Vas. quadri, I. 7. Usare tutte quelle diligenze possibili, od appoparlo, o provarlo (il vascello), e crescere vele o scemare di poppa o di prua secondo si vede il bisogno.

15. E per Produrre, Generare. Soder. Colt. 69. (M.) Hacci di quelli che affermano che non sia per crescere viticci la vite se con uno stajo di morchia,…

16. Per Allevare. Bocc. Nov. 18. 29. (C) Voi dalla povertà di mio padre togliendomi, come figliuola cresciuta m'avete. Dant. Inf. 23. Io fui nato e cresciuto Sovra 'l bel fiume d'Arno alla gran villa. Guid. G. Pirro era col re Licomede suo avolo, il quale il cresceva nelle giovanili armi. Franc. Sacch. Op. div. 97. Notino i padri e le madri, che crescono i loro figliuoli dicendo,…

17. [Garg.] Crescere di tono il rame sbracco, Operazione che si fa dagl'Intagliatori, sia rientrando col bulino nei segni consueti del rame, sia passandovi sopra una preparazione composta di varii in gredienti.

18. (Mus.) [Ross.] Crescere, dicesi di un Tuono, d'una Intonazione che è alquanto più alta del dovere. Tos. 12. Se un soprano intuona il Delasolre diesis acuto, come l'Elafa, chi ha l'orecchio fino sente, che stuona, perchè, quest'ultimo cresce. Marc. 6. 44.

[Ross.] Per Abitudine o Difetto di crescere, inerente ad una voce. Zacc. 1. 1. 68. Tra (le voci) che calano e che crescono nel cantare, si hanno piuttosto da tôr quelle che crescono, che l'altre che calano.

[Ross.] Salire, Ascendere, Elevarsi. Gasp. 4. 13. Se dopo le tre semiminime replicassero l'istesse note con crescere, o salire un altro grado, a quella che (cui) si è data la sesta maggiore, la seconda volta si dia sesta minore. Sacch. num. 23. 24. Potrà il cembalo stesso aversi come una scala continua, la quale vada crescendo di mezza in mezza voce.

[Ross.] In senso att. Crescer la voce, Aumentarne la forza. Don. 2. 24. 71. Lo scemarla (la voce) a poco a poco riesce più affettuoso, che il crescerla. Cacc. 4. Crescere la voce con un poco più spirito.
Crescere - S. m. Lo stesso che Crescimento. Com. Par. 16. 375. (C) Tuttochè in questi cresceri e discresceri s'osservi la regola prima.

T. La pianta, Il giovanetto è nel crescere (nel tempo che sogliono crescere); in crescere (nell'atto del crescere); sul crescere (presso al tempo o all'atto del crescere).
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: crescenti, crescenza, crescenze, crescerà, crescerai, cresceranno, crescerci « crescere » crescerebbe, crescerebbero, crescerei, cresceremmo, cresceremo, crescereste, cresceresti
Parole di otto lettere: crescerà « crescere » crescerò
Lista Verbi: crepare, crepitare « crescere » cresimare, criminalizzare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): estorcere, distorcere, nascere, prenascere, rinascere, pascere, mescere « crescere (erecserc) » accrescere, decrescere, ricrescere, rincrescere, viscere, conoscere, riconoscere
Indice parole che: iniziano con C, con CR, iniziano con CRE, finiscono con E

Commenti sulla voce «crescere» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze