Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «diventare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Diventare

Verbo
Diventare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, intransitivo. Ha come ausiliare essere. Il participio passato è diventato. Il gerundio è diventando. Il participio presente è diventante. Vedi: coniugazione del verbo diventare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di diventare (divenire, trasformarsi, crescere, farsi, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
grande (17%), divenire (14%), essere (8%), grandi (7%), cambiare (7%), famoso (5%), adulto (3%), trasformare (3%), uomo (2%), qualcuno (2%), trasformarsi (2%), buono (2%), adulti (2%), crescere (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Liste a cui appartiene
Verbi copulativi propriamente detti [Rimanere « * » Divenire]
Giochi di Parole
La parola diventare è formata da nove lettere, quattro vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: di-ven-tà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: derivante, diventerà (scambio di vocali), intravede.
diventare si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): tre + invade; [veti] + [darne]; [rive] + [dante]; [erti] + venda; nevi + tarde; enti + vedrà; [venti] + [arde]; [nervi] + [date]; [entri] + veda; ventri + dea; verte + dina; [neve] + [darti]; ente + darvi; [tener] + [davi]; vitree + [dan]; dir + [avente]; din + avrete; drin + avete; nerd + [avite]; [devi] + [entra]; [drive] + [ante]; dine + [trave]; vendi + [arte]; [denti] + [aver]; [dirne] + vate; [deve] + [antri]; ...
Componendo le lettere di diventare con quelle di un'altra parola si ottiene: +ego = degenerativo; +[amo, moa] = demeritavano; +suv = disavventure; +sos = diventassero; +non = diventeranno; +fan = fraintendeva; +fin = fraintendevi; +fon = fraintendevo; +ago = idrogenavate; +don = intravedendo; +set = intravedeste; +tai = intravediate; +rom = intravedremo; +tre = intravedrete; +[ile, lei] = invaliderete; +non = reinventando; +rii = ridiventerai; +per = riprendevate; ...
Vedi anche: Anagrammi per diventare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: diventate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: diva, dieta, diete, dinar, dina, dine, dita, dite, dire, dente, dare, iena, iene, ventre, vena, vene, vere, ente.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: diventarne.
Parole con "diventare"
Finiscono con "diventare": ridiventare.
Parole contenute in "diventare"
tar, dive, tare, diventa. Contenute all'inverso: era, evi, nevi.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "diventare" si può ottenere dalle seguenti coppie: disotto/sottoventare, divori/orientare, diventai/ire, diventata/tare.
Usando "diventare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areata = diventata; * areate = diventate; * areati = diventati; * areato = diventato; indi * = inventare; recidive * = recintare; * rendo = diventando; * resse = diventasse; * ressi = diventassi; * reste = diventaste; * resti = diventasti; * ressero = diventassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "diventare" si può ottenere dalle seguenti coppie: diva/avventare, diventavo/ovattare, diventerà/areare, diventata/atre, diventato/otre.
Usando "diventare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = diventata; * erte = diventate; * erti = diventati; * erto = diventato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "diventare" si può ottenere dalle seguenti coppie: diventa/area, diventata/areata, diventate/areate, diventati/areati, diventato/areato, diventai/rei, diventando/rendo, diventasse/resse, diventassero/ressero, diventassi/ressi, diventaste/reste, diventasti/resti, diventate/rete, diventati/reti.
Usando "diventare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * orientare = divori; * sottoventare = disotto; recintare * = recidive.
Sciarade incatenate
La parola "diventare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: diventa+tare.
Intarsi e sciarade alterne
"diventare" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: dia/ventre.
Frasi con "diventare"
»» Vedi anche la pagina frasi con diventare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • L'unico espediente per campare tanto è diventare vecchi.
  • Facciamo in modo che anche i nostri sogni possano diventare una parte della nostra esistenza.
  • Diventare ricca sarebbe il mio sogno, ma dopo non saprei cosa farmene dei soldi.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Diventare, Divenire

Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Divenire, Diventare, Farsi - Il primo dicesi di cangiamento più lento, di gradazione meno sensibile; il secondo, di cangiamento o subitaneo, o molto essenziale: senz'accorgersene diventiamo vecchi; un colpo inaspettato ci fa diventare guardinghi per l'avvenire: ma ciò che si diviene, appunto perchè lentamente maturato, quasi, si rimane; ciò che si diventa è sovente per poco, momentaneamente; la qual cosa succede per la legge del nil violentum durabile; si divien calvo, si diventa rosso. Farsi, si dice per lo più alla lunga; il che indica una certa ritrosia naturale a piegarsi a quel modo; onde si può argomentare che farsi non dirà che di rado volgimento in bene, o dal bene in meglio. Nel farsi poi ha parte il volere; nel divenire ha soltanto azione la forza delle cose, delle circostanze: farsi ricco, bravo, è un merito della ferma volontà, almeno; il divenirlo, e più il diventarlo è caso: farsi grande, bello, è frase di fina adulazione, come se il crescere, lo svilupparsi delle grazie giovanili fosse virtù nostra e dipendesse dal volerlo o no. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Diventare - V. n. ass. Farsi diverso da quello che altri o altra cosa era prima, variando nella sostanza o negli accidenti. T. Acquistare un modo o atto d'essere in parte nuovo. Sull'anal. di Adventare, ch'è in Ennio. V. anco DIVENIRE. Vang. Di' che queste pietre diventino pane. = Bocc. pr. 8. (C) Appresso il quale con un modo, o con altro, o consolazion sopravviene, o diventa la noja minore. Dant. Purg. 3. Se tal decreto Più corto per buon' prieghi non diventa.

2. T. Di mutamento, ma passeggiero. D. 2. 2. Maravigliando diventâre smorte. – Diventar verde, di tutti i colori. = Diventar di mille colori dicesi, per iperbole, di coloro che per paura o per altra passione cangiano il color del volto. (C)

T. Di subito mutamento anco dell'umore. Fa diventare di sasso. – Diventa una furia.

3. T. Di mutamento stabile. È diventato buono. = Amm. Ant. 3. 9. 5. (C) Cerca la compagnia de' buoni; chè se tu sarai lor compagno nella conversazione, tu diventerai compagno nella virtude. Fior. S. Franc. 58. (M.) Che tutto diventò mutato in altro uomo (cioè, si fu mutato). T. Venite dietro a me, e vi farò diventare pescatori d'uomini.

4. T. Assol. Com'è diventato! sempre in senso contrario al bene e al bello. Come s'è fatto!, segnatam. de' mutamenti morali o altri, dove ha più luogo il volere deliberato.

5. T. Nell'opinione altrui. Sansov. Conc. Pol. Colui che desidera troppo d'essere amato, ogni poco che si parte dal vero cammino, diventa sprezzabile; e colui che desidera troppo d'essere temuto, ogni poco ch'egli eccede il modo, diventa odioso. [Cors.] Plut. Adr. Op. mor. 1. 222. Il vizio, eziandio accompagnato colle cose che appariscono splendide,… le fa diventar… disgrate al possessore.

6. T. Di quantità o qualità che cresce o scema, o pare così. È diventato poco. – Diventa nulla.

7. T. E di relazione ideale. Quando si ama, ogni pena più grave che abbiasi a sostenere, diventa nulla.

T. Lor. Med. Son. S'io guardo; ciò ch'io miro essa diventa (ogni cosa mi si trasforma nella donna amata).

8. Per Venire. Non com. Segr. Fior. Art. Guerr. 2. p. 62. (Mt.) Tantochè gli eserciti spagnuoli sono diventati in una grandissima riputazione.

9. Per Trasformarsi. Petr. canz. 4. 3. (C) E i piedi, in ch'io mi stetti e mossi e corsi…, Diventâr due radici. Dant. Inf. 23. (Man.) Poscia li piè dirietro insieme attorti Diventaron lo membro… Ovid. Simint. 1. 88. Grande parte del lungo vestire diventa coda. E 203. Vide lo capo del Gorgone, e diventò sasso.

[G.M.] Iperb. Diventar di sasso, Diventar di stucco; dicesi fam. per Rimanere stupefatto, altamente maravigliato.

10. E in signif. N. pass. Segr. Fior. Pr. 7. (M.) Di privato sì diventa in due modi principe.

11. E att. † Per Trasmutare, Trasformare. Fr. Giord. Pred. (M.) Fu diventata in serpente.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: diventa, diventai, diventammo, diventando, diventano, diventante, diventanti « diventare » diventarlo, diventarne, diventarono, diventasse, diventassero, diventassi, diventassimo
Parole di nove lettere: diventano « diventare » diventata
Lista Verbi: divellere, divenire « diventare » divergere, diversificare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): attentare, frequentare, rifrequentare, paventare, spaventare, rispaventare, scaraventare « diventare (eratnevid) » ridiventare, inventare, reinventare, arroventare, controventare, sottoventare, sventare
Indice parole che: iniziano con D, con DI, iniziano con DIV, finiscono con E

Commenti sulla voce «diventare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze