Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «dote», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Dote

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola dote è formata da quattro lettere, due vocali e due consonanti.
Divisione in sillabe: dò-te. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di dote con quelle di un'altra parola si ottiene: +[dan, dna] = addento; +dna = addentò; +[ari, ira, ria] = aderito; +tan = attendo; +bit = bidetto; +bar = bordate; +[bau, bua] = boutade; +tac = cadetto; +cra = cedrato; +[csi, ics, sci] = cestodi; +[csi, ics, sci] = codesti; +tac = codetta; +cra = cordate; +cru = creduto; +[tar, tra] = dattero; +tac = decotta; +tic = decotti; +toc = decotto; +cru = decurto; +ani = denotai; +tan = dentato; ...
Vedi anche: Anagrammi per dote
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: cote, date, dite, doge, dose, dota, doti, doto, dove, gote, note, poté, rote.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: coti, foto, gota, goti, iota, jota, loti, loto, mota, moti, moto, nota, noti, noto, notò, pota, poti, poto, potò, rota, vota, voti, voto, votò.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: dotte.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: ceto, feto, peto, veto.
Parole con "dote"
Iniziano con "dote": doterà, doterò, doterai, doterei, doteremo, doterete, doteranno, doterebbe, doteremmo, dotereste, doteresti, doterebbero.
Finiscono con "dote": sacerdote, controdote.
Contengono "dote": endoteli, erodotea, erodotee, erodotei, erodoteo, ludoteca, endotelio, endotermi, endotermo, ludoteche, endotermia, endotermie, ludotecari, endoteliale, endoteliali, endoterapia, endoterapie, endotermica, endotermici, endotermico, iodoterapia, iodoterapie, ludotecaria, ludotecarie, ludotecario, ludoterapia, ludoterapie, endotermiche, sacerdotessa, sacerdotesse, ...
»» Vedi parole che contengono dote per la lista completa
Incastri
Inserito nella parola eroe dà EROdoteE; in eroi dà EROdoteI; in luca dà LUdoteCA.
Inserendo al suo interno mas si ha DOmasTE; con mia si ha DOmiaTE; con ras si ha DOrasTE; con ria si ha DOriaTE; con san si ha DOsanTE; con sia si ha DOsiaTE; con tan si ha DOtanTE; con leva si ha DOlevaTE; con mere si ha DOmereTE; con mina si ha DOminaTE; con nere si ha DOnereTE; con sere si ha DOsereTE; con manda si ha DOmandaTE; con minia si ha DOminiaTE; con toron si ha DOTtoronE; con minava si ha DOminavaTE; con mandava si ha DOmandavaTE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "dote" si può ottenere dalle seguenti coppie: dogi/gite, doleva/levate, doma/mate, domanda/mandate, domandava/mandavate, domasti/mastite, domati/matite, domattina/mattinate, domatura/maturate, domi/mite, domina/minate, dominava/minavate, dona/nate, donava/navate, dono/note, dopa/paté, dopare/parete, dopata/patate, dopati/patite, dopo/poté, dora/rate...
Usando "dote" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: aldo * = alte; andò * = ante; ardo * = arte; dado * = date; * tedi = dodi; * telo = dolo; * tema = doma; * temi = domi; * temo = domo; * teri = dori; * tesa = dosa; * tese = dose; * tesi = dosi; * teso = doso; godo * = gote; judo * = jute; lido * = lite; nodo * = note; rado * = rate; rodo * = rote; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "dote" si può ottenere dalle seguenti coppie: dona/ante, donarono/onorante, donassi/issante, dora/arte, dori/irte, dosa/aste, dosarono/onoraste, dosassi/issaste, doserò/oreste, doso/oste.
Usando "dote" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * etna = dona.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "dote" si può ottenere dalle seguenti coppie: cado/teca, dado/teda, diodo/tedio, laido/telai, ledo/tele, lido/teli, lodo/telo, modo/temo, nardo/tenar, rido/teri, riodo/terio, schiodo/teschio, sedo/tese, sodo/teso.
Usando "dote" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: teca * = cado; teda * = dado; tele * = ledo; teli * = lido; telo * = lodo; temo * = modo; teri * = rido; tese * = sedo; teso * = sodo; * cado = teca; * dado = teda; * ledo = tele; * lido = teli; * lodo = telo; * modo = temo; * sedo = tese; * sodo = teso; tedio * = diodo; telai * = laido; tenar * = nardo; ...
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "dote" si può ottenere dalle seguenti coppie: doglia/teglia, doglie/teglie, dolo/telo, doma/tema, domano/temano, domerà/temerà, domerai/temerai, domeranno/temeranno, domerebbe/temerebbe, domerebbero/temerebbero, domerei/temerei, domeremmo/temeremmo, domeremo/temeremo, domereste/temereste, domeresti/temeresti, domerete/temerete, domerò/temerò, domi/temi, domiamo/temiamo, domiate/temiate, domini/temini...
Usando "dote" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: alte * = aldo; ante * = andò; arte * = ardo; date * = dado; * dite = dodi; * gite = dogi; * mate = doma; * mite = domi; * nate = dona; * paté = dopa; * rate = dora; * site = dosi; fate * = fado; jute * = judo; lite * = lido; rate * = rado; sete * = sedo; avite * = avido; calte * = caldo; carte * = cardo; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "dote" (*) con un'altra parola si può ottenere: ara * = adorate; * ora = dorotea; * ore = dorotee; * ori = dorotei; set * = sedotte; aria * = adoriate; atta * = adottate; atra * = adotterà; atro * = adotterò; * erga = derogate; * etna = detonate; * olmi = dolomite; * vuol = dovutole; ambra * = adombrate; arava * = adoravate; arnia * = adorniate; corna * = cordonate; * etnia = detoniate; * vetro = dovettero; * ragna = dragonate; ...
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "dote"
»» Vedi anche la pagina frasi con dote per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • In alcuni paesi se la ragazza non aveva la dote non poteva sposarsi.
  • Non tutte le persone hanno la dote della sensibilità verso gli altri.
  • Il mio migliore amico ha una dote particolare: è sempre alla ricerca di belle auto.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Dote - L'origine delle doti si perde nella più remota antichità. Presso gli Ebrei, gli uomini che si ammogliavano erano obbligati a costituire una dote alle fanciulle che sposavano o ai loro parenti. Giacobbe servì quattordici anni Labano, onde ottenere Rachele e Lea sue figliuole. Sichem, chiedendo in isposa Dina figlia di Giacobbe, promette ai di lei genitori di dar loro quanto per essa domanderanno. Davidde proponendosi per genero, diede la dote desiderata da Saulle. E' tuttavia legge osservata fra gl'Israeliti, che il marito debba indotare la moglie.

Licurgo, legislatore dei Lacedemoni, stabilì la stessa legge. Solone, secondo Plutarco, vietò di dar dote alcuna alle zittelle, acciocché la virtù ed i pregi di queste potessero valere per qualcosa nelle ricerche che di loro farebbero gli uomini.

Presso i Romani, era uso che gli uomini ricevessero la dote dalle spose. Cesare, parlando di ciò che praticavasi a tempo suo dai Galli fra marito e moglie inquanto alle convenzioni matrimoniali, dice che la donna recava in dote al consorte una somma di danaro; il consorte dal canto suo prendeva sui proprj beni una somma eguale alla dote; i due quantitativi si ponevano in comune, se ne conservavano i profitti, ed il tutto apparteneva al superstite fra i conjugi.

Quando i Franchi ebbero conquistato le Gallie, lasciarono ai Galli la libertà di vivere secondo i loro vecchi costumi; per se stessi ritennero quelli dei Germanni da cui traevano l'origine, ed usavano comprare le mogli tanto vedove che fanciulle, ed il prezzo spettava ai genitori delle medesime, o in difetto di questi al re, conforme al titolo 46 della legge salica. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Dote - e DOTA. S. f. (Leg.) [Can.] Sono quei beni che la moglie, od altri per essa, porta al marito per sostenere i carichi matrimoniali. = Dota vive in Tosc. Vive anco Le dote, plur., in qualche dial. come nel gr. – Dos, aureo lat. But. Par. 5. 1. (C) Dote è pregio che si dà dalla moglie al marito, perchè la possa ornare, e ornata mantenere; e però dotare è adornare. E altrove: Dannosi li 400 fiorini, e oltre, per dote, come se fossono fave o lupini; le quali dote non si possono acquistare in poco tempo se non usureggiando e rubando e male acquistando. Maestruzz. 1. 66. La dota è quella che è data dalla donna all'uomo per lo 'ncarico che sostiene dal matrimonio. Bocc. Nov. 16. 25. La Spina… è vedova, e la sua dote è grande e buona. E nov. 18. 43. Giachetto… ha tua sorella per mogliere, nè mai n'ebbe alcuna dota; e perciò, acciocchè tua sorella senza dote non sia… Lab. 194. Alla quale, essendo per maritarsi, convenisse colla bellezza supplire la poca dota. Cron. Morell. 256. Della dota non volere, per ingordigia del danaro, affogarti, perocchè di dota mai si fece bene niuno. Dant. Purg. 20. Mentre che la gran dote provenzale Al sangue mio non tolse la vergogna. [F.T-s.] Gio. Fabr. Com. Ter. 234. 4. Se tu non hai da dar la dote, io non mi curo di dote. [Ner.] C. pop. tosc. (Fanciulle) Di molta pretensione e poca dote. T. Recare in dote. – Portò il regno in dote.

T. Lascito di doti alle povere fanciulle. – Cumulo delle doti in una stessa persona: più doti ottenute per grazia, o a sorte.

T. Fanciulla con gran dote, Hor. – Prov. Roba di dote, trista cosa. Prov. Tosc. 101. Dov'entra dote, esce libertà. E ivi. Gran dote, gran baldezza (arroganza).

[Can.] Dote estimata è quella di cui il marito diventa proprietario, coll'obbligo di restituire altrettanto di quanto ricevette, od il prezzo equivalente.

[Can.] Dote inestimata è quella che il marito ha solo il diritto d'amministrare e godere, ma rimane propria della moglie.

2. Per Assegnamento fatto dal marito alla moglie in caso di vedovanza. Din. Comp. lib. 3. 71. (Man.) Avea tolta per moglie la figliuola del re Carlo di Puglia; e perchè condiscendesse a dargliela, la comperò oltre al comune uso, e fecele di dota Modena e Reggio.

[Cont.] Cart. Art. ined. G. App. II. 506. S'intenda priva, di poi che arà auto la dota e contro dota, d'ogni lascio o dono che io gli facessi per questo testamento.

3. Si dice anche Quello che una giovane reca al convento nel quale si fa monaca. (Man.)

4. T. Fig. Gran dote alla fanciulla è la virtù de' parenti, Hor.

5. Trasl. Dant. Inf. 19. (C) Quella dote Che da te prese il primo ricco Patre.

6. Avere a dote vale Avere per dote, in conto di dote. Stor. Semif. 71. (Mt.) Diedegli… una donna di onesta schiatta…, ed ebbene a dote e case e terre e più arnesi…

7. T. Fig. Dote di sangue, di misfatti, d'infamia; di donna che col suo matrimonio porta tali sequele. Virg. Sanguine trojano et rutulo dotabere, virgo.

8. Spezial grazia d'ingegno, o d'altro, ottenuta da Dio, o da natura, Prerogativa, Qualità pregevole, e sim. Petr. canz. 19. (C) Perch'io veggio e mi spiace, Che natural mia dote a me non vale. Bellinc. son. 66. Perchè Giove ti diè tutte le dote, Che son cagion di riso, e fin di pianto. Art. am. II. Acciò che tu tegni la donna, e non vegni da lei abbandonato, aggiugni la dote dell'ingegno alli beni del corpo. [Camp.] Serm. 27. E così si mostrava alle volte presente, ed alle volte si facía assente, per la dote dell'agilità. = Esop. Cod. Fars. fav. 36. p. 101. (Gh.) Nè essendo (la cornacchia) contenta della dote della natura, voler diventare paone (pavone). Menz. Op. 3. 54. Ma per quanto essi fossero doviziosi a dismisura delle doti dell'ingegno, oh quanto umilmente sentivano di se medesimi! Davanz. Cultiv. 254. Ogni paese ha qualche sua dote o proprietà naturale, e non bisogna contendere con la natura, ma secondarla.

T. Fornito di doti preziose. – Esimie doti di corpo e d'animo. – Doti esteriori, Pregi del corpo.

9. T. Per simil. Doti di Seminarii, di Biblioteche, di Stabilimenti universitarii. – Dote del teatro.

10. E detto de' vegetabili. [Tor.] Vett. P. Colt. uliv. 63. Fra l'altre doti che hanno in loro le piante giovani di ulivo… una è questa, che elle si possono porre sicuramente in ogni stagione.

11. (Agr.) Dare la dote. Vettor. Oliv. 115. (Gh.) So bene che le donne nel porre i vivuoli non mancano di questa diligenza, e chiamano questo gittare loro alle barbe del grano o dell'orzo dar loro la dote.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: dotavamo, dotavano, dotavate, dotavi, dotavo, dotazione, dotazioni « dote » doterà, doterai, doteranno, doterebbe, doterebbero, doterei, doteremmo
Parole di quattro lettere: dota « dote » doti
Vocabolario inverso (per trovare le rime): bisunte, consunte, inconsunte, assunte, riassunte, neoassunte, cote « dote (etod) » controdote, sacerdote, beote, gote, visigote, zigote, dizigote
Indice parole che: iniziano con D, con DO, iniziano con DOT, finiscono con E

Commenti sulla voce «dote» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze