Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «pesce», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Pesce

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 99 persone)
aprile (14%), mare (9%), fresco (8%), spada (8%), lesso (7%), acqua (6%), carne (5%), palla (3%), azzurro (3%), trota (2%), lisca (2%), amo (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Articoli interessanti e pagine web
Consigli Regali: Pesciolini d'aprile: ricetta biscotti
Salute Italia: Pesce, i benefici di una buona cottura
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Pervertente « * » Pesche]

Foto taggate pesce

Pescatore provetto!!

Pesciolino di vetro a Malta

Pesce volante
Tag correlati: cibo, gamberi, mare, acqua, piatto, pesci, occhi, murales, crostacei, disegno, statua
Giochi di Parole
La parola pesce è formata da cinque lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e tre consonanti.
Divisione in sillabe: pé-sce. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di pesce con quelle di un'altra parola si ottiene: +tot = cespetto; +rom = comprese; +ras = crepasse; +[tar, tra] = crepaste; +[tar, tra] = crespate; +ili = epiclesi; +ohi = esopiche; +tan = pascente; +[ari, ira, ria] = pascerei; +sta = pasceste; +tac = peccaste; +tan = pescante; +sta = pescaste; +rho = pescherò; +hit = pescheti; +hot = pescheto; +[sai, sia] = piacesse; +tai = piaceste; +rii = piscerei; +[ori, rio] = scoperei; +[ali, ila, lai] = speciale; +osi = speciose; +[ari, ira, ria] = spiacere; +tai = spiacete; ...
Vedi anche: Anagrammi per pesce
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: mesce, pasce, pesca, pesci, pesco, peste.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: desco, mesca, mesci, mesco.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: esce, pece.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: pesche.
Parole con "pesce"
Iniziano con "pesce": pescetti, pescetto, pescecane, pescecani, pescettini, pescettino.
Finiscono con "pesce": spinapesce.
Parole contenute in "pesce"
esce.
Incastri
Inserendo al suo interno atri si ha PESatriCE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "pesce" si può ottenere dalle seguenti coppie: peli/lisce, pena/nasce, pepa/pasce, pepati/patisce, pesa/ace, pesasti/astice, pesoni/onice, pesta/tace.
Usando "pesce" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * scena = pena; * scene = pene; * scelta = pelta; * scelte = pelte; * scende = pende; * scendi = pendi; * scendo = pendo; * ceti = pesti; * ceto = pesto; adipe * = adisce; crepe * = cresce; * scenata = penata; * scenate = penate; * ceche = pesche; * cechi = peschi; * scesero = peserò; * scendere = pendere; * scendente = pendente; * scendenti = pendenti.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "pesce" si può ottenere dalle seguenti coppie: pesino/onice.
Usando "pesce" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * eccetto = pescetto.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "pesce" si può ottenere dalle seguenti coppie: merope/scemerò, nepe/scene.
Usando "pesce" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: scene * = nepe; * nepe = scene; scemerò * = merope; * merope = scemerò.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "pesce" si può ottenere dalle seguenti coppie: pesti/ceti, pesto/ceto.
Usando "pesce" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * lisce = peli; * nasce = pena; * pasce = pepa; adisce * = adipe; * pesche = ceche; * peschi = cechi; * pesa = scesa; * pesi = scesi; * peso = sceso; * patisce = pepati; * aie = pescai; * onice = pesoni; * astice = pesasti; * aree = pescare; * atee = pescate; * peserò = scesero.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "pesce" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ira = pesciera; * ire = pesciere; * arse = pescarese; * arsi = pescaresi.
Frasi con "pesce"
»» Vedi anche la pagina frasi con pesce per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Negli ultimi anni il pesce azzurro è stato molto rivalutato dai nutrizionisti.
  • Ieri mattina ho visto Luigi, aveva una faccia da pesce lesso!
  • Il pesce pescato nel mare Adriatico è di ottima qualità.
Proverbi
  • Il pesce puzza dalla testa.
  • L'ospite è come il pesce: dopo tre giorni puzza.
  • Sotto il grande sasso, dorme il grande pesce.
  • L'ospite e il pesce dopo tre dì rincresce.
  • Mal può rendere ragion del proprio fatto chi lardo, o pesce lascia in guardia al gatto.
  • Quando il pesce viene a riva, chi non lo piglia ci scappa via.
Espressioni e Modi di Dire
  • Sano come un pesce
  • Né carne né pesce
Titoli di Film
  • Un pesce di nome Wanda (Regia di Charles Crichton; Anno 1988)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Pesce salato - Fedippate fu il primo fra i Greci a cui venne il pensiero di salare il pesce, e per tal modo correggere quell'eccesso d'umidità che lo rende tanto soggetto a guastarsi. [immagine]
Pesce - Si attribuiscono a San Luigi, ma il fatto non è certo, tre regolamenti relativi alla vendita del pesce di mare e d'acqua dolce portato ai mercati di Parigi. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Pesce - S. m. (Zool.) Nome collettivo di animali vertebrati, a sangue freddo, ovipari, per lo più squammosi, che respirano con branchie, nascono e vivono nell'acqua, e vi nuotano con l'ajuto delle pinne o alette. (Mt.) Piscis, aur. lat.

Bocc. Nov. 8. g. 4. (C) Essendo una mattina di quaresima andato là dove il pesce si vende. Dant. Purg. 26. Disparve per lo fuoco, Come per l'acqua il pesce, andando al fondo. E Par. 5. Come in peschiera, ch'è tranquilla e pura, Traggono i pesci a ciò che vien di fuori Per modo che lo stimin lor pastura. Petr. Son. 163. part. I. Ed al mar ritogliesse i pesci e l'onde. Ciriff. Calv. 1. 28. Vedea fatto di sangue il mar vermiglio, E' pesci boccheggiar come in calcina. Ar. Fur. 9. 9. Quando nè pesce egli non è nè augello. Fior. Virt. cap. 1. p. ediz. rom. 1740. (Gh.) Quattro cose sono meglio vecchie che giovani: l'amico, il vino, il pesce e l'olio. Benciv. Espos. Patern. 10. verso la fine. (Egli) non domanda nè vino, nè carne, nè pesce;… Leopar Rim. 67. In quanto a pesce, non se ne mangiava,… Red. Oss. an. 158. (Mt.) Quel pesce di mare che da' Livornesi è chiamato pesce argentino…, io credo che sia un pesce della specie delle sfirene.

[G.M.] Pesce a taglio. – Pesce lesso, fritto, sulla gratella. Prov. Su' pesci mesci; mangiando pesce, dicono bisogna beverci sopra del vino. – Pesci, o cento al boccone, o di cento bocconi l'uno (o piccolissimi, o grossi).

Pesce spada. [Bell.] Nome italiano dello Xiphias gladius, Linn. Pesce che vive nel Mediterraneo, appartenente all'ordine dei Teleostei il quale manca di pinne ventrali, ed ha il muso prolungato a foggia di una spada; da questa particolarità deriva il suo nome volgare. [Cont.] Cit. Tipocosm. 229. Il pesce spada, l'ippuro.

Pesce cane. Lo stesso che Centrina. (Mt.) [Cont.] Cit. Tipocosm. 229. Pesci cuneati… e sono… il pesce rondine, il pesce cane, e sue maniere.

2. Esser sano come un pesce, o sim., vale Essere sanissimo, Godere una perfetta sanità. Bocc. Nov. 3. g. 9. (C) Io ti farò fare una certa bevanda stillata…, che in tre mattine risolverà ogni cosa, e rimarrai più sano che pesce.

3. Fig. Pesci grossi. Persone di fama, ovvero grandi in delitti, o in altro. Vit. S. Gio. Batt. 229. (M.) Molti principi e baroni… venivano a vederlo… e pochi se ne convertivano, come fanno al dì d'oggi; chè pochi se ne convertono di questi pesci grossi.

4. Nuovo pesce, si dice d'Uomo semplice, e che agevolmente e lasci ingannare; tratta la metaf. da' pesci, che noi chiamiamo Avannotti, quasi Uguannotti, cioè nati nell'anno ch'e' si pigliano, che sono picciolini e agevoli a esser presi. Lor. Med. canz. 67. 4. (C) Tutti questi nuovi pesci Hanno un po' del dileggino. Buon. Fier. 1. 4. 6. Preda di chi volea sfamarsi a scrocco, Son qui condotto come un nuovo pesce. Lasc. Rim. 1. 96. (M.) Varchi, alla fe' tu hai… Del nuovo pesce, anzi dell'animale.

† Nuovo pesce, fu detto anche per Stravagante. Cron. Vell. 15. (C) È vero che 'l detto Tommaso era molto subito, e nuovo pesce, quanto ch'e' fosse bene savio, e sentito. Burch. 1. 68. Civette, o pipistregli e tal ragione D'uccegli, c'hanno più del nuovo pesce.

† Nuovo pesce, per Uomo di piacevoli costumi senza esser semplice. Franc. Sacch. Nov. 64. (C) Non è gran tempo che in Firenze fu un nuovo pesce, il quale ebbe nome Agnolo di ser Gherardo, uomo quasi giullare, che ogni cosa contraffacea. Varch. Ercol. 326. Chi vi scrivesse dentro sarebbe uccellato e deriso, se già nol facesse per uccellare egli e deridere altri, come fece quel nuovo pesce, che scrisse ingegnosissimamente in lingua pedantesca.

5. Andare a bastonare i pesci, vale Remare; in galea. Cecc. Esalt. Cr. 5. 1. (C) Sì, S'io sentissi tu andassi a bastonare I pesci in una galea.[Val.] Fag. Comm. 4. 315. Vi vorre' mandar tutti quanti a bastonare i pesci.

6. Vedendo uno che s'eserciti in qualche mestiero, o altro esercizio da sperarne poco profitto, domandiamo: Che pesce piglia egli? (C)

7. Fig. Avere il pesce senza lisca. Avere il buono di checchessia senza il cattivo. Salv. Granch. 2. 5. (M.) Qui s'ha il pesce senza lische.

8. Modi proverbiali. [Camp.] Alla gatta piace il pesce, ma non lo pesca, che significa Desiderar cosa che piace, senza durare fatica pel procacciarsela, Bon. Bin. II. 2. Non corre chi va piano; Piace alla gatta il pesce, ma non lo pesca.

[Val.] Chi ha mangiato i pesci, digerisca le lische, prov. Paghi le conseguenze de' suoi fatti. Fag. Comm. 4. 55. Alle mie mani, se gli ha mangiato i pesci, egli ha a digerir le lische, del certo.

E' non si può avere de' pesci senza immollarsi. Chi vuole acquistare, bisogna che s'affatichi; simile all'altro: E' non si può avere il mele senza le pecchie. Dep. Decam. 104. Chi vuole degli amici assai, dice il proverbio comune, ne pruovi pochi; e chi vuole de' pesci, bisogna che s'immolli.

Essere come il pesce fuor dell'acqua; si dice di chi non sappia che far di sè, sia confuso. Cecch. Mogl. 2. 3. (C) Perchè essendo nuovo In questa terra i' sarei senza voi Un pesce fuor dell'acqua, e più che perso. Allegr. 54. (Man.) Oltr'a a questo m'incresce Ch'essendo senza te, dolce animale, Son poco men che il pesce Sia fuor dell'acqua. [Val.] Fag. Rim. 7. 134. Son pesci fuor dell'acqua in verità T. Fag. Comm. 6. 192. Vorrei ritornare dalla zia, perchè a dirvela, in questa casa mi par d'essere un pesce fuori dell'acqua.

T. Prov. Tosc. 243. I pesci grossi stanno in fondo. (I maggiori vantaggi bisogna cercarli con maggiore cura).

[Val.] † Il gatto vende per il pesce la vigna. Prov. che dicesi A chi sacrifichi tutto per la gola. Crudd. Rim. 131. Il gatto, come ognun sa, vende per il pesce la vigna.

T. Prov. Tosc. 70. Il pesce grosso mangia il minuto. Prov. che vale Il più potente opprime il meno potente.

Insegnar notare a' pesci; vale Instruire alcuno di cosa di cui sia già esperto, Fare alcuna cosa invano e superfluamente. Cecch. Servig. 4. 1. (C) Anch'io voglio insegnar notare ai pesci.

I pesci grossi stanno al fondo Il meglio viene per lo più in fine. Malm. 12. 40. (C) Più basso Le più belle comparsero del mondo; Chè in fatti i pesci grossi stanno al fondo.

I pesci grossi mangiano i piccini. I grandi fanno impunemente soprusi. Cecch. Stiav. 5. 5. (C) Che 'l pesce grosso inghiottisce il minuto. Stanz. Rab. Mach. 12. E troverete, come questo accade, Che 'l pesce grosso il piccolo divora. [Fanf.] La Celidora II. 97. In piazza sentì dire a' burattini: I pesci grossi mangiano i piccini.

Non sapere se uno è carne o pesce, o sim. Non sapere quello che un si sia. Malm. 7. 50. (C) Perchè gli pare uscito di cervello, Non si sa s'ei si sia più carne, o pesce.

Quando il buon pesce viene a galla, se non si pesca, spesso si falla; e vale Le buone occasioni non s'hanno a lasciar mai scappare. Nelli J. A. Commed. 3. 281. (Gh.)

9. [Cont.] Colla di pesce. Si ricava dalle vesciche d'alcuni pesci. Matt. Disc. Diosc. III. 487. La colla di pesce è il ventre d'un pesce di schiatta di balena. Lodasi la più bianca, che si porta di Ponto, aspretta, ma non però molto ruvida, e quella che presto si disfa. Spezi, Inf. ucc. 64. Quando tu vuoi innestare o mettere penna nell'ala o nella coda all'uccello tuo, al luogo della penna torta o della penna guasta, acconcia bene il bucciuolo, e mettivi un'altra penna, e congiugnela con colla di pesce calda.

10. (Astr.) [Luv.] Pesci. Nome della dodicesima delle costellazioni dello zodiaco, e del dodicesimo de' segni dell'eclittica. [Cont.] Barbaro, Arch. Vitr. 370. I pesci con una figura di due pesci, che col dorso loro sono insieme congiunti. Spet. nat. II. 203. Finalmente i due pesci legati insieme per una stringa si possono riferire alla generazione e congiunzione di questi animali, che verso 'l fin dell'inverno comincia a prender voga: o veramente alla pesca, che allor principia a farsi buona. = Petr. cap. 12. (C) Non avrà albergo il Sol in Tauro o in Pesci. Dant. Inf. 11. Ch'i pesci guizzan su per l'Orizzonta. [F.T-s.] Aless. Piccol. Stell. Fiss. 14. La imagin de' pesci, dove risplendono in tutto stelle trentaquattro.T. Tass. Sett. Giorn. In una stella Luminosa catena ed aureo nodo Fan di squamosa coda umidi pesci.

Pesce australe. [F.T-s.] Aless. Piccol. Stell. Fiss. 32. In questa costellazione del pesce australe sono in tutto dodici stelle.

11. (Anat.) Pesce, chiamano i medici uno de' muscoli del braccio. Lib. cur. malatt. (C) Quando vengono le posteme nel pesce del braccio.[Val.] Gozz. Serm. 12. Muscoloso e saldo Pesce di braccio. [Sav.] Corsin. Torr. 12. 10. Ha il Mazzetta d'un braccio offeso il pesce…

12. (Ar. Mes.) Pesce, dicono gli stampatori Una o Più parole omesse per isvista dal compositore nel copiar l'originale. (Man.)

[T.] Fiume che dà molto pesce. – Pesce di sasso. Il lat. Petrensis. Targ. Relaz. Febbr. 363. In quanto ai pesci… di paduli e d'acque morte, o non limpide, si dovranno sfuggire. Prov. Tosc. 191. Quando il grano abbonda, il pesce affonda; e quando il grano affonda, il pesce abbonda.Quando il grano abbonda, il pesce è caro, e vicev.

T. Pesce fresco. Prov. Tosc. 307. Carne giovane e pesce vecchio, cioè grosso. – Mangiar pesce contrapposto a Mangiar carne, Far di magro, secondo l'astinenza in certi dì prescritta dal rito cattolico.

II. Modi prov. T. Prov. Tosc. 225. Chi dorme non piglia pesci (svantaggi e punizione dell'inerzia). E 199. Non si può avere de' pesci senza immollarsi. E 82. Nel mar grosso si pigliano i pesci grossi. (vantaggi e incomodi e pericoli dell'ampiezza, dell'opportunità, della ricchezza). E ivi: Nelle grandi acque si pigliano i pesci. E 355. I pesci escon fuori della padella (per cascar nella brace).

T. Prov. Tosc. 305. Il pesce va mangiato quando è fresco (anche fig.) E 155. Il pesce comincia a putir dal capo (dai capi il mal esempio).

T. Vang. O se chiederà un pesce, gli porgerà forse una serpe? (il padre al figliuolo).

III. Fig. e sim. T. Non saper che pesci prendere, che partito pigliare. Non so che pesci mi pigliare. Prov. Tosc. 369. Sano come un pesce.

T. Anche sano e saldo. Nel pr. Pesce sano, Che non ha patito; Ch'è buono a mangiare.

T. Fam. Nè carne nè pesce, Persona che non dimostra bene quel che pensa, quel che vuole, quel che…

[Cors.] Plut. Adr. Op. mor. 4. 180 I rozzi e folli villaneggiando e motteggiando, usiamo di nominare pesci.

T. Bib. Caland. 4. 6. Che in ciò sia tu più muto d'un pesce.

T. Prov. Tosc. 364. Boccheggia come un pesce.

IV. I pesci. Costellazione. T. D. 2. 1. Lo bel pianeta che ad amar conforta, Faceva tutto rider l'Orïente Velando i Pesci ch'erano in sua scorta. Simínt. Ovid. Metam. volg. 2. 227. E quante volte la primavera caccia il verno, e 'l Montone succede all'acquazzone Pesce, tu tante volte nasci e fiorisci nel verde cespuglio. Virg. Sidus Piscis acquosum.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: pescatrici, pescava, pescavamo, pescavano, pescavate, pescavi, pescavo « pesce » pescecane, pescecani, pescetti, pescettini, pescettino, pescetto, pesche
Parole di cinque lettere: pesca « pesce » pesci
Vocabolario inverso (per trovare le rime): pascé, pasce, esce, riesce, fuoriesce, mescé, mesce « pesce (ecsep) » spinapesce, cresce, accresce, decresce, ricresce, rincresce, guaisce
Indice parole che: iniziano con P, con PE, iniziano con PES, finiscono con E

Commenti sulla voce «pesce» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze