Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «disposizione», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Disposizione

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
ordine (20%), indisposizione (5%), testamentaria (3%), ordini (3%), scritta (3%), dare (2%), testamento (2%), atto (2%), comando (2%), a (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola disposizione è formata da dodici lettere, sei vocali e sei consonanti. Lettera maggiormente presente: i (tre).
Divisione in sillabe: di-spo-si-zió-ne. È un pentasillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
disposizione si può ottenere combinando le lettere di: ozio + dispensi; pin + sedizioso; [ozino, ozoni] + pisside; oziosi + spendi; ospizio + densi; zioni + dispose; [opzioni, pozioni] + [dessi, disse]; [speso, spose] + indizio; zoopsie + snidi; pizie + indosso; sinizesi + dopo.
Vedi anche: Anagrammi per disposizione
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: disposizioni.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: dispose, dispone, dissi, disse, dipoi, dizione, dine, dosi, doso, dose, issi, isso, sposine, sposo, spose, spii, spione, spio, spine, spin, spie, soie, poso, pose, pozione, pone, pizio, pizie, pizi, pione, ozio, zone.
Parole con "disposizione"
Finiscono con "disposizione": predisposizione, indisposizione.
Parole contenute in "disposizione"
osi, pos, zio, ione, posi, sposi, zione, disposi, posizione. Contenute all'inverso: noi, psi.
Incastri
Si può ottenere da dizione e sposi (DIsposiZIONE).
Lucchetti
Usando "disposizione" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: tradì * = trasposizione.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "disposizione" si può ottenere dalle seguenti coppie: disse/esposizione.
Sciarade e composizione
"disposizione" è formata da: disposi+zione.
Sciarade incatenate
La parola "disposizione" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: disposi+posizione.
Intarsi e sciarade alterne
"disposizione" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: dissi/pozione.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "disposizione"
»» Vedi anche la pagina frasi con disposizione per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Sono sempre a disposizione quando serve, basta chiedere.
  • A causa delle numerose incombenze lavorative, l'uomo di oggi ha a disposizione poco tempo da dedicare allo sport.
  • Avevo a disposizione tantissimi aiutanti... ma chi fa da sé, fa per tre!
Citazioni
  • Lo scrittore Italo Svevo, nella Coscienza di Zeno del 1923, scrive: "Perciò io penso che il rimorso non nasca dal rimpianto di una mala azione già commessa, ma dalla visione della propria colpevole disposizione".
  • Il 18 settembre 2013, il Corriere della Sera, sezione "Salute", riportando un'indagine di Maurizio Tucci sugli adolescenti, scrive: "Oggi gli adolescenti hanno oggi a loro disposizione strumenti potentissimi (penso in particolare a tutta l’area degli strumenti di comunicazione) che possono, se non gestiti correttamente, aprire nuovi scenari di rischio".
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Disposizione, Inclinazione, Attitudine - Chi ha disposizione a una cosa riceve da natura una certa quale adattabilità di membra e di mente e d'animo a quella, così che, venuto il momento di occuparsene, vi riesca con grande agevolezza. Riguarda più direttamente la materialità dell'esecuzione, e l'affetto non ci ha parte. Si usa anche in senso tutto corporeo. — «Disposizione alla musica — al disegno — alle lettere — al ballo — alla ginnastica — a ingrassare.» La Disposizione è più in potenza che in atto, e può non esser mai messa alla prova, rivelandosi solo agli intelligenti di quella tale arte o professione o mestiere. — La Disposizione porta naturalmente alla Inclinazione, ossia al sentirsi attratti con affetto alla cosa per la quale abbiamo disposizione; ma uno può aver molta disposizione a una cosa e nessunissima inclinazione: l'inclinazione grande può vincere la mancanza di disposizione cosi da rendere, chi abbia la prima, più valente anche di chi abbia molta della seconda. Per la disposizione ci si dovrebbe riuscire; per l’inclinazione ci si ha amore. — L'Attitudine è una disposizione maggiore, più piena, più efficace, dirò, più agile; è una disposizione in atto, o almeno già esercitata. — La Disposizione si indovina; l'Attitudine si vede alla prova; l'Inclinazione si sente. G. F. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Propensione, Inclinazione, Disposizione, Attitudine, Pendenza - Attitudine non è più che capacità di ricevere o di fare; disposizione è capacità forse meglio accomodata; per cui la naturale sia coadiuvata dall'arte. La propensione è principio d'inclinazione che è essa stessa una certa pendenza: chi non ha attitudine a un qualche che, non potrà mai avere buona e reale disposizione, per quanto faccia e vi si adoperi. L'attitudine è dello spirito, la disposizione è di questo e del corpo, se al fare occorre; la propensione, l'inclinazione sono più sentimenti del cuore; pendenza è attitudine o disposizione di cosa materiale. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
† Disposizione - S. f. Fondigliuolo, Posatura, Residenza; ed è quella materia più grave che è nelle cose liquide, e posa nel fondo. Gal. Gall. 269. (M.) Il che anche avviene nella commozione dell'acqua, per la quale si solleva la sua disposizione dal fondo, e s'intorbida.
Disposizione - S. f. Aff. al lat. aureo Dispositio. Compartimento, Situazione, Ordine. Bocc. Nov. 46. 7. (C) Avendo prima per tutto considerata la disposizion del luogo. E nov. 86. 4. Siccome colui che la disposizion della casa della giovane sapeva.

[Cont.] Baldi, Aut. Er. 17. È poi l'operazione delle sè moventi (macchine) stabili più sicura, men pericolosa, e più capace di qualsivoglia disposizione, che non è quella delle mobili… Chi eleggerà di disporre altra cosa (nella macchina), non averà che cercare per far che operi la sua disposizione.

2. Detto delle Opere letterarie, Collocazione e bell'ordine delle parti che le costituiscono. (Fanf.) Salvin. Pros. tos. 1. 219. (Gh.) Ma dove mai vale a mostrarsi il poeta con tutte le ricchezze poetiche, coll'invenzione, con la disposizione, con la musicale varietà de' metri che l'anima variamente percuotono, co' lumi delle sentenze, con le figure grandi e magnifiche, se non nella canzone?

3. È anche T. rettorico, e vale Ordine e giusta collocazione delle parti di un discorso. Guidott. Rett. 23. (M.) L'arte della Rettorica ammaestra di sapere ben favellare, e fa di sè cinque parti, Invenzione, Disposizione, Elocuzione, Memoria, e Pronunziazione. [F.T-s.] Br. Lat. Rett. Cic. Disposizione è assettamento delle cose trovate per ordine.

4. (B.A.) Dicesi da' Pittori quella bella Ordinanza che si fa di più cose, verbigrazia di figure, d'animali, di paesi, d'architetture, in modo che tutte quelle che sono in opera appariscano ben compartite, e con gli abiti e ne' luoghi a loro convenevoli poste, siccome ancora che gli atti, gesti e movenze sieno all'invenzione, al luogo, alle figure dicevoli. Baldin. Algar. 3. 181. (Gh.) Tanto basti della invenzione. Quanto alla disposizione, che ne è quasi un ramo, ella consiste nel collocare per entro al quadro le cose che a vivamente esprimere il suggetto imaginate furono dalla facultà inventrice.

5. (Archi.) Dicesi Buona o Cattiva disposizione d'edifizio, secondo ch'è bene o male scompartito, e acconcio all'uso che è destinato. Baldin. (M.)

[Cont.] Gal. B. Arch. Vitr. Comm. III. 1. Composizione è sinonimo di disposizione, presa però nel senso generale, cioè a dire di distribuzione delle parti, dalle quali s'ha da comporne il tutto. Barbaro, Arch. Vitr. 29. La disposizione è atta collocazione delle cose. E per cose intende le stanze, e le parti di esse nella fabrica, overo le parti dell'opere fatte dall'architetto, sieno quali si voglia.

6. Per Qualità di checchessia. Cr. 1. 4. 5. (C) Il peso è uno degli sperimenti che ajutano a conoscere la disposizion dell'acqua. Varch. Lez. 477. La disposizione è una qualità che agevolmente si rimuove…, e la disposizione è un abito instabile e infermo.

7. Per naturale Inclinazione, o Attitudine a fare agevolmente checchessia. Dant. Conv. 29. (C) Ma pietade non è passione, anzi una nobile disposizione d'animo apparecchiata di ricevere amore, misericordia, ed altre caritative passioni. Bocc. Lett. Pin. Ross. 279. Se gran forza di natural disposizione non gli ha sospinti, mai altro che cattivi, pigri, superbi e stizzosi non si troveranno essere stati. Pass. 210. Beni dell'anima naturali sono: nobile ingegno collo 'ntelletto sottile, buona memoria, naturale disposizione e attitudine alle vertudi, alle scienze, all'arti, senno, avvedimento, discrezione,… Sagg. nat. esp. 170. Secondo che portano gli accidenti esterni dell'aria…, l'uguaglianza o la difformità della resistenza de' vasi, o l'interna disposizione de' medesimi liquori.

[F.T-s.] Br. Lat. Com. Rett. Cic. La natura, cioè la divina disposizione, non avea sparsa quella bestialitade in tutti gli uomini igualmente.

T. Disposizioni corporee e d'istinto l'hanno anco i bruti. Di questi usasi segnatam. il sing. Nelle disposizioni intellettuali dell'uomo entra in parte l'abito e la volontà. Nelle morali è il merito o il demerito. D'uomo parlando, nel sing., Disposizione denota sovente Attitudine, e congiungesi coll'A, e il Verso, o il Contro. Anco coll'Inf. dopo l'A. [G.M.] Anco col Per. Uno ha disposizione per la musica, per la pittura; un altro per le lettere, per le scienze.

T. Mala disposizione, e di corpo e d'animo.

Essere in buona o in mala disposizione vale Essere bene o mal temperato e acconcio a checchessia; e si dice così del corpo, come dell'animo. (C)

8. Per Termine, Stato, Essere. Bocc. Nov. 45. 3. (C) La città di Faenza, lungamente in guerra ed in mala ventura stata, alquanto in miglior disposizione ritornò. E nov. 80. 26. E chi è in così fatta disposizione, quantunque egli ami molto altrui, non gli può far così buon viso. Dant. Purg. 32. E la disposizion ch'a veder èe Negli occhi pur testè dal sol percossi, Sanza la vista alquanto esser mi fee.

9. T. Abito morale formato già, e fatto vizio o virtù. In questo senso non com., ma dell'ant. filos., secondo l'orig. del gr. Διάθεσις. D. 1. 11. Le tre disposizion' che il Ciel non vuole; Incontinenza, malizia, e la matta Bestialitade.

10. Disposizioni analoghe alle morali. (Rosm.) Filos. del Diritto. vol. 2. p. 439. Le disposizioni come atte a comunicarsi a' figliuoli per via di generazione sono unicamente quelle che il vizio e la virtù del generante lascia improntate, per così dire, nella animalità de' generati, le quali non sono propriamente morali per sè, ma hanno un ordine alla natura morale dell'anima: quindi le chiamiamo analoghe alle morali; che è quanto dire tali, che il corpo con esse dispone ed inclina l'anima alla moralità od alla immoralità.

11. Per Intenzione, Pensiero, Volontà. Bocc. Nov. 23. 8. (C) Commendata molto la donna di questa sua disposizion buona, le promise d'operare. Lab. 360. Esponendomi ogni particella del sogno, nella mia disposizione medesima tutti concorrere gli trovai. G. V. 10. 104. 3. Il detto Bavero non si sentia podere, nè in disposizione la sua gente di volere andare nel regno.

12. Per Deliberazione, Risoluzione. Bocc. Introd. 45. (C) E con lieto viso salutatigli, loro la loro disposizione fe' manifesta. E nov. 97. 7. Non sappiendo per cui potergli questa mia disposizion fargli sentir più acconciamente. Stor. Pist. 68. Conosceano la condizione che avea l'abate, e la disposizione di farsi signore.

13. T. Aff. a Ordinamento. Virg. En. Ug. 1. Per disposizione di fato venne in Italia (Italiam fato profugus… venit).

14. (Leg.) [Can.] Termine generico per designare qualunque atto che emani dalla libera volontà di una persona circa le cose proprie: ma più specialmente si adopera per designare gli atti di ultima volontà, e le istituzioni, i legati, i carichi, le condizioni in essi contenuti.

[Tor.] Targ. Tozz. Not. Aggrand. 1. 427. Passò per sua disposizione testamentaria questa preziosa raccolta, insieme con tutti i libri stampati che componevano la libreria del Viviani, nella libreria del Regio Spedale di S. Maria Nuova.

15. [Cont.] E in signif. analogo degli atti della volontà sulle proprie membra. Non com. Vas. V. Pitt. Scul. Arch. I. 125. Ciechi, che ricevono la luce, rattratti che rianno la disposizione delle membra.

16. Disposizione della legge, dicesi da' Legali Ciò che la legge prescrive, ordina. Guicc. Stor. lib. 1. pag. 99. (M.) Doversi, dispensando, per la salute pubblica e per la necessità, alla disposizione della legge, come permettono le leggi medesime, costringere Lodovico a consentire, che…

17. Autorità, Facoltà di fare il suo piacimento di checchessia, ed Ordine e Decreto di chi può comandare. Fag. Com. (Mt.) L'esecutore testamentario fa di tutto alto e basso a sua disposizione. E appresso: Sommo Giove,… venero gli abissi incomprensibili delle tue disposizioni.

18. Per Arbitrio, Libertà di fare checchessia. Segner. Mann. Genn. 16. 3. (C) Allora li quieterai, quando lascerai che il Signore, o chi in luogo suo ti governa, tiri a sè la tua (volontà); e però dágli una totale disposizione di te.

19. Per Servizio, Dipendenza. Rucell. Lett. 57. (M.) E secondochè un copista… potrà essere a mia disposizione, vedrò di trasmettere a V. S. III. anche il dialogo d'Eraclito.

20. Mettere in disposizione, Essere a disposizione, nel senso sopra dichiarato in Disponibilità. V.

T. Mettere, Esser messo a disposizione del Procurator Regio, del Giudice inquirente; Essere dall'autorità e forza pubblica presentato come soggetto o assoggettabile a processo.

21. † Sposizione, Spiegazione. Dant. Conv. 55. (M.) Ma questo pane, cioè la presente disposizione, sarà la luce, la quale ogni colore di loro sentenzia farà parvente. Stor. Barl. 42. La disposizione dello esemplo è cotale: La cittade che è detta, si è questo falso mondo… [Camp.] G. Giud. A. Lib. 30. Ma per la disposizione dell'uno miraculo e dell'altro, pregâro Cassandra… che li dovesse palificare (fare palesi). All. Met. VII. Ma quanto ad altra disposizione della lettera, dico… E Lett. P. M. Luigi a Nic. Sod. E se in alcuna cosa non gl'intendessi (i due sonetti del Petrarca contro la Corte d'Avignone), sono costà molti che sanno loro disposizione.

22. [Camp.] † Domandar cose d'acuta disposizione, per Far domanda di cosa astrusa, difficile ad intendersi, e di sottile sposizione. Pist. S. Gir. 28. Fingiamo… ch'io conferisca il mio sermone con alcuna rozza ed insapiente persona, la quale nessuna cosa d'acuta disposizione domandi.

23. [Camp.] Per Chiusa significanza d'un sogno, d'una visione, ecc. Bib. I. 40. Del quale sogno non potevano sapere la sua interpretazione, cioè disposizione.

24. Opportunità, o sim. Car. Lett. 1. 9. (Ediz. d'Aldo 1574.) (M.) Piaccia a Dio che nasca l'occasione… Fino a ora non ci veggo disposizione alcuna.

25. Per Condizione, Stato. Plut. Adr. Op. mor. 1. 206. (Ediz. Sonz.) (M.) La tua disposizione pare che ricerchi il soccorso degli amici. (Parla ad un afflitto per la morte del figliuolo.)

26. Disposizione si piglia anche per Istato di salute, ed in questo senso si accompagna sempre cogli aggettivi Buona, Cattiva, o sim. Fir. Disc. An. 12. (Man.) A suo bell'agio e' si potè ristorar dalla mala disposizione contratta la passata vernata.

[G.M.] In questo senso dicono Dare in cattiva disposizione, per Dare in tisico. Quando i ragazzi crescono troppo sollecitamente, c'è pericolo che dieno in cattiva disposizione.

27. (Med.) In anatomia questa parola significa Aggiustamento, Relazione delle varie parti del corpo umano tra di loro; in patologia l'Attitudine di un tessuto, d'un organo, d'un apparecchio di organi, o d'un individuo ad essere affetto da una malattia preferibilmente ad un'altra. (Mt.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: disporsi, disporvi, dispose, disposero, disposi, dispositivi, dispositivo « disposizione » disposizioni, disposta, disposte, disposti, disposto, dispotica, dispotiche
Parole di dodici lettere: disponessimo « disposizione » disposizioni
Vocabolario inverso (per trovare le rime): presupposizione, interposizione, trasposizione, esposizione, sovraesposizione, sottoesposizione, sovresposizione « disposizione (enoizisopsid) » predisposizione, indisposizione, petizione, ultrapetizione, ripetizione, competizione, dentizione
Indice parole che: iniziano con D, con DI, iniziano con DIS, finiscono con E

Commenti sulla voce «disposizione» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze