Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «era», il significato, curiosità, forma del verbo «essere» associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Era

Etimologia - Derivazione
Il termine era ha tra i suoi significati "epoca", "periodo storico", caratterizzato da avvenimenti di grande importanza.

In questo senso deriva dal sostantivo latino, plurale, aera, "numero, cifra" poi "data dalla quale s’inizia a contare gli anni". In principio plurale di aes nel senso di "denaro", "quantità". Indicava quei gettoni di bronzo, quelle monete che servivano a segnalare un determinato numero. In origine l'espressione "era nuova" significava una nuova partita contabile nel libro dei conti.
Forma verbale
Era è una forma del verbo essere (terza persona singolare dell'indicativo imperfetto). Vedi anche: Coniugazione di essere.
Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
glaciale (22%), geologica (9%), epoca (8%), fu (7%), ora (5%), periodo (3%), passato (3%), tempo (2%), moderna (2%), giurassico (2%), secolo (2%), quaternaria (2%), ieri (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monoconsonantiche [Equo « * » Erario]
Giochi di Parole
La parola era è formata da tre lettere, due vocali e una consonante.
È una parola bifronte senza coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (re).
Divisione in sillabe: è-ra. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: rea (spostamento di una lettera).
Componendo le lettere di era con quelle di un'altra parola si ottiene: +cap = acarpe; +[abc, cab] = acerba; +cra = acerra; +[ciò, coi] = acorie; +idi = aderii; +idi = adirei; +don = adorne; +don = adrone; +[ore, reo] = aererò; +noi = aerino; +bio = aerobi; +osé = aerose; +noi = airone; +gli = algeri; +mal = amarle; +ram = amarre; +mie = amerei; +tan = anatre; +con = ancore; +[dan, dna] = andare; +[dan, dna] = andrea; +din = andrei; ...
Vedi anche: Anagrammi per era
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: ara, cra, ere, eri, ero, eta, eva, fra, ira, ora, tra.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: ari, aro, arò, brr, cru, gru, ire, ore, ori, oro, pro, tre, uri, uro.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: aera, cera, erba, erga, erma, erra, erta, mera, nera, pera, sera, vera.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: bar, far, par, tar, zar.
Antipodi inversi: se si sposta l'ultima lettera all'inizio (con eventuale cambio) e si inverte il tutto si possono ottenere: rea, ree, rei, reo.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si ottengono: ram, rap, ras.
Parole con "era"
Iniziano con "era": erano, erario, eravamo, eravate, erariale, erariali, eracliana, eracliane, eracliani, eracliano, eraclitea, eraclitee, eraclitei, eracliteo, erasmiana, erasmiane, erasmiani, erasmiano.
Finiscono con "era": aera, cera, mera, nera, pera, sera, vera, amerà, arerà, azera, beerà, boera, edera, fiera, obera, opera, oserà, sfera, spera, userà, aererà, altera, alzerà, anserà, antera, arderà, armerà, attera, avvera, azzera, ...
Contengono "era": aerai, cerai, aerano, aerare, aerata, aerate, aerati, aerato, aerava, aeravi, aeravo, amerai, arerai, beerai, ceraia, ceraie, ceraio, cerare, cerasa, cerase, cerata, cerate, cerati, cerato, cerazi, ferale, ferali, gerani, oberai, operai, ...
»» Vedi parole che contengono era per la lista completa
Incastri
Inserito nella parola ai dà AeraI; in ci dà CeraI; in ano dà AeraNO; in ava dà AeraVA; in avi dà AeraVI; in avo dà AeraVO; in ami dà AMeraI; in ari dà AReraI; in bei dà BEeraI; in ciò dà CeraIO; in osi dà OSeraI; in sta dà SeraTA; in usi dà USeraI; in andò dà AeraNDO; in ante dà AeraNTE; in asse dà AeraSSE; in assi dà AeraSSI; in aste dà AeraSTE; in asti dà AeraSTI; in aeri dà AEReraI; ...
Inserendo al suo interno dite si ha EditeRA (editerà); con leve si ha EleveRA (eleverà); con mule si ha EmuleRA (emulerà); con note si ha EnoteRA; con nume si ha EnumeRA; con pure si ha EpureRA (epurerà); con item si ha ERitemA; con rode si ha ErodeRA (eroderà); con rudi si ha ErudiRA (erudirà); con sale si ha EsaleRA (esalerà); con site si ha EsiteRA (esiterà); con spie si ha EspieRA (espierà); con vite si ha EviteRA (eviterà); con legge si ha EleggeRA (eleggerà); con mette si ha EmetteRA (emetterà); con rompe si ha ErompeRA (eromperà); con sauri si ha EsauriRA (esaurirà); con segui si ha EseguiRA (eseguirà); con sente si ha EsenteRA (esenterà); con sonde si ha EsondeRA (esonderà); ...
Lucchetti
Usando "era" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ape * = apra; ave * = avrà; boe * = bora; due * = dura; * agi = ergi; * ago = ergo; * ama = erma; * amo = ermo; * ara = erra; * ari = erri; * aro = erro; mie * = mira; pie * = pira; tue * = tura; vie * = vira; alte * = altra; ambe * = ambra; aree * = arerà; bare * = barra; bere * = berrà; ...
Cerniere
Usando "era" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * dee = rade; * mie = rami; * pie = rapi; * poe = rapo; * pie = rapì; * ree = rare; * dare = radar; * glie = ragli; * maie = ramai; * soie = rasoi; * spie = raspi; asap * = saper; * maree = ramare; * savie = rasavi; * tinge = rating; * sartie = rasarti.
Lucchetti Alterni
Usando "era" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ava * = aver; * bea = erbe; * già = ergi; * moa = ermo; * osa = eros; * rea = erre; * ria = erri; * sia = ersi; * tea = erte; asta * = aster; boxa * = boxer; * baia = erbai; * odia = erodi; mixa * = mixer; nepa * = neper; pota * = poter; vola * = voler; banna * = banner; bitta * = bitter; bomba * = bomber; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "era" (*) con un'altra parola si può ottenere: * bio = erbaio; nut * = neutra; pro * = perora; psi * = persia; spa * = separa; sir * = sierra; tre * = terrea; armi * = armeria; arti * = arteria; cast * = caserta; celi * = cereali; divi * = derivai; dogi * = derogai; dici * = diceria; * bica = ebraica; * bici = ebraici; * bune = eburnea; * miti = emirati; * mito = emirato; * pure = epurare; ...
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "era"
»» Vedi anche la pagina frasi con era per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Tu nascesti: era d'estate, ad agosto, col caldo torrido che non dava tregua.
  • Quando iniziò a piovere, era già notte fonda nella valle.
  • La nuova era della fotografia è iniziata con le macchine fotografiche digitali.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Epoca, Tempo, Era - Epoca è propriamente momento storico memorabile, che distingue i tempi; e si pone come punto fisso nella cronologia, per recare a quello i fatti e i casi seguiti; per esempio, la caduta dell'Impero romano e il Diluvio, sono epoche. - Era è avvenimento memorabile a punto fisso, dal quale presso a'varii popoli si cominciano a contare gli anni: L'èra cristiana, L'èra di Maometto. - La voce Tempo è generica. - « Al tempo della dominazione austriaca; » dove non si vede punto fisso; ma solo lo spazio che corre da età a età. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Epoca, Era, Periodo, Età, Tempo, Tempi - L'epoca è un punto fisso nella storia, stabilito da un fatto così importante, da dare ad essa il suo nome; da un'epoca ad un'altra ci corre un periodo più o men lungo di tempo: quel periodo di tempo che sta fra l'epoca della caduta dell'impero d'occidente, e l'altra della presa di Costantinopoli fatta da Maometto II è detto medio evo. L'era è quello spazio di tempo in cui un fatto principale o le sue conseguenze predominano, ed hanno la maggiore o almeno una grande influenza nello sviluppo de' fatti storici, religiosi, politici, filosofici, economici ecc. che siano. L'era del paganesimo, l'era cristiana. Ciò che si dice età è un periodo di tempo molto meno ben determinato del periodo. I poeti, che pure erano gli storici dei tempi più remoti, ne contavano diverse; età dell'oro, dell'argento, del rame, del ferro e via; ma quando queste età diverse furono, quali epoche le separino precisamente, niun di loro sa dirci, onde fra le favole furono esse pure riposte: alludendo forse alla loro pluralità, più sovente dicesi le prische, le prime età, le antiche età, che non la prisca, la prima, l'antica età al singolare. Tutti questi vocaboli, oltre il loro rispettivo senso storico o mitologico, ne hanno pure un altro meno importante o, se vuolsi, meno esteso, riferendosi alla vita dell'uomo individuo: essa dividesi naturalmente in età; ogni avvenimento importante ne segna le epoche, le quali sono i termini estremi de' varii periodi; e le ere diverse pure non mancano, poichè l'infanzia è quella de' trastulli, la giovinezza quella dello studio o delle follie, la virilità quella degli affari o delle occupazioni buone o ree, e la vecchiaia quella de' dolci ricordi, de' tranquilli riposi, o dei malori e de' rimorsi; e ciò a seconda di quanto nella vita anteriore ci saremo preparati. Tempo è meno solenne di epoca, men lungo di era, meno determinato, nei limiti estremi, di periodo: quando vien detto: in quel tempo, cioè nel tempo di quell'avvenimento, s'intende che quel periodo ha da essere noto almeno a chi parla; in tempo del tal re, della tal guerra; e relativamente ad uomo: in tempo della prima gioventù; nel tempo in cui uno era soldato, in tempo di quell'impresa, che un viaggiava, negoziava, cantava ecc., nell'epoca del mio matrimonio, della morte di mio padre e simili, sono più determinate: ora siccome tempo accenna a casi frequenti dell'istesso genere, ma non tanto importanti, ognuno da sè, dicesi meglio e più sovente: in quei tempi, al plurale, quasi per dire: in tempo, o nei diversi tempi che succedevano quelle avventure, casi, circostanze. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Era - Voce sinonima di Epoca, che accenna un tempo fisso d'onde uno si parte per computare gli anni presso i diversi popoli. Non si sa precisamente di dove venga questo termine, che sembra nato fra i Romani e verso il tempo di Cesare Augusto. La parola latina è aera. L'era di Nabonassar è fissata dai cronologisti al 26 febbrajo dell'anno 747 avanti Gesù Cristo; quella dell'Egira, impiegata dagli Arabi e musulmani, corrisponde al 15. luglio 622 dell'era nostra. La Cristiana, detta anche era volgare, comincia dal primo giorno di gennajo dopo la nascita di Gesù Cristo. La Chiesa romana la pone nel 25 decembre del 735. dalla fondazione di Roma. [immagine]
Dizionario compendiato di antichità del 1821/1822
Era - È il nome, che si dà ad un seguito d'Anni, i quali si contano successivamente a partirsi da qualche notabile Avvenimento, che per questa ragione appellasi Epoca. Così la Nascita di N. S. G Cristo è l'Epoca, da cui l'Era Cristiana si parte, avanti la quale si contavano comunemente gli Anni dalla Creazione del Mondo. Siccome havvi molta incertezza nel computo dei primi tempi, il miglior modo di contare gli Anni, che sono scorsi dopo la Creazione del Mondo fino alla Nascita del Messia, si è di farlo retrocedendo e rimontando dall'Epoca dell'Era Cristiana all'indietro verso la Creazione deI Mondo. Così in luogo di dire: il Diluvio accadde l'Anno 1656. dalla Creazione del Mondo, secondo l'opinione d'Usserio, che si segue ordinariamente, è più sicuro il dire che fu l'Anno 2348. avanti la Nascita di G. C., stabilita nel sistema di detto Cronologista l'Anno 4004. del Mondo.

Non vi è quasi nessun Popolo, il quale non abbia avuto la sua particolar maniera di contare gli Anni cominciando da un'Epoca d'importanza per esso; ciò che ha dato luogo a più Ere tra loro diverse. L'Era la più celebre tra i Greci era quella delle Olimpiadi, delle quali la prima cominciò 776. avanti all'Era Cristiana. (V. Olimpiade, e Olimpici). I Romani contavano i loro Anni a principiare dalla fondazione di Roma, che avvenne 755. anni prima dell'Era Cristiana. Dopo questa, che è prevalsa quasi generalmente, havvi l'Egìra, di cui i Maomettani si servono per contare i lor Anni. Quest'Era ha per Epoca la fuga di Maometto allorchè fu obbligato di uscir dalla Mecca e di allontanarsi da quella Città, per porsi in sicuro, il 16. Luglio dell'Anno 622. dell'Era Cristiana. Egìra è una parola Araba, che significa Fuga.
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
† Era - [T.] S. f. In senso d'Area, Suolo. Corrotto, come Aria e in ant. Are da Aere. Ner. Art. vetr. 40. (Gh.) Nell'era della camera. E 35. Nell'era della fornace.
Era - [T.] S. f. Punto, da cui si cominciano a contare gli anni presso varii popoli. – Anche quella serie d'anni che si contano da quel punto. (C) – Non da A. ER. A., Annis erant Augusti, nè dal germ. Jahr, Anno (forse e Anno e Jahr hanno la medesima orig., come Arnos e Agnus). Ma in Lucil. Aera è Nota di numeri; e Ruf. Fest. in Breviar. ha Era per Nota numerale compendiosa ne' conti; e il Salmas. in ant. scritt. d'agrimens. trova Era per Numero ch'è il fondamento del computo; e valeva anco La somma de' conti. In Cic. Aera n. pl. son Gli anni di soldo militare. Isid. la vuole così detta dal tempo de' Cesari: Quod omnis orbis aes reddere professus reip.

Perchè l'Era torni comoda, deve abbracciare parecchie epoche storiche. V. EPOCA, § 3. T. L'epoca dell'innovamento degli Stati veniva scelta per êra. – Il punto da cui le êre cominciano non è sempre il medesimo che, secondo verità o probabilità, quel delle epoche. – Nel fissare le epoche ha parte la critica erudita; accettansi le êre quali le porge la tradizione de' popoli. – La storia ha bisogno di più d'un'êra; altre per l'Asia, altre per l'Europa.

2. Ere varie. T. L'Era della creazione, secondo gli Ebrei, comincia A. 3761 A. C. – Era d'Abramo, dalla sua vocazione. – Era delle olimpiadi, che incomincia da Corebo, il primo vincitore a cui fu eretta una statua. = Vit. Pitt. 19. (C) Insegna il metodo degli anni olimpiaci, i quali, essendo l'êra de' Greci, in queste vite spesso ci verranno alle mani. T. L'êra delle olimpiadi cessa con Alessandro; e quella di Nabonassar finisce con Babilonia all'epoca medesima. – Era de' Seleucidi o de' Greci A. 312 A. C. – Era della fondazione di Roma, dal tempo che i Romani contavano gli anni della storia loro. – Era Giuliana, che si rifà dacchè G. Cesare riformò il calendario. – Cesariana, Azziaca.

T. Era cristiana, o volgare, o dell'Incarnazione. Dionigi il piccolo la propose nel secolo VI; la fissa nell'A. R. 753; ma nel vero è di più anni prima: però l'êra accettata da questo Slavo è detta volgare. Ogni êra si reca alla cristiana, quando sappiasi di quanto le sia posteriore o anteriore. – L'êra spagnuola comincia 38 anni A. C.

T. Era dell'egira, alla quale i Maomettani s'attengono. Gli anni di questa êra sono lunari.

3. Era non solo il punto da cui si comincia, ma la durata del periodo, e il computo che lo distingue. T. Nel senso del cominciamento diciamo: Tanti anni dall'êra volgare; nel senso della durata: Tanti anni dell'êra; nel senso del computo: Era incerta, o sim.

4. T. Era delle medaglie, Epoca alla cui norma computare gli anni incisi nelle antiche monete.

T. Hanno un'êra loro propria non poche città d'Oriente. – Interamna, Amelia avevano un'êra propria.

5. T. Per confermare che il senso orig. di Era è quello di numero, rammentiamo che in un'iscr. lat. Nell'êra 500 vale Anno.

6. Per estens. di tempo memorabile dal quale computare una serie d'avvenimenti, non mai privati però, ma non solo civ. e soc., anche relig. e intell. e mor. T. Una nuova êra incomincia. – Era di libertà. – Era di gloria; êra di schiavitù. Nel quarantotto il buono Ozanam col P. Lacordaire, e con altri sacerdoti e laici d'ingegno e di fama, fondarono La Nuova Era, giornale di repubbliche insieme e di dottrine cattoliche. – Era della filosofia platonica. – Era gloriosa delle arti all'Italia il trecento, meglio che il cinquecento.

† Fior. S. Franc. 130. (Man.) A confermazione delle sacre sante Istimate sue, e a notificazione del dì, e dell'èra, che Cristo gliele diede.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: equivochiate, equivochino, equivoci, equivocità, equivocò, equivoco, equo « era » eracliana, eracliane, eracliani, eracliano, eraclitea, eraclitee, eraclitei
Parole di tre lettere: emù « era » ere
Vocabolario inverso (per trovare le rime): alessandra, pentandra, scolopendra, londra, tundra, godrà, udrà « era (are) » aera, sillaberà, gabberà, addobberà, sgobberà, snobberà, ciberà
Indice parole che: iniziano con E, con ER, iniziano con ERA, finiscono con A

Commenti sulla voce «era» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze