Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «portata», il significato, curiosità, forma dell'aggettivo «portato», associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Portata

Forma di un Aggettivo
"portata" è il femminile singolare dell'aggettivo qualificativo portato.
Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
massima (13%), piatto (13%), pranzo (10%), fiume (6%), mano (6%), consegnata (4%), quantità (3%), seconda (3%), recata (2%), menu (2%), condotta (2%), cibo (2%), resa (2%), pietanza (2%), minima (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola portata è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: por-tà-ta. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: tarpato.
portata si può ottenere combinando le lettere di: tot + [apra, arpa, para, ...]; top + [atra, rata, tara]; pro + atta; [tar, tra] + [opta, pota]; tap + [arto, atro, rota, ...]; [par, rap] + atto.
Componendo le lettere di portata con quelle di un'altra parola si ottiene: +pii = appiattirò; +psi = apportasti; +pie = apportiate; +psi = appostarti; +[ari, ira, ria] = artropatia; +[eri, ire, rei] = artropatie; +sei = asportiate; +bit = battiporta; +[ciò, coi] = captatorio; +sei = espatriato; +dei = iperdotata; +mie = metropatia; +una = naturopata; +une = naturopate; +uni = naturopati; +gel = pargoletta; +rii = partitario; +[eri, ire, rei] = partoriate; +nei = patinatore; +zii = patriziato; +nei = piantatore; ...
Vedi anche: Anagrammi per portata
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: porcata, portala, portate, portati, portato, portava, postata.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: potata.
Altri scarti con resto non consecutivo: pota, orata, rata.
Parole con "portata"
Finiscono con "portata": apportata, asportata, deportata, esportata, importata, riportata, rapportata, sopportata, supportata, riesportata, trasportata, elitrasportata, aerotrasportata, autotrasportata, aviotrasportata.
»» Vedi parole che contengono portata per la lista completa
Parole contenute in "portata"
tata, porta. Contenute all'inverso: atro.
Incastri
Inserendo al suo interno bili si ha PORTAbiliTA (portabilità).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "portata" si può ottenere dalle seguenti coppie: porcaro/carotata, porci/citata, porno/notata, porre/retata, porrino/rinotata, portai/aiata, portar/arata, portare/areata, portacolori/colorita, portafiori/fiorita, portafortuna/fortunata, portafrutta/fruttata, portafusibili/fusibilità, portaimpronta/improntata, portainsegna/insegnata, portamenti/mentita, portamina/minata, portamusica/musicata, portano/nota, portaobiettivi/obiettività, portapunta/puntata...
Usando "portata" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: asporta * = asta; fermaporta * = fermata; * tale = portale; * tali = portali; * tare = portare; * tante = portante; * tanti = portanti; * tarli = portarli; * tarlo = portarlo; * tarsi = portarsi; * tasse = portasse; * tassi = portassi; * tasti = portasti; scapo * = scartata; scopo * = scortata; * talenti = portalenti; * tantina = portantina; * tantine = portantine; * tantini = portantini; * tantino = portantino; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "portata" si può ottenere dalle seguenti coppie: porrose/esortata, portavo/ovattata, portella/allettata, portella/alleata, porterà/areata, portala/alta, portano/onta, portare/erta.
Usando "portata" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * atre = portare; scoop * = scortata; * attore = portatore; * attori = portatori; * attrice = portatrice; * attrici = portatrici.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "portata" si può ottenere dalle seguenti coppie: riporta/tari.
Usando "portata" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: tari * = riporta.
Lucchetti Alterni
Usando "portata" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: portar * = arata; * citata = porci; * notata = porno; * retata = porre; scartata * = scapo; portatela * = telata; asta * = asporta; * carotata = porcaro; * rinotata = porrino; * nota = portano; * areata = portare; * vita = portavi; * vota = portavo; rita * = riporta; * elea = portatele; * elia = portateli; portatessera * = tesserata; * fiorita = portafiori; * mentita = portamenti; * colorita = portacolori; ...
Sciarade incatenate
La parola "portata" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: porta+tata.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "portata"
»» Vedi anche la pagina frasi con portata per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La portata massima per il transito degli automezzi nel paese è di 7 tonnellate.
  • La portata di questo furgone non permette di caricare molte cose.
  • Il tema della maturità su Magris, probabilmente, non era alla portata della maggioranza degli esaminandi, poiché non conoscevano lo studioso.
Proverbi
  • Chi ha portata la tonaca puzza sempre di frate.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Trasporto, Porto, Portata, Portatura, Portamento, Traslazione - Si porta cosa che si abbia indosso o sulle spalle o in tasca o in altra guisa; si trasporta cosa che si pigli in un luogo e si porti in un altro. Il porto è poi il prezzo del trasporto. La portatura è l'atto e anco il modo del portare: per l'incedere, il tenersi su della persona meglio dicesi e più propriamente portamento. Essere a portata del cannone, del fucile, della voce, vale trovarsi in distanza tale da poterne essere colpiti, da sentirne l'effetto; la portata di un atto, di una parola valgono la forza loro, l'efficacia; ma sono modi che sentono di gallicismo. La traslazione di s. Giovanni Battista, della vera Croce, sono modi proprii, ove certo trasporto non può stare. Parlando di sè o di persona si dirà meglio, mi sono, si è trasferita nel tal luogo, che non trasportata, e più se andò proprio colle sue gambe; che se fece il tragitto in legno, a cavallo o in nave si potrà dire mi sono fatto trasportare fino a colà. Traslazione ha traslato, che è il senso metaforico, allegorico o altro della parola che non il proprio: i trasporti della collera o d'altra passione sono un certo senso traslato della parla trasporto. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Portata - S. f. La nota del raccolto che si dà al magistrato; o la Nota de' capi di bestie e delle possessioni per imporvi il dazio. (Fanf.) In qualche senso Portatio, aureo. Varch. Stor. 11. 430. (C) E non dando nelle scritte le portate vere, si crearono otto commessarii, l'ufficio de' quali era l'andare in persona a ricercare in tutte le case di tutte le grasce.

2. Il carico della nave. [Cont.] Tav. Amalfi, Arch. St. It. App. 8. 264. Item, li consoli deveno avere per loro salario ed affanni d'ogne navilio gr… per ogni salma delle portate dello navilio. Dudleo, Arc. mare, IIII. 5. Si piglia la lunghezza di questo vascello per piede sin al dragante, e la larghezza, con il fondo della stiva; poi si multiplica il detto fondo con la lunghezza in piedi inglesi o palmi, e la larghezza si multiplica ancora con il prodotto, e della somma se ne cava la terza parte, e l'ultima figura di detto numero non si conta; e così il numero rimanente dà la portata del vascello…. La differenza nel contare la portata de' vascelli è questa, che quei di mercanzia si misurano per quanto la nave può stivare in salme o tonellati… ma de' vascelli quadri da guerra si computa la portata per quanto portano comodamente di peso, contando però l'artiglieria, la monizione e l'arboratura. T. Navi di grande portata. – Di che portata è egli il bastimento? – Bastimento della portata di tante tonnellate. = Buon. Fier. 3. 4. 11. (C) Voi mi darete intanto Conto della portata (parla ad un capitano di nave). Stat. Ord. S. Stef. 126. (Gh.) Li legni quadri che vadano in armata, navi o galeoni o caravelle alla latina, passando la portata di mille salme,… non ci possa andar su manco che 40 uomini. Corsin. Ist. Mess. l. 1. p. 43. lin. 3. S'era aggiunto un brigantino di mediocre portata alli dieci vascelli che di già stavano allestiti.

3. Il Peso della palla dell'artiglieria. Segr. Fior. Art. guerr. 3. 73. (C) L'altra artiglieria tutta fusse più tosto di dieci, che di quindici libbre di portata. [Cont.] Basta, Cav. legg. I. 8. Sarà armato di spada corta e arcobugio di tre piedi almeno lungo, con portata d'un'oncia di balla. = Machiav. (cit. dal Grassi). (Gh.) L'altra artiglieria tutta fosse più tosto di dieci, che di quindici libbre di portata.

Dicesi anche Lo spazio che può percorrere la palla da un'arme da fuoco, o le pietre, o altro da catapulte, balestre, o sim. [Cont.] Biring. Pirot. X. 3. Col vostro buon iudicio avete da considerare la portata della vostra artigliaria, e la distanza della cosa che volete percuotere per sicurarvi d'arrivarla. Moretti, Artigl. 45. Le portate, o tiri dell'artiglieria, perciò sono tre. La prima è detta di punto in bianco, ed è quello spazio che la palla cammina per linea insensibilmente diretta senza inclinazione alcuna… Portata morta, che è la caduta della palla per linea insensibilmente retta verso il centro del mondo, dopo che è cessata la violenza. = Algar. 5. 93. (Gh.) Esser doveano (le torri) distanti tra loro quanto un trar di saetta, ch'è la lunghezza della nostra linea di difesa, ragguagliandola con la portata delle nostre armi da fuoco. E 5. 101. Ci avea una particolar sorta di catapulte di non ordinaria portata.

4. Per Distanza a cui può estendersi la forza di che che sia. Algar. 3. 317. (Gh.) La bocca delle maschere che usavano i loro attori, erano quasi una foggia di tromba parlante; e così veniva la natural portata della voce ad accrescersi di assai. E 3. 290. Perchè la voce divenga in ogni occasione ubbidiente, perchè si dirompa a far quello che pare al di là di sua portata. E 3. 316. Ciò che determina la lunghezza della platea, e per conseguenza la grandezza del teatro, è la portata della voce, e non altro.

5. T. Una portata di sangue al cervello; che anco si dice, Un trasporto di sangue.

6. Per Rendita, Entrata. Car. Lett. Tomit. lett. 100. p. 136 verso la fine. (Gh.) E perchè il partito del Rucellai non è più per andare avanti, e io non sto ben sicuro dell'entrate di Viviersi, pendendo dalla vita del Sala che sapete come sta, desidero che facciate diligenzia di trovar qualche altro partito di qualche Badía che possa agguagliarla; e se fossero due della medesima portata che è la Chiesa, non ne farei differenza.

Per Frutto, Produzione, Prodotto. Salvin. Esiod. p. 41. (Gh.) Che di piati e di corti ha poca cura Chi in casa non ha riposto il vitto Annuo colà di state, che la terra Reca dell'alma Cerer la portata.

7. T. Portata, di vivande in tavola, quel che gli antichi dicevano messa, da mittere, quasi mandata. V. Impomentum in Du Cange e in De Vit, quasi piatto imposto alla mensa, postole sopra.

8. Per l'estensione, Capacità dell'intelletto, Ciò che può farsi, o concepirsi o prodursi dalla mente o dalla industria d'alcuno. Salvin. Disc. 1. 101. (M.) Le altre filosofie sono leggieri, e non passano l'umana portata. E 122. Nell'esprimersi fu più gentile, e più accomodato all'ordinaria portata degli uomini. E 208. Amerebbero, che tutti fossero secondo la lor portata. E Perf. pitt. Rol. Freart. p. 2. (Gh.) Ella (la pittura) non è di queste arti semplici che il caso ci appresenta qualche volta senza cercarle, e che sono secondo la portata d'ogni sorta di spiriti, non facendo di bisogno d'alcuno talento naturale, nè d'alcuno studio per apprendere. E. p. 9. lin. 2. È una cosa facile e secondo la portata di tutti li intelletti. E Casaub. 10. Il comporre una favola nè era di costume, nè secondo la portata e capacità di que' secoli. E Pros. tos. 1. 409. Accomodarsi alla comun portata. E Pros. fior. par. 5. p. 31. ediz. ven. 1754. Remondini. Affabile e grazioso discendeva (il Granduca) alla portata di tutti. Magal. Lett. Ateis. 1. 140. L'istesso Dio, sempre ch'ei vorrà accomodarsi alla portata dell'intelletto umano, e lasciargli la libertà del suo arbitrio, non isfuggirà la censura dell'istesso intelletto umano. Giampaol. 141 sul fine Si viene… a far fare all'intelletto un passo, che, come fuori della natural sua portata, gli si rende faticoso, duro e violento. [Val.] Fag. Rim. 1. 273. So che le donne d'una tal portata sono assai rare.

9. Per Qualità, Condizione. Cecch Donz. 1. 1. (C) Domanda uno spagnuolo: chi è 'l tale?… Di che portata? come bene stante?… Car. Lett. g. 9. Se si può impetrar luogo per un servitore di poca portata…, mi sarà di sommo favore per servigio d'un amico. E Long. Sof. 69. (M.) Figliuol mio, noi siamo poveretti e di bassa portata, perchè ci si conviene una nuora, che ci porti ogni poca cosa di più che noi ci abbiamo. Segner. Lett. Cos. 228. (Man.) Il pensiere di mandar qui un suo ministro di qualche maggior portata sarà santissimo.

10. Per Importanza, Rilievo. [Cont.] Doc. Rep. Sen. Montalc. Arch. St. It. App. 26. 391. Montepescali è in buon termine quanto alle fortificazioni, ed è terra di gran portata per essere a cavaliere al paese verso Massa, e fa spalla a Grosseto: ma, col tempo, bisognerà rinvestire qualcuno di quelli baluardi. Docc. Tratt. scherma, 96. La targa adunque è di maggior portata che non è il brocchiere, per essere di maggior grandezza, e ancora per avere quei due canali di fuora che possono pigliar meglio e ritenere la spada dell'avversario. La giusta misura della targa dee esser lunga quanto è dalla fontanella della gola al bellico dell'uomo. = Maff. G. P. Vit. Confess. in Vit. S. Malach. cap. 15. p. 16. col. 2. (Gh.) Allo stesso pellegrinaggio lo stimolavano ancora molte altre cagioni di non lieve portata. E in Vit. S. Oton. cap. 1. p. 200. col. 2. Dopo di avere in diverse occorrenze trattati e conclusi negozii di non lieve portata, fu dallo stesso Duca… mandato per gravi affari ad Arrigo IV Imperadore.

11. Altri sensi e modi.

A mia, a tua, a sua portata, per Secondo che porta la mia, la tua costituzione, lo stato delle mie, delle tue, delle sue forze, e sim. Cocch. Bagn. Pis. 386. (Gh.) Delle quali operazioni sarà bene che ciascheduno de' bagnatori si scelga una a suo talento e a sua portata, per servirsene nelle convenevoli distanze dell'uso dell'acque.

12. Di prima portata, usata a modo di aggiunto, vale Di primo ordine, Di prima riga. Ricciard. 28. 81. (Gh.) Il Grasso è un mago di prima portata.

13. Personaggio o sim. di gran portata, vale Personaggio, o sim., ragguardevole, di grande importanza. (M.)

E usato in doppio senso. Cecch. Prov. 98. (M.) Io vo persuadendomi O ch'io vi sia paruto un fanciullaccio…, o sia uno Personaggio di gran portata, quasi Come un Cammello, o come un Dromedario.

Uomo di portata. Uomo di qualità, Persona qualificata. Cas. Lett. Caraf. p. 95. (Gh.) Siamo d'opinione di spedire un uomo di portata alla corte del Re per chiarire a S. M. la mente di Nostro Signore sopra questo che è succeduto sin qui.

T. Badisi che taluni di questi usi non sentan d'esotico. L'umile popolo non li presceglie.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: portassi, portassimo, portaste, portastecchini, portastendardo, portasti, portastuzzicadenti « portata » portate, portateci, portatela, portatele, portateli, portatelo, portatemi
Parole di sette lettere: portare « portata » portate
Vocabolario inverso (per trovare le rime): refertata, allertata, disertata, scortata, confortata, riconfortata, sconfortata « portata (atatrop) » deportata, riportata, importata, apportata, rapportata, sopportata, supportata
Indice parole che: iniziano con P, con PO, iniziano con POR, finiscono con A

Commenti sulla voce «portata» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze