Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «sabato», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Sabato

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
domenica (28%), sera (11%), villaggio (11%), giorno (7%), pomeriggio (5%), settimana (4%), prefestivo (4%), riposo (4%), weekend (3%), festa (3%), santo (2%), italiano (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Giorni della settimana [Venerdì « * » Domenica]
Giochi di Parole
La parola sabato è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: sà-ba-to. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: basato (scambio di consonanti), sabota (scambio di vocali).
sabato si può ottenere combinando le lettere di: sta + boa; tao + abs.
Componendo le lettere di sabato con quelle di un'altra parola si ottiene: +ben = abbonaste; +tir = abortista; +dir = adsorbita; +sir = assorbita; +[bus, sub, usb] = bassotuba; +non = bastonano; +tan = bastonata; +van = bastonava; +nel = blasonate; +sir = ribassato; +don = sabotando; +[est, set] = sabotaste; +[ire, rei] = saboterai; +mio = sabotiamo; +tir = sbraitato; +[ersi, resi, rise, ...] = abitassero; +misi = abitassimo; +[acre, care, cera, ...] = arabescato; +[cure, ecru] = arbustaceo; +[ersi, resi, rise, ...] = assorbiate; ...
Vedi anche: Anagrammi per sabato
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: saboto, salato, sanato.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: abato.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si può ottenere: abaton.
Parole contenute in "sabato"
abato.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "sabato" si può ottenere dalle seguenti coppie: salo/lobato, sabaudi/udito.
Usando "sabato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * batoli = sali; * batolo = salo; * batocchi = sacchi; * batolite = salite; * batoliti = saliti.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "sabato" si può ottenere dalle seguenti coppie: lisa/batoli, stasa/batosta.
Usando "sabato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: batoli * = lisa; batosta * = stasa; * lisa = batoli; * stasa = batosta.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "sabato" si può ottenere dalle seguenti coppie: sacchi/batocchi, sali/batoli, salite/batolite, saliti/batoliti, salo/batolo.
Usando "sabato" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * lobato = salo; * udito = sabaudi.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "sabato" (*) con un'altra parola si può ottenere: * otre = sabotatore; * otri = sabotatori.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "sabato"
»» Vedi anche la pagina frasi con sabato per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il sabato sera ci si dà al divertimento, la domenica si può riposare per poter arrivare attivi al lunedì.
  • Sabato prossimo al mio paese ci sarà, come tutti gli anni in estate, la notte bianca.
Titoli di Film
  • La febbre del sabato sera (Regia di John Badham; Anno 1977)
Canzoni
  • Sabato sera (Cantata da: Bruno Filippini e Gil Fields e The Fraternity Brothers; Anno 1964)
  • Sabato pomeriggio (Cantata da: Ufo Piemontesi; Anno 1992)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Sabato - Dal latino sabbatum, derivato dall'ebraico Sabbat, cioè cessazione o riposo. Varj autori pretendono che sino dai primi tempi della creazione Iddio comandò agli uomini di osservare il giorno del Sabato, e ne fece un espresso e formale precetto agli Ebrei, come si vede nell'Esodio. Il sabato cominciava alla sera del venerdì, secondo l'uso degli Ebrei, che celebrano le loro feste da una sera all'altra.

E' poi il settimo od ultimo giorno della settimana. Anticamente era consacrato al pianeta di Saturno, ed anche oggi si chiama in inglese saturday, ed in fiammingo laterdag. [immagine]
Dizionario compendiato di antichità del 1821/1822
Sabbato - (Sabato). Era così detto tra gl'Isdraeliti l'ultimo giorno della Settimana composta di sette giorni. In tal guisa dando essi il nome di Sabbato alla revoluzione compiuta dei sette giorni della Settimana non distinguevano gli uni dagli altri se non dal numero d'ordine, come prima, o una Sabbathi il primo del Sabbato per dire il primo giorno della Settimana corrente; secunda Sabbathi il secondo giorno; tertia Sabbathi il terzo, ec. Davano per eccellenza od antonomasia il nome di Sabbato al settimo giorno, che dovea tutto intero essere consacrato al servizio di Dio, alla preghiera, alla lettura, alla meditazione della Legge e dei Libri de' Profeti. Il periodo completo di sette Anni era pure un Sabbato o una Settimana d'Anni, di cui chiamavano l'ultimo anno Sabbatico o Sabbato della Terra, Sabbathum Terrae, perchè ogni sette anni la lasciavano riposare.
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Sabato - o SABBATO. S. m. Nome del settimo dì della settimana. Lat. aureo Sabbatum. [G.M.] Magri, Notiz. Vocab. Eccl. Sabato; dall'ebr. Sciabat, Quiete, riposo, perchè il Creatore in quel giorno, come dice la Scrittura, si riposò. – E in Fir., per indicare Festa, Vacanza, si dice: Oggi è sciabà. =Cavalc. Frutt. ling. 24. 201. (C) Onde in figura di ciò, dice san Gregorio, che Iddio diede al popolo suo a guardare e festeggiare il giorno di sabato, che viene a dire require. Bocc. Nov. 8. g. 7. Ed il simigliante facemmo nel sabato susseguente.

2. [Val.] Dappoichè a fin di settimana, che è il sabato, si pagano i lavoranti, ed alcune specie di debiti, quindi quand'uno non ha denari da adempiere agli obblighi contratti, suol dire proverbialmente. Fag. Comm. 2. 167. Sabato non ène, e i denari non c'ènno, rispose quell'Abreo. [G.M.] Magal. Lett. fam. Primieramente, sabato non è, eccetera; e poi, non voglio farti perder più tempo. [L.B.] Più salsa orig. del prov. Domandandosi a un Israelita se, nulla potend'essi fare il sabato, potrebbe o no raccattare una borsa, rispose quegli. Sabato non è, e la borsa non c'è.

[G.M.] Così, infatti, narra la cosa il Serd. nei Prov. Un giudeo che si mostrava molto zelante di guardare il sabato, interrogato se trovando in dì di sabato mille ducati gli avrebbe presi, subito rispose: Sabato non è, e i danari non ci sono.

3. (Eccl.) Nella Sacra Scrittura, indica anche altre cose: il Riposo eterno o la Felicità del cielo; Ogni specie di festa, la Settimana, ecc. (Mt.)

4. Sabato santo, diciamo per eccellenza a Quello avanti la Domenica di Resurrezione. Dial. S. Greg. 1. 10. (C) Lo sabato santo in sul vespro passò di questa vita. Maestruzz. 1. 47. La Chiesa ha due tempi ordinati secondo l'antica usanza, cioè il sabato santo, e lo sabato della Pentecoste. Franc. Sacch. Nov. 160. Il quale uno dì di sabato santo, quando la beccheria era più fornita di carne…, si mosse a volo.

Essere più lungo, o maggiore che 'l sabato santo, si dice del Non venire, o in favellare, o in operare, mai alla fine. Pataff. (C) Più che 'l sabato santo tu se' maggio. Salv. Granch. 1. 2. Tu se' più lunga che 'l sabato santo: Assomma, se tu vuoi. [G.M.] Serdon. Prov. Più lungo che il Sabato santo.

[G.M.] Fam. Far sera e sabato; Far tardi. Qui si fa sera e sabato, e non si conclude nulla. (Nel sabato, ch'è il termine della settimana, gli artigiani finiscono i loro lavori; e però fanno più tardi a bottega.

5. [Camp.] † Guardare lo dì del sabbato, per Santificarlo con la preghiera e coll'astenersi dall'opere servili. Bib. Macab. 15. E quello sventurato domandò s'egli è Potente in cielo, lo quale comandò che si guardasse lo dì del sabbato? (agi diem sabbatorum).

[Camp.] † Solvere il sabbato, per Toglierne l'osservanza. S. G. Gris. Om. 51. Quando, avendo mundato il lebbroso, solvette il sabbato, quando ebbe mostrato che era Signore del mare e della terra con fatti, quando…

† Prov. Domeneddio, o Cristo non paga il sabato; e vale, che Il gastigo può differirsi, ma non si toglie. T. Prov. Tosc. 85. [G.M] Cellin. Vit. La camera dove lui era, per esser mal gittata la vôlta, o per vera virtù di Dio che non paga il sabato, profondò. = Varch. Stor. 10. 328. (C) Ma Iddio il quale (come dice il proverbio de' volgari) non paga il sabato, riserbò il suo castigo, e la meritata pena al signor Chiappino Vitelli. E 16. 639. I quali vivono ancora, forse perchè Domeneddio (come si dice in proverbio) non paga il sabato. Morg. 24. 34. Ma non sanza cagion si dice un motto, Che 'l sabato non paga sempre Cristo, E non vi fia poi in fine un quattrin rotto. Lib. Son. 70. Chi vien di colassù, giugne ben presto, Perch'e' non paghi il sabato appuntino.

6. Prov. Non aver pan pe' sabati; e si dice quando vogliamo descrivere uno, che abbia da vivere scarsamente. (C) Non com.

[G.M.] Altro prov. dell'uso. Serdon. Beato quel corpo che in sabato muore, e in domenica si ripone. (Si sotterra. Il sabato è più specialmente sacro alla Vergine; la domenica, al Signore.

[T.] Tradizione israelitica. T. Bib. Il sabato circoncidete l'uomo (il settimo giorno). Vang. Era un gran dì quello del sabato.

II. Coll'In e il Nel, e l'Il, anco del sabato odierno. T. Vang. Pregate non sia la fuga vostra d'inverno o in sabato. E: Li ammaestramenti in sabato. E:Il sabato camminava per i seminati.

Plur. T. Vang. Fanno quel che non è lecito fare ne' sabati.

III. Uso segnatam. odierno. T. Oggi è sabato. Era sabato quando… Prov. Tosc. 191. Quando il sole insacca in Giove, non è sabato che piove. – Domani sabato. Sabato a otto. Il sabato passato. Il primo sabato del mese. Tutti i sabati.

IV. Di quel della settimana santa. T. L'uffizio, La messa del sabato santo. Senza art. Ci verrà per Sabato santo.

Non com. [Cors.] Belc. Prat. Spirit. c. 128. A questo abate Giorgio il dì del gran sabato… venne desiderio di fare la santa Pasqua della Risurrezione nella città santa.

V. Di tempo in gen. anteriore e posteriore. T. Prov. Tosc. 314. Chi ride in sabato piange la domenica.

VI. T. Osservare il sabato, L'astinenza usit. in quel dì. In senso sim. Farlo, segnatam. in divozione di M. V.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: ruzzolino, ruzzolò, ruzzolo, ruzzolone, ruzzoloni, s, sa « sabato » sabauda, sabaude, sabaudi, sabaudo, sabbatica, sabbatiche, sabbatici
Parole di sei lettere: ruvido « sabato » sabbia
Vocabolario inverso (per trovare le rime): astruso, estruso, disuso, contuso, ottuso, abato, sillabato « sabato (otabas) » gabbato, addobbato, sgobbato, snobbato, cibato, celibato, prelibato
Indice parole che: iniziano con S, con SA, iniziano con SAB, finiscono con O

Commenti sulla voce «sabato» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze