Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «leale», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Leale

Aggettivo
Leale è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: leale (femminile singolare); leali (maschile plurale); leali (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di leale (onesto, fidato, sincero, corretto, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monoconsonantiche [Le « * » Leali]
Giochi di Parole
La parola leale è formata da cinque lettere, tre vocali e due consonanti (tutte uguali, è monoconsonantica).
Divisione in sillabe: le-à-le. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di leale con quelle di un'altra parola si ottiene: +bit = abetelli; +bot = abetello; +tan = alleante; +sta = alleaste; +[ari, ira, ria] = alleerai; +[eri, ire] = alleerei; +tag = allegate; +tai = alleiate; +rna = allenare; +tan = allenate; +rna = allenerà; +tav = allevate; +tan = altalene; +din = anellide; +non = anellone; +tan = atellane; +[csi, ics, sci] = cesellai; +[ciò, coi] = ecolalie; +gli = illegale; +[tar, tra] = laterale; +uro = laureole; +noi = neolalie; +toc = ocellate; ...
Vedi anche: Anagrammi per leale
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: leali, reale.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: reali.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: ileale, legale, letale, sleale.
Parole con "leale"
Finiscono con "leale": ileale, sleale.
Parole contenute in "leale"
alé.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "leale" si può ottenere dalle seguenti coppie: ledi/diale, legavi/gaviale, lev/vale, levi/viale, leasing/single.
Usando "leale" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * alesa = lesa; * alesi = lesi; * aleso = leso; file * = fiale; * aleggi = leggi; * aletta = letta; * alette = lette; relè * = reale; vile * = viale; * eta = lealtà; * aleggio = leggio; molle * = molale; bacile * = baciale; badile * = badiale; labile * = labiale; * aleggerà = leggera; * aleggerò = leggero; * alettone = lettone; * alettoni = lettoni; * aleggerai = leggerai; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "leale" si può ottenere dalle seguenti coppie: lena/anale, lenirò/orinale, lessa/assale, letto/ottale, levigo/ogivale, levo/ovale.
Usando "leale" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: quel * = quale; * elazione = lezione; * elazioni = lezioni.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "leale" si può ottenere dalle seguenti coppie: alé/alea, sale/alesa, sole/aleso, galea/lega, galilea/legali.
Usando "leale" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * galea = lega; alesa * = sale; aleso * = sole; * sale = alesa; * sole = aleso; lega * = galea; * galilea = legali; legali * = galilea.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "leale" si può ottenere dalle seguenti coppie: alea/alé, scalea/scale, galea/gale, talea/tale, allea/alle, achillea/achille, iperbolea/iperbole.
Usando "leale" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: fiale * = file; * diale = ledi; * viale = levi; viale * = vile; molale * = molle; baciale * = bacile; badiale * = badile; labiale * = labile; * gaviale = legavi; * single = leasing; linguale * = lingule; seminariale * = seminarile; assessoriale * = assessorile.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "leale" (*) con un'altra parola si può ottenere: pur * = pleurale; cric * = clericale; cesti * = celestiale.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "leale"
»» Vedi anche la pagina frasi con leale per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Lo spirito di gruppo ed essere leale ti porta sempre alla vittoria.
  • Lo spirito olimpico prevede che gli atleti tengano sempre un comportamento leale.
  • Importante essere prima di ogni cosa sincero e leale.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Fedele, Fido, Fidato, Costante, Leale - Nella parola Fedele parmi di vedere le due fides e lex, onde propriamente vorrebbe dire Credente e osservante della legge: e infatti fedele può dirsi chi osserva costantemente e fermamente la parola data, la promessa fatta, poichè per l'uomo d'onore la parola, la promessa è legge sacrosanta: onde fedeli si dissero e diconsi i cristiani, e perchè la fede è il cardine della loro religione, e perchè fedeli e costanti osservatori si suppongono delle promesse fatte alla legge nel sacramento della rigenerazione. - Fido, indica un sentimento di benevolenza più stretta, costante a tutta prova: fido chi ama, chi sta assieme, chi non abbandona, chi non tradisce. - Fidato dicesi di colui nel quale si può avere confidenza e si ha: amico fedele; fido compagno; servo fidato. Fidato sembra più di fido, in quanto pare voglia dire persona in cui si è già confidato, e che l'esperienza non ha smentito la fiducia riposta in essa. - La Costanza ha da essere una qualità della fede, perchè altrimenti fede non sarebbe se ad ogni minimo urto vacillasse o facesse le viste di rovinare affatto: onde fedele e costante si dice per un certo pleonasmo, ma eziandio perchè il secondo rincalza il primo e più fortemente riassevera. - Leale è non solo chi non deve, ma chi non può o, potendo, non vuol tradire: la lealtà è quella schiettezza, quella limpidezza dell'animo incompatibile colla cattiva fede, coll'inganno: la lealtà è il fiore dell'onore, del vero onore che abborre dalla menzogna, dalla doppiezza e da tutto ciò che possa essere meno specchiato e terso. (Zecchini). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Fedele, Fido, Fidato, Costante, Leale - Nella parola fedele parmi di vedere le due fides e lex, onde propriamente vorrebbe dire credente e osservante della legge: e infatti fedele può dirsi chi osserva costantemente e fermamente la parola data, la promessa fatta, poichè per l'uomo d'onore la parola, la promessa è legge sacrosanta: onde fedeli si dissero e diconsi i cristiani, e perchè la fede è il cardine della loro religione, e perchè fedeli e costanti osservatori si suppongono delle promesse fatte alla legge nel sacramento della rigenerazione. Fido, indica un sentimento di benevolenza più stretta, costante a tutta prova: fido chi ama, chi sta assieme, chi non abbandona, chi non tradisce. Fidato dicesi di colui nel quale si può avere confidenza, e si ha: amico fedele, fido compagno, servo fidato. Fidato sembra più di fido, in quanto pare voglia dire, persona in cui si è già confidato, e che l'esperienza non ha smentito la fiducia riposta in essa. La costanza ha da essere una qualità della fede, perchè altrimenti fede non sarebbe se ad ogni minimo urto vacillasse o facesse le viste di rovinare affatto: onde fedele e costante si dice per un certo pleonasmo, ma eziandio perchè il secondo rincalza il primo e più fortemente riassevera. Leale è non solo chi non deve, ma chi non può o non sa tradire: la lealtà è quella schiettezza, quella limpidezza dell'animo incompatibile colla cattiva fede, coll'inganno: la lealtà è il fiore dell'onore, del vero onore che abborre dalla menzogna, dalla doppiezza e da tutto ciò che possa essere meno specchiato e terso. [immagine]
Leale, Probo, Galantuomo, Buono, Virtuoso, Onorato - Leale, l'uomo che non mente nè in parola nè in fatti; che è giusto quasi sempre, o se s'inganna qualche volta torna pur sempre al vero, confessando candidamente d'essersi ingannato. Probo, l'uomo che non fa cosa che la coscienza non approvi; probo, da probare. Galantuomo, quello che dà a ognuno il fatto suo, che non inganna, che non profitta degli ignari e de' semplici: il galantuomo crede che l'altrui non è suo, e non v'ha sofisma arguto tanto e sottile che valga a farlo cangiare d'avviso: tratta gli affari d'interesse con coscienza, e quelli di coscienza con interesse, il che a molti non parrà vero; ma pure così è. Onorato è chi ha punto d'onore e delicatezza; e poi, chi è per tale avuto dalla gente. L'onoratezza è sincera come la lealtà, equa come il galantomismo, severa come la probità; ha più una sua particolare delicatezza che non permette che nessun dubbio l'offuschi, nessun sospetto l'appanni. Buono è l'uomo di carattere dolce e mansueto, benevolente e benefaciente: virtuoso, colui che, oltre all'adempiere i doveri di giustizia e di carità, adorna il cuor suo di quelle doti più elette che virtù appunto vengono chiamate; prima perchè senza vero valore morale non s'acquistano, e quindi perchè vero valore aggiungono a chi riesce a farsene ricco: virtus è virtù, coraggio, valore, efficacia. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: leaderismi, leaderismo, leaderistica, leaderistiche, leaderistici, leaderistico, leadership « leale » leali, lealismi, lealismo, lealista, lealiste, lealisti, lealmente
Parole di cinque lettere: lazzo « leale » leali
Lista Aggettivi: laziale, leader « leale » lebbroso, lecito
Vocabolario inverso (per trovare le rime): caudale, sottocaudale, feudale, liceale, ideale, tracheale, endotracheale « leale (elael) » ileale, sleale, pineale, perineale, peritoneale, intraperitoneale, corneale
Indice parole che: iniziano con L, con LE, iniziano con LEA, finiscono con E

Commenti sulla voce «leale» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze