Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «mercato», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Mercato

Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere mercato (rionale, aperto, settimanale, affollato, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
rionale (15%), coperto (12%), libero (9%), bancarelle (8%), ortofrutticolo (4%), pesce (4%), frutta (4%), nero (3%), piazza (3%), borsa (2%), ambulanti (2%), azionario (2%), alimentare (2%), agricolo (2%), settimanale (2%), bancarella (2%), merce (2%), commercio (2%), fiori (2%), mercanzia (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Articoli interessanti e pagine web
Liste Parole: Forme di Mercato

Foto taggate mercato

Trecce d'aglio

Venditrici di non so che

Mer8
Tag correlati: persone, frutta, cibo, bancarelle, bancarella, cassette, piazza, donna, strada, passanti, verdura, negozio, verdure, palazzi, banco, mele, banane, ombrelli, luci, cappelli, donne, pioggia, mercatino, case, fruttivendolo, gente, esposizione
Giochi di Parole
La parola mercato è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: mer-cà-to. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: cremato, cromate.
mercato si può ottenere combinando le lettere di: rom + [tace, teca]; tre + [coma, moca]; temo + cra; [ermo, mero, more, ...] + tac; toc + [arem, arme, erma, ...]; eco + tram; ceto + ram; [come, meco] + [tar, tra].
Componendo le lettere di mercato con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ahi, hai] = aromatiche; +[ali, ila, lai] = calamiterò; +[ali, ila, lai] = calmierato; +sir = camorriste; +pie = capiteremo; +tan = cartomante; +nei = cementario; +van = centravamo; +the = chatteremo; +uri = ciurmatore; +ili = climaterio; +oca = cocomerata; +eco = cocomerate; +ili = colimetria; +bot = combatterò; +spa = comparaste; +pin = comparenti; +[api, pia] = compariate; +spa = comparsate; +tap = compattare; +tap = compatterà; ...
Vedi anche: Anagrammi per mercato
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: cercato, marcato, mercati, merlato.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: cercata, cercate, cercati.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: mera, mero, meco, meato, erto.
Parole con "mercato"
Finiscono con "mercato": euromercato, ipermercato, minimercato, ortomercato, sottomercato, supermercato, soprammercato.
Parole contenute in "mercato"
Contenute all'inverso: tac, acre.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "mercato" si può ottenere dalle seguenti coppie: megera/gerarcato, mescola/scolarcato, merlo/locato, merci/iato.
Usando "mercato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: esame * = esarcato; * tonte = mercante; * tonti = mercanti.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "mercato" si può ottenere dalle seguenti coppie: mercante/tonte, mercanti/tonti.
Usando "mercato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: esarcato * = esame; * locato = merlo; * gerarcato = megera; * scolarcato = mescola.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "mercato" (*) con un'altra parola si può ottenere: si * = smerciato.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "mercato"
»» Vedi anche la pagina frasi con mercato per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il mercato settimanale è stato sospeso per un improvviso nubifragio.
  • Come al solito, anche oggi, al mercato c'era tanta confusione.
  • Quando sono a Il Cairo, adoro aggirarmi nel mercato delle spezie e dei profumi.
Proverbi
  • Per una scopa formano un mercato tre donne e assordan tutto il vicinato.
Espressioni e Modi di Dire
Canzoni
  • Al mercato di Pizzighettone (Cantata da: Achille Togliani e Duo Fasano; Anno 1951)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Fiera, Mercato - Mercato, oltre il significato di Luogo di città o terra dove si compra o vende ogni mercanzia, specialmente di cose da mangiare, ha quello di Concorso di popolo in questo o quel paese, in giorni della settimana determinati, per comprare, vendere e far contrattazioni. - «Venerdì è mercato; non posso lasciar Firenze.» - La Fiera è, per dir così, mercato universale, che dura uno o più giorni, per certe occasioni di feste, dove concorrono molte persone da varii paesi per far compre, vendite e contratti. - «La fiera di Prato. - La fiera di Sinigaglia.» [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Fiera, Mercato, Emporio, Mercatale; Far mercato, Far bottega, Far mercimonio - E prima d’ogni altra cosa notiamo che emporio è quel luogo dove abbondano e affluiscono di continuo le mercanzie: Londra, Marsiglia, Genova, Livorno, sono fra i principali emporii dell’Europa. Il mercato è più frequente della fiera; ma non sempre, e dovunque, quotidiano; nei paeselli e cittaduzze di provincia v’è mercato una o due volte la settimana; la fiera ricorre d’ordinario una o due volte l’anno nei paesi dov’è statuita, e può esser tanto ricca di merci quanto un emporio; più del mercato lo è certamente; le fiere di Sinigaglia, di Beaucaire, di Lipsia sono rinomatissime per la quantità e l’importanza degli affari che vi si fanno. Mercato, fiera, è il luogo ove si raccoglie la roba che si mette in vendita, e la roba stessa: emporio, il luogo soltanto. Far mercato di qualche cosa, è farne contrattazione o commercio venale; ha senso piuttosto cattivo che buono; v’ha perfino chi fa vil mercato dell’onore, della fede; ma in un secolo di grande effervescenza com’è il nostro, ogni eccesso sia in male che in bene è possibile. Far bottega ha eziandio questo senso o presso a poco; ma nel far bottega è più apparente sfrontatezza e impudenza. Far mercimonio è far vile o almen basso mercato di cosa degna di miglior sorte: è sempre maniera dispregiativa. Far fiera è comperare o vendere qualche cosa sulla fiera stessa; fiera è detto per celia l’oggetto ivi comperato, per minuto che sia; far fiera è il ciarlare più che a mezza voce che fanno un quattro o cinque donne in mezzo alla via, sulla piazza: in Toscana è vivo il proverbio: «tre donne fanno una fiera, e due un mercato».

«Può il mercato essere o piazza o loggia o contrada; se più vasto o in forma di campo, dicesi mercatale. Mercato vecchio e nuovo di Firenze: mercatale di Prato». Polidori. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Mercato - Così chiamavansi in passato quei grandi edifizj di legname, coperti con tegoli e recinti di mura, ove si facevano le fiere. Sul principio del secolo XII Luigi il Grosso fece costruire quelli di Parigi (les Halles de Paris), e vi stabilì un nuovo mercato pe' merciaj e cambiamonete. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: mercantuccia, mercantuccio, mercanzia, mercanzie, mercati, mercatini, mercatino « mercato » merce, mercenari, mercenaria, mercenariamente, mercenarie, mercenario, mercenarismi
Parole di sette lettere: mercati « mercato » merciai
Vocabolario inverso (per trovare le rime): gerarcato, tetrarcato, esarcato, varcato, rivarcato, cercato, ricercato « mercato (otacrem) » minimercato, soprammercato, euromercato, ortomercato, sottomercato, ipermercato, supermercato
Indice parole che: iniziano con M, con ME, iniziano con MER, finiscono con O

Commenti sulla voce «mercato» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


foto vincitrice contest mercato


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze