Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «macero», il significato, curiosità, forma del verbo «macerare» sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Macero

Forma verbale
Macero è una forma del verbo macerare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di macerare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti
Giochi di Parole
La parola macero è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
È una parola bifronte senza capo né coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (reca).
Divisione in sillabe: mà-ce-ro. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: macerò.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: ceroma, comare.
macero si può ottenere combinando le lettere di: emo + cra; eco + ram.
Componendo le lettere di macero con quelle di un'altra parola si ottiene: +cap = accamperò; +[sai, sia] = acromasie; +uni = acuminerò; +ani = americano; +mas = ammoscerà; +ano = anemocora; +[neo, noè] = anemocore; +noi = anemocori; +ram = arrecammo; +bit = bicromate; +bel = cableremo; +blu = calembour; +[ira, ria] = camerario; +tot = camerotto; +din = candiremo; +psi = capsomeri; +pos = capsomero; +pet = capteremo; +tar = catramerò; +sta = catramose; +sue = causeremo; +hit = cheratomi; +sol = clamorose; ...
Vedi anche: Anagrammi per macero
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bacerò, lacero, macera, maceri, tacerò.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bacerà, lacera, lacere, laceri, tacere, tacerà.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: acero, macro.
Altri scarti con resto non consecutivo: marò, mero, acro, aero.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: marcerò.
Parole contenute in "macero"
ace, ero, cero, acero. Contenute all'inverso: ore, reca.
Incastri
Inserendo al suo interno chi si ha MACchiERO (macchierò).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "macero" si può ottenere dalle seguenti coppie: magia/giacerò, mala/lacero, macedone/donerò.
Usando "macero" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ceromi = mami; * ceroni = mani; * ceroso = maso; * cerotti = matti; * cerotto = matto; cima * = cicero; lama * = lacero; * eroina = macina; * eroine = macine; bruma * = brucerò; calma * = calcerò; * rolla = macella; * rolli = macelli; * rollo = macello; * cerottino = mattino; * cerottone = mattone; * cerottoni = mattoni; torma * = torcerò; infima * = inficerò; * rollai = macellai; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "macero" si può ottenere dalle seguenti coppie: mani/incero, marocca/accorcerò, macella/alleerò.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "macero" si può ottenere dalle seguenti coppie: mima/ceromi, sema/cerose, sima/cerosi, soma/ceroso.
Usando "macero" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ceromi * = mima; cerose * = sema; cerosi * = sima; ceroso * = soma; * mima = ceromi; * sema = cerose; * sima = cerosi; * soma = ceroso; * sim = acerosi.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "macero" si può ottenere dalle seguenti coppie: mami/ceromi, mani/ceroni, maso/ceroso, mattaccio/cerottaccio, matti/cerotti, mattino/cerottino, matto/cerotto, mattone/cerottone, mattoni/cerottoni, macina/eroina, macine/eroine, macella/rolla, macellai/rollai, macellammo/rollammo, macellando/rollando, macellano/rollano, macellante/rollante, macellare/rollare, macellarono/rollarono, macellasse/rollasse, macellassero/rollassero...
Usando "macero" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cicero * = cima; brucerò * = bruma; calcerò * = calma; torcerò * = torma; inficerò * = infima; * ateo = macerate; * avio = maceravi; * astio = macerasti; macerazione * = razionerò.
Intarsi e sciarade alterne
"macero" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: me/acro.
Intrecciando le lettere di "macero" (*) con un'altra parola si può ottenere: * rh = marcherò; copi * = compiacerò; * arno = macerarono.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "macero"
»» Vedi anche la pagina frasi con macero per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • L'azienda raccoglie carta da macero e la lavora per il recupero della materia prima.
  • Tutte le sere, dal macero della canapa, partono migliaia di zanzare in direzione della mia camera da letto.
  • Molti libri vennero mandati al macero poiché rovinati dall'acqua del fiume straripato.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Macerato, Macero, Magro, Dimagrato, Macilento, Estenuato, Smunto, Strutto, Allampanato, Scarno, Scarnito, Secco, Assecchito, Segaligno, Adusto, Affilato, Sparuto; Macerare, Mortificare; Macerazione - Mortificare è principio di macerazione; quando una cosa, come canapa, lino, o anco carne da mangiare per fare certe pietanze, si mette a macerare, o in macero, resta tosto più o meno mortificata, secondo la forza dell'agente cui si sottopone, e la forza resistente della sua fibra. Macerato dice l'effetto finale della macerazione; macero lo stato della cosa che si macera, che ancora sta in molle o macerandosi: può il lino dopo alcuni giorni che fu messo a macerare, essere macero digià e non ancora totalmente macerato. Mortificare e macerare la carne ha il senso ascetico che dicemmo nell'articolo precedente. Mortificare poi, è dare mortificazioni, cioè sgridate, rabbuffi o altro di consimile per cui si venga a raumiliare altrui a ragione o a torto. Macero poi è l'uomo inzuppato d'acqua per pioggia o altro: maceri per conseguenza i panni che ha indosso: macerato è più del corpo, per malattia, o forte affezione di cuore che reagisce sul fisico. Magro chi non ha di molta carne sull'ossa, ma che sta bene: v'hanno de' magri, e molti, che sono meglio valenti che non gli adiposi e grassi. Dimagrato, chi prima era più grasso; scarno, chi non ha muscoli ben rilevati, chi manca di carne un po' troppo; dice più di magro: il magro non disdice nemmeno all'occhio; lo scarno sì. Secco, chi non ha che la pelle, le ossa e i nervi: poi è opposto a fresco, parlando d'alberi o di frutta o d'altro simile; ma anco in questo senso è evidente che chi è secco non ha freschezza di carni. Assecchito, chi è diventato secco: macilento, chi è così disfatto e svigorito della persona che mal può reggersi e stare in piedi; per lo più a cagione di malattia cronica e lenta consunzione. Smunto vale privo d'ogni umore vitale: estenuato, privo d'ogni forza e vigore: strutto, quasi liquefatto e distrutto: il caldo strugge, la fatica estenua, gli eccessi smungono. Segaligno dicesi d'uomo asciutto, di temperamento sanguigno: chi è segaligno può esser forte e pien di salute; talvolta patisce per eccesso di sanguificazione o di sensibilità. Affilato chi è sottile della persona in generale, ma più chi ha la faccia assottigliata nel profilo, e appunto affilata come un conio. Adusto chi è secco, quasi abbruciato per fatiche diuturne al sole o al fuoco. Sparuto chi è magrolino e senza colore: l'adusto è troppo rosso; lo sparuto, troppo pallido. Allampanato, finalmente, dicesi di chi è così sottile e smilzo che quasi sia trasparente come lampana di vetro. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: macererò, maceri, maceria, maceriamo, maceriate, macerie, macerino « macero » mach, machete, machiavelleria, machiavellerie, machiavelliana, machiavelliane, machiavelliani
Parole di sei lettere: maceri « macero » macina
Vocabolario inverso (per trovare le rime): giacerò, soggiacerò, piacerò, compiacerò, spiacerò, lacerò, lacero « macero (orecam) » tacerò, sottacerò, caccerò, ricaccerò, procaccerò, scaccerò, affaccerò
Indice parole che: iniziano con M, con MA, iniziano con MAC, finiscono con O

Commenti sulla voce «macero» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze