Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «lugubre», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Lugubre

Aggettivo
Lugubre è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: lugubre (femminile singolare); lugubri (maschile plurale); lugubri (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di lugubre (tetro, cupo, fosco, luttuoso, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola lugubre è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: lù-gu-bre. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
lugubre si può ottenere combinando le lettere di: gru + [blue, bulè]; guru + bel; urge + blu.
Componendo le lettere di lugubre con quelle di un'altra parola si ottiene: +aia = augurabile; +abigee = uguaglierebbe.
Vedi anche: Anagrammi per lugubre
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: lugubri.
Parole con "lugubre"
Iniziano con "lugubre": lugubremente.
Parole contenute in "lugubre"
Contenute all'inverso: bug.
Frasi con "lugubre"
»» Vedi anche la pagina frasi con lugubre per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Mai visto posto più lugubre! Non comprerò l'appartamento!
  • Così mascherato hai un aspetto veramente lugubre e mi fai un sacco di paura!
  • Il cimitero, secondo me, è il luogo più lugubre che ci possa essere al mondo.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Flebile, Lamentevole, Lugubre, Lacrimevole, Luttuoso - Flebile si dice dlela voce e dei suoni che ispirano mestizia e quasi muovono al pianto. - Lamentevole è della voce umana in suono di lamentarsi; e alle volte si dice per aggiunto di cosa da farne lamento. - Lugubre è stato, condizione o simile, che è degna di farne lutto. - Luttuoso è significativo di sventura avvenuta, ed è molto più grave. - Lacrimevole si dice di qualunque sventura che muova a lacrimarne per la compassione. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Nebuloso, Nebbioso, Nuvoloso, Annuvolato, Rannuvolato; Oscuro, Tetro, Cupo, Fosco, Lugubre - Nebbioso il cielo, il tempo quando c'è la nebbia; nebbioso il clima ove suol essere la nebbia sovente. Nuvoloso è il cielo quando vi sono grossi nuvoli che qua e colà ne velano una parte considerabile: nebulose diconsi certe parti di cielo o costellazioni le quali, viste all'occhio nudo o col mezzo di semplici cannocchiali, non paiono altra cosa che macchie irregolari di una luce biancastra; osservate però col mezzo di possenti telescopii si scompongono in una infinità di stelle una dall'altra distinte: nebulose, secondo Herschel e Arago, sono eziandio certe stelle, che si vanno formando nel mezzo di quelle macchie ora dette, per la condensazione e concentrazione della materia fosforescente di cui quelle macchie sono composte; per conseguenza il loro nucleo, abbozzato più o meno, nuota come in un'atmosfera di quella luce o materia, sciolta ancora, ma che le va formando, dirò così, per la propria precipitazione. Nebuloso dicesi per celia di certo stile, preteso sublime per una mal intesa oscurità di pensieri, di parole, di tessitura. Nebulosi certi sistemi di pretesa filosofia che non sono che aberrazioni della mente umana. Annuvolato è il cielo quando è tutto coperto di nuvole; rannuvolato dicesi quando poco dopo il sereno tornano le nuvole a minacciar pioggia: rannuvolata la fronte dell'uomo ad ogni nuovo dispiacere o disgrazia. Oscuro, ciò che bene non s'intende o non si vede. Fosco ciò che in qualsiasi passare poca luce. Cupo ogni luogo cavo e profondo ove nessuna o poca luce possa penetrare. Tetro dice malinconico e triste. Fosco l'occhio che per qualche causa velato o adombrato, poco vede: cupo lo sguardo; tetra la prigione; oscuro un uomo, un luogo, un'opera poco conosciuta; oscuro un discorso, una frase, una teoria e simili. Cupo il carattere dell'uomo poco espansivo; tetro quello che sempre si pasce d'idee lugubri e sinistre. Lugubre, che fa piangere o che al pianto invita; luogo, aria, viso, suono lugubre: ciò che in un modo o nell'altro richiama l'idea della morte è di per sè lugubre. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: lugliatica, lugliatiche, lugliatici, lugliatico, luglienga, luglienghe, luglio « lugubre » lugubremente, lugubri, lui, luigi, luigini, luigino, luisa
Parole di sette lettere: luetico « lugubre » lugubri
Lista Aggettivi: luculliano, ludico « lugubre » lumbard, luminoso
Vocabolario inverso (per trovare le rime): novembre, cimbre, ombre, sgombre, penombre, umbre, ottobre « lugubre (erbugul) » salubre, insalubre, acre, fiacre, alacre, sacre, mediocre
Indice parole che: iniziano con L, con LU, iniziano con LUG, finiscono con E

Commenti sulla voce «lugubre» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze