Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «falsare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Falsare

Verbo
Falsare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è falsato. Il gerundio è falsando. Il participio presente è falsante. Vedi: coniugazione del verbo falsare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola falsare è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: fal-sà-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: falserà (scambio di vocali), farsela, frasale.
falsare si può ottenere combinando le lettere di: [far, fra] + [elsa, lesa, sale].
Componendo le lettere di falsare con quelle di un'altra parola si ottiene: +ufo = affusolare; +ufo = affusolerà; +tai = asfalterai; +sos = falsassero; +non = falseranno; +chi = farsaliche; +tir = strafilare; +[est, set] = trafelasse; +[fico, foci] = affloscerai; +[fico, foci] = afflosciare; +atto = asfaltatore; +tuta = asfaltature; +temo = asfalteremo; +doto = desolforata; +[noti, tino, toni] = falansterio; +[cosi, scio, soci] = falciassero; +lift = farfalliste; +[dite, tedi] = federalista; +gill = flagellarsi; +[capi, paci, pica] = parafiscale; +tifi = riaffilaste; +[arti, atri, irta, ...] = riasfaltare; +[atti, tait] = riasfaltate; ...
Vedi anche: Anagrammi per falsare
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: falsari, falsate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: false, fase, fare, alare, lare.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: falsarie, sfalsare.
Parole con "falsare"
Finiscono con "falsare": sfalsare.
Parole contenute in "falsare"
falsa. Contenute all'inverso: era, ras.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "falsare" si può ottenere dalle seguenti coppie: falba/basare, falce/cesare, falò/osare, falsabraca/bracare, falsai/ire, falsata/tare, falsatura/turare.
Usando "falsare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areata = falsata; * areate = falsate; * areati = falsati; * areato = falsato; * rendo = falsando; * resse = falsasse; * ressi = falsassi; * reste = falsaste; * resti = falsasti; * ressero = falsassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "falsare" si può ottenere dalle seguenti coppie: falsi/issare, falserà/areare, falsata/atre, falsato/otre.
Usando "falsare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = falsata; * erte = falsate; * erti = falsati; * erto = falsato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "falsare" si può ottenere dalle seguenti coppie: falsa/area, falsata/areata, falsate/areate, falsati/areati, falsato/areato, false/aree, falsai/rei, falsando/rendo, falsasse/resse, falsassero/ressero, falsassi/ressi, falsaste/reste, falsasti/resti, falsate/rete, falsati/reti.
Usando "falsare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * basare = falba; * cesare = falce; falsariga * = rigare.
Frasi con "falsare"
»» Vedi anche la pagina frasi con falsare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non voglio falsare il pensiero che Carlo ha espresso su di te ma, ti assicuro, è stato veramente negativo.
  • Quella banda di delinquenti è riuscita a falsare la banconota da dieci euro.
  • Non puoi falsare la firma dei tuoi genitori quando non entri in classe.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Falsare, Falsificare - Di parole, di concetti si dice Falsare. - «Falsare la storia.» - Di monete, di metalli, o d'altre materie unite ad altre di minor valore per accrescerne il prezzo, Falsare e Falsificare; oggi più comune il secondo. - Firma falsificata, no falsata; Falsare il vero, no falsificarlo; Falsare le altrui opinioni, facendole apparire altre da quello che sono; Falsificare i fogli di banca, le cambiali. G. F. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Falsare, Falsificare, Contraffare, Fatturare, Adulterare, Alterare - Falsare un testo, cioè il senso di esso testo, interpretandolo a rovescio, in senso non giusto, non buono: falsare è come travolgere, volgere in senso, in uso contrario. Falsificare è fare cosa falsa volendola far passare per buona; si falsificano le scritture, imitandole; le monete, mettendovi più lega di quello che comporta la legge, o facendole di un metallo o di un amalgama apparentemente somigliante al vero, ma che non lo sia in effetto. Contraffare è fare a somiglianza, copiare, riprodurre malamente o inonestamente cosa originale a scapito del diritto di proprietà; nelle cose letterarie la contraffazione è un’edizione fatta a danno dell’autore, senza il suo consenso, e perciò senza le correzioni od aggiunte che ch’ei volesse o potesse farvi: contraffare è un fare contra l’interesse d'un altro: contraffare lo scritto, la voce, i gesti, i modi di uno non si può senza di lui pregiudizio o senza almeno metterlo in ridicolo. Fatturare è un contraffare ciò che fa la natura, contraffare i prodotti naturali, o mettervi mano perché riescano diversi da ciò che naturalmente sarebbero: si fattura il vino, mettendovi droghe o altre materie eterogenee, onde paia più bello e più buono momentaneamente, con iscapito forse, o senza forse, della qualità sua e della salute di chi lo beve. Si altera una cosa scomponendola in qualunque modo: ora abbenchè si veda che il senso di alterare sia generico affatto, e che tanto l’alterazione possa succedere in bene quanto in male, è da notare che più generalmente si piglia in cattivo senso: si alterano gli umori, il sangue, la voce; e ciò indica sempre un’eccedenza, un trabocco. Adulterare è propriamente un guastare; cosa adulterata è fatturata, manipolata in modo che più non se ne ravvisa la schiettezza originale e nativa. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Falsare - [T.] V. a. Alterare l'oggetto in modo contr. al vero. È in Modestin. Come distinto da Falsificare vedremo via via.

Senso corp. [Camp.] D. Purg. 29. Poco più oltre sette alberi d'oro Falsava, nel parere, il lungo tratto Del mezzo ch'era ancor tra noi e loro (T. la molta distanza faceva parere alberi que' ch'erano candelabri co' loro viticci. Nell'es. la locuz. non è limpida; ma potrebbesi: Il senso pare che falsi la realtà degli oggetti; la falsa il nostro giudizio che pregiudica sulle apparenze.)

2. Di metalli, e segnatam. di moneta, dicesi anco Falsificare; ma da Falsare è Falsario; onde secondo l'anal. è da prescegliere questo anche perchè più spedito. D. Inf. 29. (C) Che falsai li metalli con alchimia. G. V. 12. 52. 2. Falsare la moneta nuova. [B.] Ar. Fur. 14. 90. T. D. 1. 30. Falsai La lega suggellata del Battista (il fiorino). = E ivi. (C) S'io dissi falso, e tu falsasti il conio.

T. Modestin. Chi falsasse pesi e misure.

3. D'altre materie o di tinte che si uniscono a cose di minor pregio per accrescerne il prezzo colla migliore apparenza. Ricett. Fior. 3. 40. (C) Il galbano… falsasi colla ragia. E 48. Queste sorte di manna calavrese agevolmente si possono falsare.

4. T. Falsare scritto e documenti; questo dicesi anco Falsificare: ma il reo, in quanto punibile dalla legge, comunem. Falsario. D. 1. 30. Sostenne Falsificare in sè Buoso Donati, Falsando e dando al testamento norma (fingendosi il testatore e facendo il testamento falso). [Camp.] Somm. Menzogna falsa l'uomo, siccome falsa il suggello o la bolla del Papa. = Maestruzz. 2. 37. (C) Quando alcuno, per sè, ovvero per altrui, falsa le lettere del Papa. T. Falsare carte di credito pubblico, appartiene al § preced.

[Cors.] Menz. Sat. 5. E falsa le partite e doppia il conto.

5. Non solo contraffacendo l'intero scritto, ma alterando l'antico, con giunte o strappi o cassature, o mutando qualche lettera o numero. T. Falsare manoscritti antichi. Aug. Infalsati codices.

6. Si falsa, non si falsifica un testo, interpretandolo a rovescio, contorcendolo perchè dia un senso che da se stesso non ha. Similm. Si falsano frantendendo, a malizia o no, gli altrui detti. T. Trad. Iren. Falsano le parole del Signore.

T. Falsare la storia, non solo introducendovi cose non vere, ma torcendo i fatti a applicazioni e conseguenze non vere.

T. Falsare la pubblica opinione, o facendole dire altro da quel ch'ella dice (e certi governanti, punitori di falsarii, sono in ciò falsarii più ch'altri), o facendo, per vie dirette o indirette, più o meno deliberatamente, che l'opinione pubblica tenga e dissemini il falso (e in ciò falsarii sono giornali parecchi).

7. T. In gen. si può Falsare il vero, alterandolo comechessia, a malizia o no; nè cotesto dicesi Falsificare.

T. Tentar di falsare (che, grazie a Dio, non riesce mai in tutto) il giudizio altrui, le idee, il sentimento. – L'uomo si sforza o par che si sforzi di falsarseli da sè, di falsare non solo l'ingegno, ma la mente propria.

Rifl. T. La mente da sè non si falsa; ma il sentimento abusato, il giusto si falsano, pena all'abuso. – In fatto d'arte, Falsare la propria maniera, Venirla via via più e più traviando dalle norme di natura e di convenienza, facendo forza al sentimento del vero. Gl. Isid. Falsatus sum (deceptus).

8. † Coll'idea di violenza, ch'è in Falsare, dichiarasi perchè questo v. prendesse già senso aff. a Violare. V. FALSAMENTE, § 3. Liv. M. Dec. 1. 21. (C) Elli sì dottavano di falsare loro saramento e lor fede (Temevano, Si peritavano; Far fallo alla fede, Smentire i giuramenti come se dati falsi insin dal primo). Gr. S. Gir. 3. Chi dice che ama Iddio, e falsa i suoi comandamenti, menzogneri este (è menzognero chi fa fallo a essi, li smentisce col fatto). Tav. Rit. Che a falsare la giustizia, e a fare contro la vostra coscienza medesima, acqua non lava nè cuopre mantello. T. Falsare la giustizia, come Falsare le leggi, può anco valere Applicarla in falso. E così: Falsare la religione, i precetti di lei. Onde Falsa morale.

9. Senso sim. inusit. Din. Comp. 2. 42. (C) Mancando della sua fede, e falsando il nome della real Casa di Francia (facendolo parer falso e fallace).

10. † Dimostrare la falsità d'una cosa. Stor. Barl. 88. (C) Nacon avea falsato i loro iddii.

11. Dall'idea di sforzo e di violare, viene il Falsare dell'armatura, Danneggiarla co' colpi, Dimostrare alla prova ch'essa (secondo il modo tosc.) non dice il vero. Bern. Orl. 2. 24. 48. (Man.) L'elmo ferisce… Ma nol potè falsar, tanto era fino. Ar. Fur. 26. 124. (Dell'usbergo.) [Tav.] Gir. Cort. p. 62. Tutte l'arme son falsate, e condotte a niente valere. E p. 457. Sol chi gli avesse veduti, avrebbe ben potuto conoscer che le mani non si avevano tenute a cintola, così n'era tutta falsata l'armatura. = Tav. Rit. (Man.) – Verb. (Nan.) Provenz. Ni l'escut, ni l'aubere falsar, V. anche. FALSIFICARE e FALSEGGIARE.

12. Del Falsare vestito, o sim. V. FALSA. Vien forse da questo che l'una all'altra materia s'aggiunge per pregio che questa in sè non aveva; o forse, siccome Balza è aff. al gr. Ἅλλομαι.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: falsachiglia, falsai, falsamente, falsammo, falsando, falsano, falsante « falsare » falsari, falsaria, falsarie, falsariga, falsario, falsarono, falsasse
Parole di sette lettere: falsano « falsare » falsari
Lista Verbi: falcidiare, fallire « falsare » falsificare, familiarizzare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): precisare, travisare, svisare, avvisare, preavvisare, ravvisare, improvvisare « falsare (eraslaf) » sfalsare, pulsare, ansare, scansare, transare, incensare, addensare
Indice parole che: iniziano con F, con FA, iniziano con FAL, finiscono con E

Commenti sulla voce «falsare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze