Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «lavoro», il significato, curiosità, forma del verbo «lavorare» associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Lavoro

Forma verbale
Lavoro è una forma del verbo lavorare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di lavorare.
Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere lavoro (faticoso, pesante, duro, impegnativo, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 99 persone)
fatica (11%), nero (8%), duro (6%), occupazione (5%), stipendio (3%), crisi (3%), precario (3%), ozio (3%), edile (2%), salario (2%), impiego (2%), dignità (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Articoli interessanti e pagine web
Salute Italia: L’astensione dal lavoro in gravidanza

Foto taggate lavoro

Mani per ... lavorare la terra

Vecchio scarpone...

Trucioli

Pesciolino di vetro a Malta
Tag correlati: artigiano, mani, artigianato, uomo, dita, legno, tornio, attrezzi, vaso, cappello, argilla
Giochi di Parole
La parola lavoro è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: la-vó-ro. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: lavorò.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: orlavo.
Componendo le lettere di lavoro con quelle di un'altra parola si ottiene: +mie = amorevoli; +bea = elaboravo; +dna = lavorando; +[ami, mai, mia] = lavoriamo; +[eri, ire, rei] = lavoriero; +dna = lordavano; +pie = polveraio; +pin = provolina; +tan = rantolavo; +gin = rivolgano; +mal = rollavamo; +sir = rosolarvi; +tir = rotolarvi; +san = salvarono; +[csi, ics, sci] = scoloravi; +[csi, ics, sci] = scoloriva; +sta = sorvolata; +[est, set] = sorvolate; +sto = sorvolato; +sta = srotolava; +sto = srotolavo; ...
Vedi anche: Anagrammi per lavoro
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: laverò, lavora, lavori.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: favore, favori, favorì.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: laro, loro, avrò.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: lavorio.
Parole con "lavoro"
Iniziano con "lavoro": lavorone, lavoroni.
Finiscono con "lavoro": capolavoro, dopolavoro, iperlavoro, telelavoro, superlavoro.
Parole contenute in "lavoro"
avo, oro, lavo.
Lucchetti
Usando "lavoro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: calavo * = caro; celavo * = cero; colavo * = coro; pelavo * = pero; salavo * = sarò; velavo * = vero; burlavo * = burro; parlavo * = parrò; scalavo * = scaro; spalavo * = sparo; stilavo * = stiro; impalavo * = imparo; compilavo * = compirò; correlavo * = correrò.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "lavoro" si può ottenere dalle seguenti coppie: anelavo/roane, belavo/robe, calavo/roca, colavo/roco, salavo/rosa, ventilavo/roventi, volavo/rovo.
Usando "lavoro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * belavo = robe; * calavo = roca; * colavo = roco; * salavo = rosa; * volavo = rovo; * anelavo = roane; robe * = belavo; roca * = calavo; roco * = colavo; rosa * = salavo; rovo * = volavo; roane * = anelavo; * ventilavo = roventi; roventi * = ventilavo.
Lucchetti Alterni
Usando "lavoro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: caro * = calavo; cero * = celavo; pero * = pelavo; sarò * = salavo; vero * = velavo; burro * = burlavo; parrò * = parlavo; scaro * = scalavo; sparo * = spalavo; stiro * = stilavo; imparo * = impalavo; * ateo = lavorate; * avio = lavoravi; compirò * = compilavo; correrò * = correlavo; * astio = lavorasti; * razionerò = lavorazione.
Sciarade incatenate
La parola "lavoro" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: lavo+oro.
Intarsi e sciarade alterne
"lavoro" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: lo/avrò.
Intrecciando le lettere di "lavoro" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = lavorarono; * atre = lavoratore; * atri = lavoratori.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "lavoro"
»» Vedi anche la pagina frasi con lavoro per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Questa sera dopo il lavoro andrò a bere una birra con gli amici.
  • E' fortunato chi fa il lavoro che ha sognato da bambino.
  • Spiegare le cose a chi non le vuol capire è un lavoro durissimo ed inutile.
Proverbi
  • Il lavoro nobilita l'uomo.
  • Chi vuol lavoro degno, assai ferro e poco legno.
Canzoni
  • Lavoro inutile (Cantata da: Omar Pedrini; Anno 2004)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Opera, Lavoro, Fatica, Travaglio - Compendiamo dal Grassi:
«Opera è dal latino opera, con una gran parte dei suoi significati, aggiuntivi quelli affini di res (cosa) e negotium. - Lavoro viene dal latino labor; ma coi significati di opus (opera). - Fatica deriva dal verbo latino fatigare, assumendo i significati di labor. - Travaglio ha la radice in trave; ed è voce coniata nei secoli barbari, ne' quali si chiamò travallus, quel castello di quattro travi congiunte in quadro da altre travi trasversali, entro il quale si mettono le bestie fastidiose e intrattabili, per medicarle o ferrarle. Quindi opera è vocabolo generico d'ogni operazione dell'uomo, fatta o da farsi, come pure lavoro; ma opera esprime, per lo più, azioni morali, e lavoro opere corporali. Questo trae con sè alcuna impressione di fatica e di bassezza; il che si fa evidente nei derivati. Lavorare, posto assolutamente, significa Coltivare la terra. Fatica è più di lavoro, in quanto che quella è un effetto di questo. Travaglio non è opera, nè lavoro, nè fatica, ma sì affanno, agitazione.» [immagine]
Fattura, Lavoro - Lavoro, quello delle mani, dell'ingegno, di un animale che si faccia lavorare, di una macchina che, mediante l'attenzione dell'uomo, dà tanto lavoro fatto all'ora, al giorno, ecc. - Fattura si dice propriamente quella dei vestiti, degli abiti; è tutto il lavoro che occorre per fare, d'un taglio di stoffa, l'abito voluto: di certi abiti che la moda vuol fatti in maniera strana e bizzarra, costa più la fattura che la stoffa. Ogni fattura è un lavoro, non ogni lavoro è fattura: un pittore, uno scultore che immagina un quadro, un gruppo, ha da lavorare chi sa quanto tempo colla mente prima di aver trovato un concetto che lo soddisfaccia pienamente; quando poi l'eseguisca, coloro che se n'intendono, al vedere quei colpi, quei tratti da maestro, dicono che quell'opera è di bella fattura, il che vale, Trattata maestrevolmente.

(Zecchini). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Fattura, Lavoro - Lavoro, quello delle mani, dell'ingegno, di un animale che si faccia lavorare, di una macchina che, mediante l'attenzione dell'uomo, dà tanto lavoro fatto all'ora, al giorno ecc. Fattura si dice propriamente quella dei vestiti, degli abiti: è tutto il lavoro che occorre per fare d'un taglio di stoffa l'abito voluto: di certi abiti che la moda vuol fatti in maniera strana e bizzarra costa più la fattura che non la stoffa. Ogni fattura è lavoro, non ogni lavoro è fattura: un pittore, uno scultore che immagina un quadro, un gruppo, ha da lavorare chi sa quanto tempo colla mente prima di aver trovato un concetto che lo soddisfi pienamente; quando poi l'eseguisca, coloro che se n'intendono, al vedere quei colpi, quei tratti da maestro, dicono che quell'opera è di bella fattura, il che vale: trattata maestrevolmente. [immagine]
Opera, Lavoro, Fatica, Travaglio, Opra - Opera, il lavoro dell'uomo specialmente, e molte volte il frutto o prodotto suo: un libro si dice opera; una statua, un quadro o consimile capo d'arte opera eziandio, e anco lavoro; bel lavoro, gentil lavoro quello in cui l'opera della mano e della pazienza è molta, e forse più che quella dell'intelligenza; opera in musica; e a questa, per antonomasia, opera. Fatica è lavoro eccessivo per durata o peso o difficoltà: travaglio è fatica dolorosa, penosa: il travaglio della mente è quel ruminare di essa sulle cose, e tanto che per la soverchia tensione per lo meno affatica: dura fatica l'istruire gli ignoranti; durissima, persuadere i testardi, e sovente è opera gettata. Lavori poi diciamo particolarmente i campestri, e così lavoratore per contadino; e campo lavorato quello in cui già passò l'aratro ed è pronto a ricevere la semente; a taluni putono alquanto di gallicismo, ma io li credo di buon conio. Opra è forma poetica, contrazione di opera: chi ben comincia è alla metà dell'opra: ma qualche volta non è vero. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: lavoriero, lavorini, lavorino, lavorio, lavorista, lavoriste, lavoristi « lavoro » lavorone, lavoroni, lavorucci, lavoruccio, laziale, laziali, lazio
Parole di sei lettere: lavori « lavoro » leader
Vocabolario inverso (per trovare le rime): esautorò, esautoro, rincuorò, rincuoro, fuoro, fluoro, nuoro « lavoro (oroval) » telelavoro, capolavoro, dopolavoro, iperlavoro, superlavoro, erbivoro, piscivoro
Indice parole che: iniziano con L, con LA, iniziano con LAV, finiscono con O

Commenti sulla voce «lavoro» | sottoscrizione


Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze