Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «danaro», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Danaro

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola danaro è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
È una parola bifronte senza capo né coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (rana).
Divisione in sillabe: da-nà-ro. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: adorna, arando, ardano, radano.
danaro si può ottenere combinando le lettere di: don + ara; ora + dna; rna + oda.
Componendo le lettere di danaro con quelle di un'altra parola si ottiene: +bob = abbordano; +bui = abiurando; +[evi, vie] = aderivano; +poe = adoperano; +oro = adorarono; +avo = adoravano; +sir = adornarsi; +tir = adornarti; +[est, set] = adornaste; +[ire, rei] = adornerai; +mio = adorniamo; +uno = adunarono; +con = ancorando; +rna = andorrana; +gol = androloga; +[csi, ics, sci] = androsaci; +nel = annodarle; +nei = annoderai; +pop = approdano; +mie = armadione; +mal = armandola; +sim = armandosi; +psi = aspirando; +sos = assordano; ...
Vedi anche: Anagrammi per danaro
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: danari, denaro, dinaro.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: canard, canari, lanari, panare, sanare.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: darò.
Parole con "danaro"
Iniziano con "danaro": danarosa, danarose, danarosi, danaroso, danarosamente.
Parole contenute in "danaro"
aro, dan. Contenute all'inverso: ora, rana.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "danaro" si può ottenere dalle seguenti coppie: dadi/dinaro, datassi/tassinaro.
Usando "danaro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: padana * = paro; pedana * = pero; bardana * = barro; manda * = mannaro.
Lucchetti Riflessi
Usando "danaro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * orante = date; * oranti = dati; * orate = dante.
Lucchetti Alterni
Usando "danaro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * dinaro = dadi; mannaro * = manda; pero * = pedana; danarose * = rosero; barro * = bardana; * tassinaro = datassi; * rosero = danarose.
Sciarade e composizione
"danaro" è formata da: dan+aro.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "danaro" (*) con un'altra parola si può ottenere: * non = dannarono; sogno * = sdoganarono.
Frasi con "danaro"
»» Vedi anche la pagina frasi con danaro per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • In genere è bene non prestare danaro ad un amico: c'è il rischio di perdere i soldi e l'amico.
  • Di solito non porto molto danaro in tasca quando esco: è un'abitudine acquisita da quando ho avuto uno scippo.
  • Prima di fare grossi acquisti è meglio controllare quanto danaro si ha a disposizione.
Proverbi
  • Il tempo è danaro.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Danaro, Pecunia - Il primo è termine nobile e che si dice sul serio; il secondo è dello stile burlesco, o almeno dell'affettato, perché è latinismo non necessario, essendovi il preciso corrispondente in denaro: se il Botta ha detto pecunia non coniata (1), ha contraddetto gratuitamente alla tradizione istorica, perché si sa che pecunia viene da pecus, e ciò perché una pecora era coniata sulle prime monete dei Romani.

(1) Si scarseggiava di pecunia non coniata. Botta, passo citato nel Dizion. del Tommaseo. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Danaro di S. Pietro - Sotto il pontificato di Leone IV. Ethelwolf essendo a Roma rese il proprio regno tributario verso la Santa Sede di uno scellino a famiglia per un anno. E' quel tributo che si chiamava il danaro di S. Pietro, e che si pagò in tutta l'Inghilterra fino al regno di Enrico VIII. [immagine]
Danaro - I Romani si valsero lunga pezza di moneta di bronzo, che chiamavano as, invece di æs (bronzo) o libbra, o pondo, perchè pesava una libbra. Nell'anno di Roma 485. si cominciò a coniare moneta d'argento. La prima a comparire fu il danaro, segnato con la lettera X. perchè valeva dieci assi; e si nomino Consolare, a differenza di quella coniata sotto gl'imperatori che ebbe titolo di imperiale. Tellemont osserva che il denarius bastava per un giorno a mantenere convenevolmente una persona. Rollin, dopo alcuni altri, valuta il danaro romano come sarebbero adesso dodici soldi toscani; e Neuport a diciannove. In Francia sotto i re della prima stirpe v'erano danari d'argento che pesavano circa ventun grano; sotto la seconda furono più gravi: i più piccoli erano di ventotto, e se ne fecero sino a trentadue. Verso la fine del regno di Filippo I. si principiò a porvi del rame. Sotto San Luigi erano di biglione, e contenevano di argento sei grani e mezzo. Sotto Enrico III erano di rame puro. - Il danaro è adesso una moneta di conteggio, che forma il dodicesimo di un soldo. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: dammelo, dammene, dammeno, dammi, damo, dan, danari « danaro » danarosa, danarosamente, danarose, danarosi, danaroso, dancala, dancale
Parole di sei lettere: danari « danaro » danese
Vocabolario inverso (per trovare le rime): amaro, dolceamaro, alamaro, calamaro, tupamaro, tamaro, somaro « danaro (oranad) » campanaro, montanaro, denaro, portadenaro, ignaro, zampognaro, vaccinaro
Indice parole che: iniziano con D, con DA, iniziano con DAN, finiscono con O

Commenti sulla voce «danaro» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze