Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «fungo», il significato, curiosità, forma del verbo «fungere» sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Fungo

Forma verbale
Fungo è una forma del verbo fungere (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di fungere.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate fungo

Rosso invitante

Capannina

Boletus edulis 5
Tag correlati: foglie, bosco, erba, gambo, autunno, cappella, funghi, sottobosco, tronco, rami, cappello, velenoso, porcino, alberi, legno, amanita, natura, muschio
Giochi di Parole
La parola fungo è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti.
È una parola bifronte senza capo né coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (gnu).
Divisione in sillabe: fùn-go. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di fungo con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ari, ira, ria] = figurano; +rii = figurino; +[eri, ire, rei] = figurone; +rii = figuroni; +ora = fugarono; +mie = fumogeni; +emo = fumogeno; +[ami, mai, mia] = fungiamo; +ora = gufarono; +ara = naufrago; +rii = rifugino; +gas = sfuggano; +[acri, cari] = configura; +[ciro, cori, irco, ...] = configuro; +[ardi, dirà, idra, ...] = figurando; +[atra, rata, tara] = fognatura; +[arte, atre, erta, ...] = fognature; +raro = frugarono; +[avrà, vara] = frugavano; +[lari, lira, rial] = frugolina; ...
Vedi anche: Anagrammi per fungo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: fango, fingo, fuggo, funga, funge, fungi, funto, lungo, mungo, pungo.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: lunga, lungi, munga, munge, mungi, punga, punge, pungi.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: ungo, fugo.
Parole con "fungo"
Iniziano con "fungo": fungono, fungosa, fungose, fungosi, fungoso, fungoide, fungoidi, fungosità.
Parole contenute in "fungo"
ungo. Contenute all'inverso: gnu.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "fungo" si può ottenere dalle seguenti coppie: fuco/congo, fuma/mango, fumante/mantengo, fumare/marengo, fusoli/solingo, fusti/stingo, futa/tango, fute/tengo, fune/ego, funse/sego.
Usando "fungo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ohi = funghi.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "fungo" si può ottenere dalle seguenti coppie: fuetto/ottengo.
Usando "fungo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ciuf * = cingo; pouf * = pongo.
Lucchetti Alterni
Usando "fungo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * congo = fuco; * mango = fuma; * tango = futa; * tengo = fute; * sego = funse; * stingo = fusti; * marengo = fumare; * solingo = fusoli; * mantengo = fumante; * oidio = fungoidi.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "fungo"
»» Vedi anche la pagina frasi con fungo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il porcino è senza ombra di dubbio il fungo più prelibato!
  • Trovarono un fungo di 10 kg, roba da guiness dei primati.
  • Forse non tutti sanno che il tartufo è un fungo dei più pregiati.
Citazioni
  • Il bibliotecario Cristoforo Poggiali, nella raccolta Proverbj, motti e sentenze ad uso ed istruzione del popolo, pubblicata nel 1821, scrive: "Da terra il fungo appena spunta fuora, che man lo coglie, e bocca lo divora".
  • Il giornalista e scrittore Stefano Benni, nel romanzo Saltatempo del 2001, riporta: "La libertà, diceva Baruch, è un fungo che devi assaggiare, non puoi sapere prima se ti fa male o no".
  • Il 27 settembre 2013, il quotidiano la Repubblica, riportando la notizia del ritrovamento di un fungo gigante, scrive: "Io ho misurato il fungo nel bosco - continua il sindaco - ed è lungo 2 metri e 20 per un metro e 40 di larghezza".
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Moccolaja, Fungo - La parte del lucignolo che arde, quando è divenuta troppo lunga e quasi carbonizzata, facendo luce meno viva e cattivo odore, si dice moccolaja. - «Lume che fa moccolaja. - Tagliar la moccolaja. - Quanta moccolaja! - Puzzo di moccolaja.» - Per similitudine dicesi Fungo quella specie di cappello o di bottoni che si formano talora in cima della moccolaja, massime se l'aria è molto umida.

«La villanella ancor che 'l fuso gira
Si sa del tempo far certa indovina,
Che s'alla sua lucerna il fungo mira,
Gli austri e la pioggia intende esser vicina.» Valvasone. G. F. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Fungo - S. m. Aff. al lat. aureo Fungus. (Bot.) [D.Pont.] Funghi. Ordine di piante crittogame o acotiledoni semplicissime, fatte intieramente di tessuto cellulare, e che si fanno precedere alle alghe unicamente perchè gli organi destinati al mantenimento dell'individuo si mantengono sempre distinti da quelli che servono a perpetuare la specie. La parte che sorge nell'aria libera, che il volgo chiama fungo, non è che un ricettacolo di organi riproduttori, sommamente svariato di forma e di struttura. Nelle specie più perfette si compone di un disco, o cappello, per lo più concavo per di sotto e sorretto da un gambo assottigliato dal basso in alto. Sovente questi due organi nella loro origine si dánno a vedere protetti da un invoglio carnoso che chiamasi Volva. La parte inferiore del cappello va provveduta ora di lamelle, ora di tubilli, ora di prolungamenti a foggia di pungiglioni, ora di pieghe tortuose rivestite da una membrana detta Imenio, su cui poggiano gli organi riproduttori, vale a dire i Basidi e le Spore, sempre invisibili ad occhio nudo. Gli organi di nutrizione sono costituiti da quell'intricato viluppo di filamenti bianchi, sottilissimi, largamente disseminati sotterra o dentro alle sostanze vegetali in dissoluzione, conosciuto dal volgo col nome di Bianco di fungo, e che i Botanici chiamano Micelio. Molti sono i funghi che somministrano all'uomo un alimento delicato, e ben si può dire ghiotto ed appetitoso. Ma pur troppo non sono rari quelli, che sotto alle più belle apparenze possono imbandirgli la mensa del veleno più violento e mortale. Il partito più sicuro si è quello di attenersi alle specie più note e confermate come innocue da una lunga esperienza. Sono di questo numero il Porcino buono, l'Ovolo comune, il Pratajolo, il Cantarello, il, Bucherello ed il Tartufo. I funghi per una rara ed unica eccezione amano di crescere nell'ombra e talvolta anche nel bujo perfetto. Oltre a ciò sovrabbondano di principii azotali; quindi la ragione del pronto loro disfacimento e del fetore che allora tramandano quasi di carne fracida. Assai ristretto è il numero delle specie utili alla Medicina, ed altrettanto più grande quello delle specie microscopiche infeste alle piante economiche. T. Cr. 6. 50. [Cont.] Cr. P. Agr. I. 149. Tagliati i predetti arbori…, alcuna volta non si genera quivi altro, che fungo o gramigna, e alcun'altra erba. = Sen. Pist. (C) E sono ghiotta cosa i funghi. Cron. Morell. 382. Guárdati dalle frutte e da' funghi, non ne mangiare, o poco e di rado. Bellinc. Son. 158. Sta' ben con Sisto, e non temer de' funghi. E son. 157. E funghi ch'affogavan nel savore. Bern. Orl. 3. 3. 43. O come fiacca un giglio la tempesta, O fungo, o altra cosa,… Salvin. T. B. 3. 13. (Mt.) Fungo di pino. È l'uovolo, che fa tra' pini, nelle pinete. I pretajuoli, quasi pratajuoli, dalle prata ove nascono. Lecicciole, funghi particolari, che fanno intorno a Uliveto, villa celebre di casa Pucci, dette così, cred'io, dal colore della ciccia o carne lavata.Diz. di A. Pasta. De' funghi avvene di più specie, come le vesce, i portini, gli uovoli, i granati, le ditola. Red. Ins. 107. (Man.) Così lo sono ancora tutte le generazioni de' funghi, come ho potuto vedere nelle vesce, ne' porcini, ne' uovoli, ne' grumati, nelle ditola, ed in altri simiglianti. [B.] Ar. Fur. 17. 30. Di color di fungo.

Prov. Cercare di funghi. Ozieggiare, Andare ajoni. (Fanf.)

Prov. Cercar funghi in Arno. Cercare cosa impossibile a trovarsi. (Fanf.) [G.M.] Fag. Comm. T'ho chiamato di sull'aja; t'ho fatto cercare. Sì, gli è stato come cercar de' funghi.

Prov. Far le nozze co' funghi. Far le spese necessarie con eccedente risparmio. Magal. Lett. sc. 108. (Man.) Voi sapete che a noi altri riesce alle volte di far propriamente le nozze co' funghi.

Fungo di rischio, in prov. si dice di Cosa che sia pericoloso il fidarsene. (C)

[Fanf.] Pigliare il fungo; Pigliare i cocci, il cappello; Montare in collera; forse dal cappello del fungo.

T. Prov. Venir su come i funghi (di tutto quel che vien troppo presto). Prov. Tosc. 154. Gli inconvenienti degli Stati sono come i funghi. Che nascono in una notte. Non è vero. – Genii come funghi. Prov. In un punto nasce un fungo. (Il troppo presto non è del gran bene nè del vero bello.)

In una notte nasce il fungo. Modo proverb. dinotante Poter qualche cosa avvenire in breve tratto. Car. Lett. 1. 13. (M.) Piaccia a Dio che nasca l'occasione che s'aspetta di qua… Fino a ora non ci veggo disposizione alcuna; pure in una notte nasce il fungo.

Dicesi proverb. Prima di poter far la tal cosa, Prima di arrivare al tal giorno, possono nascer cento funghi, cioè, posson darsi mille accidenti. Cecch. Incant. (Mt.)

Tanto piovve che nacque un fungo. Maniera proverb., che importa: Finalmente è avvenuto quello che si voleva che fosse avvenuto da un pezzo. Red. Lett. fam. 2. 69. (Man.) Tanto piovve che nacque un fungo. Jeri lunedì 4 di agosto fu consegnato dal mio servitore il fagotto con dugento libretti diretto a V. S.

2. [M.F.] Far nascere un fungo. Trovare un pretesto. Panciat. Scritti, 248. Se non fusse… s'assicuri che io farei nascer qualche fungo, e lascerei riveder la Cupola a una mano di questi nostri paesani che non sognano la notte altro che codeste cacchiatelle. Domi, Lo Stufaj. 16. Pure il pensare qualch'ora sopra questo caso potrebbe far nascere qualche buon fungo.

3. T. Fungo della candela o lucerna; più fam. Moccolaja. Virg. Testa… ardente. – Scintillare oleum, et putres concrescere fungos. = Valvas. Cacc. 3. 89. (Mt.) La villanella, ancor che 'l fuso gira, Si suol del tempo far certa indovina; Chè s'alla sua lucerna il fungo mira, Gli austri e la pioggia intende esser vicina. Bart. Ricr. 2. 2. Così più d'una volta dicono essere avvenuto allo schiuderne alcuno, non tocco da molti secoli addietro; trovarne le lucerne come testè smorzate, col fungo tuttavia in bragia e fumicante. Soder. Agric. 13. (Man.) Se scoppieran i funghi abbruciati de' lucignoli nelle lucerne, e se torcendo in qua e in là vadan la fiamma, (ci sarà) vento.

4. (Chir.) Funghi si chiamano ancora alcune escrescenze carnose, che si producono talora nell'ulcere, e nelle piaghe di difficil cura. (C) – Queste escrescenze sogliono più propriam. chiamarsi Fungosità, laddove i funghi si sviluppano, senza alcuna soluzione di continuità preesistente, dalla pelle, dalle membrane mucose, dal tessuto cellulare, dagli organi fibrosi, ecc. (Mt.)

E Funghi si dicono talora gli Enfiati de' pannicoli che escono fuori dell'osso rotto, o trapanato. (C)

5. (Agr.) Malattia che viene agli ulivi. T. Soder. Tratt. Alb. 176. Per una certa adustione del sole s'ammalano (gli ulivi) di clavi o funghi, come si chiamano, sì che diventano un tizzone.

6. (Metall.) [Sel.] Quella Crosta bianchiccia che si forma sopra il piombo esposto all'azione concorrente dei vapori di acido acetico, dell'umido, e dell'aria. Ma è roce fuori d'uso. = But. Purg. 7. 2. (C) E biacca, che è bianchissima cosa archimiata, e la biacca che si fa del fungo del piombo appiccato sopra l'aceto.

7. [Cont.] Funghi secchi. Libro Cuc. 24. Togli funghi secchi, e tenuti a mollo dal vespero a la mattina, e gittata via l'acqua, tagliali minuti col coltello.

8. (Zool.) Fungo marino. V. FUNGOMARINO.

9. (Ar. Mes.) [Garg.] Fungo, o Liscia di vetro a fungo. Ha questo nome perchè il manico ha la figura del gambo, e il corpo quella del cappello del fungo.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: fungibili, fungibilità, fungicida, fungicide, fungicidi, fungiforme, fungiformi « fungo » fungoide, fungoidi, fungono, fungosa, fungose, fungosi, fungosità
Parole di cinque lettere: fungi « fungo » funse
Vocabolario inverso (per trovare le rime): dispongo, predispongo, grongo, dittongo, quadrittongo, trittongo, ungo « fungo (ognuf) » giungo, aggiungo, raggiungo, sopraggiungo, soggiungo, ingiungo, congiungo
Indice parole che: iniziano con F, con FU, iniziano con FUN, finiscono con O

Commenti sulla voce «fungo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze