Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «mole», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Mole

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Unità di misura fondamentali [Metro (m) « * » Secondo (s)]

Foto taggate mole

Mole

La Mole Antonelliana by night

Inverno
Tag correlati: torino, cupola, città, palazzi, finestre
Giochi di Parole
La parola mole è formata da quattro lettere, due vocali e due consonanti.
È una parola bifronte senza capo né coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (lo).
Divisione in sillabe: mò-le. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: elmo, melo (scambio di vocali).
Componendo le lettere di mole con quelle di un'altra parola si ottiene: +[tau, tua] = amuleto; +cra = calmerò; +cra = carmelo; +[abc, cab] = cembalo; +cra = clamore; +cra = colmare; +tac = colmate; +cra = colmerà; +idi = demolii; +dir = dolermi; +[dio, odi] = dolomie; +bei = embolie; +sii = emolisi; +una = emulano; +[tau, tua] = emulato; +uva = emulavo; +uni = emulino; +sii = eolismi; +osi = eolismo; +più = eumolpi; ...
Vedi anche: Anagrammi per mole
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: fole, gole, male, mele, mode, mola, moli, molo, more, mule, sole.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: boli, bolo, cola, colf, coli, colo, colt, colà, colò, dolo, eolo, fola, folk, gola, golf, nola, nolo, poli, polo, sola, soli, solo, tolù, vola, voli, volo, volt, volò.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: olé.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: molle, molte, molve.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: belo, celo, gelo, melo, pelo, telo, velo, zelo.
Parole con "mole"
Iniziano con "mole": molesta, moleste, molesti, molesto, molestò, molecola, molecole, molestai, molestia, molestie, molestano, molestare, molestata, molestate, molestati, molestato, molestava, molestavi, molestavo, molesterà, molesterò, molestino, molecolare, molecolari, molestammo, molestando, molestante, molestanti, molestarli, molestarmi, ...
Finiscono con "mole": semole, diamole, gramole, mammole, vediamole, facciamole, lasciamole, mettiamole, portiamole, seguiamole, guardiamole, ammettiamole, ascoltiamole, analizziamole, controlliamole.
Contengono "mole": immolerà, immolerò, demolendo, demolente, demolenti, immolerai, immolerei, stimolerà, stimolerò, tremolerà, tremolerò, immoleremo, immolerete, mammoletta, mammolette, racimolerà, racimolerò, stimolerai, stimolerei, tremolerai, tremolerei, biomolecola, biomolecole, immoleranno, immolerebbe, immoleremmo, immolereste, immoleresti, racimolerai, racimolerei, ...
»» Vedi parole che contengono mole per la lista completa
Parole contenute in "mole"
olé.
Incastri
Inserito nella parola dente dà DEmoleNTE; in denti dà DEmoleNTI; in stira dà STImoleRA (stimolerà); in stiro dà STImoleRO (stimolerò); in stirai dà STImoleRAI.
Inserendo al suo interno est si ha MestOLE; con del si ha MOdelLE; con est si ha MOLestE; con uff si ha MuffOLE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "mole" si può ottenere dalle seguenti coppie: moa/alé, moca/cale, modacce/daccele, modista/distale, mogi/gilè, moglie/gliele, more/relè, morena/renale, moretta/rettale, moretti/rettile, moriva/rivale, mosca/scale, moscato/scatole, mosti/stile, mosto/stole, mostra/strale, mota/tale.
Usando "mole" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: elmo * = elle; fimo * = file; mamo * = male; memo * = mele; * leda = moda; * lede = mode; * ledi = modi; * ledo = modo; olmo * = olle; remo * = relè; temo * = tele; animo * = anile; calmo * = calle; colmo * = colle; diamo * = diale; duomo * = duole; esimo * = esile; esumo * = esule; etimo * = etile; * eta = molta; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "mole" si può ottenere dalle seguenti coppie: moina/anile, mouse/esule.
Usando "mole" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * eluse = mouse.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "mole" si può ottenere dalle seguenti coppie: alimo/leali, damo/leda, demo/lede, dessimo/ledessi, domo/ledo, gnomo/legno, premo/lepre, primo/lepri, stimo/lesti, umo/leu.
Usando "mole" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: leda * = damo; lede * = demo; ledo * = domo; * damo = leda; * demo = lede; * domo = ledo; leali * = alimo; legno * = gnomo; * alimo = leali; * gnomo = legno; * premo = lepre; * primo = lepri; * stimo = lesti; lepre * = premo; lepri * = primo; lesti * = stimo; ledessi * = dessimo; * dessimo = ledessi.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "mole" si può ottenere dalle seguenti coppie: moccio/leccio, moda/leda, modano/ledano, mode/lede, modera/lederà, moderai/lederai, modero/lederò, modeste/ledeste, modesti/ledesti, modi/ledi, modo/ledo, mogano/legano, mondine/lendine, moniste/leniste, monisti/lenisti, moniti/leniti, monito/lenito, monta/lenta, monte/lente, monti/lenti, monto/lento...
Usando "mole" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: elle * = elmo; file * = fimo; male * = mamo; mele * = memo; * cale = moca; * gilè = mogi; * relè = more; * tale = mota; olle * = olmo; relè * = remo; tele * = temo; anile * = animo; calle * = calmo; colle * = colmo; diale * = diamo; esile * = esimo; esule * = esumo; etile * = etimo; * scale = mosca; * stile = mosti; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "mole" (*) con un'altra parola si può ottenere: * gi = moglie; ara * = amorale; bel * = bemolle; bob * = bombole; arai * = armaiole; * dura = modulerà; * duro = modulerò; orna * = ormonale; tura * = tumorale; * bitto = mobiletto; * durai = modulerai; * raggi = moraleggi; aerobi * = aeromobile; * raggio = moraleggio; * leggeri = molleggerei; * raggiante = moraleggiante; * raggianti = moraleggianti.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "mole"
»» Vedi anche la pagina frasi con mole per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La mole delle navi da crociera che transitano per Venezia è impressionante.
  • Con la mole che ti ritrovi è meglio che il bikini te lo scordi!
  • Il concetto di mole, in chimica, è fondamentale ed è associato al numero di Avogadro.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Mole, Massa, Congerie, Cumulo - Mole è grandezza molto grave, e fatta dall'arte con molta fatica, onde ben si dirà mole un grande ed alto edifizio; e Mole nel figurato è cosa di grande studio e fatica. - « Lavoro, opera di gran mole. » - Massa è cosa grave, di quantità continua; ed è fatta dalla natura o dal caso. - Congerie è di quantità discreta; ed è di più cose tra loro diverse insieme accumulate. - Cumulo è congerie di minor numero di cose. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Massa, Congerie, Mole, Macchina, Acervo, Monte, Mucchio, Catasta, Cumulo - Massa, dice cosa compatta; unione di parti omogenee: congerie, unione di cose diverse agglomerate: acervo, unione di cose sovrapposte. Mole significa la grandezza rispettiva della cosa: mole, detto assolutamente, cosa grande, vasta, imponente: la piramide di Cheops è probabilmente la maggior mole costrutta da mano d'uomo: il metallo fuso forma una massa: massa imponente forma il popolo quando in un solo pensiero e volontà concorrono tutti gl'individui che lo compongono; poi massa di capitali, massa di fatti ecc.; una congerie di fatti diversi non è di certo così concludente come una massa di fatti simili o congeneri anche minore. Monte è gran mucchio: un monte di cose, di ragioni, dicesi per metafora di molte messe assieme, comunque disposte: mucchio dice quantità più discreta; per lo più di cose di poco valore: mucchio d'ossa, di scopature; ma anche mucchio d'oro dice il filosofo per disprezzo, e il prodigo, il giuocatore per affettata noncuranza. Cumulo fa nascere l'idea di pazienza e di perseveranza nel farlo, nell'accumulare: è più di mucchio, meno di monte: Catasta, propriamente delle legna accatastate per darvi il fuoco o no. Macchina, facendo ora astrazione da' suoi particolari significati, si usa talvolta in senso di mole; non già di mole informe, ma di mole ben ordinata, e anche organizzata o con ingegno disposta; onde nè di un monte, nè di un masso informe di pietra direbbesi a mio senno propriamente: che macchina! ma bensì di un elefante, di una balena, di un uomo di straordinaria corporatura, e così grande palazzo, chiesa o vascello: il Leviatan è probabilmente la più grande macchina navale che fosse mai costrutta. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Mole - S. f. Aff. al lat. aureo Moles. Macchina, Edifizio grandioso, come templi, teatri, obelischi, e sim. (Fanf.) Disc. Calc. 6. (C) Quanti magnifici teatri…, e altre superbissime moli fossero in Olimpia. Tass. Ger. 2. 91. Quel grande già, che 'ncontra 'l cielo eresse L'alta mole d'error, forse tal era. Car. En. 2. 33. (M.) Dentro al suo cieco ventre e nelle grotte, Che molte erano e grandi in sì gran mole. [F.T-s.] Bart. Ricr. Sav. 1. 9. Il famoso tempio del loro idolo Bel,… mole…

T. Sassi che costruiscono la mole.

2. Presso i Romani era una specie di mausoleo fabbricato a foggia di torre rotonda sopra una base quadrata, con colonne in tutto il suo circuito, e coperta da una cupola con sua cuspide. Ar. Fur. 29. 33. (M.) Imita quasi la superba mole, Che fe' Adrïano all'onda tiberina. [Laz.] Dicesi oggidì comunem. La Mole Adriana, ed è il famoso Castel S. Angelo propugnacolo interno dell'eterna città.

3. Fu detto anche per Rupe, Scoglio. Rem. Fior. Pist. Ovid. 5. 53. (M.) Ei s'erge là sovra la riva un'alta Ruvida mole, e d'ogni intorno guarda Il largo sen del gran Netunno.

4. E fig. Tac. Dav. Ann. 1. 11. (C) Quella mente sola del divino Augusto essere stata capace di tanta mole. [Laz.] Tass. Ger. 15. 30. E la terra misuri, immensa mole, Vittorïoso ed emulo del sole.

5. Fig. Per Gravezza, o sim., secondo che porta il contesto. Bocc. Filostr. 118-18. (Gh.) In tanta mole Di danno e di periglio tramortito Lì cadde Troilo d'alto duol ferito.

6. Per Fatica, Difficoltà. Car. En. 1. 53. (M.) Di sì gravoso affar, di sì gran mole Fu dar principio alla Romana gente!

7. Per Grandezza. Red. Esp. nat. 74. (C) In un altro cappone, che aveva ingozzato quattro delle suddette palline massicce, e le avea tenute otto giorni, le ritrovai pure intiere, ma però aveano perduto il lustro, e si vedeano sgraffiate, e sminuite di mole. Nella medesima maniera sgraffiate, e sminuite notabilmente di mole ne trovai quattr'altre pure in un cappone che… Bellin. Disc. 1. 88. (M.) La settima, ed ultima condizione di essa materia conservante sarà l'applicarla, ed unirla dove bisogna, con quella mole, con quell'ordine, con quella coerenza con le parti postegli al dintorno.

T. Mole del libro. – Libro di piccola mole.

8. [Cont.] Lo stesso che Volume nel signif. scientifico. G. G. Gal. XII. 12. Allora io dissi, che avrei creduto piuttosto il ghiaccio esser acqua rarefatta che condensata, poichè la condensazione partorisce diminuzion di mole e augumento di gravità, e la rarefazione maggior leggierezza, e augumento di mole… E N. sci. XIII. 92. La geometria c'insegna che: molto maggior proporzione è fra la mole e la mole nei solidi simili, che tra le loro superficie. Lana, Prodr. inv.56. Cavatane fuori l'aria, e restando il vaso più leggiero di ugual mole di aria, necessariamente ascenderà da se stesso sopra l'aria.

9. Vale anche Particella di un corpo. Sag. nat. esp. 46. (M.) Acciocchè quell'aria che in invisibili moli stassi minutamente seminata per l'argento vivo… avesse campo in così gran vano d'agiatamente distendersi. Quindi Molecola (V.).

V. anche MOLA, § ult.

T. L'idea più gen. è di materia in quantità più o meno grande, formante un tutto di parti omogenee o no, segnatam. in relaz. alla grandezza e alla gravità.

T. Per lo più, di mole non piccola. Mole di granito. Viv. Disc. Arn. 41. Porrei sempre in opera de' suddetti cantoni di smalto d'assai maggior mole di que' gran sassi, ma non però troppo sconcia al muovergli.

Di liquidi. T. La mole delle acque, segnatam. in quanto il moto ne fa più sensibile la gravità.

Nel senso scientif. T. Crusca alla v. CONDENSABILITÀ. Proprietà che ha un corpo di scemar di mole senza minorare di massa, qualora sia esposto a una temperatura più fredda di sè. – Quindi l'idea di Mole è relativa; e può dirsi, minore, minima, al paragone.

II. T. Quindi delle opere congegnate dall'arte. Segner. Fatt. Aless. Farn. 97. Della mole fondata già sopra l'acque nell'assedio di Tiro. – Mole del tempio. – Superba mole.

III. T. La maravigliosa mole dell'universo, e per la grandezza, e per il congegno, opera dell'Artefice sommo. Virg. Totam… Mens agitat molem.

IV. T. S. Ambr. La mole corporea. – Dalla mole corporea aggravati.

T. Quasi cel., di pers. grande e grossa. Che mole di corpo! Reggere quella mole. – Se quella mole vi casca addosso. – Come si fa a andare lesti con quella mole? A quel modo, l'uomo stesso, la donna è mole.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: molazzatrice, molazzatrici, molazze, moldava, moldavi, moldavia, moldavo « mole » molecola, molecolare, molecolari, molecolarità, molecole, molesta, molestai
Parole di quattro lettere: mola « mole » moli
Vocabolario inverso (per trovare le rime): capriole, motocarriole, sartiole, bestiole, viole, notiziole, pillole « mole (elom) » facciamole, lasciamole, diamole, vediamole, guardiamole, controlliamole, ascoltiamole
Indice parole che: iniziano con M, con MO, iniziano con MOL, finiscono con E

Commenti sulla voce «mole» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze