Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «fedele», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Fedele

Aggettivo
Fedele è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: fedele (femminile singolare); fedeli (maschile plurale); fedeli (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di fedele (leale, fidato, devoto, onesto, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
cane (31%), infedele (8%), amico (7%), marito (6%), chiesa (5%), devoto (3%), uomo (2%), religioso (2%), fedeltà (2%), matrimonio (2%), leale (2%), moglie (2%), sempre (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Fede « * » Fedelmente]
Giochi di Parole
La parola fedele è formata da sei lettere, tre vocali (tutte uguali, è monovocalica) e tre consonanti. Lettera maggiormente presente: e (tre).
È una parola bifronte senza capo né coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (lede).
Divisione in sillabe: fe-dé-le. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di fedele con quelle di un'altra parola si ottiene: +rii = defilerei; +nut = defluente; +[miro, mori, rimo] = defileremo; +[erti, irte, iter, ...] = defilerete; +[turi, urti] = defluirete; +drin = difenderle; +star = sfalderete; +[ancor, corna, narco, ...] = confederale; +archi = defalcherei; +[birbe, ebbri, rebbi] = defilerebbe; +[resti, serti, steri, ...] = defilereste; +[stiri, tirsi] = defileresti; +[ratti, ritta, trita] = defletterai; +[retti, ritte, tetri, ...] = defletterei; +rubbi = defluirebbe; +sturi = defluireste; +[acino, caino, ciano, ...] = encefaloide; +[arati, irata, tarai, ...] = eteradelfia; +[irate, ratei, reati, ...] = eteradelfie; +[sismi, smisi] = fedelissime; +[astri, sarti, sitar, ...] = federaliste; +munta = feudalmente; ...
Vedi anche: Anagrammi per fedele
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: fedeli, federe.
Parole con "fedele"
Finiscono con "fedele": infedele.
Parole contenute in "fedele"
del, fede. Contenute all'inverso: led, lede.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "fedele" si può ottenere dalle seguenti coppie: federe/relè.
Usando "fedele" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * delegati = fegati; * delegato = fegato; * eta = fedeltà.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "fedele" si può ottenere dalle seguenti coppie: federative/evitarle.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "fedele" si può ottenere dalle seguenti coppie: fede/elee, fedi/elei.
Usando "fedele" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * inie = fedelini.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "fedele" (*) con un'altra parola si può ottenere: interra * = interfederale.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "fedele"
»» Vedi anche la pagina frasi con fedele per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il film " Fedele alla linea" è uscito di recente nelle sale cinematografiche.
  • Rimarrò fedele per sempre alla mia squadra del cuore!
  • Il mio adorato cane era rimasto fedele per anni solo a mia moglie!
Libri
  • L'amante fedele (Scritto da: Massimo Bontempelli; Anno 1953)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Fedele, Fido, Fidato, Costante, Leale - Nella parola Fedele parmi di vedere le due fides e lex, onde propriamente vorrebbe dire Credente e osservante della legge: e infatti fedele può dirsi chi osserva costantemente e fermamente la parola data, la promessa fatta, poichè per l'uomo d'onore la parola, la promessa è legge sacrosanta: onde fedeli si dissero e diconsi i cristiani, e perchè la fede è il cardine della loro religione, e perchè fedeli e costanti osservatori si suppongono delle promesse fatte alla legge nel sacramento della rigenerazione. - Fido, indica un sentimento di benevolenza più stretta, costante a tutta prova: fido chi ama, chi sta assieme, chi non abbandona, chi non tradisce. - Fidato dicesi di colui nel quale si può avere confidenza e si ha: amico fedele; fido compagno; servo fidato. Fidato sembra più di fido, in quanto pare voglia dire persona in cui si è già confidato, e che l'esperienza non ha smentito la fiducia riposta in essa. - La Costanza ha da essere una qualità della fede, perchè altrimenti fede non sarebbe se ad ogni minimo urto vacillasse o facesse le viste di rovinare affatto: onde fedele e costante si dice per un certo pleonasmo, ma eziandio perchè il secondo rincalza il primo e più fortemente riassevera. - Leale è non solo chi non deve, ma chi non può o, potendo, non vuol tradire: la lealtà è quella schiettezza, quella limpidezza dell'animo incompatibile colla cattiva fede, coll'inganno: la lealtà è il fiore dell'onore, del vero onore che abborre dalla menzogna, dalla doppiezza e da tutto ciò che possa essere meno specchiato e terso. (Zecchini). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Fedele, Fido, Fidato, Costante, Leale - Nella parola fedele parmi di vedere le due fides e lex, onde propriamente vorrebbe dire credente e osservante della legge: e infatti fedele può dirsi chi osserva costantemente e fermamente la parola data, la promessa fatta, poichè per l'uomo d'onore la parola, la promessa è legge sacrosanta: onde fedeli si dissero e diconsi i cristiani, e perchè la fede è il cardine della loro religione, e perchè fedeli e costanti osservatori si suppongono delle promesse fatte alla legge nel sacramento della rigenerazione. Fido, indica un sentimento di benevolenza più stretta, costante a tutta prova: fido chi ama, chi sta assieme, chi non abbandona, chi non tradisce. Fidato dicesi di colui nel quale si può avere confidenza, e si ha: amico fedele, fido compagno, servo fidato. Fidato sembra più di fido, in quanto pare voglia dire, persona in cui si è già confidato, e che l'esperienza non ha smentito la fiducia riposta in essa. La costanza ha da essere una qualità della fede, perchè altrimenti fede non sarebbe se ad ogni minimo urto vacillasse o facesse le viste di rovinare affatto: onde fedele e costante si dice per un certo pleonasmo, ma eziandio perchè il secondo rincalza il primo e più fortemente riassevera. Leale è non solo chi non deve, ma chi non può o non sa tradire: la lealtà è quella schiettezza, quella limpidezza dell'animo incompatibile colla cattiva fede, coll'inganno: la lealtà è il fiore dell'onore, del vero onore che abborre dalla menzogna, dalla doppiezza e da tutto ciò che possa essere meno specchiato e terso. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Fedele - [T.] S. m. e f. V. l'Agg. Senso gen. Di quella fede che è congiunta all'affetto abit. e lo dimostra. D. Inf. 2. (C) Ora abbisogna il tuo fedele Di te (M. Vergine dice a S. Lucia di Dante). T. Virg. Tui fidissima. D. 2. 31. Volgi, Beatrice, volgi gli occhi santi… al tuo fedele, Che per vederti ha mossi passi tanti. = Petr. Son. 297. (C) Fedel mio caro, assai di te mi duole.

2. Senso rel. T. D. 3. 31. La regina del cielo, ond'io ardo Tutto d'amor, ti farà ogni grazia, Però ch'io sono il suo fedel, Bernardo. Farlo sost. ha più affetto. – I fedeli di Cristo. La Chiesa allo Spirito Santo: Riempite il cuore de' vostri fedeli.

3. Ass. T. O Dio, che i cuori de' Fedeli coll'illustrazione del Santo Spirto ammaestraste. = D. Par. 26. (C) E quel che spera ogni Fedel, com'io. T. La Chiesa: Le preci dei Fedeli. = Segner. Crist. Instr. 1. 5. 2. (Man.) I Fedeli salvati. T. La Chiesa: Dio, creatore e redentore di tutti i Fedeli.

4. T. Congregazione de' Fedeli. Atti Ap. I Fedeli venuti con Pietro, per distinguerli da que' che non credevano in G. C. – La Messa de' fedeli cominciava dopo il Vangelo, uscendone i Catecumeni. = Maestruzz. 1. 79. (C) Quando il fedele contrae (matrimonio) collo infedele. Segner. Crist. Instr. 1. 3. 17. (Man.) Che gran disgrazia sarebbe la vostra, se, vivendo voi tra'fedeli, foste più miseri degli stessi idolatri.

5. Nel senso che gli ant. Fr. Féal, Vassallo con feudo, e' dicevano anche Féable e Féel. Borgh. Vesc. fior. 520. (C) Fedele pare che importasse quello che, sotto fede di giuramento, era ad alcun particolar legame obbligato: e questa chiamavano Fedeltà. Alcuni giureconsulti vogliono, che Fedeli siano specialmente gli obbligati ai principi: ma io credo, che egli sentano d'ogni sorta di principato o signoria, picciola o grande. Nov. ant. 73. 1. Un fedele d'uno signore, che teneva sua terra… G. V. 4. 25. 1. Erano fedeli de' conti Guidi. [G.Fal.] Din. Comp. Cron. lib. III. Messer Rossellino suo consorto si tenea (in) un suo castello e' fedeli, e non se ne osava dolere mentre che papa Bonifazio visse. [Tav.] Vit. di S. M. Madd. 39. E ragionarono insieme come egli era da rendere la libertà a tutti i loro fedeli e fargli franchi, e render loro la signoria delle castella ch'e' tenevano.

Tav. Rit. (C) Scontrano un antico cavaliere, lo quale era stato della tavola vecchia, signore di quelle contrade, e ora per paura era fedele delli due giganti.

6. Di dipendenza più grave che di vassallaggio. Borgh. Vesc. fior. 518. (C) Ma ne' contratti latini si vede or coloni or uomini e talvolta fedeli. [M.F.] Lib. Eccles. II. 7. Ebbi sotto me fedeli e schiave e molta famiglia, e greggie e mandre di pecore più che nessuno il quale passasse dinanzi da me in Gerusalemme. = Maestruzz. 1. 10. (C) Chi è prete, non puote essere servo, nè fedele di persona, ed è diliberato dalla fortuna servile. Franc. Barb. 109. 3. E coi fedegli (o fede') dispensa.

7. T. In Cic. ha senso gen. di pers. fidata, ma dipendente in qualche forma: comprova, del resto, l'orig, ant. del modo. Mandami alcuno de' tuoi fedeli, se vuoi.

8. Nel senso del § 6 e del primo, anco femm. T. Jac. Vittor. Canz. (Dell'usignuolo): Chiama la sua fedele. Nel senso rel. dicesi per lo più Anima fedele, Anime fedeli; non Le fedeli.
Fedele - e † FIDELE. [T.] Agg. Che ha fede, la osserva, la dimostra co' fatti. Aureo lat. Ha sensi più varii e più nobili di Fidato. Fedele, di fede in amore e in amicizia, di fede relig., d'ubbidienza. Fidato riguarda la sicurezza e l'utile, il non nuocere e il non disservire più che il giovare e l'amare. Fidato anche di luogo, Fedele anche di bestie. T. Frontone: Fedele denota meglio sovente qualità volontaria, acquisita o provata coll'abitudine: Fido, qualità naturale. – Fido, da fidarsi; Fedele, che dá prove di sua fede; da confermare la sua fede co' fatti. Isid. Infedele, senza fermezza; infido, senza fede. Un interprete di Ter. Fido, nelle cose rilevanti; Fedele, nelle minime ancora. Isid. Fedele amico, Fido servo. In Fedele è più diretta l'idea di dipendenza sovente. Nel seg. le voci affini s'accumulano per rincalzare. Pl. Raccomandai i beni miei ad amico probo e fedele e fido e di fede grande. Veramente potrebbe la pers. e Fedele e Fida non essere di fede grande. Questo ult. di sole le pers.; gli altri due, per estens. è fig., e d'anim. e di cose.

2. Incominciamo dal più nobile elemento, l'affetto che attua ed esercita la libertà. Sallust. Catel. 12. (Man.) In casa loro vivevano temperatamente, agli loro amici erano molto fedeli. T. Sall. Verso gli amici. – Fedele nell'amicizia dice in gen. il pregio abit. e le prove della fedeltà. Cic. Saldo e fedele amico. [B.] Ar. Fur. 13. 12.

3. Non della pers. ma del sentimento. Bemb. Lett. Nip. 5. 112. (C) Io ho sempre fatto meno stima de' danari, che dell'onestà,… e sopra tutto della vera e fidele amicizia. T. Cic. Fedeli amicizie. – D'ora innanzi congiungeremo le locuz. che concernono la pers. e quelle che il sentimento nel medesimo § secondo l'idea.

4. Altri affetti. T. Marito fedele alla moglie. O ass. Marito fedele. E così Moglie. [B.] Ar. Fur. 9. 87. Consorte. T. Fedele amante. [B.] Ar. Fur. 9. 25. E 35. 37. Il più fedel d'ogni fedele amante. T. Hor. Nè così fedele, così avversa al lucro, poteva nascere da madre non degna. – Fedele al vincolo conjugale. Hor. All'amore. Ter. Animo fedele e benigno. – Cuore. [B.] Ar. Fur. 14. 75.

T. In gen. Fedeli nell'affetto. Sap. Fedeli nella dilezione.

5. Senso intell. T. S. Bern. Fedele cognizione del vero. S. Agost. Con fedele studio. (Questo può concernere eziandio l'animo.) – Informazioni fedeli. – Esposizione. – Notizia. – Narratore, Storico fedele. – Fedele nel narrare. – Messaggio. [B.] Ar. Fur. 25. 85. Messo. T. Fedele storia, e per la veracità, e per la buona fede, e per l'esattezza, anco ne' particolari diligente.

Degno di fede. [Camp.] Avv. Cic. 18. Secondo il detto di fedeli scrittori, ritrovando le croniche antiche che di ciò parlano. G. Giud. A. Prol. Chè per li scritti delli fideli antichi scrittori sì si trovano cotali cose passate. Bibb. Eccles. 36. Rimerita, Signore, coloro che sostengono te, acciò che li tuoi Profeti si truovino fideli annunziatori (veridici) (fideles inveniantur). Ma nel preced. ha più ampio senso di fedeltà a compiere la missione commessagli del prenunziare la verità.

T. Similmente è più ampio in quel de' Salm. Fedele la testimonianza del Signore, e dá a' parvoli sapienza. Qui è più che a dire degli uomini. Testimone fedele o Fedele testimonianza, chè di Dio intendesi poter attuare e attenere il vero promesso.

6. T. Siccome è fondamento alla fede la verità, così Fedele dicesi l'imag. o la parola che ben corrisponde alla verità del sentimento, o alla verità delle cose esteriori. Nel primo senso Espressione fedele del sentimento, verace; nel secondo, degli oggetti, vera. L'idea stessa, che la mente si fa, dell'oggetto può essere più o meno fedele; e in questo signif. è moralità, inquantochè nell'attendere per ben giudicare e nel giudicare rettamente e nell'applicare e attuare con buona fede il concetto l'anima fa molti atti di fede.

T. Quindi fig. La corrispondenza stessa, il riscontro, tra l'idea e il giudizio e le cose, e delle cose tra loro, diciamo Fedele.

7. T. Dal dirsi Fedele l'imagine vengono le locuz. usit. nell'arte della parola, e nelle altre arti belle. Disegno fedele. Pittura, Ritratto. Pittore fedele.

T. Imitatore, Imitazione fedele.

8. T. Siccome Interprete fedele, così Traduttore. = E ass. Salvin. Annot. Mur. 2. 129. (Man.) Il Villani scriveva liberamente, il Giamboni obbligatamente; e, quel che è più, attaccatamente al testo, traducendo parola per parola, per esser fedele. E Pros. Tosc. 2. 48. (C) Delle buone, cioè delle fedeli, traduzioni. [Cont.] Garz. T. Piazza univ. 204. v. Questi traduttori, quando sono fedeli, diligenti, chiari, e dotti veramente in quella lingua dalla quale traducono…

9. In senso più angusto. T. Ristampa, Stampa fedele. = Pros. Fior. Borgh. Lett. 4. 4. 95. (C) Le une e l'altre (iscrizioni) poco fedeli, secondo me, e scritte da persone poco pratiche.

T. Copia fedele, Fedele copista.

10. Altri usi più nobili, e quasi fig. T. Memoria fedele, che ritiene esattamente le imagini, le parole; e prontamente le richiama nell'ordine loro. Non solam. come fedele serva o ministra, ma nel senso che diciamo fam. Oggi il capo non mi dice il vero. E siccome diciamo altresì Le gambe non mi dicono il vero, cioè Non ben mi reggono; così, in gen., I sensi fedeli all'anima, il corpo allo spirito, la mano alla mente, la penna e lo stile al pensiero.

T. Hor. Segnius irritant animos demissa per aures, Quam quae sunt oculis subjecta fidelibus. E noi potremmo: La fedele testimonianza degli occhi, Il fedele ministero.

Altra fig. T. Fedeli all'assunto, nel provare quel che s'era proposto, nel non uscire dal tema.

Altra fig. T. Siccome Plin. Infedele maestro del retto è il timore; così, non solamente Fedele maestro, ma Discepolo; Fedele insegnamento, veridico, diligente, di buona fede; Fedele disciplina.

11. Nel § 5 abbiam visto de' Fedeli prenunziatori di quel che sarà. Il fig. seg. è passaggio a que' sensi ove Fedele concerne le promesse e gl'impegni presi, e, in gen., i doveri. T. Bart. Dan. Op. mor. 29. 2. 163. Predizioni tanto al riuscimento fedeli, e non in questo sol genere, ma altresì nelle abilità a diverse professioni. – Essere fedele alla parola data, alla propria parola. – Fedele alle promesse è imag. più viva, perchè più fig. che Nelle; ma Nelle dice più chiaro l'attuazione costante. S. Bern. Fedele promessa di verità. Val. Fl. Promissa infida tyranni.

T. Fedele ai patti, al giuramento. Il Mach. Princ. cap. 15. contrapp. Fedele a Fedifrago.

T. Fedele al voto. D. 3. 5. Non prendano i mortali il voto a ciancia; Siate fedeli, ed a ciò far non bieci (sia retto l'adempimento). – C'è una fedeltà materiale, obliqua e torta, che fedeltà vera non è.

T. Pagatore, Pagamento fedele.

In gen. T. Fedele a' proprii impegni. – Al dovere.

T. Fedele alle proprie massime, alla propria coscienza. Più ardito, ma non impr.: A se stesso.

12. Applicando a Dio i modi umani. T. Ps. Fedele il Signore nelle parole sue, in tutte le sue vie. Ep. Joh. Volg. Egli è fedele e giusto nel rimetterci le colpe nostre. Apoc. Gesù Cristo testimone fedele.

T. A Maria stessa, la Chiesa: Vergine fedele, specchio di giustizia. Hor. La fede incorrotta, che della giustizia è sorella. In un altro Inno, la Chiesa: Croce fedele, Arbore di tutte nobilissima.

13. Questo ci conduce ai sensi più propriam. rel. D. Inf. 3. (C) Degli Angeli, che non furon ribelli, Nè fur fedeli a Dio, ma per sè fôro. T. Per essere fedele a Dio conviene esser costante in fare il bene: l'una cosa è indivisibile dall'altra, perchè con Dio non è distinzione tra la fedeltà del corpo e quella dell'anima. = Cavalc. Espos. Simb. 2. 47. (C) Dovrebbero essere fedeli a Cristo. T. Eccli.: Profeta fedele nel cospetto di Dio. – Uomo fedele nel cospetto di Dio (che opera avendo sempre dinnanzi il pensiero di Dio). – Case religiose, fedeli alle loro osservanze. – Culto fedele. Apoc. Sii fedele sino alla morte, e ti darò la corona di vita. – Fedele, di martire. Ar. Fur. 41. 100.

Più propriam. contr. a Incredulo. T. Vang. Non essere incredulo, ma fedele.

Cristiano. [Camp.] D. Purg. 22. Non par che ti facesse ancor fedele (o Stazio) La fè, senza la qual ben far non basta. T. A tutti i fedeli cristiani. Qui Fedele è agg., come nella locuz. fam. abusata per cel. Ogni fedel cristiano, per dire Ogni uomo, i più volgari, i più semplici. [G.M.] Red. Lett. La molsa è la midolla, come si accorgerebbe ogni fedel cristiano. T. Iscr. Crist. Fedele in pace, in Cristo. = È da intendere in senso rel. a Maria. Petr. Canz. 49. 6. (C) D'ogni fedel nocchier fidata guida. [B.] Ar. Fur. 40. 2. Popolo. E 41. 34. Esercito.

Sost. T. I fedeli di Cristo. La Chiesa: O Dio, Creatore e Redentore di tutti i fedeli.

14. Sensi men alti. Politico. T. Fedele alla patria. Cic. Fedeli alleati. – Alleanza. Sall. Jug. Ottenuta l'amicizia e colleganza (politica), rimasero sempre fedeli. Cic. Dejotaro, re, fedele al popolo romano.

Ar. Fur. 14. 69. (C) Non voglia tua bontà per mio fallire, Che 'l tuo popol fedele abbia a patire. T. Suddito. = Tac. Dav. Stor. 3. 320. (C) Tradì Galba, fu fedele a Vitellio, e la fellonia degli altri lui illustrò. T. Iscr. Pia, fedele, felice (legione).

15. E del superiore all'inferiore, fedeltà ben più rara. T. Comandante fedele al suo esercito; Principe, al popolo; Pastore, alla greggia.

16. T. Fedele alla legge, alla consuetudine, alla tradizione; al comando.

17. Altri usi soc. T. Hor. Medico pronto e fedele.

T. Tutore, Curatore.

T. Esecutore, Ministro.

Bocc. Nov. 69. 4. (C) Li beneficii, li quali da me tu hai ricevuti, ti debbono fare obbediente e fedele. T. Ubbidienza. Cic. Servo fedele verso il padrone. [B.] Ar. Fur. 27. 36. T. Vang. Servo buono e fedele. – Servigi fedeli. [B.] Ar. Fur. 38. 52. Servire.

Quasi fig. T. Prov. Tosc. 252. La povertà è fedel servitore (non abbandona, ma serve allo spirito, che sappia usarne, a farsi migliore).

18. Altri usi soc. T. Fedele compagno. [B.] Ar. Fur. 38. 21. E 21. 33. T. Conduttore.

T. Seguace fedele. Uditore; Visitatore; Convitato. Questi due ult., spesso dolorosam., iron.

19. In senso meno iron. d'anim. T. Hor. Cani. – Di cavallo, Fedele compagno nelle vie e ne' pericoli. Ass., segnatam. nel verso, Il fedele destriero.

D'anim., altra quasi fig. T. Rondinella fedele al suo nido.

20. D'interessi mater. T. Amministratore fedele, Amministrazione. Vang. Qual credi tu che sia fedel dispensatore e prudente. E: Nel poco fosti fedele. E: Se nell'altrui fosse fedele. – Depositario.

T. Conto fedele.

T. Pesatore fedele.

T. Misura. – Scrigno, Serrame, Porta, che ben chiudono e ben custodiscono.

T. Lavoro fedele, di buona fede e puntualmente eseguito; e fig., Che corrisponde fedelmente al suo fine. In questo senso Plin. Fedelissimamente dorato.

21. Degli atti dell'uomo. T. Ov. Cura fedele. [B.] Ar. Fur. 18. 183. T. Fedele diligenza. Ajuto. = Petr. Son. 244. (C) Nè mai pietosa madre al caro figlio, Nè donna accesa al suo sposo diletto Diè, con tanti sospir', con tal sospetto, In dubbio stato, sì fedel consiglio. T. Guidicc. Lett. Consigli fedeli. È in Cic.

T. Sermone fedele, in senso rel. Un Inno della Chiesa: Compiuto è quel che cantò Davide con carme fedele. Questi due anco nel senso del § 5; ma qui più ampio.

T. Hor. Fedele silenzio de' sacri misteri. Il contr. del Vang. Quel che udite nell'orecchio, lo predicherete da' tetti. Ch'è ben più liberale.

T. Ov. Lagrime fedeli, di vero affetto, che non lo mentiscono, ma lo provano.

22. Modi com. a parecchi de' sensi not. T. Fedeli, in più d'un signif., diconsi e le pers. singole, e molte pers. insieme e popoli, e la mente e il cuore, e la parola e l'opera umana e d'altri spiriti. E perchè Fedele comprende non solo il credere, e quindi l'amare e l'attendere e l'ubbidire, ma l'operare in ubbidienza e in pro di colui a chi credesi; però figuratam. dicesi e degli anim. e de' corpi inanim., in quanto ubbidiscono all'intenzione dell'uomo e servono a lui. Quindi per trasl., siccome dicesi che L'uomo è fedele alla legge, alla regola, a una norma, alle tradizioni, a' principii, alle sue proprie massime, agli usi proprii; così dicesi che La cosa, L'avvenimento è fedele al suo principio, all'origine. Parecchi de' fig. not. al § 23 hanno inoltre ragione in ciò, che fedeltà porta seco sovente l'idea d'esattezza; e questa è aff. a quella di diligenza, e diligenza, colla sua rad., richiama l'idea d'amore.

23. Accoppiamenti di verbi. T. Vang. Nel cimento fu trovato fedele. – Riconosciuto fedele. = Bertin. Fals. Scop. 114. (Gh.) Chi s'è provato infedele in una cosa, non può certamente riputarsi fedele nell'altre. T. Fu conosciuto fedele nelle parole sue. – Rimanere, Conservarsi fedele.

24. Accoppiamenti di particelle. T. Chi è fedele nel minimo, anco nel più è fedele.

T. Fedele a dice più che Fedele verso pers. Fedele di accoppiasi per lo più al sost. (V.).

Col Di in altro senso non com., ma chiaro. Cavalc. Espos. Simb. 2. 43. (C) Vuole… che li sia fedele della persona sua, che nol tradisca e metta in mano de' suoi nemici; e vuole che li sia fedele di se stesso, cioè che li tenga le impromesse e li fatti… Vuole che li sia fedele del suo, non solamente che non glielo baratti, ma…

T. Fedele nel servigio, o sim., dice l'atto o l'abito; Fedele al servigio dice la disposizione e l'effetto. – Similm. coll'inf. Fedele nell'osservare, a osservare. Ma diciamo: Fedele in amore. In amore dice la cosa in gen., anco di più amori che seguano l'uno all'altro; Fedele nell'amore, in un solo; Fedele all'amore, che corrisponde all'amore altrui: e in quest'ultimo riguardasi l'amore come personif., al quale obbligare la fede propria.

T. Flor. Poco fedele. = Tac. Dav. Ann. 4. 20. (C) A noi sommamente l'un perfido, l'altro fedele. T. Pl. Fac fidele sis fidelis, Fedelmente fedele (se la lez. non è err.), potrebbesi a mo' di cel. E certi traduttori, e certe mogli e mariti, e certi principi e sudditi, e certi uomini pii, sono infedelmente fedeli, o fedelmente infedeli. = † Copp. Rim. 169. (Gh.) E vi chiama fedel più che la morte. Modo quasi prov., perchè la morte, tosto o tardi, non manca.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: feculaceo, fedain, fedayin, fede, fedecommessi, fedecommesso, fedecommettere « fedele » fedeli, fedelini, fedelino, fedelissima, fedelissime, fedelissimi, fedelissimo
Parole di sei lettere: fedain « fedele » fedeli
Lista Aggettivi: fecondabile, fecondo « fedele » federale, federalista
Vocabolario inverso (per trovare le rime): proctocele, blastocele, rettocele, farcele, avercele, miscele, isoscele « fedele (eledef) » infedele, candele, cicindele, tordele, crudele, anofele, esanofele
Indice parole che: iniziano con F, con FE, iniziano con FED, finiscono con E

Commenti sulla voce «fedele» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze