Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «evitare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Evitare

Verbo
Evitare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è evitato. Il gerundio è evitando. Il participio presente è evitante. Vedi: coniugazione del verbo evitare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di evitare (svicolare, schivare, sfuggire, fuggire, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
scansare (18%), pericolo (8%), schivare (8%), ostacolo (8%), guai (7%), eludere (5%), ostacoli (3%), sfuggire (3%), danni (2%), mancare (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola evitare è formata da sette lettere, quattro vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: e-vi-tà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: evirate (scambio di consonanti), eviterà (scambio di vocali), riavete, vetraie, vietare (spostamento di una lettera), vieterà.
evitare si può ottenere combinando le lettere di: vie + [arte, atre, erta, ...]; [veti, vite] + [era, rea]; [eri, ire, rei] + vate; [rive, veri] + [eta, tea]; [erti, irte, iter, ...] + [ave, eva]; vere + tai; [erte, rete] + [avi, iva, vai, ...].
Componendo le lettere di evitare con quelle di un'altra parola si ottiene: +van = avventerai; +tav = avvertiate; +tic = cattiverie; +cap = cavapietre; +tac = cavetteria; +tic = civetterai; +tic = civetteria; +doc = decorative; +dal = deliravate; +din = diventerai; +gal = elargivate; +[sua, usa] = esaurivate; +[csi, ics, sci] = esercitavi; +sto = esortative; +spa = espiravate; +poa = evaporiate; +[csi, ics, sci] = eviscerati; +sos = evitassero; +non = eviteranno; +gin = generativi; +can = inceravate; +fin = inferivate; +gin = ingerivate; +din = inverdiate; ...
Vedi anche: Anagrammi per evitare
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: editare, esitare, evirare, evitate, svitare.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: vite.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: evitarle, evitarne, levitare.
Parole con "evitare"
Finiscono con "evitare": levitare, lievitare.
Parole contenute in "evitare"
evi, tar, tare, vita, evita. Contenute all'inverso: era.
Incastri
Si può ottenere da ere e vita (EvitaRE).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "evitare" si può ottenere dalle seguenti coppie: evirino/rinotare, evitti/tiare, evitai/ire, evitata/tare.
Usando "evitare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: lievita * = lire; * tarerà = evira; * tarerò = eviro; * tarerai = evirai; * areata = evitata; * areate = evitate; * areati = evitati; * areato = evitato; tenevi * = tentare; volevi * = voltare; ave * = avvitare; * rendo = evitando; * evi = evitarvi; * resse = evitasse; * ressi = evitassi; * reste = evitaste; * resti = evitasti; attenevi * = attentare; * egli = evitargli; ritenevi * = ritentare; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "evitare" si può ottenere dalle seguenti coppie: evitavo/ovattare, eviterà/areare, evitata/atre, evitato/otre.
Usando "evitare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: negative * = negre; ortive * = orare; cattive * = catare; * erta = evitata; * erte = evitate; * erti = evitati; * erto = evitato; salive * = saltare; visive * = vistare.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "evitare" si può ottenere dalle seguenti coppie: evira/tarerà, evirai/tarerai, eviro/tarerò, evita/area, evitata/areata, evitate/areate, evitati/areati, evitato/areato, evitai/rei, evitando/rendo, evitasse/resse, evitassero/ressero, evitassi/ressi, evitaste/reste, evitasti/resti, evitate/rete, evitati/reti.
Usando "evitare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tiare = evitti; tentare * = tenevi; voltare * = volevi; * rinotare = evirino; lire * = lievita; attentare * = attenevi; * mie = evitarmi; * vie = evitarvi; ritentare * = ritenevi; rivoltare * = rivolevi; contentare * = contenevi; * glie = evitargli; sostentare * = sostenevi.
Sciarade e composizione
"evitare" è formata da: evi+tare.
Sciarade incatenate
La parola "evitare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: evita+tare.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "evitare"
»» Vedi anche la pagina frasi con evitare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • A volte per evitare un ostacolo si corre il rischio di trovarne uno peggiore.
  • Meglio evitare le frasi troppo criptiche, pochi le capiscono.
  • La vita ci costringe a frequentare persone che si vorrebbero evitare!
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Cansare, Scansare, Evitare - Il verbo Cansare, usato transitivamente, suona lo stesso che Scansare; salvo che in questo sembra esserci maggiore efficacia, e quell'altro non sia nemmeno troppo comune nell'uso; sicchè l'uno e l'altro vengono a dire: Evitare di urtare qualcuno, o in qualche cosa, tirandosi a questo effetto da un lato. Quando però diventa objettivo o prende forma pronominale, cioè quando significa che altri, per atto o per senno proprio, si è sottratto a un pericolo o a un danno, allora lo Scansare piglia anche efficacia maggiore; per es.: «Scansai a fatica l'urto di quella trave;» e in questo senso è parimente raro nell'uso il dire Cansai. Nella forma pronominale invece e in certi parlari si direbbe piuttosto Cansarsi che Scansarsi. Per es.: «Si cansi se no la urterò con una ruota» nel qual caso non si direbbe forse si scansi; benchè si dica comunemente: Si badi o si tiri da parte. Effetto di questi due verbi è l'Evitare danno o pericolo; il quale Evitare ha significato generico, e si trasporta anche al morale, come Evitare di mostrarsi sdegnato, ecc., ecc. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Fuggire, Sfuggire, Schivare, Scappare, Svignare, Scampare, Evitare, Scansare - Fuggire è allontanarsi o tentare d'allontanarsi da un male, da un pericolo, da un nemico che ci minaccia o c'insegue: dice un proverbio: «chi insegue corre, chi fugge vola»; ma pure tuttavia non sempre chi fugge riesce a sottrarsi al nemico, a scamparla; scamparla, dico, figurativamente, se il pericolo è grave e minaccia la vita o la libertà; poichè scampare o campare significa anco vivere; come se vivere fosse (ed è certamente) evitare di continuo i pericoli d'ogni sorte che tutto giorno ne minacciano. Sfuggire è uscir di mano a chi già ci aveva in suo potere, o quasi ci aveva le mani addosso: è proprio evitare e mettersi in salvo da pericolo più prossimo ed imminente: chi fugge o scappa può essere raggiunto o colto; chi s'è messo in salvo è sfuggito al pericolo; scappare ha questo senso, e meglio ancora quello di chi la dà a gambe per fuggire da chi l'insegue: perchè si fugge anche un'occasione di male; si fuggono o debbonsi fuggire le male compagnie, l'ozio, i cattivi esempi, e in questi casi non è certamente darla a gambe o scappare. Svignare, parola dell'uso famigliare, è andar via senza che altri se ne avveda, è torsi da un impiccio cheto cheto senza parere, con prudenza e sveltezza. Evitare è sfuggire prudentemente il pericolo, è allontanarsene se si vede da lungi o si prevede. Scansare è accortamente e con prestezza evitare il pericolo e il colpo che altrimenti ci sarebbe piombato addosso: con un salto, con una parata, con un pronto arretrarsi o piegarsi da una parte si scansa. Schivare è evitare, più che fuggire; si schiva un colpo anche con un leggerissimo moto, con una insensibile deviazione. Fugge il tempo; sfugge l'occasione; scappa la voglia, si schiva un incontro noioso, si scampa da una malattia; si scampa la vita vivacchiando di dì in dì. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Evitare - V. a. Aff. al lat. aureo Evitare. Sfuggire, Scampare. T. È più di Guardarsi. Può l'uomo guardarsi da pericolo anco andandovi incontro. Un Lat.: Quid cavendum, quid vitandum. = Fr. Giord. Pred. (C) Non si può la divina giustizia evitare. Segr. Fior. As. cap. 5. Nè creder d'evitar suo duro morso. E Stor. Quanti imminenti pericoli si evitavano! Fir. Nov. 1. 193. Or chi è quegli che non si metta ad un pericolo incerto, per evitarne uno che egli conosca certissimo?

T. Evitare l'incontro, l'aspetto, lo sguardo.

T. Evitare vani colloquii. – Ap. Evita le questioni stolte, perchè generano liti. – Evitare le lubriche allusioni. – Ogni dubbio.

T. Col Di e l'Inf. Evitar d'offendere chicchessia.

2. (Mus.) [Ross.] Evitare una cadenza è Aggiungere una dissonanza all'accordo finale, per cambiare il tuono o prolungar la frase. (Rouss.) Si evita eziandio rivoltando il detto accordo, ed in altri modi.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: evitai, evitammo, evitando, evitano, evitante, evitanti, evitarci « evitare » evitargli, evitarla, evitarle, evitarli, evitarlo, evitarmi, evitarne
Parole di sette lettere: evitano « evitare » evitata
Lista Verbi: evincere, evirare « evitare » evocare, evolvere
Vocabolario inverso (per trovare le rime): necessitare, latitare, cortocircuitare, seguitare, perseguitare, fluitare, gravitare « evitare (erative) » lievitare, levitare, invitare, disinvitare, svitare, avvitare, altare
Indice parole che: iniziano con E, con EV, iniziano con EVI, finiscono con E

Commenti sulla voce «evitare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze