Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «riforma», il significato, curiosità, forma del verbo «riformare» associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Riforma

Forma verbale
Riforma è una forma del verbo riformare (terza persona singolare dell'indicativo presente; seconda persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di riformare.
Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere riforma (costituzionale, inutile, scolastica, economica, ...)
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
legge (15%), elettorale (11%), scolastica (10%), cambiamento (7%), scuola (5%), stato (4%), controriforma (4%), protestante (4%), modifica (3%), costituzionale (2%), lavoro (2%), leggi (2%), agraria (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola riforma è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: ri-fór-ma. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: forarmi.
riforma si può ottenere combinando le lettere di: rom + [afri, fari, rifa']; [miro, mori, rimo] + [far, fra]; [fior, fori, rifò] + ram.
Componendo le lettere di riforma con quelle di un'altra parola si ottiene: +afa = arraffiamo; +auf = arruffiamo; +dee = deformerai; +[evo, ove] = favoriremo; +tai = firmatario; +tic = formatrici; +[leu, lue] = formulerai; +nel = informarle; +nei = informerai; +lev = larviforme; +col = microflora; +poe = perforiamo; +pet = preformati; +poe = proferiamo; +pum = profumarmi; +pus = profumarsi; +[evi, vie] = riferivamo; +avo = riforavamo; +mio = riformiamo; ...
Vedi anche: Anagrammi per riforma
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: riforme, riformi, riformo.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: biforme, biformi.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: rifora.
Altri scarti con resto non consecutivo: rifa', rima, roma, fora.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: riformai.
Parole con "riforma"
Iniziano con "riforma": riformai, riformano, riformare, riformata, riformate, riformati, riformato, riformava, riformavi, riformavo, riformammo, riformando, riformante, riformanti, riformasse, riformassi, riformaste, riformasti, riformatta, riformatti, riformatto, riformattò, riformabile, riformabili, riformarono, riformatore, riformatori, riformattai, riformavamo, riformavano, ...
Finiscono con "riforma": miniriforma, controriforma.
Contengono "riforma": irriformabile, irriformabili, irriformabilità.
»» Vedi parole che contengono riforma per la lista completa
Parole contenute in "riforma"
orma, rifò, forma.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "riforma" si può ottenere dalle seguenti coppie: ride/deforma, riunì/uniforma, rifora/ama.
Usando "riforma" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * formatta = ritta; * formatti = ritti; * formatto = ritto; * mani = rifornì; * aera = riformerà; * aero = riformerò; * aula = riformula; * aerai = riformerai; * aerei = riformerei; * aiate = riformiate.
Lucchetti Riflessi
Usando "riforma" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * amai = riforai; * amano = riforano; * amare = riforare; * amata = riforata; * amate = riforate; * amati = riforati; * amato = riforato; * amava = riforava; * amavi = riforavi; * amavo = riforavo; * amerà = riforerà; * amerò = riforerò; * amino = riforino; * amammo = riforammo; * amando = riforando; * amante = riforante; * amanti = riforanti; * amarsi = riforarsi; * amasse = riforasse; * amassi = riforassi; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "riforma" si può ottenere dalle seguenti coppie: steri/formaste, stiri/formasti, tari/formata, teri/formate, tiri/formati, tori/formato, toreri/formatore, vari/formava, viri/formavi.
Usando "riforma" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tari = formata; * teri = formate; * tiri = formati; * tori = formato; * vari = formava; * viri = formavi; * steri = formaste; * stiri = formasti; * toreri = formatore.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "riforma" si può ottenere dalle seguenti coppie: rii/formai, risse/formasse, rita/formata, riti/formati, rito/formato, ritta/formatta, ritti/formatti, ritto/formatto, riva/formava, rivo/formavo, rifori/mai, rifornì/mani.
Usando "riforma" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: riformassi * = massima; * area = riformare; * atea = riformate; * massima = riformassi.
Sciarade incatenate
La parola "riforma" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: rifò+orma, rifò+forma.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "riforma" (*) con un'altra parola si può ottenere: * eri = riformerai; * ulva = riformulava; * ulite = riformuliate; * trasti = ritrasformati; * trasto = ritrasformato.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "riforma"
»» Vedi anche la pagina frasi con riforma per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • L'Italia necessita al più presto di una riforma strutturale che risolva il problema del crollo dei livelli di occupazione.
  • Non tutti hanno accolto con piacere la riforma scolastica attuata dall'ultimo governo.
  • La riforma della scuola non ha tenuto conto dei problemi e delle esigenze dei ragazzi, delle loro diversità, delle famiglie e degli insegnanti.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Riformazione, Riforma - La riformazione è l'atto del riformare; la riforma è il principio nuovo che abolisce i vecchi abusi; è la cosa nuova stessa in atto, in vigore: la riforma è il progresso in permanenza e continuo: vi era negli Stati del re di Sardegna il Magistrato della Riforma degli studii, il quale doveva operare di continuo il loro migliore assestamento. E poichè parlo di riforme, godo osservare che scrivo queste parole il 2 di novembre 1847, cioè tre giorni dopo le importantissime date a' suoi popoli da Carlo Alberto; relative specialmente all'unità della giurisprudenza, alla polizia, alla creazione di un tribunale supremo di cassazione e alla maggiore larghezza della stampa (1).

(1) Vedi un mio scritto stampato in que' giorni, intitolato: Cenno al popolo intorno alle Riforme date dal Re Carlo Alberto, presso Gius. Pomba e C. in Torino. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Riforma - Questo termine generalmente significa l'effetto che risulta dall'atto di riformare, dalla riformazione; ma si applica particolarmente ai cambiamenti introdotti dai Protestanti verso la metà del secolo decimo sesto nella dottrina della Chiesa. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Riforma - S. f. L'atto e l'effetto del riformare. Reformatio, Sen. – Buon. Fier. 1. 1. 3. (C) Fia la visita prima Quella dello spedale… Poi ch'i maggiori, a cui Ordinaria di ciò convien la cura Hanno bramata in me nel dì presento A favor del ben pubblico quest'opra, E la riforma, ove bisogni, intera. [Val.] Fag. Rim. 7. 1. Io credea fatta di fresco Qualche riforma ancor nella milizia. [Cont.] Zag. Narr. Arch. St. It. IX. 515. Mettere in esecuzione la riforma venuta da Roma: cioè che l'elezione delli Sei si debba confirmare da tutta la piazza.

T. Riforma totale, parziale; Riforme graduate.

2. Per Emenda, Correzione degli abusi e dei disordini, e sim. Tac. Dav. ann. 2. 33. (C) Anche Tiberio disse non esser tempo allora di riforme (il testo lat. ha: non id tempus censurae). E 3. 52. (M.) Anno fuori quieto, in Roma sospetto di severa riforma alle pompe e scialaquii di danari a dismisura trascorsi.

T. Riforma degli studii, sia rispetto ai metodi, sia rispetto ai maestri. – Riforma delle elezioni politiche.

3. E per la Legge che prescrive la correzione degli abusi, disordini, e sim. Borgh. Vesc. Fior. 546. (M.) Fece, e pubblicò le costituzioni, e la riforma da osservarsi principalmente dal Capitolo, e da' Canonici. E 547. Io ho usato la voce, ch'era allora in uso, riforma, che non altro importa, che que' che si dissero poi statuti semplicemente, e riformare, il medesimo che far legge.

4. [Cont.] Riforma Gregoriana. Cr. B. Naut. med. II. 280. Essendo ad ogni navigante noto, basta solo avvisarvi che per la riforma Gregoriana è necessario a crescere giorni dieci al suo computo.

5. (Eccl.) Riforma d'un ordine religioso; Ristabilimento della sua antica disciplina in tutto il rigore, dal quale esso siasi allontanato; ovvero l'abbandonare la prima sua regola per abbracciarne o seguirne un'altra più rigida. Così la Congregazione di S. Mauro è una Riforma dell'Ordine Benedettino; i Foglianti e i Religiosi della Trappa sono due Riforme de' Cisterciensi. (Mt.)

6. [Ghir.] Titolo onde i Protestanti nel secolo decimosesto vollero onestare il loro separarsi dalla Chiesa Romana, e qualificare la loro professione religiosa.

7. T. Quasi personif. Riforma la stessa dottrina, e i Riformatori e i loro seguaci.

T. Così Riforma degli studii, Il magistrato che in Piemonte presiedeva a tutte le scuole; nella Repub. Ven. I Riformatori.

8. (Vet.) [Valla.] Riforma di cavalli. Ritirata dal servizio dei cavalli, che non hanno più per quello le volute attitudini.

9. [L.B.] Più in gen. anco de' militi, congedati a fine di riformare con gente più adatta i reggimenti Licenziato per riforma.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: riforerete, riforerò, riforestare, rifori, riforiamo, riforiate, riforino « riforma » riformabile, riformabili, riformai, riformammo, riformando, riformano, riformante
Parole di sette lettere: riforai « riforma » riforme
Vocabolario inverso (per trovare le rime): forma, cassaforma, piattaforma, multipiattaforma, deforma, madreforma, uniforma « riforma (amrofir) » miniriforma, controriforma, informa, disinforma, conforma, proforma, sforma
Indice parole che: iniziano con R, con RI, iniziano con RIF, finiscono con A

Commenti sulla voce «riforma» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze