Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «esecuzione», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Esecuzione

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Articoli interessanti e pagine web
Almanacco: Prima esecuzione de "La Valchiria" di Wagner
Giochi di Parole
La parola esecuzione è formata da dieci lettere, sei vocali e quattro consonanti. Lettera maggiormente presente: e (tre).
Divisione in sillabe: e-se-cu-zió-ne. È un pentasillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
esecuzione si può ottenere combinando le lettere di: ozi + cuneese; euzoni + esce; zoee + unisce.
Componendo le lettere di esecuzione con quelle di un'altra parola si ottiene: +[lettori, littore, orletti, ...] = elettroesecuzioni.
Vedi anche: Anagrammi per esecuzione
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: esecuzioni.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: esci, esco, esce, euzone, eone, seco, sezione, scio, scie, suzione, suine, cioè, cine, zone.
Parole con "esecuzione"
Finiscono con "esecuzione": elettroesecuzione.
Parole contenute in "esecuzione"
zio, ione, zione. Contenute all'inverso: noi.
Lucchetti
Usando "esecuzione" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: pere * = persecuzione.
Intarsi e sciarade alterne
"esecuzione" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: esci/euzone.
Frasi con "esecuzione"
»» Vedi anche la pagina frasi con esecuzione per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • L'esecuzione del brano fu ineccepibile e il pubblico gli tributò un lungo applauso.
  • Ti intimo di dare esecuzione a tutto il lavoro che ti ho assegnato.
  • L'esecuzione del prigioniero è stata annullata perché è innocente.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Eseguire, Dare esecuzione, Compiere, Adempire - Eseguire è meno di Adempiere, perchè Adempiere suppone un comando, un dovere, un desiderio, dove l'Eseguire è il puro fare una cosa di cui abbiamo preso il carico. - La qual voce è differente dal Dare esecuzione in ciò, che quella dice tutto l'insieme del lavoro, e questa il procedere graduale di esso. - Compire è il portare a fine l'opera che si eseguisce, e il comando o desiderio che si adempie. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Effettuare, Eseguire, Porre in effetto, Mandare ad effetto, Dare effetto, Mettere ad effetto, Dare esecuzione, Mettere ad esecuzione - Nell'eseguire è implicata l'idea di seguire traccia, pensiero, disegno, comando: nell'effettuare domina l'idea di fatto: effettuare è tradurre il pensiero in atto, in fatto: si eseguisce comando avuto; si effettua ciò che si era proposto: eseguire è d'altra parte parola propria delle arti: si eseguisce una suonata; sulla tela, sul rame, sul marmo, si eseguisce un disegno che esprimeva in pochi tratti il pensiero originale. Porre in effetto significa azione più pronta, più immediata: si dice di cosa di poca entità che possa farsi subito e tutta: mandare ad effetto s'applica meglio a cose di maggior importanza, in cui e occorra collaborazione altrui, e perdurare alcun tempo nel lavoro: il mandare, mandato, mandatum, ordine di fare, comando, è un elemento di questa significazione. Mettere ad effetto indica il principio dell'azione; dare effetto, l'azione già inoltrata: tutti e due, l'intenzione di fare, e il secondo poi, anche specialmente quella di finire. Mettere ad esecuzione e dare esecuzione differiscono da mettere ad effetto e dare effetto in quanto che l'esecuzione si suppone sempre più accurata, più difficile, e perciò più lunga: si mette ad esecuzione un piano, un progetto; si dà esecuzione ad una serie di fatti nell'ordine prestabilito, e che hanno tra essi una necessaria connessione: si mette ad effetto un ordine, si dà effetto ad una promessa. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Esecuzione - e † ESEGUIZIONE. S. f. Aff. al lat. Executio, ch'è in Tac. L'eseguire, che è Mandare ad effetto il suo pensiero, o l'altrui comandamento. Bocc. Test. 3. (C) A' quali do piena balía ed autorità di vendere… quello che conosceranno essere opportuno alla detta esecuzione, in loro per me fatta. Cron. Morell. I quali tutori sieno tenuti di levare a volontà di coloro a cui è commesso l'esecuzione ne' detti testamenti, convertendosi veramente nelle dette esecuzioni. Pass. 329. (M.) Secondo l'ordine della divina provedenzia e della giustizia, la quale usa non solamente gli Angeli buoni, ma eziandio gli spiriti rei, ad esecuzione della sua volontade. Instr. Canc. 25. In esecuzione dell'ordine del magistrato. Galil. Op. lett. 6. 385. In esecuzione del comandamento di V. A. S. ho veduto la scrittura di M. Sigismondo Coccapani. [Val.] Red. Lett. in Cibrar. 105. Farò menzione a V. S. di alcuni de' migliori autori… in esecuzione de' suoi comandi.

T. Esecuzione della legge. – Dell'accordo. – Esatta, Piena, Intera esecuzione. – Ordine che ha avuto esecuzione. – Cosa di difficile esecuzione.

Vit. S. Gir. 20. (Man.) Mettendo a eseguizione sanza nulla negligenza tutte le cose. E 23. Mettendo a eseguizione ogni loro carnale volontade. Cavalc. Specc. Or. 50. La ragione dia la sentenza; il dolore la metta a eseguizione. [Camp.] G. Giud. V.6. All'opera di tanto fatto quegli nella eseguizione sia divoto e presto alla ditta andata. E Lib. XV. 136. Io non rifiuto vostro consiglio, anzi il voglio udire; ed io il metterò in eseguizione se buono fia.

[F.T-s.] Liv. Nard. I. 2. Furono mandati i littori a fare l'eseguizione (missique lictores ad sumendum supplicium).

2. T. Andare in esecuzione. – II decreto va in esecuzione fra un mese. (Comincia ad avere effetto.)

3. Avere esecuzione. Eseguirsi. Cas. Lett. (Opere T. 5. pag. 124. Nap. 1733.) (Mt.) Permetta che detto mandato abbia sua esecuzione.

T. La condanna non ebbe la sua esecuzione.

4. T. Dare esecuzione. – Gli scrisse che desse pronta esecuzione agli ordini ricevuti.

5. Fare esecuzione. Eseguire. Din. Comp. lib. 2. (M.) A noi pare che si eleggano da ambedue le parti i più potenti uomini, e mandinsi in sua custodia, e poi si faccia la esecuzione della vendetta gravissima. T. Docum. fior. 1498.

6. Per Effetto di punizione. G. V. 8. 1. 4. (C) Per fare esecuzioni contro a' grandi. M. V. 3. 98. Si venne provvedendo d'avere al tempo gente d'arme da potere fare l'esecuzione contro a lui del suo processo. Franc. Sacch. Op. div. 57. Volendo messer Rinaldo Gianfigliazzi, allora Vicario, fare un'esecuzione corporale, mandò per certi fanti.

T. In senso giudic. e penale. Band. Legg. Ant. 2. 280. Si farà, oltre al bando, diligenze estremissime, e severissime esecuzioni contro a' delinquenti e transgressori, senza accettazione di scusa alcuna. [Cont.] Pant. Arm. nav. 102. Non far bandi sopra ogni minima cosa, per non obbligarsi poi a qualche eccesso di rigorose esecuzioni quando non fosse obbedito.

7. Fare l'esecuzione dicesi anche in senso non legale, per Effettuare alcuna cosa con la forza. Car. Lett. ined. 1. 10. (M.) Bisognerà che ci facciamo l'esecuzione da noi medesimi, perchè da lui non si può aver cosa del suo se non per forza.

8. Mandare o Mettere ad esecuzione o in esecuzione vale Eseguire, Mandare ad effetto. Bocc. Nov. 80. 35. (C) E la sagacità di Salabaetto, che non fu minore a mandarlo ad esecuzione. Franc. Sacch. Nov. 86. (Mt.) Come pietoso esauditore de' miei preghi, gli mandò ad esecuzione. M. V. 1. 11. (C) Fu fatto l'ordine, e messo ad esecuzione il detestabile patricidio della sua morte. Busin. Lett. 151. (Man.) E così poi si mandò a esecuzione. [Cors.] S. Ant. Lett. 81. Il quale adopera in noi il ben volere, e mettere in esecuzione la buona volontà. [Val.] Ordinam. Ornam. Donn. Etrur. 1. 439. Li predetti ordinamenti… si mettano ad esecuzione.

9. Esecuzione talora vale Osservanza. Segner. Mann. Genn. 29. 6. (M.) Dinotava lo stato dei proficienti, i quali attendono alla esecuzione di divini comandamenti.

In questo senso dicesi anche Mettere in esecuzione. S. Bern. Pist. 15. (Man.) E in metterle in esecuzione (le cose), procuri di porre ogni suo studio.

10. Parlandosi di Ordini sacri, vale Amministrazione. Maestruzz. 1. 13. (C) In prima, perchè in vergogna di sè costui fu ordinato, dee essere sospeso dall'esecuzione di quell'ordine, infino alla legittima etade. E 1. 21. Acciocchè (i cherici pellegrini) sieno ricevuti nell'esecuzioni degli ordini, debbono te lettere contenere questa clausola: a grado a grado promovemmo questo a tale ordine.

11. (B.A.) [Mil.] Abilità nell'eseguire un lavoro. Maniera con la quale un lavoro è condotto. Si dice più comunem. della pittura, e significa quella parte dell'arte che spetta più particolarmente alla mano, e consiste nel maneggiar con prestezza e fermezza il pennello e nell'adoprar con felice successo i colori. – Di una pittura si dice ch'è d'una bella esecuzione; e d'un pittore, che ha una bella esecuzione, facile, ardita, vivace, senza che questo implichi necessariamente l'idea d'un disegno corretto o d'una composizione.

12. (Mus.) [Ross.] L'atto di eseguire un pezzo di musica. Bain. 1. 2. 4. Ed ecco il passaggio dalle prove all'esecuzione, dalle private accademie alla musica nelle chiese.

[Ross.] Forbitezza dell'eseguire. Paol. 3. 33. 82. Senza la vera esecuzione una composizione, per bella e buona che sia, non farà mai il suo effetto.

[Ross.] Arte di eseguire. S. Raf. 1. 3. Uscito testè dal tedio dei primi elementi della esecuzione istromentale. E 2. 1. 30. Giambattista Somis… riusci veramente impareggiabile pel merito dell'esecuzione.

13. (Leg.) Esecuzione dicesi da' legali quell'Atto giuridico, con cui per via di mandato esecutivo si staggiscono i beni di un debitore, o si fa cattura della persona per costringerla al pagamento. Onde dicesi: Esecuzione parata, reale e personale… Bullettino per liberare altrui dalla esecuzion personale, ecc. [Cont.] Ord. Giust. Fir. 30. Si deve credere e sanza alcuna dubitazione tenere che tutti e ciascheduni processi ed esecuzioni fatti e fatte da quinci addietro… con giusta e diritta intenzione. Cons. mare, 29. Sarà fatta l'esecuzione nelli beni mobili che per il detto creditore gli saran mostrati. Strat. Merc. Siena, I. 25. I regolatori ne faccino l'esecuzione e guadagnino la metà di detta pena (di 50 ducati). = Instr. Canc. 68. (M.) Nè farà loro tal consegna per quanta somma, e a istanza, e d'ordine di chi sarà tale esecuzione stata fatta. Salv. Lett. Sper. 377. (Man.) E quando V. S. volesse fare alcuna sorta d'esecuzione contra di me;… Fag. Com. (Mt.) Voleva fare una domanda di saldo di conti per liquidarlo, e proceder dopo all'esecuzione. – V. anco ASSECUZIONE e ASSEGUIZIONE.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: esecutoria, esecutorie, esecutorietà, esecutorii, esecutorio, esecutrice, esecutrici « esecuzione » esecuzioni, esedra, esedre, esegesi, esegeta, esegete, esegeti
Parole di dieci lettere: esecutrici « esecuzione » esecuzioni
Vocabolario inverso (per trovare le rime): decontribuzione, distribuzione, teledistribuzione, redistribuzione, ridistribuzione, macrodistribuzione, attribuzione « esecuzione (enoizucese) » elettroesecuzione, consecuzione, prosecuzione, persecuzione, locuzione, elocuzione, allocuzione
Indice parole che: iniziano con E, con ES, iniziano con ESE, finiscono con E

Commenti sulla voce «esecuzione» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze