Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «grado», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Grado

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola grado è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: grà-do. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: drago (scambio di consonanti), dragò (scambio di consonanti), droga, godrà.
Componendo le lettere di grado con quelle di un'altra parola si ottiene: +dea = addogare; +une = arguendo; +bui = bugiardo; +[ile, lei] = deraglio; +[neo, noè] = derogano; +ree = derogare; +tea = derogata; +ave = derogava; +vie = derogavi; +ove = derogavo; +[dan, dna] = dragando; +don = drogando; +sir = drogarsi; +tir = drogarti; +[est, set] = drogaste; +[neo, noè] = erogando; +fen = fregando; +ani = giordana; +nei = giordane; +noi = giordano; ...
Vedi anche: Anagrammi per grado
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: brado, gradi, grafo, gramo, grano, grato, gravo, grido, guado.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: tradì.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: rado.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: graduo.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si può ottenere: radon.
Parole con "grado"
Iniziano con "grado": gradone, gradoni, gradonamenti, gradonamento.
Finiscono con "grado": degrado, degradò, digrado, digradò, belgrado, malgrado, buongrado, decigrado, parigrado, centigrado, multigrado, retrogrado, tardigrado, anterogrado, plantigrado, unguligrado, ottantigrado.
»» Vedi parole che contengono grado per la lista completa
Parole contenute in "grado"
rado. Contenute all'inverso: oda.
Incastri
Inserendo al suo interno van si ha GRAvanDO; con ivan si ha GRADivanO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "grado" si può ottenere dalle seguenti coppie: graal/aldo, grafi/fido, gramo/modo, grani/nido, grano/nodo, grava/vado, grave/vedo.
Usando "grado" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * doma = grama; * domi = grami; * domo = gramo; * dona = grana; * doni = grani; * dono = grano; * dota = grata; * dote = grate; * doti = grati; * doto = grato; * dove = grave; viagra * = viado; * donai = granai; * donde = grande; * dossi = grassi; * dosso = grasso; * dotta = gratta; * dotti = gratti; * dotto = gratto; * docile = gracile; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "grado" si può ottenere dalle seguenti coppie: grana/andò, granoni/inondo, granose/esondo.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "grado" si può ottenere dalle seguenti coppie: magra/doma, migra/domi, sagra/dosa.
Usando "grado" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * magra = doma; * migra = domi; * sagra = dosa; doma * = magra; domi * = migra; dosa * = sagra.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "grado" si può ottenere dalle seguenti coppie: gracile/docile, gracili/docili, gracilità/docilità, grama/doma, grami/domi, gramo/domo, gran/don, grana/dona, granai/donai, granata/donata, granate/donate, granato/donato, grande/donde, grani/doni, grano/dono, grappini/doppini, grappino/doppino, grassi/dossi, grasso/dosso, grata/dota, grate/dote...
Usando "grado" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * gradi = dodi; * aldo = graal; * fido = grafi; * modo = gramo; * nido = grani; * nodo = grano; * vedo = grave; gradirà * = dirado; gradivi * = divido; * divido = gradivi.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "grado" (*) con un'altra parola si può ottenere: * in = girando; intensi * = integrandosi; intenti * = integrandoti.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "grado"
»» Vedi anche la pagina frasi con grado per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il grado di parentela tra padre e figlia è molto stretto.
  • Inflitto l'ergastolo all'imputato, al primo grado di giudizio.
  • Nell'esercito la gerarchia è determinata dal grado.
Libri
  • Il grado zero della scrittura (Scritto da: Roland Barthes; Anno 1953)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Condizione, Stato, Qualità, Grado - La Condizione si riferisce alla nascita, alle ricchezze, a' titoli; e si differenzia con gli adiettivi di quantità: «Uomo di alta condizione o di bassa condizione.» - Stato si riferisce alla professione, e anche all'agiatezza: «In qualunque stato l'uomo si trovi, può essere utile alla patria». - La voce Qualità è indeterminata, e significa più l'accidente che la sostanza; dico, significa ciò che di più o meno pregevole trovasi in una persona, o in particolare o in generale. - «È uomo di ottime qualità. - Bisogna trattar ciascuno secondo la sua qualità.» Alcuni lo usano per Condizione o simili; quando dicono: Il tale è uomo di qualità; ma è più francese che altro; e chi ben lo consideri, è parlare mozzo; lo schietto italiano è: Persona qualificata. - La voce Grado si riferisce solo all'ufficio, o alla dignità. - «Uomo di alto grado.» [immagine]
Dignità, Grado - Dignità è titolo eminente, al quale è annesso qualche obbligo; ma in essa si ha riguardo, non solo al carico, ma, più che altro, all'onore. - «Ebbe le più alte dignità ecclesiastiche.» - Il Grado è cosa di gerarchia; riguarda l'ufficio e i carichi che altri ha, ed è maggiore o minore. Dai varii gradi di un ufficio si può giungere a una dignità. [immagine]
Di buon grado, Con tutto il cuore, Di buona voglia - Fa di buon grado chi non si fa troppo pregare, e chi è già propenso alla cosa o capisce che ragion vuole che si faccia. - Fa di buona voglia chi lavora con animo e con una certa soddisfazione. - Fa di buon cuore chi mette nell'opera quell'amore, quell'affetto che ne raddoppia il merito. - «Portate di buon animo le croci che sono retaggio della misera umanità. - Fate di buona voglia il vostro dovere, e con tutto il cuore quel poco di bene che vi riesce di fare.» [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Di buon grado, Di buon cuore, Di buona voglia - Fa di buon grado chi non si fa troppo pregare, e chi è già propenso alla cosa, o capisce che ragion vuole che si faccia. Fa di buona voglia chi lavora con animo e con una certa soddisfazione. Fa di buon cuore chi mette nell'opera quell'amore, quell'affetto che ne addoppia il merito. Portate di buon animo le croci che sono retaggio della misera umanità; fate di buona voglia il vostro dovere, e di buon cuore quel poco bene che vi riesce di fare. [immagine]
Saper grado, Essere riconoscente, Essere grato - L'essere grato potrebbe non essere più che un moto di cuore affettuoso e bene senziente; l'essere riconoscente è eziandio dell'intelletto che comprende il valore del benefizio e conosce quanto all'occorrenza sarebbe giusto il ricambiarlo: il saper grado è un primo grado appunto di riconoscenza; e che sia cosa variabile di vede dal saper buon grado o mal grado, i quali secondo la circostanza si dicono. [immagine]
Ceto, Ordine, Classe, Condizione, Stato, Grado, Qualità - Stato è il complesso delle condizioni dell'essere civile dell'uomo; lo stato, in parte si ha dai genitori, dalla famiglia; in parte, ed è la maggiore, si forma da noi; stato buono, florido, mediocre, basso, cattivo stato: la qualità devesi alla nascita il più delle volte; qualche volta l'individuo se la fa da sè o per vero merito o per fortuna: uomo di qualità è persona locata in alto nella gerarchia sociale. Il grado si guadagna, ed è conferito da chi spetta. Dà una certa qualità il grado, e più se elevato: è un elemento dello stato della persona che lo ha.

«Ceto, sebbene la Crusca nol noti, è dell'uso, ed è latinismo accettabile. Ceto de' nobili, ceto medio. Condizione esprime il grado sociale, misurato secondo l'avere e il potere. Ordine esprime la suddivisione delle classi sociali, secondo i gradi d'onore o d'uffizio: l'ordine degli avvocati. Classe esprime una suddivisione sociale, ma non faciente corpo: la classe de' poveri, la classe de' ricchi. Nessuno direbbe il ceto de' ricchi; perchè ceto indica un corpo morale, una specie di gente considerata da sè, come: il ceto mercantile». Romani. [immagine]
Gradino, Scalino, Scaglione, Grado - Gradini quei degli altari o di altra gradinata analoga, per cui si ascende da un piano più basso ad uno più elevato, ma all'aperto e senza giravolte e non nell'angustezza d'una scala: quei delle scale delle case hanno necessariamente ad essere scalini. Gradi propriamente quei che sono sull'altare, e sui quali si dispongono i candelieri, i fiori e gli analoghi adornamenti di esso. Scaglione, è scalino di marmo o di pietra più grosso e più largo degli ordinarii: è quello per lo più che mette al portone della casa. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: gradito, gradiva, gradivamo, gradivano, gradivate, gradivi, gradivo « grado » gradonamenti, gradonamento, gradone, gradoni, gradua, graduabile, graduabili
Parole di cinque lettere: gradi « grado » grafi
Vocabolario inverso (per trovare le rime): viado, carbonado, aficionado, tornado, rado, brado, semibrado « grado (odarg) » degrado, degradò, decigrado, digrado, digradò, tardigrado, unguligrado
Indice parole che: iniziano con G, con GR, iniziano con GRA, finiscono con O

Commenti sulla voce «grado» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze