Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «individuo», il significato, curiosità, forma del verbo «individuare» sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Individuo

Forma verbale
Individuo è una forma del verbo individuare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di individuare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola individuo è formata da nove lettere, cinque vocali e quattro consonanti. Lettera maggiormente presente: i (tre).
Divisione in sillabe: in-di-vì-duo. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: individuò.
Anagrammi
individuo si può ottenere combinando le lettere di: uno + dividi; vuoi + dindi; uni + divido; udì + divino; divo + duini; udivo + nidi; [dino, doni, nido, ...] + udivi; duino + vidi.
Componendo le lettere di individuo con quelle di un'altra parola si ottiene: +[dan, dna] = individuando; +[ami, mai, mia] = individuiamo; +vana = individuavano; +[erme, mere] = individueremo; +[islam, salmi] = individualismo; +[lazzi, lizza] = individualizzo; +candì = individuandoci; +mandi = individuandomi; +ressa = individuassero; +[massi, sisma] = individuassimo; +[zaini, zinia] = individuazioni; +renna = individueranno; +[lasciti, scitali] = individualistico; +lizzare = individualizzerò; +linizza = individualizzino; +berbere = individuerebbero; +lemnacea = duemiladiciannove; +lazzaroni = individualizzarono; +cenciosamente = duecentodiciannovesimi.
Vedi anche: Anagrammi per individuo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: individua, individui.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: indio, indù, invio, nido, divido, divo.
Parole contenute in "individuo"
duo, ivi, divi, indi. Contenute all'inverso: udì, udivi.
Lucchetti Alterni
Usando "individuo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ateo = individuate; * avio = individuavi; * astio = individuasti.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "individuo" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = individuarono.
Frasi con "individuo"
»» Vedi anche la pagina frasi con individuo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ogni individuo di qualsiasi specie del regno animale merita rispetto.
  • Quell'individuo ha un aspetto assai poco raccomandabile.
  • Appena ti individuo in mezzo alla folla, ti raggiungo.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Individuo - [T.] Agg. Che non si può dividere, o Che non è diviso. Questo senso dell'aureo lat. è a noi quasi inusit.; ma conviene illustrare i pochi usi che ne rimangono. T. Manil. La natura ne' suoi individui principii rimane; e, sciolta che sia, al medesimo ritornerà dopo secoli mille. Cic. Gli atomi o corpi individui.

T. Boez. Individuo, perchè non si può dividere in parti, come l'unità assoluta, la mente.

L'uso alquanto vivo è il teol. Bocc. Filoc. 5. 324. (Gh.) Questa santa e individua Trinità. Rucell. Tim. 15. 8. 673. (C) Afferma il Timeo l'anima essere un'armonia…, e chiamala una specie d'essenza terza infra le cose individue ed eterne, e le temporali e dividue. D'altri usi ideali e soc. veggasi il sost., § 7.

2. † Per estens. Salvin. Annot. Fier. Buon. 456. (Gh.) Quando uno, invitato a mangiare con un altro, conduceva seco il compagno, quel compagno i Latini chiamavano umbra… Ombra seguace individua del corpo.

† Senso soc. e mor. G. V. 12. 108. 8. (C) Chi potrà sì fatta congiunzione e devozione individua spartire? Car. Lett. 2. 431. Per che le più lunghe amicizie, e così intrinseche ed abituate, come era la mia con lui, diventino indissolubili ed individue. Salvin. Annot. Tanc. Buon. 561. (Gh.) Io chiedo per mia sposa, compagna individua di tutta la mia vita, la buona giovane, la Povertà, così com'ella è, ignuda e senza dote.

3. † Nel senso di Individuato. Cantini, Band. Legg. X. 148. col. 1. (Fanf.) Comprendendo ancora la città di Pistoia… et ogni altro luogo o persona che avesse… il tale che bisognassi qui farne speciale et individua mentione.
Individuo - (In). [T.] Modo avverb. V. il Sost., § 5.
Individuo - [T.] S. m. Ente reale distinto dagli altri e indivisibile in sè; e riguardasi rispetto alla specie o al genere.

T. Anco un tutto d'enti, in quanto la mente gli attribuisce certa unità, non lo divide, può formare un individuo mentalmente. = Varch. Lez. Dant. 2. 284. (Man.) Non si può cognoscere mediante la divisione, per lo essere egli (il genere) individuo (Rosm.) Individuo, secondo l'etimologia, significa indivisibile. In questo significato ogni essenza, ogni specie ed ogni genere può dirsi individuo, perchè è indivisibile. Ma questa parola individuo si adopera più comunemente a significare l'indivisibilità degli enti reali, molti dei quali rispondono sovente a una sola essenza, a una specie sola.

2. (Rosm.) Nella sostanza in universale, nella sestanza generica, nella sostanza specifica, noi pensiamo un ente unico e indiviso. Quindi l'idea d'individuo è compresa in quella di sostanza; alle tre idee di sostanza corrispondono tre giudizi sulla sussistenza delle medesime. Varch. Ercol. 36. (C) Tutto quello che conviene per natura a uno individuo…, non convien egli anche di necessità a tutti gli altri individui di quella medesima spezie?

T. Varch. Lez. Pros. var. 1. 308. Proprio, nel quarto modo, si chiama quello… che conviene a una spezie sola, ed a tutti gl'individui di quella spezie, e sempre mai; come all'uomo essere risibile, al cavallo essere rignevole ovvero annitribile. = Ott. Com. Inf. 24. 408. (C) Aggiugnere più individui in uno individuo.

3. In senso aff. a Particolare sost. Non com. Car. Lett. Farn. 1. 30. (Man.) Sebbene ha toccato tutti i capi, non è però venuto agli individui delle cose, nè ebbe ragioni delle sue conclusioni, nè al modo di metterle in atto. (Plur., in questo signif., non com.) Segr. Fior. Disc. 2. 15. In ogni consulta è bene venire allo individuo di quello che si ha a deliberare, e non istare sempre in ambiguo. [Tav.] Sozzin. Rivol. Sien. Arch. Stor. 2. 394. Sicchè, volendo venire ad accordo nessuno (qualche), faccia di bisogno, senza più compromessi, venire all'individuo.

4. Della pers. T. Boez. Individuo, quello il cui predicato non si conviene per l'appunto ad altri enti simili, come Socrate. = Varch. Ercol. 307. (C) Gli individui sono quei particolari, ne' quali si divide la spezie, come donna Berta e ser Martino. (Accenna al passo di D. 3. 13.; ma la dichiarazione etimologica è sbagliata.) T. Vas. VIII. 1. Quanto benigno si dimostri talora il cielo nell'accumulare in una sola persona quei rari doni che in un lungo spazio di tempo suol compartire fra molti individui. – La persona è individuo per la unità dello spirito che la costituisce persona. – Individuo è agg. sostantivato che d'ordinario s'applica all'uomo, ma può dirsi d'ogni altro oggetto considerato a qualche modo nella sua unità. Persona ha senso più spirit., e accenna alla coscienza che l'individuo ha di sè, e altri della sua dignità.

Quindi Individuo anco degli anim. Red. Ins 70. (C) Che il volgo creda e molti autori lo abbiano scritto, che veruno animale mangia gl'individui della propria spezie.

5. A modo avverb., coll'In. Segner. Mann. Sett. 14. 1. (C) Vuole esprimere per verità tutti gli uomini in individuo. E 2. Asserì che avrebbe tirati a sè tutti gli uomini in individuo. T. Potrebbesi: Tutte le cose in individuo, Ciascun ente in individuo. [Cont.] Bart. D. Tens. Press. XXXV. Presupposto vero il già detto, ch'ella (l'aria) sia pesante, ne siegua il potere smuovere e rialzare o mantener sospeso sopra il natural suo livello un liquido più gravoso di lei in ispecie; ma, in individuo, pari di peso al suo contrapesare, ond'è l'equilibrarsi fra loro.

6. La vita individuale. Pallav. Perf. Crist. (C) Il peccato d'Adamo non solamente condannò l'uomo a conservare il suo individo con tanta fatica, ma l'abbassò a mantener la sua specie con tanta deformità. Ott. Com. Par. 29. 630. Per lo cibo e bere si conserva l'individuo. T. Quindi il modo fam. di cel. Patisce l'individuo, lo stomaco, il ventre.

7. Ma quando l'idea d'individuità non ha luogo, è pesante e goffo cotesto Individuo. [Cast.] Quindi inut. nel Collett. Stor. Nap. 3. 3. Il valore negl'individui viene… dalla natura; negli eserciti, dalla legge. T. Può dirsi Negli uomini singoli, In ciascun uomo, In ciascuno, e sim. Anche Le persone individue; come aggettivamente Le cose, Gli enti, Le idee individue, in quanto si pensa la loro unità indivisibile; Individuali, in quanto concernono uno individuo o più.

Direbbesi d'un moderno il seg. Fir. Rag. 156. (C) Dubitando che per qualche accidente, e' non nascesse alcuna differenza tra questi due individui. T. Ma oggidì se ne abusa; e è da schivarlo, segnatam. allorchè Quell'individuo, Gli è un certo individuo, dicesi con aria di spregio, interdetto dall'orig. della voce; giacchè quell'unità che voi non potete spezzare, che è più forte d'ogni forza vostra, non la dovete spregiare. Anche l'uso di questa voce è prova dell'umana spiritualità.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: individueresti, individuerete, individuerò, individui, individuiamo, individuiate, individuino « individuo » indivie, indivisa, indivise, indivisi, indivisibile, indivisibili, indivisibilità
Parole di nove lettere: individui « individuo » indiziamo
Vocabolario inverso (per trovare le rime): graduò, graduo, ceduo, deciduo, triduo, residuo, assiduo « individuo (oudividni) » arduo, adeguo, adeguò, prosieguo, dileguo, dileguò, seguo
Indice parole che: iniziano con I, con IN, iniziano con IND, finiscono con O

Commenti sulla voce «individuo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze