Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «gatto», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Gatto

Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere gatto (nero, sornione, persiano, bianco, ...)
Nomi Alterati e Derivati
Diminutivi: gattino. Accrescitivi: gattone. Vezzeggiativi: gattuccio. Dispregiativi: gattaccio.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Felini [ * » Gattopardo]

Foto taggate gatto

.... gatto ??? .... ed io ti faccio la linguaccia .......

Quassino in blue

Indicazione
Tag correlati: occhi, animale, orecchie, baffi, felino, muso, pelo, animali, micio, muro, finestra, zampe, murales, coda, fiori, erba, foglie, porta, due, albero, gatti, disegno, vaso, cane, naso, persiane, gattino, ombra, ferro, alberi
Giochi di Parole
La parola gatto è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: tt.
Divisione in sillabe: gàt-to. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: gotta (scambio di vocali).
Componendo le lettere di gatto con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ile, lei] = aglietto; +[ira, ria] = agriotta; +[eri, ire, rei] = agriotte; +rii = agriotti; +ori = agriotto; +ben = bagnetto; +bel = bolgetta; +bar = bottarga; +bei = bottegai; +con = cagnotto; +idi = digitato; +sei = egotista; +nei = ettagoni; +[neo, noè] = ettagono; +alé = galeotta; +[ile, lei] = galeotti; +olé = galeotto; +mie = gettiamo; +nei = gettonai; +uni = giuntato; +[ami, mai] = gomitata; +mie = gomitate; +mio = gomitato; ...
Vedi anche: Anagrammi per gatto
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: batto, fatto, gatta, gatte, gatti, getto, matto, patto, ratto, tatto.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: batta, batte, batti, batté, datti, fatta, fatte, fatti, latta, latte, matta, matte, matti, natta, natte, patta, patte, patti, ratta, ratte, ratti.
Con il cambio di doppia si ha: gabbo, gallo.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: atto.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: gratto.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: botta, cotta, dotta, gotta, lotta, rotta.
Parole con "gatto"
Iniziano con "gatto": gattona, gattone, gattoni, gattono, gattonò, gattonai, gattofila, gattofile, gattofili, gattofilo, gattonano, gattonare, gattonata, gattonate, gattonati, gattonato, gattonava, gattonavi, gattonavo, gattonerà, gattonerò, gattonino, gattonammo, gattonando, gattonante, gattonanti, gattonasse, gattonassi, gattonaste, gattonasti, ...
Finiscono con "gatto": bagatto, bigatto, capogatto, mazzagatto.
Contengono "gatto": aggattonare, bugigattoli, bugigattolo, bugigattolini, bugigattolino.
»» Vedi parole che contengono gatto per la lista completa
Parole contenute in "gatto"
atto. Contenute all'inverso: tag.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "gatto" si può ottenere dalle seguenti coppie: gabelle/belletto, gai/itto, gale/letto, game/metto, gara/ratto, gare/retto, gasasse/sassetto, gaso/sotto, gaviale/vialetto, gavine/vinetto.
Usando "gatto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: biga * = bitto; boga * = botto; doga * = dotto; lega * = letto; maga * = matto; nega * = netto; paga * = patto; riga * = ritto; ruga * = rutto; sega * = setto; tuga * = tutto; viga * = vitto; braga * = bratto; eroga * = erotto; fruga * = frutto; omega * = ometto; piaga * = piatto; prega * = pretto; sfiga * = sfitto; sfoga * = sfottò; ...
Lucchetti Alterni
Usando "gatto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bitto * = biga; botto * = boga; dotto * = doga; * letto = gale; * metto = game; * retto = gare; * sotto = gaso; letto * = lega; netto * = nega; ritto * = riga; rutto * = ruga; setto * = sega; tutto * = tuga; vitto * = viga; erotto * = eroga; frutto * = fruga; ometto * = omega; pretto * = prega; sfitto * = sfiga; sfottò * = sfoga; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "gatto" (*) con un'altra parola si può ottenere: * una = guantato; * usa = guastato; * vene = gavettone; * rand = grattando; relè * = regaletto; sire * = sigaretto; * usare = guastatore; razze * = ragazzetto; razzo * = ragazzotto; riusa * = riguastato; * lagena = galattogena; * lagene = galattogene; * ricola = graticolato; manitù * = mangiatutto.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "gatto"
»» Vedi anche la pagina frasi con gatto per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il mio gatto si chiama Attila e il divano di casa attesta quanto il nome sia stato azzeccato!
  • Nerone è un gatto, naturalmente nero come il carbone, che si avventura sempre sul mio terrazzo.
  • Il gatto, anche se dispone di molto cibo, riesce a mangiarne solo la quantità necessaria al suo fabbisogno.
Proverbi
  • Quando il gatto non c'è i topi ballano.
  • Chi serba, serba al gatto.
  • Mal può rendere ragion del proprio fatto chi lardo, o pesce lascia in guardia al gatto.
  • Non dire gatto se non ce l'hai nel sacco.
  • Il freddo il gatto non lo mangia.
Espressioni e Modi di Dire
  • Essere cane e gatto
Libri
  • L'occhio del gatto (Scritto da: Alberto Bevilacqua; Anno 1968)
  • L'osteria del gatto parlante (Scritto da: Francesco Serantini; Anno 1951)
  • Un gatto attraversa la strada (Scritto da: Giovanni Comisso; Anno 1955)
  • Il gatto lupesco (Scritto da: Edoardo Sanguineti; Anno 2002)
Titoli di Film
  • Il gatto a nove code (Regia di Dario Argento; Anno 1971)
  • Il gatto con gli stivali (Regia di Chris Miller; Anno 2011)
Canzoni
  • Un gatto nel blu (Cantata da: Roberto Carlos; Anno 1972)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Gatto - S. m. (Fem. Gatta. V.) (Zool.) Nome di un genere di mammiferi dell'ordine de' carnivori, della famiglia dello stesso nome, digitigradi, con unghie ritirabili, lingua ruvida, coda lunga, agile, ecc. Comprende varie specie, come il leone, la tigre, ecc.; ma questo nome è dato ordinariamente alla più piccola specie di esso genere, al Gatto comune, il quale, allorchè salvatico nelle foreste d'Europa, è grigio, con istriscie nericce e larghe e colla coda anulata di bruno; fatto domestico, è di varii colori, e dá la caccia ai topi, ecc. I Chinesi ne mangiano la carne. Il Gatto miagola. Lat. Felis catus, Lin. Felis, Aelurus. (Mt.) T. Non dal gen. Catulus, nè dall'altro senso gen. di Captare. L'ha e l'arabo e il sir. Germ. Cat e Kes. Lat. aureo Catus, agg. gen. In Pallad. Catus l'animale. E anco nelle Gl. gr.

Lib. Sagram. (C) Il gatto giuoca col topo, che quando l'ha preso, e lungamente giuocato, sel mangia, e hattelo di vita privato. Salvin. Opp. Cacc. 2. 83. (Mt.) Ed i gatti che s'arman contra i nidi Domestici.

Gatto d'Augola: Specie di gatto che ritiene il nome dal suo paese nativo. Egli è più grosso del nostrale, ed ha più lungo pelo e più morbido. (Mt.)

[G.M.] Gatto mammone. V. GATTOMAMMONE, tutt'una voce.

Gatto pardo o Gattopardo. [De F.] Nome che si dà a varie specie di gatti di dimensioni maggiori della comune, ed aventi il corpo picchiettato di macchiette nere o brune. = Opp. Cacc. 3. 93. (Mt.) Le pantere dannose o i gatti pardi Son doppia razza…; ad ambi simili sembianze Variate sono, eccetto sol la coda. Pros. Fior. P. 3. V. 1. Cic. 2. pag. 41. Il carro era vaghissimo, e questo vi fu tirato da gattipardi proporzionati.

[De F.] Nome generico applicato volgarmente anche ad animali rassomiglianti al gatto comune. = Red. Oss. an. 94. (C) Un gatto del zibetto, che Jena odorifera fu chiamato da Pietro Castello Messinese, indugiò a morire dieci giorni.

Nome che i pescatori dánno ad una specie di pesce cane, di pelle molto ruvida, e picchiettata di nero sul dorso. Squalus stellaris, Lin. (Mt.)

T. Gatto soriano, de' più grossi. Da Soria, Siria. Tasson. Regina di Soria ghiotta del pesce.

2. T. Odorato di gatto (acuto alla presa).

3. (Tom.) Carne di gatto (cattiva).

4. [Cont.] Gatto, ass. La pelle. Ord. Gab. Siena. La soma de le volpi e gatti, cioè pelli, XV soldi.

5. † Per simil. Gatto frugato; chiamansi per ischerzo i contadini, quando venendo alla città guardano stupidi in qua e in là, come i gatti frugati delle pertiche. Malm. 7. 9. (C) Ma quand'ei vede colla sporta piena Giungere al fine il suo gatto frugato.

6. † Ed anche ass. Gatto, per Contadino, Villano, che si dice anche oggi per ischerzo. Burch. 2. 22. (C) Voi dovete aver fatto un gran godere, O Stefan Nelli, in questo san Martino… Que' gatti ti dovetton far messere, E porti in sedia in mezzo del cammino.

Ed aggiunto a Villano per disprezzo. Buon. Tanc. 2. 8. (Mt.) Tu villan gatto affronti le fanciulle? E Salvin. Annot. ivi: Tu villan gatto, dal lat.Catus, astuto, tristo.

7. (Tom.) Quattro gatti (poca gente e dappoco).

8. T. Cani e gatti, Persone avverse. Tasson. Secch. rap. 4. 15. Il Potta che sapea, che i Parmeggiani Eran nemici alla Tedescheria, E ch'era un accoppiar co' gatti i cani, Se gli uni e gli altri insieme a un tempo unia, Disegnò… = Lasc. Parent. 2. 2. (C) E' sono diventati come cani e gatti, dove prima solevano essere come passere e colombi.

9. Trasl. Aggiunto a Uomo vale Accorto, Astuto. Pataff. 2. (Mt.) Egli è una trombetta, egli è mal gatto.

10. [G.M.] Per Ladro. È un gran gatto costui! – Che gatti! (Fam.)

11. [Bianc.] Gatto stivalato. Pers. che ben vestita comparisce goffa.

12. Dicesi Musica da gatti. Lo stesso che Musica indiavolata o del diavolo, cioè Cattivissima musica. (Mt.)

13. Modi e Locuzioni proverbiali.

A gatto che lecca stidione, non gli fidare arrosto, Chi ne fa una piccola, ne farà una grande; simile a quell'altro: A can che lecchi cenere, non gli fidar farina. V. CANE, § 63. (Mt.)

Come un sacco di gatti vale Alla rinfusa, In qua e in là; Senz'ordine e regola; e dicesi per lo più di molte persone che si sbandano chi in qua chi in là, come gatti tenuti in un sacco, a' quali poi si dà l'andare. Malm. 9. 46. (C) Perciò tutti alle stanze fer ritorno, Come un sacco di gatti, fuor di schiera.

T. Fam. Un sacco di gatti. Paese o Luogo, dove molti, stretti in piccolo spazio, si guerreggiano e dánno noja.

T. Fam. Cavare la castagna colla zampa del gatto. Far servire altri, anche più avveduti di noi, a' comodi e utili nostri.

T. Prov. Tosc. 62. È meglio esser capo di gatto, che coda di leone. Non vero, se il capo non ha cervello.

[M.F.] Essere, o sim., il gatto di una casa, Esserne pratico, Andarvi liberamente di su e di giù. Morg. Magg. 19. 127. Non domandar se Morgante si affanna, O se parea di casa più che 'l gatto.

T. Prov. Tosc. 367. Lesto come un gatto. Alleg. Rim. Lett. 294. Lesti come gatti.

T. Prov. Tosc. Ogni gatto vuole il suo sonaglio. Ciascuno ha pretese; e anche diritti, che son pretesto a pretese.

Ogni oste ha sotto il gatto. Lo stesso che. Gatta ci cova. V. GATTA, § 4. Franc. Barb. 248. 12. (C) E veggia, e faccia patto, Ch'ogn'oste ha sotto il gatto.

Uscir di gatto salvatico. Uscir de' manichi, Uscir della vita parca ed avara, per darsi tempone. Cecch. Dissim. 5. 2. (C) Per ora i' ti dico che ordini…; e poichè si è accozzato nozze e bambin maschio, che tu pensi ad uscir di gatto salvatico, ch'io vo' che noi facciam gale.

14. (Archi.) Ingegno o Macchina da affondar pali, composta di pianta a due ritti, in cui è incanalato il pestone, o ceppo, che anche propriamente dicesi Gatto, e di sproni detti Verginelle. (Mt.) [Bos.] Il nome italiano di questa Macchina è quello di Berta, e fra gli operai si chiama Battipalo.

15. (Mil.) Macchina bellica ant. da riparo e da offesa, formata da un tetto tessuto di vinchi e di legno, sotto il quale andavano gli oppugnatori al coperto ad assalire le mura, avvicinatisi alle quali le percuotevano colla trave sospesa ivi entro e che avea il capo in forma di gatto o montone. Corrisponde in parte alle Gallerie o Graticci de' moderni. [C.C.] Vegez. Vineas dixerunt veteres quas nunc barbari cattas vocant. Dandolo: Cum gatto suppositum fuisse ignem portae Altinati. Chorio, 1. 103. Sotto questi gatti e grati stavano nascosti molti Tedeschi. E: Il gatto s'appressò più alle mura, onde i soldati che v'erano sotto, con ogni loro possa più di 20 braccia in fuor gettavano un trave ferrato ch'essi chiamavano bercella. Ar. Fur. 40. 18. Coperti da testuggini e da gatti, Con arieti e loro altri instrumenti A forar torri, a porte rompere atti, Tosto si fêro alla città vicini. Guicc. l. 10. E accostatosi con gatti e travati al fosso e alla muraglia della fortezza. [Cont.] Giamb. Arte guerra Veg. IV. 14. Il gatto è detto per lettera testuggine a similitudine della verace testuggine, perchè secondochè quella or mette fuori il capo, or lo ritrae dentro, così il dificio, cioè il bolcione, ch'è nel gatto, or mette fuori la trave, ed ora la reca dentro, acciocchè più fortemente percuota. = Vegezz. 53. (Firenze 1815.) (Mt.) Maestri a fare mangani e bride, e gatti, e torri di legname, ed ogni altra generazione d'edificio, onde cittade o castella si vincono o si difendono. G. V. 10. 86. 1. Dando alla città soventi battaglie con gatti e grilli e torri di legname armate. Ciriff. Calv. 1. 4. Tibaldo intanto a rafforzarsi attese, E gatti e grilli e falcon facea fare. Tass. Ger. 18. 64. E in numero infinito anche son viste Catapulte, monton, gatti e baliste. E 18. 71. E chi va sotto gatti, ove la spessa Gragnuola di saette indarno piove. Sall. Giug. 105. In tal modo Giugurta si pose all'assedio della terra con gatti e con torri. T. Nel senso anche milit. Parecchie macchine dal nome d'anim. Ariete, Asino, Testudine. Virg. Ugurg. 54. così traduce la Testudine di Virg.

16. (Agr.) Gatto chiamasi volgarmente Quel primo fiore del noce, del pioppo, ecc., che dai botanici è detto Amento. (Mt.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: gatteschi, gattesco, gatti, gattina, gattine, gattini, gattino « gatto » gattofila, gattofile, gattofili, gattofilo, gattona, gattonai, gattonammo
Parole di cinque lettere: gatti « gatto » gazza
Vocabolario inverso (per trovare le rime): benfatto, sfatto, disfatto, soddisfatto, insoddisfatto, misfatto, manufatto « gatto (ottag) » bagatto, mazzagatto, bigatto, capogatto, chatto, chattò, cerbiatto
Indice parole che: iniziano con G, con GA, iniziano con GAT, finiscono con O

Commenti sulla voce «gatto» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


foto vincitrice contest gatto


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze