Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «percuotere», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Percuotere

Verbo
Percuotere è un verbo della 2ª coniugazione. È un verbo irregolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è percosso. Il gerundio è percuotendo. Il participio presente è percuotente. Vedi: coniugazione del verbo percuotere.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola percuotere è formata da dieci lettere, cinque vocali e cinque consonanti. Lettera maggiormente presente: e (tre).
Divisione in sillabe: per-cuò-te-re. È un quadrisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
percuotere si può ottenere combinando le lettere di: può + cerrete; tue + creperò; turpe + [cereo, ocree]; [ruote, utero] + crepe; [router, turerò, urterò] + pece; epuro + [certe, cetre, crete]; [reputo, troupe] + cere; terre + coupé; puree + [certo, corte, torce]; prete + cuore; preture + eco; [retore, terreo, torere] + cupe; opere + truce; [potere, tepore] + [cure, ecru]; terree + cupo; erpete + [cuor, curo]; etereo + crup.
Componendo le lettere di percuotere con quelle di un'altra parola si ottiene: +ano = centroeuropea; +[neo, noè] = centroeuropee; +noi = centroeuropei; +sos = percuotessero; +[csi, ics, sci] = rioccupereste; +thai = chiroterapeute; +sigh = prosciugherete; +vita = ripercuotevate; +[rossi, sorsi] = ripercuotessero; +[ascissa, scassai] = superaccessoriate.
Vedi anche: Anagrammi per percuotere
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: percuoterà, percuoterò, percuotete.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: perù, pero, pere, pecore, pece, prue, prore, pure, potere, poter, poté, eroe, erte, erre, etere, ruote, rote, cuore, cuor, cute, cure, core, cere, otre.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: percuoterei.
Parole con "percuotere"
Iniziano con "percuotere": percuoterebbe, percuoterebbero, percuoterei, percuoteremmo, percuoteremo, percuotereste, percuoteresti, percuoterete.
Finiscono con "percuotere": ripercuotere.
Contengono "percuotere": ripercuoterei, ripercuoteremo, ripercuoterete, ripercuoterebbe, ripercuoteremmo, ripercuotereste, ripercuoteresti, ripercuoterebbero.
»» Vedi parole che contengono percuotere per la lista completa
Parole contenute in "percuotere"
ere, per, percuote.
Incastri
Inserito nella parola rii dà RIpercuotereI; in rimo dà RIpercuotereMO.
Inserendo al suo interno est si ha PERCUOTERestE.
Lucchetti
Usando "percuotere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rete = percuotete; * rendo = percuotendo; * evi = percuotervi; * resse = percuotesse; * ressi = percuotessi; * reste = percuoteste; * resti = percuotesti; * ressero = percuotessero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "percuotere" si può ottenere dalle seguenti coppie: percuota/attere.
Usando "percuotere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erte = percuotete; * errai = percuoterai.
Lucchetti Alterni
Usando "percuotere" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * aie = percuoterai; * mie = percuotermi; * vie = percuotervi; * remore = percuoteremo.
Sciarade incatenate
La parola "percuotere" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: percuote+ere.
Frasi con "percuotere"
»» Vedi anche la pagina frasi con percuotere per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • E smettila di percuotere quel coperchio col cucchiaio, fai un rumore insopportabile!
  • Odio la violenza a tal punto che non potrei percuotere nemmeno una pianta.
  • Continuò a percuotere l'ulivo finché non cascarono tutte le olive.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Colpire, Battere, Percuotere - Colpire è Dare un colpo, ed è altresì Dare nel segno: si trasporta pure al significato metaforico di Fare impressione piuttosto forte sull'animo. - «Questa notizia mi ha colpito.» - Il Battere è il Dare più colpi ripetuti. - «Battere i panni. - Battere il grano. - Battere uno di santa ragione.» - Circa al Percuotere, dice lo Zecchini che è Battere con l'idea di far del male; il che non è vero, se non in casi rari; è vero per altro che nel Percuotere c'è l'idea di maggior forza che nel Colpire. [immagine]
Dare, Dare busse, Battere, Percuotere, Bastonare, Picchiare, Sculacciare - Dare si usa assolutamente per Dar busse ad alcuno, o con mani o con bastone; ed è, più che altro, della plebe. Un esempio c'è nell'epigramma fatto contro l‘Ercole del Bandinelli, rappresentato in atto di dar sul capo a Bacco:

Ercole. non mi dar, che i tuoi vitelli
Ti renderò, le pecore e i castroni;
Ma il bue l'ha preso Baccio Bandinelli.

Battere è Dar delle busse con qualunque strumento altri abbia in mano. — Bastonare è il far ciò con un bastone. — Percuotere è generico, ed ha con sé l'idea di maggior gravità e forza.

Il Dare, Dar busse, Bastonare, si fa sempre, o per atto di castigo, o per isfogo di sdegno. Il Battere e il Percuotere in alcuni casi può esser casuale. — In vece di Dare o Dar busse, si dice anche Picchiare, ma questo si usa parlando di bambini. — «Picchia sempre quel povero bambino.» — E dei bambini è parimente proprio lo Sculacciare, che è il battere con forza con la mano aperta le natiche. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Colpire, Battere, Percuotere - Colpire è dare un colpo; battere è darne più d'uno, anzi, molti e replicati; percuotere è battere coll'idea di far male, invecechè nel battere non è sempre necessaria quest'idea; e dicesi infatto: battere il grano, il ferro, ecc. Colpire vale eziandio cogliere nel segno, sia al proprio che al figurato, come vedesi nell'articolo seguente. [immagine]
Urtare, Percuotere, Spingere, Impellere - L'urtare è o di un corpo che con forza batte contro un altro, o di due che, spinti in senso contrario l'uno contro l'altro, fanno impeto. Il percuotere è o della mano, o di martello, o d'altro istrumento con cui si batte sopra di un corpo che sta fermo per lo più: una percossa non rompe sempre, o almeno non abbatte il corpo percosso; ma più percosse e rompono e abbattono. Lo spingere è effetto di una forza continua e non di urto o percossa; ha per iscopo l'allontanare il corpo spinto da un altro o da un punto fisso: spingendo un corpo che è galleggiante nell'acqua si allontana da chi così lo spinge. Impellere è uno spingere più intensamente; l'impulso dura più della spinta; o almeno, la spinta è l'atto, l'impulso comunicato è l'effetto ottenuto. L'urto delle passioni, la spinta al bene o al mal fare, gl'impulsi del cuore, sono sensi traslati e significati veri però ed accettati di queste parole. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Percuotere - e † PERCUTERE. V. a. Dar colpi, Battere, Bussare. Percutio, aur. lat. Bocc. Nov. 5. g. 2. (C) Presa una gran pietra con troppo maggior colpi, che prima, fieramente cominciò a percuoter la porta. [Cont.] Leo. da Vinci, Moto acque, II. 72. L'acqua che con molta obliquità percote l'altr'acqua, quella che prima percote immediatamente si riflette e si tarda. E IX. 5. Questa tal acqua percote essa pala con tutto il suo peso, perchè non s'appoggia ad alcuna cosa. Cell. Scul. 3. Pericoli, i quali sono atti a fare muovere il suo nocciolo, cioè l'anima di dentro, ed anche percuotere le spoglie di fuora.

[Camp.] Per Pungere, Ferire. D. 2. 9. Poste in figura del freddo animale Che con la coda percuote la gente.

[Laz.] E fig. per Cogliere, Colpire. Coll. SS. PP. 17. 19. Se palesiamo la virtù dell'astinenza, ragionevolmente ci percuote la sentenza del vangelo che dice: In verità vi dico, elli hanno ricevuto il merito (la mercede) loro.

[Cont.] N. ass. Scam. V. Arch. univ. Pr. 3. Le parti operative o fabbrili… sono tutte quelle che battono e percuotono co' martelli, ed altri stromenti, nelle materie dure.

2. Per Far percuotere. Bocc. Nov. 9. g. 8. (C) Ella vi potrebbe gittare, o percuotere in parte, che vi putirebbe.

3. Percuotere il piè in checchessia, o per checchessia, vale Urtare col piè in checchessia. Dant. Inf. 32. (M.) Ma passeggiando tra le teste, Forte percossi il piè nel viso ad una. T. Percuotere del piede in un corpo, è meno, e per l'urto ricevuto e per il dato. = Fir. As. 55. Percossi (io) i piedi per quanti sassi…

4. Vale anche Spingere. Vit. SS. Pad. 2. 216. (M.) E navicando venne con vento contrario, e percosselo a terra. Bocc. Nov. 9. g. 10. (M.) Si levò una tramontana pericolosa, che nelle secche di Barbería la percosse.

5. Parlandosi di mura, fortezze ed altri luoghi muniti, vale Percuoterli affin di atterrarli. Tass. Ger. 9. 9. (C) Goffredo intanto la città percuote, E già le mura ha con le torri aperte.

6. Per Abbattere, Rovesciare. Dant. Rim. 24. (Man.) El m'ha percosso in terra, e stammi sopra Con quella spada ond'egli uccise Dido. (Qui fig.).

7. Per Uccidere. Petr. cap. 6. (M.) Poi quel Torquato, che il figliuol percusse. [Camp.] Bib. Esod. 12. Iddio percosse (percussit) ogni primogenito d'Egitto, dal primogenito di Faraone, infino al primogenito di coloro che erano in pregione. [Laz.] Cavalc. Specch. cr. 41. Per lo peccato del popolo mio percossi il mio figliuolo.

8. Per Sacrificare. Car. En. 6. 373. (M.) Di negro vello un'agna ed una vacca Sterile, a te, Proserpina, percosse.

9. (Mus.) Percuotere la lira, o le corde della lira, vale Sonarla. Chiabr. Rim. 1. 305. (M.) Tra dame, e tra guerrieri Percuoterò la lira. E 315. Fin qui corde di duol mia man percuote Filic. canz. 2. 1. Le corde d'oro elette Su su, Musa, percoti, e al trïonfante Gran Dio delle vendette Compon d'inni festanti aurea ghirlanda.

10. Percuotere col terzo caso detto degli odori, fig. vale Offendere. Cr. 6. 23. 5. (Man.) Le cipolle… fanno doler la testa e venir pazzo, per la loro fumosità che saglie al capo, e che percuote al celabro.

11. E fig. detto dell'impressione che fa la luce o il suono sui sensi, sullo spirito, ecc. Petr. Son. 71. part. II. (C) Poichè 'l dì chiaro par, che la percota, Tornasi al cielo. E canz. 8. 2. part. I. Semai percote Gli orecchi della dolce mia nemica. Dant. Inf. 5. Or son venuto Là, dove molto pianto mi percuote.

[Cont.] Lom. Pitt. Scul. Arch. 27. Ma per imitare e rappresentare ancora il lume, con quell'azzurro e rischiarato, è bisogno mescolare con l'azzurro tanto di color chiaro quanta luce vede che in quella parte de la veste dove, il lume ferisce, e' percuote con maggior forza. Porta, Mir. nat. 129. l raggi li quali così per in distorto percuotano l'acqua, quindi spezzati percuotano poi lo specchio e la vista.

12. Percuotere un luogo, o una cosa, parlandosi del sole, della luce e sim., vale Battervi. Ar. Fur. 8. 20. (M.) Percuote il sole ardente il vicin colle. Tass. Ger.1. 73. Intanto il sol… L'armi percote, e ne trae fiamme e lampi. Ang. Met. 3. 64. (Man.) Come si tinge una nube nel cielo, Che dall'avverso sol venga percossa.

In questo signif. dicesi anche Percuotere in, in senso neut. Ott. Com. Par. 12. 287. (M.) Questo arco non è altro che una nuvola acquosa, nella cui concavità percuote, e passa il raggio del sole. Ar. Fur. 10. 35. Percuote il sol nel colle, e fa ritorno. Petr. Canz. 10. 6. part. I. (C) Pensando: qui percosse il vago lume.

13. Percuoter gli occhi in checchessia, fig., vale Venir veduto, Correre alla vista checchessia. Benv. Cell. Vit. 2. 163. (M.) Percossi gli occhi nelle mie due teste, e veduto che stavan bene, accomodaimi al piacere col dispiacere.

Percuotere in, parlandosi di linee geometriche, vale il Toccare che una linea fa un determinato punto. Firenz. Op. 1. 39. (Gh.) L'una parte della quale (linea) termina poco di sopra all'angolo 7, insu 'l quale termine finisce il mento; e l'altra parte (di essa linea) percuote nel cominciamento della gola.

14. Trasl. Percuotere, per Affliggere. Pass. 245. (M.) E' poeti scrivono di molti, che per lo vizio della superbia furono da Dio percossi e fulminati. Legg. nat. S. Gio. Batt. 17. L'angelo perchè quegli non credette alle sue parole, si il percosse della piaga della mutolaggine. [Laz.] Mor. S. Greg. 10. 6. Egli (Iddio) in prima ci allumina della carità del suo splendore, e nientedimeno appresso, permettendo le tentazioni della carne, esso ci percuote di tenebre di cecità.

Franc. Sacch. Rim. 65. (C) Ma Fabbrizio, e Metello vi sia a mente, Che mai nessun tesoro li percosse. Cas. Lett. 36. Sia contenta di perdonarmi, ed incolpar di ciò le podagre, o chiragre, che par mi percuotano più volentieri le dita, che scrivono, che alcun'altra parte. Alam. Varch. 12. 21. (M.) Or così acerbamente a lui percusse Il cor l'invidia, che dell'odio è madre. [Val.] Fortig. Ricciard. 22. 82. Riverenza e timor sì la percosse, Che… [Giust.] Om. Gre. 4. Erano state percosse di paura, però chiedevano consiglio. [Laz.] Coll. SS. PP. 2. 13. In tal modo percosselo… con questa correzione, che 'l mandò fuori della cella sua come disperato e contristato a morte. E 3. 4. Le tentazioni ne percuotono, o vuoi ne contristano per morte di amici. E 16. 11. Onorando senza dubbio ne' nostri pensieri l'angelo delle tenebre per l'angelo della luce, saremo percossi da gravissima morte. Cavalc. Specch. cr. 40. Li peccatori mi fabbricarono addosso, cioè percotendomi sì mi fabbricarono la corona di vita eterna. E Pungil. c. 10. Lo inferno non tormenta se non i rei; ma questi (il detrattore) più singolarmente percuote ed affligge eziandio i buoni.

15. N. ass. Urtare, Dar di cozzo, Dar d'urto. Bocc. Nov. 4. g. 2. (C) Con grandissimo impeto di sopra all'isola di Cefalonia percosse in una secca. Dant. Purg.28. In questa altezza, che tutta è disciolta Nell'aer vivo, tal moto percuote. Tes. Br. 3. Ma quella, che corre per pietre è migliore acqua, per lo percuotere delle pietre, che la fan più dilicata.

16. Percuotere in una, o al una, o più persone, vale Far impeto in una o più persone; per lo più term. de' militari. Bus. 82. (M.) Ed io con gli miei percuoteremo agli Arabi. Giacchett. Malesp. cap. 26. Il Conte da Montefeltro, che sapea fatto il trattato, con sua gente se ne uscì fuori della terra, e percosse a que' di fuori. Bemb. Stor. 5. 59. S'apparecchiava a quello che… deliberato avea, cioè di percuotere in loro. E di sotto; Il qual M. Albano, come ordinato si fu che nell'armata nimica si percotesse…, se n'andò a quella ch'era maggiore; e M. Andrea con la sua ad assalir l'altra ratto si drizzò. [Camp.] Avv. Cicil. I.5. E così facendo uno stretto drappello, percosse agli Arabi. E Bib. Mac. I. 4. Partironsi la notte del campo loro, per percuotere (ut percuterent eos) subitamente alla gente di Juda [Val.] Pucc. Centil. 77. 65. Come giunser, percossero a' Cristiani.

17. Percuotere in uno, vale Imbattersi, Avvenirsi in esso. Salv. Spin. 2. 3. Ma andiamo a dare una volta, e 'ntanto potremmo forse percuotere in ser Ciappelletto. [Cont.] Vas. V. Pitt. Scul. Arch. II. 201. Bene spesso si percuote in certi uomini, come si dice faccenti (che per lo più sono ignoranti) i quali, per parere d'intendere, si mettono arrogantemente molte volte a voler far l'architetto, e sopraintendere, e guastano il più delle volte gli ordini ed i modelli fatti da coloro che, consumati ne gli studi e nella pratica del fare, architettano giudiciosamente.

18. Coll'A. [Laz.] Cell. SS. PP. 2. 13. Sì forte battaglia, della quale infino a ora si disdegnò (il diavolo) di percuotere a te.

Venire a battaglia. Stor. Pist. 43. (C) Francamente si percossono con quello di fuori. M. V. 7. 15. E questa schiera dovea percuotere appresso i feditori. Fior. It. 311. (M.) Nel primo loco, ove percossono, fu lo loco di Rannete.

[T.] Senso pr. T. Olin. Uccell. 51. Percotendo speditamente con una pertichetta gli uccelli che son sotto, che il cane non avesse abboccato. [Cors.] Dial. S. Greg. 2. 25. Pigliò una verga, e sì lo percosse. E ivi: Come il monaco, che non poteva stare in orazione, percosse della verga e sanollo.

T. Percotersi il petto, in segno di pentimento. D. 3. 22. Piango spesso Le mie peccata, e il petto mi percuoto. Vang. Publicanus percutiebat pectus suum.

II. Segnatam. del battere per offendere. T. Vang. Gli percoterono il capo con una canna. E: Lo velarono, lo percuotevano nella faccia. E: Se ho parlato bene, perchè mi percuoti? E: Gli uomini che lo tenevano lo schernivano percuotendo.

T. Vang. Comincerà a percuotere i servi e le ancelle.

III. Per ferire. T. Vang. Percuotendo il servo, tagliò l'orecchio di lui. – Percuotere di scure.

Ammazzare. [C.C.] Petr. cap. 7. Poi quel Torquato che il figliuol percosse (fece morire).

IV. Sospingere un corpo contro un altro. T. D. 1. 30. Prendendo l'un… (l'un de' figliuoli) E rotollo e percosselo ad un sasso.

V. In senso sim. neut. T. Non farli cadere di tropp'alto perchè non percuotano alla terra. Bocc. Nov. 7. g. 2. Per fiera tempesta la nostra nave sdruscita percosse a certe piagge là in ponente.

VI. Neut. del dar dentro ne' nemici, ora non com. [Pol.] Fatt. En. rubr. 43. Turno, non pigro, con le sue schiere percuote ad Enea. E rubr. 39. Il primo luogo dove percossero, fu il luogo di Rannete. E rubr. 45. Enea partissi del luogo dov'egli era, e percosse nella gente di Turno. T. Vill. G. 5. 75. I Tedeschi di Castruccio vigorosamente percossono al capitano e a sua gente.

VII. Per. estens. T. Bocc. Nov. 1. g. 4. Estimava io che lo 'mpetuoso vento e ardente dell'invidia non dovesse percuotere se non l'alte torri, o le più levate cime degli alberi.

T. Suono che percuote l'orecchio.

VIII. Tr. senso mor. e soc. T. Lib. de' Re. Il padre mio vi percosse con flagelli, io vi percuoterò con scorpioni. Vang. È scritto: Percuoterò il pastore, e si disperderanno le pecore del gregge.

[Camp.] Comp. Ant. Test. Ed entrando li nemici in la città… Dio li percosse del conoscimento. (T. nella mente. Forma bibl. più chiara: Percuotere di cecità).

T. Anguill. Ovid. Metam. Volg. 9. 130. Se l'intenso dolor che 'l cor percote Potrà dar luogo all'affannate note.

IX. T. Passato, invece di Percosse Ar. Fur. 23. 71. Percusse. Nè è morto nel ling. scritto Percuziente, Percussivo.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: percuotemmo, percuotendo, percuotente, percuoterà, percuoterai, percuoteranno, percuoterci « percuotere » percuoterebbe, percuoterebbero, percuoterei, percuoteremmo, percuoteremo, percuotereste, percuoteresti
Parole di dieci lettere: percuoterà « percuotere » percuoterò
Lista Verbi: percepire, percorrere « percuotere » perdere, perdonare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): enotere, potere, strapotere, prepotere, contropotere, sottopotere, superpotere « percuotere (eretoucrep) » ripercuotere, scuotere, riscuotere, diptere, periptere, monoptere, vertere
Indice parole che: iniziano con P, con PE, iniziano con PER, finiscono con E

Commenti sulla voce «percuotere» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze