Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «espressione», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Espressione

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
matematica (17%), viso (14%), algebra (8%), facciale (3%), volto (3%), algebrica (3%), volgare (2%), triste (2%), seria (2%), infelice (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate espressione

Non disturbare
  
Giochi di Parole
La parola espressione è formata da undici lettere, cinque vocali e sei consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: ss. Lettere più presenti: e (tre), esse (tre).
Divisione in sillabe: e-spres-sió-ne. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
espressione si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): sos + penserei; pos + senserie; [pois] + esserne; sposi + serene; [porsi] + senese; noi + espresse; spino + [eresse]; per + sessione; osé + respinse; sesso + [peneri]; [speso] + [resine]; spesso + [ernie]; [perso] + senesi; seno + [perisse]; [open] + essersi; penso + [eressi]; sprone + sesie; sei + spensero; sessi + [penero]; [resi] + [pensose]; risse + [espone]; [pesi] + sensore; spesi + [renose]; spessi + onere; [erosi] + spense; rissose + [nepe]; [sopisse] + [nere]; ...
Componendo le lettere di espressione con quelle di un'altra parola si ottiene: +zar = presenziassero; +tapa = appassionereste; +[miri, rimi] = impensierissero; +alzi = preselezionassi; +tram = sperimentassero; +[marte, tarme, trame, ...] = esperimentassero; +[metri, mitre, timer, ...] = impressionereste; +[mirti, ritmi] = impressioneresti; +alzerò = preselezionassero; +[parati, parità, patirà, ...] = riappassionereste.
Vedi anche: Anagrammi per espressione
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: espressioni.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: espresso, espresse, espio, espone, esso, esse, eressi, eresse, eresie, ersi, erse, eroe, eone, sprone, spessi, spesso, spesse, spesi, spesone, speso, spese, spione, spio, spine, spin, spie, sessione, sessi, sesso, sesie, presso, presse, presine, presi, presone, preso, prese, prione, prone, pesi, pesone, peso, peone, peon, pene, pione, pone, resse, resine, resi, reso, rese, rene, rione.
Parole contenute in "espressione"
essi, ione, ressi, pressi, espressi, pressione. Contenute all'inverso: noi.
Incastri
Si può ottenere da espone e ressi (ESPressiONE).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "espressione" si può ottenere dalle seguenti coppie: espressa/aione.
Lucchetti Riflessi
Usando "espressione" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: rese * = repressione.
Sciarade incatenate
La parola "espressione" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: espressi+ione, espressi+pressione.
Intarsi e sciarade alterne
"espressione" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: esso/presine, ersi/spesone.
Frasi con "espressione"
»» Vedi anche la pagina frasi con espressione per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • L'espressione del viso permette di capire più delle parole dette!
  • Che espressione truce! Ti è morto il gatto? Così è un detto.
  • Nel test di matematica ho dovuto risolvere un'espressione difficilissima!
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Espressione, Termine, Parola, Voce, Vocabolo - Espressione è qualunque significazione del pensiero espressa per via di parola. - Il Termine riguarda il soggetto, ed è parola che ben lo determina. - La Parola riguarda il concetto; una voce che non ha senso, non è parola: e però si dice Voce propria, impropria, ecc. - La Voce è la parola considerata grammaticalmente e materialmente. - Vocabolo è la voce in quanto l'uso le dà tale o tal altro significato; onde la parola Vocabolario. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Nome, Vocabolo, Termine, Parola, Espressione, Voce, Accenti, Accento - Parola, generico, si dice di ognuna di esse in quanto pronunziata, articolata, o che si può pronunziare, articolare; sia nome, sia verbo, aggettivo, o qualunque altra parte del discorso: le interiezioni per altro direi meglio voci. Nome è ogni parola a cui corrisponde cosa o persona. Le parole poi sono vocaboli in quanto con esse si chiamano gli oggetti corrispondenti; sono espressioni in quanto esprimono i sensi dell'animo, e vocaboli allora meglio forse potrebbe dirsi ai nomi; espressioni ad ogni altra classe di parole; sono termini finalmente in quanto non dicono né più né meno del loro preciso significato. Nell'uso però si scambiano sovente. Accenti, al plurale, per voci, espressioni o parole, è poetico; ma dirà sempre espressioni concitate, discorso animato da qualche vivo affetto. Accento, al singolare, è il segno che si mette sulla parola detta per ciò accentata; e il suono vibrato che per questo segno alla parola medesima si dà: non tutti gli accenti sono segnati: che anzi ogni parola ha un accento detto fonico sulla sillaba di essa che più forte si pronunzia; è accento prosodiaco, dirò così. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Espressione - [T.] S. f. Azione e Modo dell'esprimere, e Cosa espressa. In senso corp. l'ha Vitr. – Volg. Mes. (C) Premitura ovvero espressione di pomi, di mandragora, d'olio e serapino, ana, parti eguali; cuoci in vaso doppio tanto che 'l sugo si consumi; poi cola e spremi, e l'espressione riponi in vaso. Ricett. Fior. 3. 92. Il sugo del lentisco, cavato per espressione, viene in minore quantità, ma migliore. E 3. 98. L'olio di noce moscada si cava in due modi: per distillazione, e per espressione. Red. Oss. An. 120. Fattane forte espressione, vi immersi molti lombrichi.

2. Senso mor. T. Espressione della volontà. = Lib. Pred. Seg. 51. (C) Siamo tenuti di render grazie a Dio per espression di conoscimento (riconoscenza). Filic. Pellegrin. 76. (Gh.) Si diffuse il governatore col padre abate in civilissime espressioni di ringraziamento. Segner. Op. 1. 104. 2. Dopo avere con le maggiori espressioni di tenera riverenza riconosciuto in un trono a destra Gesù,… ed in un trono alla sinistra, Maria,… vi sarà tosto confortata la mente d'un potentissimo lume. (E se non fossero in trono?) [F.T-s.] Bart. Ricr. Sav. 1. 2. Aristippo… tutto in espressione di giubilo, sclamò: Vestigia hominum video (al vedere traccie di figure matematiche nella rena). T. Memor. Bell. Art. 51. Una virtù che si duole non può abbassarsi alla vile espressione d'un dolore comune. – Era in tutti l'espressione del dolore (non solo nel viso, ma in ogni atto della pers.).

3. Dell'esprimere, segnatam. in parole, l'opinione e il sentimento. Vivian. Disc. Arn. 60. (Gh.) Queste mie replicate espressioni erano e son fondate massimamente su'l parermi,… [G.M.] Segner. Crist. Instr. 1. 13. Queste erano l'espressioni di quel buon padre, le quali poco meno che non mi cavano le lacrime dagli occhi nel recitarvele.

Del sentimento. Pallav. Stor. Conc. 750. (Man.) Nè la reina si era tenuta nell'espressione del suo senso per voce de' ministri ordinarii. Segn. Ales. Memor. Fest. 26. (Gh.) Egli alle stanze arrivò di mad. la serenissima sposa, e quivi fra loro passâr cortesissime espressioni di stima. Tocc. Lett. Crit. 156. Nel mandargliene, inviategli insieme le più umili espressioni del mio rispetto. Segner. Op. 1. 130. 1. Favellando sempre di lui con quelle maggiori espressioni di gratitudine, che avrebbe potuto usare non un proconsolo assassinato, ma un servo creato consolo. Magal. Lett. fam. 1. 32. E qui, per fine, rinnovandovi le antiche espressioni del mio reverentissimo affetto, mi sottoscrivo. Salvin. Annot. Buon. Fier. p. 541. Non importa: è questa una espressione di non curanza.

Salvin. Pros. tos. 2. 63. (Gh.) Dante «Ahi serva Italia, di dolore ostello!,» nol disse per insultare, nè per far villania,… ma proruppe in quella espressione per dolore e per compassione che n'avea.

4. Ass. Di parole, denotando senza il Di il sentimento che esprimono. Ricci A. M. Rim. e Pros. p. V. (Gh.) Una compitissima sua lettera, ripiena delle più gentili ed obbliganti espressioni. Red. Lett. 1. 221. (Man.) E 2. 70. Mille saluti in mio nome, mille cari abbracciamenti con tutte quelle più affettuose espressioni che potranno mai sovvenire all'ingegnosa cordialità di V. R.

5. Nel senso letter. Del modo in gen. dell'esprimere concetti e sentimenti. Salvin. Pros. tos. 1. 282. (Gh.) L'aureo libro intitolato Della espressione o vero frase, elegantissimamente tradotto. E 2. 64. Queste interiezioni non son più d'una lingua che d'un'altra; sono linguaggio universale della natura, linguaggio a più lingue comune, che, sentendo e mostrando la passione, non abbassa l'espressione, ma la rialza eziandio e ricrescela. E Teocr. pref. p. 26. Se questa traduzione… ti darà alcun diletto e… qualche ammirazione per la… forza de' sentimenti e della espressione; che cosa ti faria lo stesso autore nella sua propria lingua parlante? E Pros. tos. 2. 256. Nei ternari poi (d'un sonetto), con una grazia singolare, con tenerezza d'espressione, con poetica venustà, mostrando che l'anima sua sia giunta a… contemplare Iddio, si rivolge alla sua fedele compagna,… E Annot. Perf. poes. Murat. 4. 329. Dante nelle Rime, quando disse questa bella pietra E veste sua persona d'un diaspro, fu più piacevole nell'espressione, ancorchè nel principio della canzone si fusse dichiarato di voler esser aspro nel suo parlare. E Opp. Pref. 17. Nel tradurre, ho cercato d'esprimere queste sue virtù (di Oppiano) nel miglior modo che ho potuto, stante l'impegno preso da me dell'ad verbum, col quale vengo a spiegare non solo il sentimento dell'autore, ma l'espressione. E Pros. fior. 3. 2. 212. Vollero dire il medesimo, ma fallirono nell'espressione.

6. In senso aff. a Locuzione; ma taluni degli es. seg. distinguono le due cose. E la locuzione o la frase o la parola, in tanto può dirsi Espressione, in quanto esprime o no convenientemente l'idea o il sentimento. Locuzione incompiuta, Frase superflua, non è Espressione propriam. – Espressione è anco una voce sola (di che nel § seg.), una interiezione. Buonav. Tom. Pist. Senec. p. 15. (Gh.) Che sieno conservate quelle antiche parole ed espressioni. E: La scelta delle voci, la nobiltà delle forme, la forza delle espressioni. Salvin. Pros. tos. 2. 31. Ogni formola ed espressione d'altri idiomi, vi si adatta agevolmente, e innestavisi, e piglia del suo sapore. E 55. Comunicare e stendere a più nazioni, de' buoni, scelti ingegni i sentimenti, e l'espressioni ancora, e l'arie ed i caratteri. Crus. Pref. Gli antichi scrittori greci e latini, come di religione, di leggi, di costumi e di tempi diversi da' nostri, non possono avere ne' loro scritti certe espressioni corrispondenti a quelle usate da noi. Salvin. Pros. tos. 2. 80. Maniere proverbiali e particolari guise, quasi dall'uso, per così dire, consacrate, e destinate a scoprire un tal affetto, un tal moto, che, svestiti di quella espressione, non è più quello. E Annot. Perf. poes. Murat. 3. 302. Dante, sommo nella fantasia e nella vivezza delle espressioni. Ricc. A. M. Rim. 236. Si sono scelte in questa canzonetta molte belle espressioni del Redi. Crus. Pref. Tanti detti morali, tanti bei motti, tante argute facezie, tante gentili espressioni; che in una così abbondante copia d'esempli sparsamente si racchiudono (nel Diz.; o dovrebbervisi racchiudere). Bisc. Not. Malm. 1. 9. I poeti reputano cielo, fato, ed altre simili voci, adornamenti poetici; e il simile intendono delle nostre comuni espressioni, delle quali in tali giocosi componimenti si servono. Salvin. Pros. tosc. 2. 212. (Man.) Quel Fanno il corpo è detto non colla espressione comune del Fare, che è operare, ma con quella più recondita di Coltivare coll'arte e ridurre a perfezione. Magal. Lett. dilett. 197. (Gh.) Non voler ammettere molte espressioni nobili cavate dalle lingue straniere. Salvin. Pros. tos. 144. Simile espressione in Properzio. Man. Oraz. in Baldov. «Oh questa esce dal manico;» spiega una tale espressione il Varchi nell'Ercolano. Bellin. Disc. 2. 296. (Man.) O come essi dicono (gli scultori del porfido), con nobilissima e significantissima espressione, punta bolsa. Gravin. Rag. poet. l. 1. (Gh.) Espressioni che in esso sono tutte quanto pure e latine, tanto splendide. Lam. Zenon. Piet. font. 3. Avesse avuto uno stile più facile, dolce e polito, e le espressioni talvolta non tanto oscure, nè le parole o troppo vecchie o troppo nuove o troppo ardite. Salvin. Pros. tos. 2. 77. La forza dell'espressione si mangia la bassezza, che talora vi possa essere, della frase. E 80. Nelle bocche del popolo sono le più naturali espressioni e le più semplici. Dunque per questo si deono queste espressioni più naturali e più semplici tutte tutte rigettare? E Annot. Perf. poes. Murat. 2. 399. Per voler dire Ammollite la durezza, il rigore, disse, prendendo dal popolo l'espressione, Rompete il ghiaccio. E Pros. tos. 510. Una espressione e efficace e forte… disse Ezechielle,… in proposito di coltello o spada: O mucro Domini, refrigerare et sile.

7. Segnatam. del signif. delle parole. T. Mem. Bell. Art. 2. 187. Se non esibisce niuna difficoltà (un passo di Plinio), riguardo all'espressione adottata comunemente dagl'interpreti, ne mostra però delle grandissime… = Salvin. Pros. tos. 2. 246. (Gh.) Traduzione di… grechesco romanzo…; nella quale mi sono sforzato l'espressione della frase e la brevità e leggiadria attica… in nostro dolce idioma rappresentare. T. Donat. Il senso è vero, l'espressione non piena.

Nel seg. con qualche varietà. Tolom. Lett. 3. 1. (Man.) L'espressione de' titoli della dignità, non è posta come misterio nel parlar in terza persona; e si può esprimere più drittamente, e più vivamente, parlando in seconda persona.

8. Segnatam. per quel che concerne lo stile. Red. Op. 5. 186. (Gh.) In questi (componimenti) si vede una felice robustezza e una certa amenità, che non lascia di esser robusta anco nell'espressioni più tenere. Pallav. Stil. 22. Senza contentarsi di quella espressione che sarebbe la più ordinaria de' parlatori. Galil. Op. 13. 277.

9. Dell'esprimere efficacemente. T. Bemb. Pros. 3. 223. Altre voci sono, che due volte si dicono, per maggiore ispression del loro sentimento. = Red. (Gh.) Nella Toscana vi sono altre voci più vaghe, dotate della medesima espressione. Varch. Lez. 425. (Man.) Era con alcuno aggiunto per più chiara espressione.

Più ass. Varch. Lez. 539. (Man.) Per più adornezza e maggiore espressione, come fanno i poeti.

10. Nelle arti del bello visibile. T. Espressione della natura, dell'indole, delle qualità di ciascuno oggetto. Ma segnatam. degli affetti umani. = Baldin. Lez. accad. 10. (Man.) Evvi poi (nella pittura) l'espressione degli affetti in quelle cose che ammetter la possono.

Più ass. Rucell. Oraz. Sagg. Dial. filos. p. 30. (Gh.) Per quel modo appunto che di una tavola addiviene di dotto maestro e di studiosi pennelli, o sì vero di qualche statua da scalpello industrioso scolpita, nella cui perfetta espressione, così di subito e a prima faccia par che altri i veri moti vi scorga. T. Memor. Bell. Art. 1. 137. Il gruppo delle donne piangenti, oltre l'essere ben disposto, ha una somma espressione. E 2. 64. L'abbandonamento del cadavere d'Euridice, la tenera pietà che dimostra la sua compagna… dánno ad essa (opera) gran pregio anche dal canto dell'espressione. – Espressione d'una testa, d'un quadro. Quadro che ha molta espressione. – Pittore che cura l'espressione. Pittore di grande espressione: ha più espressione che disegno o che colorito.

Di musica. T. Martin. G. B. Contrapp. 2. 103. Le quali (parti), abbenchè impegnate in tanta varietà d'idee, nelle espressioni delle parole, nella costanza degli accompagnamenti armonici,… ciò non ostante sempre conservano una cantilena dolce, facile, e grata agli uditori. – Altro è l'espressione del senso di ciascuna parola (al che badano troppo i compositori tedeschi e certi it. mod.); altr'è l'espressione del sentimento, che consiste nel rendere con la serie intera delle melodie lo spirito dell'intero componimento.

11. E nel senso del § preced. e in senso più gen. T. Espressione della voce, del gesto, del volto.

12. Nel senso di Rappresentare non è gallic. T. Le leggi sono espressione de' costumi d'un popolo; e se tali non sono, quel popolo mentisce a se stesso.

13. Modi com. a parecchi de' sensi not. T. Espressione dei sentimenti, e in natura e nell'arte. – Mezzi d'espressione, segnatam. in arte, sa di fr. – Vera, Fedele, Conveniente, Efficace, Languida, Poca, Molta.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: esposti, esposto, espressa, espressamente, espresse, espressero, espressi « espressione » espressioni, espressionismi, espressionismo, espressionista, espressioniste, espressionisti, espressionistica
Parole di undici lettere: esposizioni « espressione » espressioni
Vocabolario inverso (per trovare le rime): decompressione, precompressione, termocompressione, contropressione, oppressione, soppressione, immunosoppressione « espressione (enoisserpse) » sessione, ossessione, possessione, scissione, rescissione, fissione, affissione
Indice parole che: iniziano con E, con ES, iniziano con ESP, finiscono con E

Commenti sulla voce «espressione» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze