Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «raccolta», il significato, curiosità, forma dell'aggettivo «raccolto», associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Raccolta

Forma di un Aggettivo
"raccolta" è il femminile singolare dell'aggettivo qualificativo raccolto.
Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
differenziata (29%), rifiuti (11%), collezione (8%), figurine (6%), fondi (5%), olive (4%), punti (4%), colletta (3%), mietitura (2%), radunare (2%), francobolli (2%), libri (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate raccolta

i carbonai

La raccolta delle olive

Questo arancio e ancora buono.
Giochi di Parole
La parola raccolta è formata da otto lettere, tre vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: cc.
Divisione in sillabe: rac-còl-ta. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: toccarla.
raccolta si può ottenere combinando le lettere di: toc + carla; [tar, tra] + [calco, lacco]; alt + rocca; [alto, lato] + crac; tac + [carlo, carol]; cra + talco.
Componendo le lettere di raccolta con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ari, ira, ria] = accalorarti; +[sai, sia] = accalorasti; +aie = accaloriate; +[ami, mai, mia] = acclamatori; +mie = acclimaterò; +mie = acclimatore; +[leu, lue] = accollature; +noi = anatroccoli; +olé = calcolatore; +[ilo, oli] = calcolatori; +ala = caracollata; +alé = caracollate; +[ali, ila, lai] = caracollati; +[lao, ola] = caracollato; +[ave, eva] = cavalcatore; +[avi, iva, vai, ...] = cavalcatori; +rii = circolarità; +[evi, vie] = circolavate; +[ciò, coi] = oclocratica; +osi = ostacolarci; +rna = raccontarla; ...
Vedi anche: Anagrammi per raccolta
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: raccolga, raccolte, raccolti, raccolto, racconta.
Con il cambio di doppia si ha: ravvolta.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: accolta.
Altri scarti con resto non consecutivo: rata, rota, acca, alta, cola.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: riaccolta.
Parole contenute in "raccolta"
col, colt, colta, accolta.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "raccolta" si può ottenere dalle seguenti coppie: raccolgo/gota, raccolse/seta, raccolsi/sita.
Lucchetti Alterni
Usando "raccolta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * gota = raccolgo; * seta = raccolse; * sita = raccolsi.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "raccolta" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ila = riaccollata.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "raccolta"
»» Vedi anche la pagina frasi con raccolta per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Con la raccolta differenziata dei rifiuti, dovrebbe esserci meno inquinamento.
  • La raccolta fondi si è prolungata fino a tarda notte.
  • Io faccio scrupolosamente la raccolta differenziata.
Proverbi
  • Terra coltivata, raccolta sperata.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Messe, Mietitura, Raccolta, Ricolta, Segatura - Messe è tanto l'atto del segare il grano, quanto il grano stesso da esser segato. - Mietitura è pur essa l'operazione del segare il grano; e si intende anche per il tempo nel quale tale operazione si fa, che usualmente suol dirsi Segatura. - Raccolta è il mettere insieme, nettare e riporre il grano e altre derrate già mature. - «La raccolta del grano, del granturco, delle patate.» - Quando si dice Le raccolte si intendono tutte collettivamente. - Invece di Raccolta, si dice anche Ricolta; tra le quali voci ci è tal differenza, che la prima accenna all'atto del cogliere, segare, vendemmiare; e Ricolta l'effetto che ne seguita rispetto alla quantità e qualità delle derrate. [immagine]
Collezione, Raccolta - Collezione, che, secondo la sua origine, indica Scelta di più cose tra molte simili, si usa per un numero di cose o rare o curiose, messe insieme e ordinate. - « Una bella collezione di pipe - Una collezione di medaglie - La collezione dei Quattrocentisti. » - Raccolta è invece, non lo scegliere tra più cose ma il mettere insieme, da per tutto dove se ne trova, cose di una data qualità, o siano libri, o siano oggetti di curiosità, o cose d'arte, accettando anche il men che buono o perfetto. - « La raccolta de' novellieri. - Una raccolta di francobolli. » - La Collezione è ordinata ad un fine di vera utilità. La Raccolta è spesso capricciosa e di semplice curiosità. [immagine]
Raccolto, Raccolta, Ricolta, Messe - Il Raccolto è di tutti i frutti della terra. - La Messe solo del grano, e, per estensione, delle altre biade: ma per Raccolto s'intende l'intero prodotto. - La Raccolta invece si può fare di frutta o di fiori colti qua e là scegliendo i più belli, o raccogliendo quelli che giacciono per terra scossi e staccati dal vento. - Ricolta, più gentile e anche più proprio di Raccolto. Raccolta poi di versi, di libri, d'antichità e di sonetti per nozze, che è fra le raccolte certo la più magra. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Collezione, Raccolta - Per fare una raccolta si ha da scegliere secondo lo scopo prefisso o le norme date. Nella collezione, se ha da essere compiuta, possono, anzi debbono entrare possibilmente tutti gli oggetti che per qualche lato o circostanza siano attinenti alla specie voluta. Chi volesse fare la collezione di tutte le raccolte di sonetti e altre poesie fatte in occasione di matrimonii, o monacazioni, si metterebbe in un'impresa la più difficile insieme e la più insulsa del mondo. La raccolta, dice Roubaud, debb'essere scelta, la collezione completa al possibile. L'amor proprio di tanti maniaci del giorno fa dare alle loro misere e ristrettissime e talvolta sciocche raccolte il pomposo titolo di collezioni. [immagine]
Raccolto, Raccolta, Ricolta, Messe - Il raccolto è di tutti i frutti della terra; la messe, solo del grano, e per estensione, delle altre biade: ma per raccolto s'intende l'intero prodotto; raccolta invece si può fare di frutta o di fiori colti qua e là scegliendo i più belli, o raccogliendo quelli che giaciono per terra scossi e staccati dal vento. Ricolta, più gentile e anche più proprio di raccolto. Raccolta poi di versi, di libri, d’antichità e di sonetti per nozze, che è fra le raccolte certo la più magra. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Raccolta - S. f. Cose raccolte, e anche Azione del raccogliere. (C) Collecta aur., in qualche senso; Collectio, aur.; Colletaculum, lat. de' bassi tempi.[Cors.] Tass. Dial. 1. 359. S'egli da' villani è ingannato nelle raccolte de' frumenti. [G.M.] Bella, abbondante, grassa, magra raccolta. – Gran raccolta. – Raccolta invidiosa; a luoghi più, a luoghi meno abbondante; quasi che possa destare invidia tra i raccoglitori.

T. La campagna promette una bella raccolta. Pagare, Vendere a raccolta (a tempo della raccolta).

T. Prov. Tosc. 107. L'economia è una gran raccolta.

[Cont.] Raccolta d'acqua. Scam. V. Arch. univ. II. 126. 29. Se l'acqua non ha corso e moto, non sarà fiume ma una raccolta d'acqua.

[G.M.] Raccolta astiosa; a posti abbondate, a posti scarsa; sull' anal. di Terra avara. Quest'anno è stata una raccolta astiosa.

2. Macinare a raccolta, si dice delle Mulina, che non avendo acque continue a sufficienza per macinare, aspettano che l'acqua si rauni, e si accolga dentro la raccolta. (C)

3. [G.M.] Fig. Segner. Crist. Instr. 1. 26. 9. Vedete quanto abbondante raccolta di peccati miete il demonio dalla maladetta radice dell'avarizia.

4. [Val.] Far raccolta, fig. Trar partito, vantaggio, Provare. Fag. Rim. 3. 126. Altrove il ferro tuo gira e rivolta, E appaga in altre vie il tuo desío, Perchè in questa non c'è da far raccolta.

5. † Per Saccaja. T. Cr. 9. 28. Quando cotale enfiatura invecchia, genera corruzione:… alcuna volta invecchiata la corruzione, si fa una raccolta.

6. Adunanza, Convocazione degli uomini di una compagnia, o sim., per deliberar di qualcosa. (Fanf.)

7. Adunanza de' membri d'un'arte, Tornata. Cartegg. Artis. (Stat. Oraf.) 1. 47. (Fanf.) Si faccia rendare la ragione, e poi fare una racolta e ine leggere l'entrata e l'uscita e il resto nella presentia della raccolta.

8. Il raccogliere più diversi scritti, o pezzi di scritti da varii autori per altrui ammaestramento. (Fanf.) T. Raccolta di quadri e altre opere d'arte.

9. E Il libro, o I libri formati. (Fanf.) [Cors.] Pallav. Stor. Conc. 14. 15. 10. Possedendo un'immensa raccolta d'elettissime scritture, ha con la benigna participazione di esse arrecato non piccolo ajuto a questa mia opera.

10. La gente medesima ragunata. (Fanf.)

11. [G.M.] Mangiare le raccolte in erba; Spendere il valore di ciò che non s'è ancora raccolto o guadagnato. Gli tocca a spendere su quel che riscoterà fra un mese, e mangiare intanto le raccolte in erba. – È uno scapato che ha finito i danari al giuoco, e ora mangia le raccolte in erba.

T. Anco: Vendere le raccolte in erba, di chi prende danaro su quel che riscuoterà. E in gen. Scemare i vantaggi precipitando le cose.

12. Sonare a raccolta, o Sonar raccolta, o la raccolta, vagliono Richiamare i soldati. Ciriff. Calv. 1. 26. (C) E sentito avea ben più d'una volta Tibaldo forte sonare a raccolta. Ar. Fur. 44. 91. Leone, acciocchè la sua gente affatto Non fosse uccisa, fe' sonar raccolta. Bemb. Stor. 4. 52. Come vide… grandissimo pericolo soprastare a chi v'entrava, fece sonar la raccolta.

13. E Sonare a raccolta, trasl. Bellinc. Son. 244. (C) E vedrai ben s'i' sonerò a raccolta. Malm. 10. 53. Ed a chius'occhi pur suona a raccolta.Buon. Tanc. 2. 8. (Man.) Per ora ti perdono, un'altra volta Fa' ch'io non abbia a sonare a raccolta.

14. Raccolta, per Accoglimento. Vend. Crist. 18. (C) Veggendolo sì bene, e maravigliosamente venire, sì li fece grande onore, e bella raccolta, e graziosamente lo ricevette. Franc. Barb. Regg. donn. 152. (Man.) S'ella s'accorge d'alcuna La sovragguardi, ed ello l'ha sospetto, Faccigli vista, e raccolta sì fatta, Che fugga a lui ogni speranza vana. E 145. lin. 2. (Gh.) A tutte quelle,…, Faccia raccolta tale al primo dire, Che poi nè ella, nè altre mai sieno Ardite più di tal follia pensare.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: raccolga, raccolgano, raccolgo, raccolgono, raccolse, raccolsero, raccolsi « raccolta » raccolte, raccolti, raccolto, raccomanda, raccomandabile, raccomandabili, raccomandai
Parole di otto lettere: raccolsi « raccolta » raccolte
Vocabolario inverso (per trovare le rime): inciviltà, colta, facoltà, interfacoltà, accolta, riaccolta, malaccolta « raccolta (atloccar) » difficoltà, incolta, ascolta, riascolta, folta, sciolta, disciolta
Indice parole che: iniziano con R, con RA, iniziano con RAC, finiscono con A

Commenti sulla voce «raccolta» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze