Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «natività», il significato, curiosità, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Natività

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Presepe [Muschio « * » Oro]
Terminanti con l'accento sulla a [Natalità « * » Naturalità]

Foto taggate natività

Pre7

Lieto evento

il famoso presepe di Crema
Tag correlati: presepe, natale, madonna, statue, giuseppe, bambino, statuine, gesù, presepio, maria, paglia, pastori, pecore, bue, capanna, asino, magi, luci, famiglia, pecora, stella, angelo, pastore, stalla, culla, chiesa, arco, grotta, statuette, personaggi
Giochi di Parole
La parola natività è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: inattiva, invitata.
natività si può ottenere combinando le lettere di: viti + [anta, nata, tana]; itti + vana; vini + [atta, tata]; tinti + ava; tav + natii; tan + [aviti, ivati]; [avi, iva, vai, ...] + [tanti, tinta]; tai + [vanti, vinta]; [atti, tait] + [ivan, navi, vani].
Componendo le lettere di natività con quelle di un'altra parola si ottiene: +ozi = attivazioni; +che = chiavettina; +don = inattivando; +[est, set] = inattivaste; +[ire, rei] = inattiverai; +mio = inattiviamo; +tic = incattivita; +emo = iniettavamo; +[neo, noè] = iniettavano; +sol = intavolasti; +olé = intavoliate; +tre = interattiva; +[csi, ics, sci] = nativistica; +rom = normatività; +[ero, ore, reo] = orientativa; +tre = riattivante; +tir = riattivanti; +per = ripettinava; +par = trapiantavi; +[csi, ics, sci] = vaticanisti; +cuce = accentuativi; +sema = amnistiavate; ...
Vedi anche: Anagrammi per natività
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: nativa, natii, natia, natta, nata, naia, navi, atta, avita.
Parole con "natività"
Finiscono con "nativita": nominatività, luogonatività.
Parole contenute in "nativita"
ivi, nati, vita, nativi. Contenute all'inverso: tan.
Incastri
Si può ottenere da natta e ivi (NATiviTA).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "natività" si può ottenere dalle seguenti coppie: natia/avita, natica/cavità, natie/evita.
Usando "natività" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: donativi * = dota; canati * = cavità; innati * = invita; ordinativi * = ordita; seminativi * = semita; tornati * = torvità; lesinati * = lesività; cren * = creatività; primina * = primitività; capacina * = capacitività.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "natività" si può ottenere dalle seguenti coppie: nata/attività, nativa/avvita.
Lucchetti Alterni
Usando "natività" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cavità * = canati; invita * = innati; * cavità = natica; primitività * = primina; torvità * = tornati; capacitività * = capacina; dota * = donativi.
Sciarade e composizione
"natività" è formata da: nati+vita.
Sciarade incatenate
La parola "natività" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: nativi+vita.
Frasi con "natività"
»» Vedi anche la pagina frasi con natività per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • In quel museo espongono una natività di Rembrandt, non dobbiamo perdercela.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Nascita, Origine, Nascimento, I natali, Natività - La Nascita è il punto nel quale la creatura viene alla luce, o la commemorazione di essa. - Nascimento è generico, e si dice anche a significare derivazione di cose astratte. - Origine è il primo germe, onde incomincia la esistenza di una famiglia, di un popolo; e si trasferisce anche a sensi traslati. - «Questa è l'origine della mia sventura.» - La voce Natività accenna più largamente il tempo del nascere, e si usa in casi speciali, come La natività di M. V., di San Giovanni Battista. - Natale è lo stesso, e si usa solo per significare il giorno nel quale i Cristiani solennizzano il giorno della nascita di Cristo. - Nel plurale suole usarsi I natali parlando adulatoriamente della nascita di gran signori: «Ebbe i natali in Roma;» e v'è chi l'usa affettatamente parlando di uomini illustri. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Nascimento, Nascita, Nascere, Natività, Natale, Natali, Natalizio, Pasqua, Ceppo - Nascimento è l'atto del nascere; nascita è il fatto: uno cita sempre la nascita propria, quando sia onorevole; il nascimento no, se non fu accompagnato da circostanze straordinarie. «Natività, bene il Tommaseo, serba pochi usi e limitati: la natività di Gesù, della Vergine, di S. Giovanni Battista: cieco dalla natività». Altri dice cieco dalla nascita, nè saprei qual meglio; ma certo può dirsi bene un modo e l'altro. Nascere e nascimento, anco di cose inanimate: nascer del sole, del giorno; seguire, osservare una cosa dal suo nascimento: nascita no. Nascita e natali dicono l'altezza o la bassezza dell'origine; e così: essere di una certa nascita, di alti o bassi natali: nascita però pare che dica sempre almeno una discreta elevazione, nè, parmi, si direbbe bene: di bassa nascita. Il Natale è per noi cristiani la festa solenne in cui si commemora la natività di Gesù Bambino; e così feste natalizie son questa e le altre che l'accompagnano: giorno natalizio è quello della nascita di ciascheduno; e regali natalizii son quelli fatti o in questo giorno o più comunemente nelle feste del Natale. In alcuni luoghi, e specialmente nel Piemonte, si fanno feste e regali non nel dì natalizio di ciascheduno, ma invece nel giorno suo onomastico.

«I Toscani chiaman pasqua anco la festa del Natale, e per distinguerla dalla pasqua di risurrezione dicesi poi pasqua del natale o di ceppo; pasqua di rose, la Pentecoste. E famigliarmente: a ceppo, per ceppo, fatto ceppo, giorno di ceppo, notte di ceppo. Modo derivato dall'antica consuetudine di bruciare a quei giorni il ceppo, e di battere il ceppo per farne uscire i regali pe' bambini di casa». Tommaseo. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Natività, Nativitade e Nativitate - S. f. Natale, Nascimento. In Ulp., S. Cipr., e nella Volg. – G. V. 10. 22. 1. (C) All'ottavo dì di sua natività si morì. Bocc. Nov. 10. g. 10. Essendo più anni passati dopo la natività della fanciulla. Ott. Com. Inf. 15. 288. Se tu segui tua stella, cioè la costellazione della tua natività. Fr. Jac. Tod. 6. 6. 11. Signor, io vo cercando La tua nativitate. Vit. SS. Pad. 1. 31. Così fece a Zaccaria, quando gli annunziò la natività di S. Giovanni…, ed anche dell'Angiolo, che annunziò ai pastori la natività di Cristo. E 47. E volendo allegare le demonia tutte le peccata d'Amonio insino dalla sua nativitade,… Serm. S. Agost. 89. Fu mandato dal cielo il messo annunziatore, l'angelo Gabriello, acciocchè annunziasse nella nostra carne nuova nativitade. T. Filoc. 7. 284. Fu, nell'ottavo giorno della sua natività, circonciso, secondo la legge giudaica.

T. Di M. V. anche assol. Festa della natività.

T. Tanti anni dalla natività sottint. di Cristo. Lo dicono anche in lat. A nativitate. = Guicc. Stor. 17. 28. (M.) Nè manco allegra (sarà) a quegli, che ci amano, la nostra morte, che soglia essere ai padri, e ai parenti la natività dei figliuoli, e degli altri congiunti cari. [Cam.] Borgh. Selv. Tert. 186. Questa scienza (cioè l'astrologia) fu permessa fino al tempo del Vangelo dalle leggi umane, acciocchè dopo la natività di Cristo nessuno facesse più la natività ad altri con l'osservare il cielo. [F.T-s] Don. Giann. Vit. Ferr. Io non vi vo' dire del Ferruccio il tempo della natività.

T. Cieco dalla natività. Sordo, Ebete.

2. Per Fede di nascita, o meglio Genealogia. (Fanf.) Car. Lett. in Pros. fior. par. 4. vol. 2. p. 3. (Gh.) Con queste saranno quelle natività che ho potuto avere infino a ora per Carlo Lenzoni; quella de' Medici, cioè del Cardinale e del Duca vostro, non s'è ancora avuta.

3. Per Nascita. Salvin. Disc. 1. 67. (C) Altro non è, che bestialità, volere la natività sapere non solo degli uomini, ma delle città. E Pros. Tosc. 1. 402. Matematico presso i Greci, non quel che presso i Latini con vergognoso tralignamento valse astrologo giudiciario, o artefice di nativitadi, ma dottrinato.

4. [Val.] Fondazione, Edificazione. Pucc. Centil. Prol. l. CIV. Infino alla edificazione di Roma, e da quella infino alla natività di nostra Città.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: nativi, nativismi, nativismo, nativistica, nativistiche, nativistici, nativistico « natività » nativo, nato, natola, natole, natrice, natrici, natriemia
Parole di otto lettere: naticuto « natività » naturale
Vocabolario inverso (per trovare le rime): sbrigatività, associatività, oblatività, relatività, vincolatività, sommatività, normatività « natività (ativitan) » nominatività, luogonatività, imperatività, operatività, figuratività, tassatività, facoltatività
Indice parole che: iniziano con N, con NA, iniziano con NAT, finiscono con A

Commenti sulla voce «natività» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze