Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «nazione», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Nazione

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola nazione è formata da sette lettere, quattro vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: na-zió-ne. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
nazione si può ottenere combinando le lettere di: ozi + [enna, nane]; noi + zane; zen + [aoni, noia]; [neo, noè] + anzi; [enzo, zone] + ani; [neon, none] + zia; zie + [anno, nano, nona]; nei + zona.
Componendo le lettere di nazione con quelle di un'altra parola si ottiene: +zar = aizzeranno; +[ami, mai, mia] = animazione; +tot = attenziono; +[abc, cab] = benzocaina; +cra = canzonerai; +tac = canzoniate; +[ami, mai, mia] = emanazioni; +rii = erniazioni; +sim = neonazismi; +[est, set] = neonaziste; +tir = nitrazione; +rom = normazione; +top = opzionante; +tap = pazientano; +top = potenziano; +pur = punzonerai; +[tar, tra] = razionante; +ras = sanzionare; +sta = sanzionate; +ras = sanzionerà; +ras = sazieranno; +[est, set] = sezionante; ...
Vedi anche: Anagrammi per nazione
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: fazione, nazioni, nozione, razione.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: fazioni, raziona, razioni, raziono, razionò.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: azione.
Altri scarti con resto non consecutivo: naie, nane, none, aione, zone.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: inazione.
Parole con "nazione"
Finiscono con "nazione": inazione, agnazione, donazione, fonazione, lunazione, zonazione, clonazione, dannazione, emanazione, ominazione, pronazione, turnazione, vernazione, affinazione, alienazione, detonazione, divinazione, dominazione, geminazione, ibernazione, intonazione, laminazione, macinazione, ordinazione, ostinazione, paginazione, resinazione, ruminazione, stagnazione, supinazione, ...
»» Vedi parole che contengono nazione per la lista completa
Parole contenute in "nazione"
zio, ione, nazi, zione, azione. Contenute all'inverso: noi.
Incastri
Si può ottenere da nane e zio (NAzioNE).
Inserendo al suo interno viga si ha NAvigaZIONE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "nazione" si può ottenere dalle seguenti coppie: nano/nozione, narice/ricezione, nastri/strizione.
Usando "nazione" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: dina * = dizione; lena * = lezione; * onesta = nazista; * oneste = naziste; * onesti = nazisti; nona * = nozione; rana * = razione; unna * = unzione; con * = coazione; elena * = elezione; frana * = frazione; stana * = stazione; cren * = creazione; ricena * = ricezione; collana * = collazione; inumana * = inumazione; mediana * = mediazione; angolana * = angolazione; capitana * = capitazione; popolana * = popolazione; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "nazione" si può ottenere dalle seguenti coppie: nanetta/attenzione.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "nazione" si può ottenere dalle seguenti coppie: nazista/onesta, naziste/oneste, nazisti/onesti.
Usando "nazione" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: dizione * = dina; lezione * = lena; * nozione = nano; nozione * = nona; unzione * = unna; elezione * = elena; * ricezione = narice; * strizione = nastri; ricezione * = ricena; * alee = nazionale.
Sciarade incatenate
La parola "nazione" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: nazi+ione, nazi+zione, nazi+azione.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "nazione" (*) con un'altra parola si può ottenere: coi * = coniazione; eri * = erniazione; ila * = inalazione; iter * = interazione; placet * = placentazione.
Frasi con "nazione"
»» Vedi anche la pagina frasi con nazione per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • I nativi americani (gli indiani) si riconoscono solo come membri della Nazione Indiana.
  • Il bene della nazione dovrebbe orientare l'operato dei politici e i comportamenti quotidiani di tutti i cittadini.
  • L'Italia potrà definirsi una nazione solo se la popolazione, oltre ad avere tradizioni e lingua comuni, avrà aspirazioni di unità e partecipazione.
Titoli di Film
  • Nascita di una nazione (Regia di David Wark Griffith; Anno 1915)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Nazione, Popolo - Nel significato letterale, Nazione accenna rapporto comune di origine.
- Popolo accenna semplice relazione di numero e di convivenza. [immagine]
Gente, Popolo, Nazione - Gente si riferisce alla schiatta, all'origine sua. - Popolo, alla contrada in cui vive. - Nazione, allo Stato, alle leggi, alla lingua. Le genti varie uscite del Nord, e che a diversi tempi invasero l'impero romano, eran tutte della razza giapetica. Molti popoli in virtù delle guerre, de' trattati, de' protocolli, vengon riuniti insieme, ma se l'azione dei secoli non sancisce l'opera, il che è difficilissimo, le diverse individualità sempre emergono, e tendono ognora a costituirsi separatamente. (Zecchini). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Gente, Popolo, Nazione - Gente si riferisce alla schiatta, all'origine sua; popolo, alla contrada in cui vive; nazione, allo Stato, alle leggi, alla lingua. Le genti varie escite dal Nord, e che a diverse epoche invasero l'impero romano, eran tutte della razza giapetica. Molti popoli in virtù delle guerre, de' trattati, de' protocolli, vengon riuniti assieme; ma se l'azione de' secoli non sancisce l'opera, il che è difficilissimo, le diverse individualità sempre emergono, e tendono ognora a costituirsi separatamente. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Nazione - S. f. Aff. al lat. aureo Natio, onis. Generazione d'uomini nati in una regione, provincia, e anche città. Bocc. Nov. 8. g. 2. (C) Nacque tra l'una nazione e l'altra grandissima nimistà. Stor. Eur. 1. 1. Il che di quanto momento fusse alla rovina dell'Occidente, assai chiaramente ce lo dimostrano i tanti diluvii delle barbare nazioni, che non solamente inondarono nell'Europa, ma e nell'Affrica ancora. Ar. Fur. 27. 19. (M.) S'aduna insieme ogni nazion di fatto, Altri a suon di tamburo, altri di tromba.

2. Per Generazione. Non com. Tes. Br. 1. 46. (C) Non temer niente, che la nazione del tuo figliuolo sarà vero lume, e giudicherà il popolo d'Israel. M. V. 1. 2. (C) Pensando l'utilità salutevole, che di questa memoria puote avvenire alle nazioni che dopo noi seguiranno. [Camp.] Bib. I. 17. Di lei ti darò figliuolo, il quale io benedicerò, e sarà in nazione (eritque in nationes) grande, e di lui nasceranno re…

3. [Fanf.] La università dei cittadini di un dato paese viventi in paese straniero. Gal. Gal. Lett. I. 38. Fu due volte in Soria, e dimorò in Aleppo medico della nazione (cioè de' Veneziani colà dimoranti).

4. † Per Origine, Stirpe, Schiatta. G. V. 1. 26. 1. (C) E poi, sappiendo loro reale nazione, congregarono ladroni, e fuggitivi, e sbanditi, e gente d'ogni condizione, disposti a mal fare. Bocc. Nov. 6. g. 7. S'innamorò d'un giovane… assai piacevole, e costumato, comechè di gran nazion non fosse. Cron. Morell. 316. Egli era un uomo di vile nazione. [Camp.] D. Conv. Canz. III. Nè voglion che vil uom gentil divegua, Nè di vil padre scenda Nazion, che per gentil giammai s'intenda.

5. † Vale anche Venuta al mondo, Nascita. Cron. Morell. 225. (C) Non si descrive la morte di Calandro, perchè non ne troviamo nulla certezza; ma per non lasciare così ignudo i fatti suoi a me pare… che si possa venire appresso a qualche chiarità della sua nazione, e appresso della morte.

6. Per Luogo natale, Provincia. Dant. Inf. 1. (M.) E sua nazion sarà tra Feltro e Feltro.

[T.] Nazione, Schiatta d'uomini avente la medesima origine e parlante la lingua medesima. Unione di gente in vincolo di tradizioni civili, morali, intellettuali. Società di famiglie in vincolo comune e costante di discendenza, di tradizioni, d'affetti, di linguaggio, d'istituzione, di fatti, d'abitazione: massime di tradizioni e d'affetti. Quella è più propriam. Nazione, ove gli uomini hanno comune la schiatta, la lingua, le leggi, e la potenza e la volontà d'eseguirle.

II. T. I sensi indeterminatamente promiscui che soglionsi dare a Gente, Popolo, Nazione, sono documento storico da meditarsi, e da farne un'analisi chimica per distinguerne al possibile gli elementi. Gente, col suono, dice Generazione; e ha però senso più gen., che s'applica tanto alle private famiglie, quanto alle grandi famiglie de' popoli. Genti anco le tribù barbare e le selvagge. Gente principio di Nazione. T. Crescere di gente in nazioni. Quindi può dirsi Gente d'ogni nazione, e Nazioni di più genti diverse. Decr. milan. Altri delle straniere genti e nazioni.

T. Popolo, nella sua orig. porta l'idea di moltitudine, avente o no schiatta comune, più o meno civilm. ordinata. Dicevasi a tutto andare Storia de' popoli italiani; nè si sognavano di dire Storia della nazione italiana. Pasquale de' Paoli scriveva ai popoli della Corsica. Ma la Corsica poi, rispetto a Genova, sentiva e faceva sentire d'essere Nazione da sè. E ora il pop. Corso appartiene alla Nazione francese. Ci può dunque essere un popolo che non appartenga alla nazione, alla quale è aggregato, o aggiogato, o associato. Sap. I Giusti giudicheranno le nazioni, e domineranno i popoli. – Assai volte il popolo è parte della nazione rimpetto agli ordini che si tengon superiori, e che esso popolo tiene superiori. Il popolo in quanto è plebe, lo escludono dalla nazione anche molti di quelli che cianciano di libertà e d'uguaglianza.

III. T. Quando dicevano Nazione fiorentina, Senese, intendevano Schiatta. Ross. B. Lett. 5. 447. Spezialissima affezione che egli ora… predica d'aver sempre portata alla nazion fiorentina. Rotari: Multare secundum nationem – la moneta, l'origine, non il popolo.

† T. E per Nascimento in gen. Nazione da Nascere, come Uccisione da Uccidere. Brun. Tes. Lib. 1. De la prima nazione di tutte le cose.

Non a caso nè impropriam. [G.Fal.], il Machiav. Stor. Fior. Lib. II. Perchè era di nazione ghibellina, aveva in animo di rimpatriare gli usciti. Perchè la passíone di parte è spesso originata e fomentata da odio di razza.

IV. Senso odierno. T. Bocc. Decam. 8. 241. Voi ancora siete con l'arme indosso, nel regno nuovamente acquistato, tra nazion non conosciuta e piena d'inganni e di tradimenti. (Parla un Francese a re Francese; parla del regno di Napoli, uomo di Nazione stata sempre innocente). – Nazione germanica. Pallav. Ben. 4. 55. Il suo zelo verso la mia nazione. – La sua, La nostra. – È di quella nazione. – È della…

T. Per antonom., i Veneti per Nazione intendevano i Gr. e gli Slavi dominati da loro; come dire, Nazione che non è la nostra; ma lo dicevano senza dispregio. E i Dalmati dicevano di sè La nostra nazione, o ass. La nazione.

V. T. Rispetto all'individuo, alla famiglia, o a un'altr'ordine sociale. Rappresentare in sè la nazione. – Ne' governi degli Ottimati, i patrizii si tengono essere tutta la nazione. – Quel re dicendo: Lo stato sono io, usava un eufemismo di pudore, per non dire La nazione son io, che avrebbe confessato troppe lingue e troppe mani e troppe parti vergognose. Ma dicono a tutto pasto Il re e la nazione, come due corna del dilemma o due membri dell'antitesi. E dicono Il governo e la nazione; perchè Governo della nazione sentono, anco in repubblica, ch'è una canzonatura spietata. Il mal governo della nazione, avrebbe altro senso, assai serio.

T. Siamo nazione, lo potete voi dire?

VI. T. L'Italia nella mente e nel cuore di taluni si sentiva nazione innanzi il 1846 più che dopo. Adesso ell'è un nome geografico più di prima.Il sig. Metternich, che diceva Il diluvio dopo me, profetava come Caifasso. – Si farà d'Italia nazione quando l'unità non andrà nell'un via l'uno. A costituirsi in nazione non basta avere brani della nazione in regalo; bisogna non sbranare que' brani.

T. Vita della nazione. – Infanzia della nazioni, Decrepitezza. – Le nazioni non muoiono, ma imbecilliscono. Senonchè Dio fece sanabili le nazioni. – Indole della nazione. – Istituzioni sorte dalle viscere della nazione. – Vita infusa negli studii, nelle industrie della nazione. – Nazione opulentissima. – Nazione più operante. – Nazione infiacchita. – Grandezza della nazione. La Francia intitola sè La gran nazione.Levato l'articolo, ell'ha ragione.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: nazionalmente, nazionalpopolare, nazionalpopolari, nazionalsocialismo, nazionalsocialista, nazionalsocialiste, nazionalsocialisti « nazione » nazioni, nazirea, nazireati, nazireato, naziree, nazirei, nazireo
Parole di sette lettere: navigli « nazione » nazioni
Vocabolario inverso (per trovare le rime): inumazione, esumazione, riesumazione, consumazione, bitumazione, piantumazione, frantumazione « nazione (enoizan) » profanazione, emanazione, radioemanazione, trapanazione, ossigenazione, iperossigenazione, alogenazione
Indice parole che: iniziano con N, con NA, iniziano con NAZ, finiscono con E

Commenti sulla voce «nazione» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze