Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «donna», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Donna

Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di donna (femmina, gentil sesso, bel sesso, sesso debole, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
uomo (32%), femmina (14%), danno (11%), moderna (3%), cannone (3%), signora (3%), ragazza (3%), fatale (2%), essere (2%), madre (2%), affascinante (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Articoli interessanti e pagine web
Consigli Regali: Cosa regalare per la festa della donna; Frasi di auguri per la festa della donna
Almanacco: Prima donna italiana ministro; La prima donna premier; La prima donna Presidente della Camera; Prima donna a paracadutarsi da un aereo; Prima donna nello spazio
Liste a cui appartiene
Pezzi nel gioco degli scacchi [Torre « * » Re]

Foto taggate donna

..Jamme jamme 'ncoppa jamme ia...

Guardando l'orizzonte

venditore di banane
Tag correlati: capelli, cappello, ragazza, mani, acqua, due, occhi, viso, statua, mare, uomo, fiori, gambe, ritratto, muro, persone, strada, vestito, murales, ombrello, leggere, costume, borsa, persona, scarpe, bionda, modella, mano, velo, sensuale
Giochi di Parole
La parola donna è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: nn.
È una parola bifronte senza capo, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (anno).
Divisione in sillabe: dòn-na. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: danno (scambio di vocali), dannò (scambio di vocali), nando.
Componendo le lettere di donna con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ari, ria] = adiranno; +[aro, ora] = adornano; +[ori, rio] = adornino; +ora = andarono; +rna = andranno; +alé = anelando; +[ami, mai, mia] = animando; +ani = annidano; +tai = annidato; +[avi, iva, vai, ...] = annidavo; +[eri, ire, rei] = anniderò; +[era, rea] = annodare; +[eta, tea] = annodate; +tai = annodati; +tao = annodato; +[iva, vai, via] = annodavi; +rea = annoderà; +[ore, reo] = annoderò; +noi = annodino; +une = annuendo; ...
Vedi anche: Anagrammi per donna
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: danna, donne, gonna, nonna.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bonne, gonne, nonne, nonni, nonno, sonni, sonno, tonni, tonno.
Con il cambio di doppia si ha: dorrà, dotta.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: dona. Togliendo tutte le lettere in posizione pari si ha: dna.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: banno, danno, fanno, hanno, panno, ranno, sanno, vanno.
Parole con "donna"
Iniziano con "donna": donnacce, donnaccia, donnaioli, donnaiolo, donnarella, donnarelle.
Finiscono con "donna": madonna, belladonna, nobildonna, primadonna, superdonna, gentildonna.
Contengono "donna": madonnara, madonnare, madonnari, madonnaro, chardonnay.
»» Vedi parole che contengono donna per la lista completa
Parole contenute in "donna"
don. Contenute all'inverso: anno.
Incastri
Inserito nella parola mare dà MAdonnaRE; in mari dà MAdonnaRI; in marò dà MAdonnaRO.
Inserendo al suo interno dolo si ha DONdoloNA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "donna" si può ottenere dalle seguenti coppie: dogare/garenna, doma/manna, dona/nanna, doni/ninna, dono/nonna, dopa/panna, donano/anona, donare/arena, donarsi/arsina, donatella/atellana, donato/atona, donava/avana.
Usando "donna" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: radon * = rana; bado * = banna; cado * = canna; dado * = danna; godo * = gonna; nido * = ninna; nodo * = nonna; sudo * = sunna; scado * = scanna; accedo * = accenna; * aoni = donnoni; * nanetta = donnetta; * nanette = donnette.
Lucchetti Alterni
Usando "donna" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: banna * = bado; canna * = cado; danna * = dado; * manna = doma; * panna = dopa; ninna * = nido; sunna * = sudo; dona * = nanna; doni * = ninna; dono * = nonna; rana * = radon; scanna * = scado; accenna * = accedo; * garenna = dogare; * anona = donano; * arena = donare; * atona = donato; * avana = donava; * arsina = donarsi; * donnetta = nanetta; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "donna" (*) con un'altra parola si può ottenere: boia * = bodoniana; mani * = madonnina; golia * = goldoniana.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "donna"
»» Vedi anche la pagina frasi con donna per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • L'unica vera differenza tra l'uomo e la donna sta nella maternità.
  • La donna, generalmente, è più intuitiva, sensibile e accogliente dell'uomo.
  • La mia badante è una donna premurosa e competente nella sua mansione di assistenza agli anziani.
Proverbi
  • Donna adorna, tardi esce e tardi torna.
  • Donna giovane e uomo anziano possono riempire la casa di figli.
  • Una Fenice fra le donne è quella, che altra donna confessa essere bella.
  • L'uomo propone e la donna dispone.
  • Nessuna donna nasce prostituta.
  • Salva la spada non salvare la donna.
  • Donna savia e bella è preziosa anche in gonnella.
  • La donna deve avere tre m: matrona in strada, modesta in chiesa, massaia in casa.
  • Chi dice donna dice danno.
  • Donna e fuoco, toccali poco.
  • La donna per piccola che sia, vince il diavolo in furberia.
  • Donna al volante lumaca ambulante.
  • Donna che piange, ovver che dolce canti, son due diversi, ambo possenti incanti.
  • Guardati da tre cose: da cavallo focoso, da uomo infido e da donna svergognata.
  • La donna oziosa non può essere virtuosa.
  • Ogni bella scarpa diventa ciabatta, ogni bella donna diventa nonna.
  • Donna al volante pericolo costante.
  • Donna io conosco, ch'è una santa a messa e che in casa è un'orribil diavolessa.
  • Né donna né tela al lume di candela.
  • Donna nana, tutta tana.
  • La donna farà la fortuna di un uomo o farà la sua rovina.
  • Con la pietra si prova l'oro, con l'oro la donna e con la donna l'uomo.
  • Donna che sa il latino è rara cosa, ma guardati dal prenderla in isposa.
  • È la donna che fa l'uomo.
  • Quando l'uomo non fa il capofamiglia la donna va fuori di testa.
  • Donna rossa coscia grossa.
  • Donna si lagna, donna si duole, donna s'ammala quando lo vuole.
  • La donna e l'orto vogliono un sol padrone.
  • Tira più un capello di donna che cento paia di buoi.
  • Il barbiere ti fa bello, il vino ti fa sangue e la donna ti fa fesso.
  • Non dir brutta a una donna.
  • Chi di una donna brutta s'innamora, lieto con essa invecchia e l'ama ancora.
  • Donna e vino ubriaca il grande e il piccolino.
  • Il vino è forte ma il sonno lo vince, ma più forte d'ogni cosa è la donna.
  • Per amore anche una donna onesta, può perdere la testa.
  • Donna barbuta, coi sassi si saluta.
  • Donna che dona, di rado è buona.
  • Lo specchio riflette senza parlare, la donna parla senza riflettere.
  • Donna danno, sposa spesa, moglie maglio.
  • Donna che canti dolcemente in scena, pei giovani inesperti è una sirena.
  • La donna ha più capricci che ricci.
  • Non vi è donna senza amore.
  • La donna troppo in vista, è di facile conquista.
  • Donna baffuta, sempre piaciuta.
  • La donna è come l'ombra: se l'insegui ti scappa, se scappi t'insegue.
  • Chi dice donna dice guai, chi dice uomo peggio che mai.
  • La donna più sciocca vale due uomini.
  • Un uomo sulla luna non sarà mai interessante quanto una donna sotto il sole.
  • Amor, dispetto, rabbia e gelosia, sul cuore della donna han signoria.
  • Donna bianca, poco gli manca.
  • Donna nobil per natura è un tesor che sempre dura.
  • La donna bisogna praticarla un giorno, un mese e un'estate per sapere che odore sa.
  • Donna pelosa, donna virtuosa.
  • Donna pregata nega, trascurata prega.
  • Donna ridarella, o santa o puttanella.
  • Quando la barba fa bianchino, lascia la donna e tieniti il vino.
  • Donna prudente, gioia eccellente.
  • La donna buona vale una corona.
Espressioni e Modi di Dire
  • Figlio di buona donna
  • Una donna in stato interessante
  • Donna di facili costumi
Libri
  • Donna di Porto Pim (Scritto da: Antonio Tabucchi; Anno 1984)
  • La donna del tenente francese (Scritto da: John Fowles; Anno 1969)
  • La donna delle Azzorre (Scritto da: Romana Petri; Anno 2002)
  • La donna di trent'anni (Scritto da: Honoré de Balzac; Anno 1842)
  • Gli occhi di una donna (Scritto da: Mario Biondi; Anno 1985)
  • La donna della domenica (Scritto da: Fruttero & Lucentini; Anno 1972)
Titoli di Film
  • La donna del giorno (Regia di George Stevens; Anno 1942)
  • Una donna in carriera (Regia di Mike Nichols; Anno 1988)
  • La donna che visse due volte (Regia di Alfred Hitchcock; Anno 1958)
  • Una donna libera (Regia di Vittorio Cottafavi; Anno 1954)
  • La donna scimmia (Regia di Marco Ferreri; Anno 1964)
  • Lady Lou - La donna fatale (Regia di Lowell Sherman; Anno 1933)
Canzoni
  • Una donna da sognare (Cantata da: Patty Pravo; Anno 2000)
  • Essere una donna (Cantata da: Anna Tatangelo; Anno 2006)
  • Per una donna donna (Cantata da: Antonella Bottazzi; Anno 1974)
  • Donna con te (Cantata da: Mia Martini; Anno 1975)
  • Voglio una donna (Cantata da: Roberto Vecchioni; Anno 1992)
  • Donna Felicità (Cantata da: I Nuovi Angeli; Anno 1971)
  • Se fossi una donna (Cantata da: Andrea Mingardi; Anno 1985)
  • Donna luna (Cantata da: Alan Sorrenti; Anno 1978)
  • La donna quando pensa (Cantata da: Paola Musiani; Anno 1974)
  • Piccola donna addio (Cantata da: Patrizio Sandrelli; Anno 1976)
  • Donna, donna (Cantata da: N.O.E; Anno 1981)
  • Tu sei l'unica donna per me (Cantata da: Alan Sorrenti; Anno 1979)
  • La donna cannone (Cantata da: Francesco De Gregori; Anno 1983)
  • Donna di chi (Cantata da: Gli Opera; Anno 1975)
  • Sei la mia donna (Cantata da: Mal; Anno 1982)
  • Donna (Cantata da: Mia Martini; Anno 1989)
  • Donna contemporanea (Cantata da: Eugenio Bennato; Anno 1990)
  • Donna amante mia (Cantata da: Umberto Tozzi; Anno 1976)
  • Donna con te (Cantata da: Anna Oxa; Anno 1990)
  • Una donna prega (Cantata da: Nilla Pizzi; Anno 1952)
  • Donna sola (Cantata da: Pinot; Anno 1983)
  • Voglio una donna (Cantata da: Drupi; Anno 1995)
  • Una donna...una storia (Cantata da: Walter Foini; Anno 1978)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Moglie, Consorte, Sposa, Donna, Signora, Maestra - Moglie è generico, e si dice di qualunque donna per rispetto all'uomo con cui essa è legata in matrimonio. - Consorte si dice per rispetto alla convivenza, e al dovere i due conjugi correre la sorte comune, onde si dice il consorte e la consorte. - La Sposa sarebbe propriamente la fanciulla promessa per moglie (da spondeo, prometto); ed è assolutamente improprio il dire Promessa sposa, chè tanto è a dire Promessa promessa. - Donna chiamano nobilissimamente i contadini e il volgo, la moglie. - «M'è morta la donna. - La mia donna ha partorito.» - Tra la gente che sta sulla signoria, la moglie si chiama la Signora; per es.: «Ci sarà Pietro con la sua signora. - Questa è la mia signora.» - [Il popolino dice Maestra la moglie, specialmente se non molto giovane. E Maestra dice anche in generale nell'atto di chiamar donne maritate o che si posson creder maritate. - «Ne domanderò alla mia maestra. - Che ne dirà la tua maestra? - Ehi, maestra, venite qua.... sentite.... guardate....» G. F.] [immagine]
Donna, Donnina, Donnacchera, Donnaccia, Donnaccina, Donnaccola, Donnetta, Donnicciuola, Donnino, Donnona, Donnone, Donnotta, Donnettina - Questi, o vezzeggiativi, o accrescitivi, o dispregiativi, sono comunissimi nell'uso. Donnina è vezzeggiativo, che non solo indica piccolezza di corpo, ma è appellativo affettuoso. - Donnacchera e Donnaccola è dispregiativo, e vale Donna da poco e che poco pregia le civili costumanze: tali qualità sono un poco maggiori nella voce Donnacchera. - La voce Donnaccia indica pravità d'animo e di costumi. - Donnaccina è femmina del volgo, che sta su tutte le ciarle e le riferisce a questo e a quello. - Donnetta accenna a mezzana statura, ma nel tempo stesso a avvenenza di forme. - Donnettina è diminutivo e vezzeggiativo di Donnetta. - Donnicciuola è donna da poco, e quasi rasenta la Donnaccola; ma spesso piglia significato compassionevole. - « Che ha a fare una povera donnicciuola ? » - La voce Donnino è vezzeggiativa, e vale donna piccola, ma garbata e aggraziata: spesso si dice per qualificare una bambina che abbia senno maggiore dell'età. - « È proprio un donnino! » - Le voci Donnona e Donnone significano grandezza e altezza di corporatura; ma il secondo accenna un che di maschile nelle forme. - Donnotta dice donna di mezza statura o di mezza età. - Donnuccia è donna da poco e di vil condizione. [immagine]
Donna, Femmina - Appresso coloro che stanno sulla proprietà e sulla convenienza, Donna è appellativo nobile. - Dove Femmina, che è comune anche agli animali, indica puramente il sesso, e applicato alla persona è appellativo quasi di dispregio; per forma che appresso agli antichi si usò anche per Meretrice, e sempre per non più vergine; onde dette aperta prova di falsità lo scrittore della cronica attribuita al Compagni, scrivendo femmine vergini. Ora anche la voce Donna è degradata, non per rispetto a scostumatezza, ma per la condizione, dicendosi la donna di servizio o anche solo la donna. [immagine]
Madama, Madamigella, Madamina, Madonna, Femmina, Gentildonna, Signora, Dama, Donna - Le prime sono prese dal francese, salvo che la terza è di forma diminutiva italiana, ed è un'affettazione: a Milano e a Torino s'ode nel significato del francese Grisette. - « Va dietro alle madamine. - Giudizio con le madamine. » - Madonna fu appellativo di onore nel tempo passato, che oggi si dice Signora. - Gentildonna indica la nobiltà della origine. - Dama indica la presente nobile condizione, o ufficio speciale, come Dama di corte. - La voce Donna, appellativo comune, e di nobile significato, come quello che viene dal latino Domina, a Roma e a Napoli si dà come titolo di nobiltà. - Femmina, chi vuol parlar propriamente, ha significato spregevole, e fu usata anche in senso disonesto; nè certo di una donna onesta e civile si direbbe è una buona femmina. Da ciò si vede quanto è ridicolo il contraffattore della cronica attribuita al Compagni, là dove racconta di certe femmine vergini. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Moglie, Consorte, Donna, Signora - Moglie è dell'uso comune; consorte, dello stile più elevato: poi la voce consorte, che dice tanto il marito quanto la moglie, sembra voler significare la civile uguaglianza delle due persone congiunte in matrimonio. La mia donna, per moglie, è modo famigliare improntato e di affezione e di grazia: in prima, quando donna significava padrona e signora, equivaleva a la mia signora; modo affetto, come tanti altri, di gallicismo, nella forma se non nell'intrinseco, essendo la letterale traduzione di ma dame, madame. [immagine]
Femmina, Donna, Dama, Matrona, Madonna, Madama - Femmina è quella dell'uomo, e quella degli animali, e quella di certe piante e di certi fiori d'una medesima pianta, perchè la scienza moderna ha eziandio ne' vegetali distinto i sessi nei diversi individui. Donna, quella dell'uomo soltanto, la compagna che gli ha dato Iddio: donna, come contrazione di domina, vale padrona; donna, padrona forse perchè compagna, socia dell'uomo che Iddio pose padrone della terra. Dama, donna nobile e ricca; matrona, donna autorevole, rispettabile per dignità di grado, di costumi, e perfino d'aspetto: d'una dama di piccola statura e magrolina pare non si direbbe bene matrona. Madonna, alla lettera mia donna, o mia padrona o signora; madama, mia dama, mia signora; ma più in termine di rispetto o di complimento. «Madama, dice il Tommaseo, è del trecento, e non è punto più francese di tante altre voci simili che le due lingue hanno l'una con l'altra comuni». Donna e madonna, messi assieme così valgono padrona assoluta di sè, della casa e della roba. Femmina indica il genere; donna, la specie; dama, la classe; matrona, l'individuo a cui compete più specialmente. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: dongiovanni, dongiovannismi, dongiovannismo, doni, doniamo, doniate, donino « donna » donnacce, donnaccia, donnaioli, donnaiolo, donnarella, donnarelle, donne
Parole di cinque lettere: donde « donna » donne
Vocabolario inverso (per trovare le rime): cotenna, scotenna, ravenna, ninna, pinna, guardapinna, tintinna « donna (annod) » belladonna, madonna, primadonna, nobildonna, gentildonna, superdonna, gonna
Indice parole che: iniziano con D, con DO, iniziano con DON, finiscono con A

Commenti sulla voce «donna» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze