Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «egli», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Egli

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola egli è formata da quattro lettere, due vocali e due consonanti.
Divisione in sillabe: é-gli. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: geli (spostamento di una lettera), gilè, glie (spostamento di una lettera), lige.
Componendo le lettere di egli con quelle di un'altra parola si ottiene: +ago = aleggio; +ara = algeria; +ala = allegai; +ano = alogeni; +gap = alpeggi; +dea = delegai; +udì = dilegui; +duo = dileguo; +[ari, ira, ria] = elargii; +fen = feeling; +far = fragile; +far = fraglie; +oca = gaelico; +ano = galeoni; +[ila, lai] = galilei; +[lao, ola] = galileo; +moa = gamelio; +cra = gelarci; +ram = gelarmi; ...
Vedi anche: Anagrammi per egli
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: agli, egei.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: gli.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: degli, negli, vegli.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si ottengono: glia, glie.
Parole con "egli"
Finiscono con "egli": degli, negli, vegli, quegli, scegli, svegli, ditegli, fategli, fattegli, risvegli, sorvegli, andategli, apritegli, prescegli, consegnategli.
Contengono "egli": meglio, teglia, teglie, veglia, veglie, veglio, vegliò, sceglie, sveglia, sveglie, sveglio, svegliò, teglina, tegline, vegliai, veglino, svegliai, sveglino, tegliata, tegliate, teglione, teglioni, vegliamo, vegliano, vegliare, vegliate, vegliato, vegliava, vegliavi, vegliavo, ...
»» Vedi parole che contengono egli per la lista completa
Parole contenute in "egli"
gli.
Incastri
Inserito nella parola te dà TegliE; in va dà VegliA; in ve dà VegliE; in vai dà VegliAI; in tata dà TegliATA; in tate dà TegliATE; in toni dà TegliONI; in vano dà VegliANO; in vate dà VegliATE; in vera dà VegliERA (veglierà); in vero dà VegliERO (veglierò); in bisce dà BISCegliE; in tetta dà TegliETTA; in tette dà TegliETTE; in vanti dà VegliANTI; in vaste dà VegliASTE; in vasti dà VegliASTI; in ditelo dà DITegliELO; in scendo dà SCegliENDO; in svetta dà SVegliETTA; ...
Inserendo al suo interno sta si ha EstaGLI.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "egli" si può ottenere dalle seguenti coppie: ego/oli.
Usando "egli" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: dee * = degli; pie * = pigli; sue * = sugli; dare * = dargli; dire * = dirgli; * ioga = egloga; fare * = fargli; avere * = avergli; stare * = stargli; strie * = strigli; usare * = usargli; alzare * = alzargli; andare * = andargli; aprire * = aprirgli; barbie * = barbigli; cedere * = cedergli; essere * = essergli; finire * = finirgli; lavare * = lavargli; legare * = legargli; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "egli" si può ottenere dalle seguenti coppie: egira/arili, egitto/ottili.
Usando "egli" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ilei = egei; * ileo = egeo; orge * = orli; urge * = urli; vige * = vili; esige * = esili; fogge * = fogli; forge * = forlì; logge * = logli; porge * = porli; sparge * = sparli; strage * = strali.
Cerniere
Usando "egli" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * alee = gliale; * elee = gliele; * elie = glieli.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "egli" (*) con un'altra parola si può ottenere: la * = legali; sa * = segali; so * = segoli; * mia = emigali; sto * = stegoli; tra * = tergali; mate * = megalite; rata * = regalità; sana * = segalina; sane * = segaline; sani * = segalini; sano * = segalino; * guano = eguaglino; lazzi * = legalizzi; lazzo * = legalizzo; petto * = pettegoli; rasta * = regalista; sagne * = segaligne; spetto * = spettegoli; strano * = sterangoli; ...
Frasi con "egli"
»» Vedi anche la pagina frasi con egli per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nel bel mezzo dell'assemblea, egli si alzò e si mise a imprecare violentemente contro tutti i condomini.
Citazioni
  • Nel 1843, in Delle prose e poesie liriche di Dante Alighieri di Alessandro Torri, è riportato: "Egli ci fa conoscere, che dopo la morte della sua Beatrice cominciò a dilettarsi nell'amore d' un'altra donna gentile, bella, giovine, savia, e si pietosa in vista, che tutta la pietà pareva in lei raccolta".
  • Il 4 novembre 2013, il quotidiano La Stampa, in un articolo sui diritti del paziente, scrive: "Pomo della discordia, però, non è la qualità dell’esecuzione dell’intervento, ma il fatto che egli ha prestato il proprio consenso ad un tipo di operazione, subendone però una più invasiva".
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Egli, Lui, Ella, Lei - Secondo grammatica Egli ed Ella indicano il soggetto, e Lui e Lei le relazioni del soggetto: è vero per altro che in certi casi, anche Lui e Lei si usano dal popolo e si trovano usati da qualche scrittore, per Egli ed Ella. Ma in qualche caso speciale; e colà solamente dove sta bene, come sanno ben conoscere coloro che hanno naturale sulle labbra la favella italiana. Il Manzoni, ingannato da due Toscani, lo abusò, mettendolo per tutto; e ne abusano a sproposito i seguaci di lui. [immagine]
Gli, Egli, L’, E’ - La particella Egli è spesso un pleonasmo di grazia, che fa come da introduttore al discorso, ed è propriamente indeclinabile: «Egli è proprio una consolazione il vedere, ecc.,» benchè molti poi la cominciassero a declinare: «Ella è proprio, ecc.» Nell'uso familiare si accorcia in Gli, massimamente in Firenze; ma in una scrittura grave sarebbe disdicevole. Anche la voce Ella si accorcia in L', e cade anche qui la osservazione medesima: «L'è proprio strana questa faccenda.» A Firenze poi tal particella Egli si accorcia spesso in E'; per es.: «E' non è da prestar fede a tali sciocchezze.» [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
E’, Ei, Egli, Esso, Gli - E' è una sincope di egli, eglino, esso, essi: si dice di persona e di cosa; ed ha un sapore toscano ed una leggiadria tutta propria: e' dice, e' fanno, e' ricorrono ogni anno. Nelle frasi interrogative però in cui si vuol posporre il pronome al verbo, e' non cadrebbe, nè suonerebbe bene come egli. Gli in senso di egli, eglino, è una sincope de' medesimi, o è usato in modo di riempitivo; e in questo modo specialmente pel plurale: suona bene assai innanzi a verbo cominciante da vocale: gli è vero, gli è giusto; gli hanno ragione. Ei è della poesia o della prosa sostenuta, come s'affetta da molti scriverla oggidì. [immagine]
Egli, Esso, Desso - Egli non è riferibile che a persona o a cosa personificata; esso, a persona e a cosa. Desso vale egli stesso, esso stesso; indica e conferma: egli è quel desso; egli è desso. Egli è talvolta pleonasmo e riempitivo, specialmente in principio di frase: egli è curioso il vedere; egli è impossibile immaginare, e simili. Egli è del primo caso, esso di tutti, desso del primo e del quarto soltanto. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: egiziane, egiziani, egiziano, egizie, egizio, eglefini, eglefino « egli » egloga, egloghe, ego, egoarca, egoarchi, egoarchica, egoarchiche
Parole di quattro lettere: egeo « egli » elba
Vocabolario inverso (per trovare le rime): quagli, squagli, vagli, bavagli, imbavagli, travagli, sguinzagli « egli (ilge) » scegli, prescegli, degli, negli, andategli, fategli, consegnategli
Indice parole che: iniziano con E, con EG, iniziano con EGL, finiscono con I

Commenti sulla voce «egli» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze